ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Porridge d’avena al cioccolato e zucchine | Zoats al cioccolato

Porridge d’avena al cioccolato con un ingrediente segreto: le zucchine! Per una colazione vegana saziante e nutriente, ma anche goduriosa, perfetta anche se siete a dieta

Perché non sono pazza a voler aggiungere le zucchine al porridge d’avena e cioccolato a colazione

Se siete dei matti come me, anche voi siete soliti aggiungere le zucchine a alcune preparazioni dolci (nei waffle ad esempio, nei brownie low carb, o in uno zucchini bread al cioccolato!) quindi questo porridge d’avena e cioccolato con l’ingrediente a sorpresa non sarà poi così tanto a sorpresa per voi.

Di solito le zucchine si aggiungono agli impasti per poter ottenere una precisa consistenza, umida, ricca e corposa, tipica dei dolci molto zuccherini e burrosi, ma ovviamente senza utilizzare grandi dosi di zucchero e burro. C’è poco da fare: le zucchine sono un’arma segreta in tal senso. 

Questa volta però l’aggiunta di zucchine al vostro porridge d’avena al cioccolato non ha questo nobile scopo ma un fine più prosaico, di mera sopravvivenza: saziarci. 

come preparare gli zoats

Non so quanti di voi siano mai stati a dieta almeno una volta nella vita (che no, non è la stessa cosa che mangiare sano) ma se vi è capitato immagino avrete come me pianto sulla bilancia da cucina dinnanzi a 25 o 30 gr di avena per la colazione. Che è tipo un cucchiaio e mezzo. Ora io lo so che c’è il mito delle donna che a dieta non ha fame e si sazia di bacche, licheni, vrksasana a yoga e acqua al limone e si sente benissimo, ma ormai lo sapete a me piace sfatare i miti (e quello della donna uccellino che mangia poco e si sente bene è un po’ un mito legato al patriarcato, amici cari, ma questo è un altro discorso da affrontare in altra sede) e quindi no, io non mi sono mai saziata con 25 gr di avena.  Hai voglia a metterci la frutta fresca, sempre 25 gr di avena rimangono, anche visivamente.

Ecco allora che arriva l’idea geniale: se con i fantomatici 60 gr di pasta a pranzo (che pare essere la dose corretta per metà della popolazione femminile, non si sa bene perché) ci saziamo solo grazie ai tre chili di zucchine trifolate in poco olio nei quali anneghiamo quelle cinque o sei penne, perché non fare lo stesso a colazione?

Ecco quindi perché aggiungere le zucchine al vostro porridge d’avena mattutino: in virtù del contenuto di fibra (ma anche di acqua) le zucchine grattugiate faranno sembrare la vostra minima dose di avena una discreta porzioncina e, con qualche topping gustoso, avrete una colazione bilanciata e ricca di sali minerali e vitamine (e alle 9 avrete magari già assunto due delle 5 porzioni consigliate di frutta e verdura giornaliera, mica male no?)

porridge d'avena al cioccolato con zucchine o zoats

Trucchetti per non far sentire la presenza delle zucchine nel porridge d’avena

Capisco che l’idea di utilizzare le zucchine a colazione possa non incontrare i gusti di molti – vi vedo che state storcendo il naso – ma vi posso assicurare che, se seguite le mie indicazioni, nemmeno i vostri figli, nipotini o fratelli minori potranno indovinare che dentro ci sono le terribili verdure verdi! Ecco i segreti:

  • grattugiate le zucchine il più sottili possibile per evitare che rimangano pezzetti troppo grossi di buccia
  • lasciate riposare e scolare le zucchine perché perdano acqua e con essa anche eventuale amarezza
  • utilizzate zucchine il più piccole possibile, perché sono quelle più dolci e tenere, meglio ancora se zucchinette romane 
  • non provate a fare questo porridge senza cioccolato, è l’elemento che copre (visivamente e alle papille gustative) la presenza delle zucchine 

porridge d'avena al cioccolato con zucchine

Come condire i vostri zoats:

La base di questo porridge d’avena al cioccolato e zucchine è simile a quella di tanti altri porridge normali,  voi potete condirlo con quello che preferite e che si adatta alle vostre esigenze dietetiche, ecco però le mie proposte:

  • composta di mirtilli (fatta cuocendo i mirtilli semplicemente con un po’ d’acqua)
  • pezzetti di cioccolato
  • pezzetti di mandorla
  • una crema fatta semplicemente sciogliendo il cacao amaro in un pochino d’acqua calda 

Volendo potete aggiungere yogurt, altra frutta, frutta disidratata, miele, sciroppo d’acero, burro di mandorle o d’arachidi, o qualsiasi altra cosa vi piaccia nel vostro porridge. 

porridge d'avena al cioccolato con zucchine o zoats

Questo porridge d’avena al cioccolato e zucchine è dedicato:

  • a chi ha ancora chili di zucchine dall’orto da smaltire
  • a chi nella dieta ha una porzione risicata di avena a colazione e vuole “fare volume”
  • a chi vuole osare
Se siete in cerca di altre idee per una colazione sana e nutriente eccovi serviti: , french toast ripieni di fragole e ricotta, e biscotti al cioccolato con quinoa (veg), risolatte alla mediorientale (veg e gf)
 
Pila di french toast ripieni di ricotta con frutti rossi arrostiti
Pila di biscotti vegani al cioccolato con quinoa soffiata, latte e marmellata di marroni
risolatte fatto in casa al cocco e rose

ZOATS – PORRIDGE D’AVENA AL CIOCCOLATO E ZUCCHINE

Una colazione vegana ricca di fibra e carboidrati lenti, porridge d'avena al cioccolato con zucchine, per rimanere sazi fino a pranzo!
Portata Breakfast
Keyword avena, cioccolato, colazione, vegano, zucchine
Preparazione 2 minuti
Cottura 15 minuti
Porzioni 2 PORZIONI

Ingredienti

  • 80 g fiocchi d’avena
  • 120 g zucchine peso da strizzate
  • 15 g cacao amaro
  • 300 ml latte di mandorla
  • 20 g zucchero o eritritolo o xilitolo o miele o stevia
  • 100 acqua
  • Sale

Topping

  • 2 cucchiai di armellata di mirtilli senza zucchero
  • Mirtilli freschi
  • Cioccolato in pezzi o scaglie
  • 15 g cacao amaro

Istruzioni

  • Grattugiate finemente un paio di zucchine, strizzatele poi il più possibile e lasciatele a riposare e a scolare in uno scolino per circa 20 min, poi pesatene circa 120 g
  • In un tegame unite i fiocchi d’avena, le zucchine, il cacao, il latte di mandorla, l’acqua il dolcificante scelto e un pizzico di sale
  • Accendete il fuoco impostando su medio e portate a bollore
  • Fate sobbollire dolcemente per circa 15 minuti o fino a che l’avena non sia cotta e il vostro porridge cremoso e denso
  • Servite nelle ciotole
  • Completate con il cioccolato, la marmellata e il cacao
  • In una ciotola stemperate il cacao amaro con pochissima acqua bollente, mescolate con un cucchiaino per sciogliere bene e aggiungete goccia a goccia altra acqua calda fino ad avere una consistenza scorrevole
  • Aggiungete la salsa al cioccolato così creata al vostro porridge e servite subito

Avevate mai pensato prima d’ora di aggiungere le zucchine al vostro porridge d’avena al cioccolato?

Print Friendly, PDF & Email