ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Insalata di riso con verdure alla giapponese | VEG & GF

 

Insalata di riso con verdure alla Giapponese, vegan e gluten free

La ricetta per un’insalata di riso con verdure e edamame, condita alla giapponese, una cena leggera e fresca ma saporita, perfetta da preparare in anticipo, adatta anche a vegani (con una piccola sostituzione) e senza glutine

insalata di riso con verdure alla giapponese

Un’insalata di riso con verdure, per convincere i detrattori dell’insalata di riso

Questa insalata di riso nasce un po’ da una debacle su instagram, perché pare che il mondo si divida in amanti dell’insalata di pasta e amanti dell’insalata di riso e – come di tradizione in codeste questioni di incredibile importanza nella nostra bell’Italia – ovviamente le due fazioni si fronteggiano con innegabile tracotanza. 

Io in realtà nella guerra mi dichiaro neutrale e per far contenti tutti vi dirò, amo sia la pasta fredda che le insalate di riso. Certo purché siano ben cucinate.  Capisco però i detrattori delle insalate di riso: riso bollito e magari scotto, insipido (magari perché – orrore – lavato dopo la cottura per essere raffreddato celermente), chili di condiriso acido e viscido – seriamente chi ha inventato il condiriso? Quale trauma aveva subito da piccolo per arrivare a tanto? – magari dei wurstel crudi.  Invitante nevvero?

Però, come spesso accade, c’è modo e modo di fare lo stesso piatto, e come si suol dire, don’t hate the player hate the game, nel senso che il problema non è dell’insalata di riso, ma di chi ve la prepara così. Quindi per sfidare chi non mi crede quando dico che non tutte le insalate di riso nasce questa ricetta, un’insalata di riso con verdure, quindi vegana (quasi  leggete oltre) senza glutine, leggera e di ispirazione decisamente nipponica, per creare qualcosa di fresco, leggero ma incredibilmente saporito e per niente banale. 

La differenza la fanno i due condimenti: una salsa a base di umeboshi e soia e il finto furikake, una versione veloce di un condimento giapponese che, credetemi, diventerà addictive.

Altro che condiriso 

salsa versata sul riso integrale

Che cos’è il furikake

Il furikake è un condimento giapponese a base di alga, semi di sesamo, zucchero, sale e katsuobushi (fiocchi di pesce essiccato) o altro tipo di pesce essiccato. E’ uno di quegli ingredienti che in giappone si trovano già preparati al supermercato, pressochè ovunque, e vienne messo sul riso o nelle zuppe, insomma un po’ dapperttutto. Qui non si trova già pronto ma farselo in casa una volta trovati gli ingredienti è un gioco da ragazzi, vi consiglio di prepararne un bel po’ e tenerlo pronto in frigo da cospargere su bowl, pesce, o carne, o anche solo sul riso bollito per dargli uno sprint in più. Io lo adoro.

ATTENZIONE: nel furikake c’è l’unico ingrediente non veg della ricetta, ossia il pesce essiccato. Ho messo il tag veg lo stesso perchè la ricetta viene comunque bene anche senza ed è un ingrediente difficile da trovare quindi so che in molti farete comunque senza, ecco perchè l’ho chiamato “finto furikake”

Non lasciatevi spaventare dalla lista degli ingredienti

Lo so, lo so, ci sono tanti ingredienti e molti sono strani, ma in realtà vi spiego concettualmente questa insalata di riso con verdure in modo che possiate capirne gli elementi:

  • ci sono i tre ingredienti di base dell’insalata: riso, fagiolini al miso e edamame
  • c’è la salsina di condimento 
  • c’è il finto furikake 
  • ci sono i cetriolini conditi 

Sono tante preparazioni è vero, ma sono tutte molto molto molto facili (spesso c’è solo da mescolare) e veloci. 

A essere onesti qui quello che prende tempo è solo pulire i fagiolini e cuocere il riso, il resto sono bazzecole.

insalata di riso integrale con verdure alla giapponese

Quali ingredienti si possono omettere per rendere più veloce la realizzazione di questa insalata di riso con verdure alla giapponese?

So che nonostante le mie rassicurazioni sarete spaventati dalla quantità di ingredienti, e in effetti così come descritto non è certo un pasto che si prepara in 15 minuti, ecco perchè ho elaborato con voi una serie di sostituzioni o omissioni per rendere questa insalata di riso con verdure un piatto adatto anche ai principianti in cucina. La versione nella ricetta à quella “completa” e ovviamente la migliore, quella da servire agli amici per fare bella figura, questa che vi propongo qui è la versione fast, comunque deliziosa, per tutti i giorni:

  • sostituite il riso integrale con riso basmati o sushi: cuociono in 15 min anzichè 40 
  • omettete le mandorle tostate
  • omettete i cetrioli conditi
  • omettete il basilico viola 

Nel condimento potete omettere il sake e il mirin. Volendo anche l’acidulato di umeboshi ma viene a mancare un ingrediente importante per il sapore, usate dell’aceto di mele o di riso almeno. Sconsiglio invece di omettere tutti e tre sake, mirin e umeboshi, pena avere un condimento poco interessante.

