ISCRIVITI E SEGUIMI!

Instagram

  • / ENG IN FIRST COMMENT / 🇮🇹 Prosciutto e fichi. Basta questo per commuovere le mie papille gustative: adoro il salato e il dolce insieme (caramello salato, anyone?? cioccolato al fleur de sel? il mio famoso binomio more e brie di capra?). Poi se li metti in un panino, ammettiamolo, è la fine del mondo conosciuto. Questi panini sono di una semplicità disarmante, quasi imbarazzante chiamarla ricetta: prendete del pane in cassetta (il mio è il solito semintegrale fatto in casa!) lo grigliate, prendete i fichi e grigliate anche quelli, poi prendete delle cipolle caramellate (cipolle rosse tagliate fini fatte andare a fuoco basso in padella NON antiaderente a lungo finché non caramellizzano da sole), della senape all’antica, rucola e delle belle fette di prosciutto crudo di Parma e il gioco è fatto!  Praticamente il pasto degli dei! (Quel bicchiere di vino non so chi ce l’abbia messo, sicuramente non io, cosa pensate, deve essere un errore della stylist… cosa dite? Ah sì vero sono sempre io, vabhe è un lapsus. 🤷‍♀️💁 E comunque è venerdì)
#mangioquindisono #healthysandwich  #prosciuttodiparma #sanomanontroppo #foodphotography #foodtographyschool #eatcaptureshaer #huffposttaste #thecookfeed #italiansdoitbetter #fromscratch #homemadefood #eatrealfood #myseasonaltable #howissummer #farmtotable #slowfood #thekitchn #hautecuisines #theartofslowliving #tgif #foodblogfeed #foodbloggeritaliani #scrumptiouskitchen #shareyourtable #hocsupperclub
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Sempre a proposito di piatti freddi e estivi, questa è una ricetta dell’anno scorso che però penso sia sfuggita a molti: involtini vietnamiti! Con l’involucro di riso integrale, il ripieno di verdure, spaghettini di riso e gamberi (omettibili per una versione veg), da condire con una salsina al mango e arachidi da far perdere la testa. Pensate siano impossibili da fare? Tutt’altro! Se non ambite alla perfezione estetica non sono niente di difficoltoso, anzi sul blog ci sono tutti i trucchi per farli venire benissimo senza impazzire e le foto del passo passo per arrotolarli, vi rimetto il link in bio⁣
🇺🇸 If you don’t have news from me tomorrow it means I evaporated.  So freaking hot here, but - seeing your ig stories - I think everyone in northern hemisphere is feeling the same, regardless the location. I deeply envy you, my australian friend.  So, to face the heat, who wants a vietnamese summer  roll for dinner? To be served cold, of course, with some mango & peanut dipping sauce 🤤⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
⁣
#mangioquindisono #summerishere #myseasonaltable #eatprettythings #eatfresh #feedfeedglutenfree #pursuethepretty  #thkitchn #foodblogfeed #eattheworld #gloobyfood #senzaglutine #glutenfree #tastingtable #eatyourveggies #dairyfree #vietnamesefood #scrumptiouskitchen #fromscratch #handsinframe #howissummer #summerrolls #onthetable #foodstyling #flatlayforever
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Qualche giorno fa vi avevo chiesto cosa volevate trovare qui e sul blog, che tipo di ricette cercavate. Mi pare che la richiesta di ricette veloci, fresche e salutari sia stata piuttosto condivisa, quindi io vi accontento subito! Non i soliti tacos di pesce!  Niente a che vedere con quelle immonde cose dure e secche che avete mangiato l’ultima volta al messicano, qui abbiamo tortillas morbide (come da tradizione messicana) con pezzetti di pesce  bianco marinato che si scioglie in bocca, rinfrescato da una “salsa” a base di anguria, melone, mais, pomodoro e cetriolo! Senza latticini, senza glutine se trovate le tortillas giuste, ed è pronto in meno di 30 minuti se vi organizzate! Vi voglio subito a leggere la ricetta nel link in bio! 🇺🇸 So, I’ve always dreamt of making homemade fish taco all by myself. When I found original corn tacos tortillas in a ethnic supermarket I almost cried for happiness. These halibut tacos have nothing to share with the orribile, tasteless and dry tacos that you can find in an average “mexican” restaurant in Italy. They are so fresh, so juicy and so simple to make and the melon, corn, cucumber & tomatoes salsa it’s just the perfect flavour combination! The perfect midweek dinner!
#mangioquindisono #dairyfree #glutenfree #senzaglutine #senzalatticini #summerfood #healthysummermeals #myseasonaltable #eatrealfood #healthytacos #fishtacos #homemadeisbetter #eatcleanrecipes #mexicanfoodporn #ceneestive #healthyandfresh #gatherandfeast #foodfluffer #thefeedfeed #foodtographyschool #fellowmag #scrumptiouskitchen #makeitberlicious #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani #bhgfood #mysummerfood
