ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Zuppa di pomodoro vegana

Tra estate e autunno: zuppa di pomodoro vegana

La ricetta per una zuppa di pomodoro vegana e senza glutine, “all’americana” super cremosa ma senza panna, leggera e perfetta per la fine dell’estate.

Ingredienti estivi, mood autunnale.

Settembre è un po’ un mese sfortunato dal punto di vista verdure. Le riviste di cucina, instagram e il nostro cuore (anzi la nostra pancia) sono già proiettati verso l’autunno con zucche, castagne, verdure a foglia verde etc, ma la natura non è quasi mai concorde: spesso a settembre fa ancora molto caldo e molte verdure autunnali sono assolutamente premature da raccogliere. Per di più quest’anno al nord ha fatto diverse grandinate catastrofiche quindi anche le verdure che stavano per essere raccolte sono state danneggiate.  Infatti la scorsa spesa dal fruttivendolo ho speso la metà del solito perché, obiettivemente, non c’era granché da comprare.

Insomma noi pensiamo a copertine di lana, ma nei campi ci sono ancora i pomodori. E se la vita ti da pomodori in settembre, tu ci fai una zuppa calda. Ecco perché questa zuppa di pomodori vegana, è perfetta per questo periodo di transizione tra le due stagioni. 

pomodori per zuppa vegana

Una zuppa di pomodori all’americana (o alla maniera di mia madre)

Quando ero ragazza passavamo agosto nella casa di proprietà dei miei nella montagna piemontese e ho alcuni ricordi molto specifici di quei lunghi mesi senza contatti con l’esterno  – che oggi con la linea internet un mese di vacanza in montagna me lo godrei di brutto, ah la gioventù – tra cui le more selvatiche raccolte, fatte cuocere e mangiate col gelato al fiordilattte, ma anche una zuppa di pomodoro che mia madre faceva quando le cassette di perini costavano poco. Era una zuppa con burro latte e panna, che andavano a stemperare l’acidità comunque sempre presente nei pomodori, e forse proprio per questo mi piaceva tanto, a me che detesto il sugo di pomodoro ovunque. 

Anni dopo, ho scoperto che la tomatoes soup americana è quanto di più simile esista a quella zuppa di mia madre, cremosa, corposa, confortante e ricca per via dell’aggiunta della panna. Possibile che non si potesse ricreare senza tutti quei grassi?

zuppa di pomodoro vegana senza glutine

L’ingrediente segreto (ossia come sostituire la panna nelle zuppe)

Ovviamente è possibile farlo.  Partiamo da un concetto base: i grassi animali nelle ricette sono importanti per il sapore (danno vero sapore  mi spiace vegani, ma sono i grassi saturi quelli saporiti) e per la consistenza cremosa e avvolgente.  Mentre riflettevo su questa cosa mi è venuto in mente il mio ramen – che non è veg  – con quel brodo incredibilmente ricco e delizioso. Il barbatrucco nel ramen (che ho rubato da qui) è usare il latte di soia per renderlo così torbido e quasi denso, e per il sapore, bhe con tutto l’umami del ramen non c’è bisogno di aggiungere granché. 

Quindi ecco l’ingrediente segreto per sostituire la panna e rendere la zuppa di pomodori vegana è il latte di soia (non di riso o di mandorle o d’avena), immagino per via delle lecitine presenti al suo interno. Per il sapore invece, per dare quel tocco in più di umami e sapidità e “ricchezza”  ho deciso di arrostire i pomodori (ricchi di loro di sostanze aromatiche) con il miso. Risultato assicurato. 

Quali ingredienti servono per preparare la zuppa di pomodoro

Quindi abbiamo detto:

  • pomodori: io ho usato pizzutello e ramati, ma potete spaziare, purchè siano belli ricchi di sapore e carnosi e non troppo duri
  • pasta di miso: il mio preferito è sempre quello di riso, ma potete usarne anche altri tipi 
  • latte di soia: non sostituibile e non omettibile
  • amido di mais: per addensare un pochino la zuppa
  • basilico e cipolla ramata, ma anche timo e cipolla rossa se preferite
  • olio evo

zuppa di pomodoro vegana senza glutine

Come servire la zuppa di pomodoro vegana

Questa zuppa di pomodori oltre a essere vegane è anche senza glutine quindi davvero perfetta per tutti (piace anche ai bambini se sono stati educati al gusto della verdura!) e potete servirla sia come antipasto leggero a una cena strutturata che come piatto principale per un pranzo leggero, soprattutto se aggiungete dei crostini. Risulta povera di proteine quindi adeguate il resto della giornata.  Può essere servita sia calda sia tiepida.