Quali sono invece gli ingredienti chiave per preparare l’insalata di riso con verdure alla giapponese, che non si possono omettere? 

  • il finto furikake, da davvero il tocco in più  (ma leggete il prossimo paragrafo per le sostituzioni)
  • gli edamame, oltre a fornire la componente proteica del pasto sono deliziosi 
  • i fagiolini al miso, amici fanno la differenza 

Quali sostituzioni si possono fare negli ingredienti:

  • potete sostituire il riso integrale con basmati, riso sushi o riso nero
  • potete sostituire i fagiolini con bok choi o taccole
  • potete sostituire gli edamame con i fagioli mungo o piselli (ma gli edamame sono moooolto più buoni) 
  • se non trovate i bonito potete ometterli o usare un cucchiaio di bottarga, se li omettete però utilizzate un po’ di sale in sostituzione
  • qualsiasi tipo di alga essiccata va bene per il finto furikake, wakame, nori etc, eviterei forse solo la kombu in pezzo intero 

Questa insalata di riso con verdure alla giapponese si può preparare in anticipo? 

Assolutamente sì, anzi consiglio di prepararla con diverse ore di anticipo così che i sapori si mescolino bene. 

Si può aggiungere del pesce o della carne all’insalata di riso con verdure?

Sì, io l’ho già rifatta aggiungendo del sashimi o della tartare di salmone, oppure potete aggiungere dei gamberi passati in padella. Sulla carne invece sono più scettica che abbia senso 

insalata di riso integrale con verdure alla giapponese

Questa insalata di riso con verdure alla giapponese è dedicata:

  • a chi pensa che le insalate di riso siano sempre noiose o super condite
  • a chi è alla ricerca di un piatto di ispirazione giapponese senza carne o pesce 
  • a chi ha miso e wakame in dispensa e non sa cosa farsene

Se volete qualche altra idea di per una cena pseudo nipponica (ma a base di carne) provate le mie polpette di tacchino in salsa teriyaki oppure i miei celebri gyoza

gyoza di carnePolpette teriyaki di tacchino con contorno di bok choy e riso jasmine

INSALATA DI RISO INTEGRALE ALLA GIAPPONESE

Portata Salad
Cucina Japanese
Keyword vegano
Preparazione 40 minuti
Cottura 40 minuti
Porzioni 2 persone

Ingredienti

  • 130 gr di riso integrale
  • 200 gr di edamame surgelato
  • 200 gr di fagiolini
  • 1 cucchiaino di miso
  • 1 cucchiaino di olio evo
  • 1 cucchiaino di olio di sesamo
  • Basilico viola o thai facoltativo
  • Mandorle a lamelle facoltative

Per il finto furikake

  • 2 cucchiai di semi di sesamo
  • 2 cucchiai di alghe wakame secche o 4 fogli di nori
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna integrale
  • 2 cucchiai di bonito o katsuobushi facoltativo

Per i cetriolini

  • 3 cetrioli medi
  • 2 cucchiai di aceto di riso
  • Sale affumicato
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 pizzico di aglio essiccato

Per il condimento

  • 2 cucchiai di acidulato di umeboshi
  • 2 cucchiai di tamari o salsa di soia
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 cucchiaio di mirin
  • 1 cucchiaio di sake
  • 1 pezzetto di zenzero grattugiato

Istruzioni

Per il finto furikake

  • In un padellino tostate qualche minuto i semi di sesamo finché non siano ben dorati
  • Trasferite il sesamo tostato in un tritatutto, aggiungete bonito, alghe e zucchero e date una tritata grossolana
  • Conservate il finto furikake in un barattolo chiuso ermeticamente

Per i cetriolini

  • Tagliate a tocchetti o fettine il cetriolo e conditelo con sale, zucchero, l’aceto e l’aglio e lasciateli marinare per circa 20 min

Per il condimento

  • Unite tutti gli ingredienti del condimento ed emulsionateli in una ciotola
  • Mettete a bollire il riso integrale in abbondante acqua salata e fatelo cuocere per 35 minuti (o secondo le istruzioni sulla confezione)
  • Scolatelo conditelo con il furikake e il condimento e lasciatelo raffreddare
  • Pulite i fagiolini e cuoceteli al vapore per circa 10 minuti
  • Conditeli poi con il miso e un filo d’olio
  • Versate gli edamame ancora surgelati in una padella con un bicchiere d’acqua
  • Fate cuocere per circa 10 minuti o finché l’acqua non sia assorbita, salate leggermente e aggiungete un cucchiaino di olio di sasamo e lasciate rosolare qualche istante
  • Unite al riso i fagiolini, i cetriolini e l’edamame
  • Completate con con il basilico e le mandorle

Note

Miso, sake, mirin, tamari, acidulato di umeboshi, wakame e bonito sono tutti ingredienti che trovate nei negozi etnici o nei reparti etnici dei supermercati ben forniti. Oppure online o in real al Kathay Shop
Molte di queste cose si trovano anche nei NaturaSì molto forniti (a prezzo maggiore perchè biologici) 
 

E adesso ditemi se questa insalata di riso con verdure alla giapponese non è diversa da tutte le insalate di riso che avete mai provato finora! 

Print Friendly, PDF & Email