  • / ENG IN 1° COMMENT / 🇮🇹 E’ tornato il Grande Caldo e sta per arrivare di nuovo il Grandissimo Caldo.  Io mi prendo una settimana di pausa dalla palestra , perché dopo mesi e mesi di frequenza assidua 5 volte a settimana c’è bisogno di un attimo di riposo mentale e fisico, e mi dedico ad amene camminate nell’afa che già ricopre la campagna alle 6 del mattino. E cerco di resistere psicologicamente all’estate con il meal prep. Non sono una grande fan del meal prep classico, perchè mangiare la stessa cosa per giorni e giorni mi porterebbe al suicidio assistito, ma d’estate faccio sempre una minisessione di meal prep di verdure il lunedì, quando faccio la spesa dal mio fruttivendolo: ho arrostito dei peperoni, cotto al forno una melanzana già trasformata in babaganoush, preparato un coleslaw di cappuccio e carote e pulito e cotto i fagiolini. Tutto in contenitori in vetro in frigo così le verdure per almeno 4 pasti sono già pronte. Voi potreste prendere spunto e sacrificarvi ad accendere il forno per fare i miei plumcake al limone ricotta e mirtilli: soffrite oggi per avere poi tutta la settimana pronta una colazione deliziosa, senza glutine, senza zucchero e senza burro! Come sempre link in bio!
#mangioquindisono #sugarfree #senzazucchero #evoo #glutenfree #mealprep #theartofslowliving #flatlaytoday #bakerslife #healthybreakfastideas #fromscratch #foodbloggerintaliani #eatprettythings #foodfluffer #foodtographyschool #foodstyling #feedfeedglutenfree #droolclub #imsomartha #foodblogfeed #hocsupperclub #fellowmag
  • / ENG IN FIRST COMMENT / 🇮🇹 Mi godo l’ultima giornata di fresco, di aria leggera, di estate come vorrei che fosse e come invece non è, prima che tornino i 38 gradi di settimana prossima. Mi godo una colazione semplice con il solito pane di @paoletta_sersante, del miele o marmellata e il mio amato caffè lunghissimo macchiato freddo. Sì, è il pane che ho usato per i french toast ripieni di ricotta; sì, è il pane che presto vedrete in un sandwich gourmet nel feed; sì, è il pane che si fa in 3 ore nette; sì è il pane che ha “tanto” lievito, ma è super digeribile comunque (e ad ogni modo in casa mia ci sono 26 gradi quindi diminuisco notevolmente le dosi di lievito che tanto cresce solo a guardarlo); e sì è il pane che rifaccio ogni settimana, ogni volta con un mix di farine integrali diverso a seconda di cos’ho sottomano. Ed è anche l’unica fonte di gioia delle mie giornate alimentari a dieta, perchè è così buono, così profumato, così coccola che piango ogni volta che posso mangiarmene una fetta perché prevista nel mio piano. •
•
•
•
#mangioquindisono #foodfluffer #healthybreakfast #rincorrerelabellezza #morningslikethese #gatheringlikethese #foodtographyschool #fromscratch #mymagicalmorning #aslowmoment #homemadewithlove #livemoremagic #pursuethepretty #livelittlething #darlingmoment #amatiattimi #theartofslowliving #liveauthentic #foodstyling #foodphotographer #ilmioritmolento  #ofsimplethings #smellofbaking
  • / ENG BELOW / 🇮🇹Devo dire che non sono mai stata una gran fan dell’insalata di riso classica, condita con quei cocktail micidiali e insapori di grassi inutili, sale eccessivo e aceto, che sono i barattoli dei vari condimenti pronti. Magari poi tre chili di riso per un misero barattolo: no grazie. Invece adoro le insalate di riso “alternative” con condimenti di qualità e sapori diversi dal solito, come questa insalata di riso venere! Con salmone al vapore, zucchine marinate, mirtilli e una deliziosa salsa leggera allo yogurt! Se volete provarla vi rimetto il link in bio perchè è una ricetta dell’anno scorso!
🇺🇸 Last year I made this black rice salad with steamed salmon, marinated zucchini, blueberries and yogurt sauce, and let me tell you… it’s a summer killing dish! Fresh, simple, gluten free & healthy  it will be your week night dinner saver!
•
•
•
•
#mangioquindisono #summersalad #eatrealfood #homemadefood #foodtographyschool #foodfluffer #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani  #summerfood #myseasonaltable #goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog #celebratehealthier #tastingtable #foodandwine #saveurmag #thekitchn #huffposttaste #vscofood #glutenfree #senzaglutine #hocsupperclub #eatcaptureshare
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Ma voi le ricette le preferite qui nella caption o sul blog con le mie dissertazioni filosofiche sul senso della vita e il sapore delle ciliegie? Sto cercando di fare un po’ e un po’ ma magari voi avete preferenze specifiche!  Io intanto oggi vi lascio qui la ricetta di questi clafoutis (che meno male che devo solo scriverlo e non leggerlo perché non ho idea di come si faccia) in versione alternativa, senza glutine, senza burro e senza zucchero, ma morbidissimi e profumatissimi lo giuro!  Per gli ingredienti scorrete la foto successiva, per il procedimento eccolo qui: ⁣⁣