Ecco alcune idee per guarnirla 

  • mandorle a pezzetti, olio e basilico come ho fatto io
  • yogurt vegetale anche non di soia
  • crumble di pane senza glutine 
  • semi di zucca e di girasole
  • grilled cheese all’americana (ovviamente non sarebbe più veg)

Questa zuppa di pomodoro vegana può essere preparata in anticipo?

Sì assolutamente,  fino a un giorno di anticipo se tenuta in frigo, anzi penso sia ancora più buona, mi raccomando scaldatela al momento di servire.  Meglio invece non congerlarla perchè temo perderebbe cremosità

Con cosa si può sostituire il latte di soia?

Con niente, è l’ingrediente segreto! 

Si possono aggiungere altre verdure? O sostituire i pomodori?

Secondo me si potrebbe aggiungere qualche pezzetto di zucchina e peperone, ma senza sostituire del tutto i pomodori. Se invece la stagione dei pomodori è finita si può pensare a una versione alternativa con il cavolfiore, ugualmente buona ma decisamente un’altra zuppa 

zuppa di pomodoro vegana senza glutine

Questa zuppa di pomodoro vegana senza panna è dedicata a:

  • chi ha gli ultimi pomodoro dell’orto ma non ha più voglia di insalate fredde

  • chi ha assaggiato la zuppa di pomodori americana, quella che loro mangiano con il toast al formaggio (“grilled cheese”) e vorrebbe riprodurla a casa 

  • a chi vuole una ricetta per un comfort food vegano ma delizioso 

Vuoi altre idee di piatti comopleti autunnali senza carne o pesce? Ecco le mie proposte: insalata di zucca e fichi alla dukkah, minestrone di verdure di fine estate e orzotto alla zucca e castagne

Piatto con Insalata di fichi con zucca alla dukkah e ceci, barattolo con cipolle sott'aceto e cucchiaio di ricotta

due ciotole con minestrone di verdure e pasta con crostini

Piatto di orzotto alla zucca e castangne con primosale e foglie di salvia con cucchiaio infilato nel piatto

ZUPPA DI POMODORO VEGANA

Una ricetta perfetta per settembre, con ingredienti estivi ma mood autunnale: zuppa di pomodori vegana, all'americana e super cremosa ma senza panna
Portata Soup
Cucina American
Keyword estate, latte di soia, pomodoro, vegano
Preparazione 5 minuti
Cottura 1 ora
Porzioni 2

Ingredienti

Per i pomodori arrosto:

  • 5 pomodori ramati
  • Una decina di pizzutello
  • 1 cucchiaio di miso
  • 1 cucchiaio di olio

Per la zuppa:

  • 1 cipolla ramata
  • 1 cucchiaio di olio
  • Una manciata di basilico fresco
  • 300 ml di latte di soia senza zucchero
  • 15 gr di amido di mais
  • Sale

Per servire

  • Pante tostato facoltativo
  • 2 cucchiai di mandorle intere
  • 2 cucchiai di yogurt veg facoltativo

Istruzioni

  • Tagliate a metà i pomodori, disponeteli su una teglia da forno e conditeli con il miso sciolto nell’olio
  • Infornate a 200° per circa 40 min, girandoli circa 10 min prima della fine
  • Nel frattempo in una casseruola scaldate l’olio con il basilico, la cipolla tritata non troppo fine e due cucchiai d’acqua
  • Quando ha sfrigolato per bene aggiungete l’amido di mais setacciato e fate tostare bene mescolando costantemente (come per fare la besciamella)
  • Quando l’amido è ben tostato aggiungete i pomodori arrostiti con anche i loro succhi di cottura
  • Portate a bollore e regolare di sale, lasciate sobbollire per circa 10 minuti a fuoco medio
  • Aggiungete il latte di soia e continuate la cottura per altri 5 minuti
  • Frullate il tutto conn un frullatore e rimettete sul fuoco giusto qualche minuto
  • Servite caldo o tiepido conn qualche cucchiaiata di yogurt e qualche pezzetto di mandorla

Print Friendly, PDF & Email