Sbattete l’uovo e il tuorlo con lo xilitolo fino a montarli leggermente⁣⁣
Unite le farine e il lievito setacciati, mescolate⁣⁣
Aggiungete l’amaretto e il latte in cui avrete sciolto i semi di vaniglia ⁣⁣
Mescolate l’impasto con una spatola⁣⁣
Ungete leggermente 4 cocotte e disponetevi 6 ciliegie denocciolate ⁣⁣
Ricoprite di impasto  e cuocete a 180° per 25 min ⁣⁣ 🇺🇸 I’m trying to post more recipes here on IG than on the blog so even my not Italian speaking followers may enjoy them (I’m not psychologically⁣⁣ ready to write my blog posts in Enlish too!). Does it make sense? Do you enjoy the recipes I share here in the captions?? Tell me! Meanwhile here the recipe for my alternative (sugar free, gluten free and butter free) version of cherry clafoutis, for the ingredients swipe right twice, for the method here we are: ⁣⁣
Whisk egg and egg yolk with xylitol until fluffy⁣⁣
Add sifted flours and baking powder, mix well with a spatula⁣⁣
Add the liquor, the milk and vanilla and mix again⁣⁣
Grease 4 cocottes, add 6 pitted cherries each⁣⁣
Add the dough and bake at 180° for 25 min⁣⁣
#mangioquindisono #senzaglutine #senzazucchero #glutenfree #sugarfree #senzaburro #cherryseason #cleaneating #mysweettooth #foodphotography #italianfoodphotographer #foodstylist #foodfluffer #thebakedfeed #droolclub #foodtographyschool #marthabakes #VSCOfood #myseasonaltable #farmtotable #sweetinspiration #summerbaking #healthybaking
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 L’avevo promessa da un sacco di tempo, ma continuavo a rimandare. Continuavo a rimandare perchè le foto non mi piacevano e stavo per cestinarle anche perchè ormai la stagione degli asparagi e quella dei broccoli è ormai un ricordo. Ma poi ho deciso che dovevo sfidare la mia pulsione al perfezionismo, e… postarla lo stesso. Prima di tutto perchè non succede niente di male, secondo perchè comunque è già pronta per quanto gli asparagi torneranno in stagione l’anno prossimo, e terzo perchè è una ricetta bomba e meritava di vedere la luce. Green socca! O farinata, o cecina, o farfrittata, insomma una finta pizza fatta con farina di ceci e cotta al forno, senza glutine e senza latticini, condita con un pesto di broccoli, verdure e salmone affumicato. Sul blog la ricetta LINK IN BIO con le alternative per renderla più estiva e veg 🇺🇸 I’ve been looking at these photos for months (literally, since I’ve shot them in march!) but I felt it was never the right time to post then. I’m not in love with this photo, and I procrastinated so much that asparagus and broccoli aren’t in season anymore! But the recipe rock,  people, it really rocks so… damn you, freaking control issues, I’m posting it anyway! Green socca with asparagus, zucchini, broccoli pesto and smoked salmon! •
•
•
•
#mangioquindisono #socca #green #asparagus #salmon #dairyfree #senzalatticini #glutenfree #senzaglutine #feedfeedglutenfree #italianfoodblogger #foodphotography #foodtographyschool #eatcaptureshare #monimood #foodstyling #eatrealfood #lifeandthyme #eatpreatty #fromscratch #eatyourveggies #eatcolorful #thenewhealthy #bodyfuel #eatwholefoods #eatsimple #hocsupperclub #followmag #belightinspired #hautecuisines
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Arrendendomi all’evidenza che effettivamente sì, ci sono persone che d’estate hanno meno fame e faticano a fare colazione, vi propongo una soluzione facile, veloce, deliziosa e… sanissima! Cosa ne dite di un mocha frappuccino veg? Sembra una cosa super goduriosa e zuccherina invece è una colazione completa, sana, senza zucchero e… fresca! Si fa in 5 minuti, in pratica ci mettete di più ad andare nel link in bio per leggervi la ricetta che a farlo! 🇺🇸 What about a healthier, sugar free, dairy free, vegan version of a classic mocha frappuccino? It looks like a luscious cheat meal, but actually it’s a super clean, easy and fresh breakfast, perfect for these hot summer mornings when most people (not me, really NOT me!) struggle with their appetite level! And of course it’s delicious and super satiating! •
•
•
•
#mangioquindisono #summerbreakfast #mochafrappuccino #sugarfree #coffeaddict #mysweettooth #celebratehealthier #foodtographyschool #whatveganseat #myveganbreakfast #foodfluffer #foodstyling #foodphotography #getminimal #eatcaptureshare #thekitchn #droolclub #gloobyfood #moodygram #cookinglight #tastingtable #summercooking #foodbloggeritaliani #thenewhealthy #eatrealfood #hautecuisine

Seguimi!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Miso Ramen col trucco!

Miso ramen: il trucco per gustarsi il comfort food giapponese in casa propria

Ultimo aggiornamento: 04 aprile 2019

Cosa fare se amate la cucina giapponese ma  non avete ristoranti vicini che propongano piatti nipponici di qualità? Ve li fate in casa. Ovvio. E dopo il ramen il passo successivo è farsi il ramen in casa con questa ricetta che sembra lunga e difficile invece è davvero facile e alla portata di tutti, e soprattutto non vi farà rimpiangere il ramen del ristorante cinese! Altro che brodaglie, questo brodo di miso denso ha un ingrediente segreto che lo rende speciale: il latte di soia! 

Homemade miso ramen bowl with a secret ingredient!

Tutti i segreti per avere un ramen dal brodo incredibile a casa vostra, in meno di un’ora

DISCLAIMER: Questo ramen è una ricetta LUNGA e con TANTI ingredienti. Non è difficile, anzi, il procedimento è a prova di stupido, vi servirà però tanta pazienza per trovare tutti gli ingredienti e dosarli. Ma ne varrà la pena.

Nel caso non si fosse notato, adoro la cucina orientale. Ma si era notato sicuramente visto che tra le mie ricette in versione sana o alleggerita troviamo i gyoza, i sushirrito, la poke bowl,  i soba  e addirittura il tataki di manzo! Mancava all’appello il ramen, che abbiamo assaggiato per la prima volta in un posticino minuscolo a New York City (un giorno mi sa che ne parlerò meglio qui sul blog!) e ci è subito entrato nel cuore. Ora, il ramen, al contrario della poke bowl, è una di quei piatti lunghi da preparare, complessi, ricchi di ingredienti, è un po’ come farsi i cappelletti in casa insomma, ogni famiglia ha la sua ricetta, il brodo fatto in un certo modo etc.

Quindi se vivessimo a Milano o a NYC appunto, sinceramente niente mi renderebbe più entusiasta di uscire una sera a mangiarmi una ciotola bollente e saporita di ramen sapientemente preparato da un giapponese. Ma  viviamo nella pianura padana, dove la salsa di soia è già considerata qualcosa di troppo esotico, quindi di posti che preparano il ramen non c’è manco il sentore. Quindi prepararselo a casa è l’unica opzione per poterselo godere, solo che appunto la ricetta originale è veramente complessa quindi finora non mi ero mai cimentata (cucinare e cuocere un brodo per 48 non rientra esattamente nella lista di cose che preferisco fare il venerdì sera). Poi (per caso) ho trovato questa ricetta. Rivelazione. Il trucco per fare un brodo di ramen denso e ricco SENZA metterci due giorni. Dovevo provarci!

Homemade miso ramen bowl with a secret ingredient!

Io ho semplificato ulteriormente la ricetta del link perchè banalmente alcuni ingredienti non sapevo nemmeno cosa fossero e come si traducessero in italiano figurati dove trovarli. Ho anche omesso la sezione dell’olio piccante perchè non volevo aggiungere olio fritto al mio pranzo, ecco tutto. NON omettete invece l’ovettino marinato che è veramente una di quelle libidini purissime che vorrete mangiare più spesso possibile! 

Sembra difficile tutto quanto ma in realtà sono solo TANTI ingredienti, vanno solo frullati e cotti, ce la potete fare! Poi la cosa geniale è che il condimento al miso,  può essere fatto in abbondanza, conservato in frigo, e poi avete fatto metà del lavoro per ottenere un ottimo ramen le successive volte, in meno di mezzora! Potrebbe essere possibile anche congelarlo ma io non ho provato, se lo fate avvisatemi! 

Ma quindi qual’è il trucco per il brodo del ramen? Il latte di soia. Ebbene sì. Un ingrediente insostituibile (no, non potete usare un altro latte vegetale, nè quello vaccino, se non potete berlo non potete fare questa ricetta), apparentemente insensato, ma che fa la differenza! 

L’unico problema che mi sono posta è stato il dashi. Il dashi è la base per il brodo in Giappone, fatto con il katsuobushi e l’alga kombu in infusione nell’acqua, a cui a volte vengono aggiunti gli shitake secchi. In Italia viene spesso venduto sotto forma di preparato liofilizzato in terribili bustine, ma ho pensato fosse il caso evitare.  Meglio usare gli ingredienti originali o almeno qualcosa che ci si avvicina. Se non doveste trovare il katsuobushi – fiocchi di una particolare specie di tonno di piccole dimensioni, il katsuo, essiccato e fatto a scaglie – come spesso capita anche a me, la brillante sostituzione che ho elaborato è usare invece un ingrediente italianissimo che come concetto è molto simile al katsuobushi, sapido, marino, vagamento affumicato, composto da un derivato essiccato del pesce: la bottarga! Ebbene sì, anticonvenzionale, e sicuramente qualche giapponese potrebbe prendersi male all’idea, ma ammettiamolo, efficace! 

Ingredienti condimento al miso per ramen fatto in casa

Dove trovare gli ingredienti per il ramen? 

Ecco ora che vi ho spiegato tutti gli ingredienti che si usano per fare questo meraviglioso brodino, so che voi mi chiederete, bene ma dove li compro? Ecco una serie di papabili soluzioni:

  • miso di riso (o soia o orzo): io lo compro biologico, ci sono diverse marche che lo commercializzano, tra cui probios, clersprings e vivibio, nei negozi biologici lo trovate sicuramente, anche da NaturaSì ma io ormai lo trovo in tutti i supermercati molto forniti (come l’Iper) nel reparto bio o etnico. Altrimenti online qui.
  • katsuobushi e funghi shitake: questi io li trovo solo nei negozi di articoli etnici super specializzati, tra i quali il Kathay Shop a Milano o il The Oriental Mall sempre a Milano in zona Chinatown. Altrimenti online qui e qui 
  • alga kombu o  wakame: questi si trovano o nei negozi di prodotti etnici già citati o nei supermercati molto forniti, a volte non si trova la kombu ma solo la wakame, il cui utilizzo per il ramen non è sicuramente tradizionale ma può essere un buon compromesso. Altrimenti online qui
  • mirin  e aceto di riso: anche questi io di solito li compro nei supermercati molto forniti, in alcuni casi sono nella sezione “sushi” come nel mio Iper, altre volte in quella bio o etnico, e sicuramente li potete trovare biologici nei negozi dedicati. Altrimenti online qui e qui
  • salsa di soia: ormai si trova ovunque, non ditemi che non la trovate! Le mie preferite sono la “low sodium” a basso contenuto di sale (che NON ha più zucchero di quella normale, non so chi abbia messo in giro questa voce, ma la confondete con la “salsa di soia dolce” che non solo ha più zucchero ma non ha meno sale, è solo meno salata al sapore perchè dolce) e la shoyu o tamari. La mia preferita in assoluto è questa
  • tahine: la tahine o pasta di sesamo, si può trovare ovuqnue ormai, anche nei negozi gestiti da indiani o pakistani, ma io di solito la compro nei soliti supermercati.
  • sriracha: idem come la tahine. Online qui.
  • bok choy: è una verdura fresca che io trovo ogni tanto dal mio fruttivendolo, e che voi potete trovare in alcuni supermercati (Esselunga) o nei negozi etnici ben forniti come il suddetto Kathay. Se non la trovate usate la costa o gli spinaci, non è la stessa cosa  ma andrà bene lo stesso! 
  • noodle: nota dolente. I noodle li trovate ovunque, dai supermercati ai negozi etnici passando per il NaturaSì ma io finora non ho ancora trovato i noodle perfetti per il ramen, anzi se avete suggerimenti sono benvenuti, per ora mi sono arrangiata con soba, noodle di frumento e altro trovati nei suddetti luoghi (che insomma non sono perfetti ma si godono lo stesso!)

A chi è dedicato questo ramen col barbatrucco?

  • ovviamente a chi – come noi – adora la cucina giapponese ma non ha vicino casa dei ristornati che la ripropongano 
  • a chi ama i cibi brodosi, ricchi, confortanti e dai sapori intensi
  • a chi è stato in Giappone e soffre di nostalgia culinaria!

Io ho usato questi topping che vedete in foto e in ricetta, ma nulla vi vieta, a partire dallo stesso brodo, di cambiare topping e ingredienti!

Opzione per vegetariani: omettete la bottarga, usate brodo vegetale, sostituite il maiale con del tofu compatto sbriciolato e avrete il vostro ramen vegetariano! 

DISCLAIMER: in questo post sono presenti link affiliati, che mi permettono di guadagnare una piccola commissione qualora decidiate di acquistare un prodotto tramite i link segnalati, senza comportare costi supplementari per voi. 

Homemade miso ramen bowl with a secret ingredient!

 

Condimento al miso
Serves 1
Prep Time
10 min
Cook Time
5 min
Total Time
15 min
Prep Time
10 min
Cook Time
5 min
Total Time
15 min
Ingredients
  1. 120 gr di miso di riso (o di soia) in pasta, io ne ho usato uno biologico
  2. 30 gr di salsa sriracha o 15 gr di pasta di peperoncino
  3. 2 spicchi d'aglio
  4. 20 gr di radice di zenzero fresca spellata
  5. 1/2 cipolla rossa
  6. 40 ml di mirin
  7. 20 gr di pasta di soia (o 50 ml di salsa di soia low sodium)
  8. 1 cucchiaio di olio
  9. 4 funghi shitake essiccati
  10. 1 cucchiaio di bottarga di muggine o katsuobushi
  11. 20 gr di tahine
  12. 10/15 gr di alga wakame o kombu essiccata
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Ammollate i funghi e l'alga in acqua bollente per 5 min
  2. Unite tutti gli ingredienti in un mixer potente e frullate fino a ottenere una pasta uniforme
  3. Cuocete la pasta ottenuta per 5 min in un tegamino
  4. Lasciate raffreddare e mettete in un vasetto a chiusura ermetica
  5. Conservate in frigorifero
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/
Uova marinate nella soia
Ingredients
  1. 4 uova codice 0 dimensione L
  2. 4 cucchiai d'acqua
  3. 1 cucchiaino di zucchero integrale
  4. 1 cucchiaio di aceto di riso
  5. 1 cucchiaio di mirin
  6. mezza tazza di salsa di soia low sodium
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Portate a bollore un tegamino pieno d'acqua sufficientemente largo
  2. Abbassate la fiamma e immergete le uova con attenzione e cautela
  3. Settate il timer su 6 minuti e 30 secondi
  4. Nel frattempo unite gli ingredienti della marinata e scaltateli leggermente per far sciogliere lo zucchero.
  5. Cotte le uova immergetele in una bacinella con acqua fredda e ghiaccio, aspettate siano sufficientemente fredde e sbucciatele dal guscio
  6. Immergetele nella marinata e lasciatele riposare per circa 4 ore girandole di tanto in tanto.
Notes
  1. Io uso un contenitore ermetico per alimenti per marinarle con facilità ma anche un recipiente diverso funziona bene
  2. Possono essere preparate in anticipo e conservate per un paio di giorni in frido, fuori dalla marinata ma in un contenitore ermetico
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/
Miso Ramen
Serves 2
Prep Time
10 min
Cook Time
20 min
Prep Time
10 min
Cook Time
20 min
Ingredients
  1. 200 gr di macinato magro di maiale
  2. 1 scalogno
  3. 1 cucchiaio di olio
  4. qualche fettina di zucca tagliata sottile e con ancora la buccia
  5. 2 bok choy (o coste o spinacini)
  6. 10 gr di alga wakame o kombu
  7. 2 o 3 funghi shitake
  8. 450 ml di brodo di manzo o pollo
  9. 200 ml di latte di soia non zuccherato
  10. 3 cucchiai pieni di condimento al miso
  11. 2 uova marinate nella soia
  12. 120 gr di noodle per ramen o soba
  13. un cipollotto tagliato fine
  14. mezzo peperoncino tagliato sottilissimo (facoltativo)
  15. semi di sesamo per decorare
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Accendete il forno a 200° con grill
  2. Ammollate i funghi e l'alga in acqua bollente per 5 minuti
  3. In un tegame riscaldate l'olio con lo scalogno tritato, fate poi rosolare il maiale macinato
  4. Aggiungete un cucchiaio di condimento al miso e lasciate insaporire
  5. Aggiungete il brodo, il latte di soia, i funghi e l'alga, portate a bollore e abbassate il fuoco cuocendo per altri 5 min
  6. Aggiungete il resto del condimento di miso setacciandolo in un setaccio non eccessivamente fine (gran parte della pasta rimarrà nel setaccio, insistete con una spatola e poi buttate via il residuo)
  7. Disponete le fettine di zucca su una placca foderata con carta da forno, aggiungete sale e pepe, un filo d'olio e infornate per 10 min finchè non risulta croccante, girando a metà cottura
  8. Portate a bollore un tegame d'acqua.
  9. Scottate i bok choy per 30 secondi nell'acqua bollente poi trasferiteli in una ciotola con acqua e ghiaccio per fermare la cottura.
  10. Cuocete i noodle nell'acqua bollente seguendo i tempi di cottura sulla confezione
  11. Mettete un mestolo di brodo sul fondo della ciotola, poi disponetevi sopra i noodle e il maiale prelevato dal brodo con un mestolo forato.
  12. Aggiungete un'altra mestolata abbondante di brodo
  13. Completate le uova tagliate, il cipollotto, il bok choy, la zucca e il peperoncino
  14. Cospargete di semi di sesamo e gustate bollente servendo il ramen con bacchette e cucchiaio
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

  • / ENG IN FIRST COMMENT / 🇮🇹 Prosciutto e fichi. Basta questo per commuovere le mie papille gustative: adoro il salato e il dolce insieme (caramello salato, anyone?? cioccolato al fleur de sel? il mio famoso binomio more e brie di capra?). Poi se li metti in un panino, ammettiamolo, è la fine del mondo conosciuto. Questi panini sono di una semplicità disarmante, quasi imbarazzante chiamarla ricetta: prendete del pane in cassetta (il mio è il solito semintegrale fatto in casa!) lo grigliate, prendete i fichi e grigliate anche quelli, poi prendete delle cipolle caramellate (cipolle rosse tagliate fini fatte andare a fuoco basso in padella NON antiaderente a lungo finché non caramellizzano da sole), della senape all’antica, rucola e delle belle fette di prosciutto crudo di Parma e il gioco è fatto!  Praticamente il pasto degli dei! (Quel bicchiere di vino non so chi ce l’abbia messo, sicuramente non io, cosa pensate, deve essere un errore della stylist… cosa dite? Ah sì vero sono sempre io, vabhe è un lapsus. 🤷‍♀️💁 E comunque è venerdì)
#mangioquindisono #healthysandwich  #prosciuttodiparma #sanomanontroppo #foodphotography #foodtographyschool #eatcaptureshaer #huffposttaste #thecookfeed #italiansdoitbetter #fromscratch #homemadefood #eatrealfood #myseasonaltable #howissummer #farmtotable #slowfood #thekitchn #hautecuisines #theartofslowliving #tgif #foodblogfeed #foodbloggeritaliani #scrumptiouskitchen #shareyourtable #hocsupperclub
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Sempre a proposito di piatti freddi e estivi, questa è una ricetta dell’anno scorso che però penso sia sfuggita a molti: involtini vietnamiti! Con l’involucro di riso integrale, il ripieno di verdure, spaghettini di riso e gamberi (omettibili per una versione veg), da condire con una salsina al mango e arachidi da far perdere la testa. Pensate siano impossibili da fare? Tutt’altro! Se non ambite alla perfezione estetica non sono niente di difficoltoso, anzi sul blog ci sono tutti i trucchi per farli venire benissimo senza impazzire e le foto del passo passo per arrotolarli, vi rimetto il link in bio⁣
🇺🇸 If you don’t have news from me tomorrow it means I evaporated.  So freaking hot here, but - seeing your ig stories - I think everyone in northern hemisphere is feeling the same, regardless the location. I deeply envy you, my australian friend.  So, to face the heat, who wants a vietnamese summer  roll for dinner? To be served cold, of course, with some mango & peanut dipping sauce 🤤⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
⁣
#mangioquindisono #summerishere #myseasonaltable #eatprettythings #eatfresh #feedfeedglutenfree #pursuethepretty  #thkitchn #foodblogfeed #eattheworld #gloobyfood #senzaglutine #glutenfree #tastingtable #eatyourveggies #dairyfree #vietnamesefood #scrumptiouskitchen #fromscratch #handsinframe #howissummer #summerrolls #onthetable #foodstyling #flatlayforever
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Qualche giorno fa vi avevo chiesto cosa volevate trovare qui e sul blog, che tipo di ricette cercavate. Mi pare che la richiesta di ricette veloci, fresche e salutari sia stata piuttosto condivisa, quindi io vi accontento subito! Non i soliti tacos di pesce!  Niente a che vedere con quelle immonde cose dure e secche che avete mangiato l’ultima volta al messicano, qui abbiamo tortillas morbide (come da tradizione messicana) con pezzetti di pesce  bianco marinato che si scioglie in bocca, rinfrescato da una “salsa” a base di anguria, melone, mais, pomodoro e cetriolo! Senza latticini, senza glutine se trovate le tortillas giuste, ed è pronto in meno di 30 minuti se vi organizzate! Vi voglio subito a leggere la ricetta nel link in bio! 🇺🇸 So, I’ve always dreamt of making homemade fish taco all by myself. When I found original corn tacos tortillas in a ethnic supermarket I almost cried for happiness. These halibut tacos have nothing to share with the orribile, tasteless and dry tacos that you can find in an average “mexican” restaurant in Italy. They are so fresh, so juicy and so simple to make and the melon, corn, cucumber & tomatoes salsa it’s just the perfect flavour combination! The perfect midweek dinner!
#mangioquindisono #dairyfree #glutenfree #senzaglutine #senzalatticini #summerfood #healthysummermeals #myseasonaltable #eatrealfood #healthytacos #fishtacos #homemadeisbetter #eatcleanrecipes #mexicanfoodporn #ceneestive #healthyandfresh #gatherandfeast #foodfluffer #thefeedfeed #foodtographyschool #fellowmag #scrumptiouskitchen #makeitberlicious #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani #bhgfood #mysummerfood
  • / ENG IN 1° COMMENT / 🇮🇹 E’ tornato il Grande Caldo e sta per arrivare di nuovo il Grandissimo Caldo.  Io mi prendo una settimana di pausa dalla palestra , perché dopo mesi e mesi di frequenza assidua 5 volte a settimana c’è bisogno di un attimo di riposo mentale e fisico, e mi dedico ad amene camminate nell’afa che già ricopre la campagna alle 6 del mattino. E cerco di resistere psicologicamente all’estate con il meal prep. Non sono una grande fan del meal prep classico, perchè mangiare la stessa cosa per giorni e giorni mi porterebbe al suicidio assistito, ma d’estate faccio sempre una minisessione di meal prep di verdure il lunedì, quando faccio la spesa dal mio fruttivendolo: ho arrostito dei peperoni, cotto al forno una melanzana già trasformata in babaganoush, preparato un coleslaw di cappuccio e carote e pulito e cotto i fagiolini. Tutto in contenitori in vetro in frigo così le verdure per almeno 4 pasti sono già pronte. Voi potreste prendere spunto e sacrificarvi ad accendere il forno per fare i miei plumcake al limone ricotta e mirtilli: soffrite oggi per avere poi tutta la settimana pronta una colazione deliziosa, senza glutine, senza zucchero e senza burro! Come sempre link in bio!
#mangioquindisono #sugarfree #senzazucchero #evoo #glutenfree #mealprep #theartofslowliving #flatlaytoday #bakerslife #healthybreakfastideas #fromscratch #foodbloggerintaliani #eatprettythings #foodfluffer #foodtographyschool #foodstyling #feedfeedglutenfree #droolclub #imsomartha #foodblogfeed #hocsupperclub #fellowmag
  • / ENG IN FIRST COMMENT / 🇮🇹 Mi godo l’ultima giornata di fresco, di aria leggera, di estate come vorrei che fosse e come invece non è, prima che tornino i 38 gradi di settimana prossima. Mi godo una colazione semplice con il solito pane di @paoletta_sersante, del miele o marmellata e il mio amato caffè lunghissimo macchiato freddo. Sì, è il pane che ho usato per i french toast ripieni di ricotta; sì, è il pane che presto vedrete in un sandwich gourmet nel feed; sì, è il pane che si fa in 3 ore nette; sì è il pane che ha “tanto” lievito, ma è super digeribile comunque (e ad ogni modo in casa mia ci sono 26 gradi quindi diminuisco notevolmente le dosi di lievito che tanto cresce solo a guardarlo); e sì è il pane che rifaccio ogni settimana, ogni volta con un mix di farine integrali diverso a seconda di cos’ho sottomano. Ed è anche l’unica fonte di gioia delle mie giornate alimentari a dieta, perchè è così buono, così profumato, così coccola che piango ogni volta che posso mangiarmene una fetta perché prevista nel mio piano. •
•
•
•
#mangioquindisono #foodfluffer #healthybreakfast #rincorrerelabellezza #morningslikethese #gatheringlikethese #foodtographyschool #fromscratch #mymagicalmorning #aslowmoment #homemadewithlove #livemoremagic #pursuethepretty #livelittlething #darlingmoment #amatiattimi #theartofslowliving #liveauthentic #foodstyling #foodphotographer #ilmioritmolento  #ofsimplethings #smellofbaking
  • / ENG BELOW / 🇮🇹Devo dire che non sono mai stata una gran fan dell’insalata di riso classica, condita con quei cocktail micidiali e insapori di grassi inutili, sale eccessivo e aceto, che sono i barattoli dei vari condimenti pronti. Magari poi tre chili di riso per un misero barattolo: no grazie. Invece adoro le insalate di riso “alternative” con condimenti di qualità e sapori diversi dal solito, come questa insalata di riso venere! Con salmone al vapore, zucchine marinate, mirtilli e una deliziosa salsa leggera allo yogurt! Se volete provarla vi rimetto il link in bio perchè è una ricetta dell’anno scorso!
🇺🇸 Last year I made this black rice salad with steamed salmon, marinated zucchini, blueberries and yogurt sauce, and let me tell you… it’s a summer killing dish! Fresh, simple, gluten free & healthy  it will be your week night dinner saver!
•
•
•
•
#mangioquindisono #summersalad #eatrealfood #homemadefood #foodtographyschool #foodfluffer #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani  #summerfood #myseasonaltable #goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog #celebratehealthier #tastingtable #foodandwine #saveurmag #thekitchn #huffposttaste #vscofood #glutenfree #senzaglutine #hocsupperclub #eatcaptureshare
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Ma voi le ricette le preferite qui nella caption o sul blog con le mie dissertazioni filosofiche sul senso della vita e il sapore delle ciliegie? Sto cercando di fare un po’ e un po’ ma magari voi avete preferenze specifiche!  Io intanto oggi vi lascio qui la ricetta di questi clafoutis (che meno male che devo solo scriverlo e non leggerlo perché non ho idea di come si faccia) in versione alternativa, senza glutine, senza burro e senza zucchero, ma morbidissimi e profumatissimi lo giuro!  Per gli ingredienti scorrete la foto successiva, per il procedimento eccolo qui: ⁣⁣
Sbattete l’uovo e il tuorlo con lo xilitolo fino a montarli leggermente⁣⁣
Unite le farine e il lievito setacciati, mescolate⁣⁣
Aggiungete l’amaretto e il latte in cui avrete sciolto i semi di vaniglia ⁣⁣
Mescolate l’impasto con una spatola⁣⁣
Ungete leggermente 4 cocotte e disponetevi 6 ciliegie denocciolate ⁣⁣
Ricoprite di impasto  e cuocete a 180° per 25 min ⁣⁣ 🇺🇸 I’m trying to post more recipes here on IG than on the blog so even my not Italian speaking followers may enjoy them (I’m not psychologically⁣⁣ ready to write my blog posts in Enlish too!). Does it make sense? Do you enjoy the recipes I share here in the captions?? Tell me! Meanwhile here the recipe for my alternative (sugar free, gluten free and butter free) version of cherry clafoutis, for the ingredients swipe right twice, for the method here we are: ⁣⁣
Whisk egg and egg yolk with xylitol until fluffy⁣⁣
Add sifted flours and baking powder, mix well with a spatula⁣⁣
Add the liquor, the milk and vanilla and mix again⁣⁣
Grease 4 cocottes, add 6 pitted cherries each⁣⁣
Add the dough and bake at 180° for 25 min⁣⁣
#mangioquindisono #senzaglutine #senzazucchero #glutenfree #sugarfree #senzaburro #cherryseason #cleaneating #mysweettooth #foodphotography #italianfoodphotographer #foodstylist #foodfluffer #thebakedfeed #droolclub #foodtographyschool #marthabakes #VSCOfood #myseasonaltable #farmtotable #sweetinspiration #summerbaking #healthybaking
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 L’avevo promessa da un sacco di tempo, ma continuavo a rimandare. Continuavo a rimandare perchè le foto non mi piacevano e stavo per cestinarle anche perchè ormai la stagione degli asparagi e quella dei broccoli è ormai un ricordo. Ma poi ho deciso che dovevo sfidare la mia pulsione al perfezionismo, e… postarla lo stesso. Prima di tutto perchè non succede niente di male, secondo perchè comunque è già pronta per quanto gli asparagi torneranno in stagione l’anno prossimo, e terzo perchè è una ricetta bomba e meritava di vedere la luce. Green socca! O farinata, o cecina, o farfrittata, insomma una finta pizza fatta con farina di ceci e cotta al forno, senza glutine e senza latticini, condita con un pesto di broccoli, verdure e salmone affumicato. Sul blog la ricetta LINK IN BIO con le alternative per renderla più estiva e veg 🇺🇸 I’ve been looking at these photos for months (literally, since I’ve shot them in march!) but I felt it was never the right time to post then. I’m not in love with this photo, and I procrastinated so much that asparagus and broccoli aren’t in season anymore! But the recipe rock,  people, it really rocks so… damn you, freaking control issues, I’m posting it anyway! Green socca with asparagus, zucchini, broccoli pesto and smoked salmon! •
•
•
•
#mangioquindisono #socca #green #asparagus #salmon #dairyfree #senzalatticini #glutenfree #senzaglutine #feedfeedglutenfree #italianfoodblogger #foodphotography #foodtographyschool #eatcaptureshare #monimood #foodstyling #eatrealfood #lifeandthyme #eatpreatty #fromscratch #eatyourveggies #eatcolorful #thenewhealthy #bodyfuel #eatwholefoods #eatsimple #hocsupperclub #followmag #belightinspired #hautecuisines

Seguimi!