ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Green socca con verdure, pesto di broccoli e salmone

Green socca o farinata verde, con verdure, pesto di broccoli e salmone affumicato

Un’idea per un piatto unico alternativo ma accattivante? Perchè non preparare una farinata verde o green socca, fatta di farina di ceci e spinaci, naturalmente senza glutine, e completarla con un meraviglioso pesto di broccoli, verdure miste e salmone affumicato? Fresca, colorata e saziante! 

Farinata verde con pesto di broccoli, zucchine e asparagi prima della cottura

Broccoli e asparagi a luglio??? 

Lo so lo so, metà degli ingredienti di questa ricetta sono totalmente fuori stagione. Prima di bastonarmi al suon di local food, filiera corta e sostenibilità, lasciatemi spiegare.  Io ho cucinato, fotografato (e mangiato ovviamente) questa socca (o farinata o farfrittata o cecina dir si voglia, perchè alla fine è praticamente la stessa cosa) a maggio, in piena stagione degli asparagi, con le prime zucchine e gli ultimi broccoli – che però il mio fruttivendolo mi ricorda essere di stagione anche ora nella versione broccolo romanesco – e poi… niente. Non mi piacevano le foto, detto in maniera onesta. Le trovavo banali e confusionarie, e mentre le editavo non ero soddisfatta,  quindi ho lasciato i file sul mio mac a  prendere metaforicamente polvere per un po’. Poi alla fine però in uno dei miei momenti di “pulizia digitale” le ho finalmente editate e esportate. E ancora le ho lasciate nella loro cartella per un sacco di settimane.  Non c’è un motivo preciso, la ricetta è una bomba, ricca di colori, consistenze diverse, super verdurosa, senza latticini, senza glutine, con opzione veg, e incredibilmente saziante, ci è piaciuta tantissimo, ma le foto… le foto no! E alla fine avevo anche pensato di non pubblicarla più. Ma ormai vi avevo fatto fare uno sneak peak su instagram, e insomma ve l’avevo preannunciata… cosa fai, finta di niente? Dai no.

E quindi sì, la pubblico lo stesso. Anche se ormai è fuori stagione, come la mia voglia di copertine e di coccole, anche se le foto non mi piacciono e mi innervosiscono, la pubblico lo stesso perchè questa green socca un’idea carina e divertente e facilmente adattabile, e io devo rompere meno le palle  essere più elastica mentalmente, come dice spesso mio marito.   E poi oh, è già pronta per l’anno prossimo quando torneranno i miei amati asparagi! 

Socca verde rotonda con verdure su una grata e ciotola di pesto di broccoli accanto, con forchette

Come preparare la socca e adattarla alla stagione estiva 

L’ho chiamata “green socca” ma altro non è che una farinata, come la chiamano in liguria, o cecina, come la chiamano in toscana, o farfrittata, come si vantano di aver inventato alcuni veg radical chic, insomma un piatto della cucina povera tradizionale italiana, a base di farina di ceci e acqua, che io ho ovviamente rivisitato in chiave hipster. Il verde è semplicemente dato da degli spinacini frullati nell’acqua dell’impasto e sopra ci ho messo i condimenti che mi piacevano di più e che sapevo ci sarebbero stati bene.  Non spaventatevi dalla consistenza dell’impasto, so che è molto acquoso e per niente compatto, ma se avete mai visto fare la farinata classica sapete che è proprio giusto così! La ricetta originale ovviamente prevede grandi quantità d’olio, ma io l’ho fatta già diverse volte con quantità ridotte e viene benissimo lo stesso se ci aggiungete sopra altre cose!  Il riposo dell’impasto è quasi sempre necessario nel preparare socca e farinata, potete accorciarlo ma vi suggerisco di non evitarlo del tutto. 

Come adattare quindi questa green socca in chiave estiva? E in chiave veg?

  • potete usare tranquillamente anche solo le zucchine senza i broccoli
  • se vi piace potete aggiungere filetti di peperone arrostito
  • potete omettere il salmone affumicato e magari aumentare la dose di “base” per avere un pasto più sostanzioso ma vegano
  • al posto del pesto di broccoli potete usare un pesto di basilico fresco 
  • mangiatela tiepida o anche fredda! 

Green socca con salmone affumicato e una mano che ne prende uno spicchio

A chi è dedicata questa green socca o farinata verde dir si voglia?

  • a chi non può mangiare glutine ed è stufo marcio delle pizze gf surgelate, piene di amico e gommosissime
  • a chi ama il verde e le verdure in tutte le sue forme
  • a chi vuole mangiare più legumi ma ha idee per ricette interessanti 

Se volete un’altra idea di abbinamento zucchine/salmone/asparagi ecco la mia pizza low carb di zucchine per consumare i legumi in forma alternativa vi propongo questa ricetta per una pasta di farina di ceci condita con kale e cipolla caramellata 

Particolare di Green socca con salmone affumicato

Ed ecco la ricetta: 

Green socca con verdure, pesto di broccoli e salmone affumicato

Un piatto unico bellissimo da vedere e sanissimo, una socca vestita di verde e arricchita da salmone affumicato (omettetelo per una versione veg), naturalmente senza glutine e senza latticini
Portata Main Course
Cucina Mediterranean
Keyword asparagi, broccoli, farina di ceci, pesto, salmone, senza glutine, senza latticini, zucchine
Preparazione 15 minuti
Cottura 30 minuti
Riposo 4 ore
Tempo totale 4 ore 45 minuti
Porzioni 2

Ingredienti

Per la base della socca

  • 80 gr farina di ceci
  • 230 ml acqua
  • 50 gr spinacini crudi
  • sale e pepe
  • 1 cucchiaio olio evo

Per il pesto di broccoli

  • 200 gr broccoli cotti al vapore per 5 min
  • 1 cucchiaio olio evo
  • 20 gr mandorle
  • una manciata abbondante basilico
  • sale e pepe

Come condimento:

  • 1 mazzo asparagi
  • 2 zucchine
  • 200 gr salmone affumicato

Istruzioni

  • Qualche ora prima frullate gli spinaci con l'acqua in un mixer e poi unitevi la farina di ceci, il sale e il pepe mescolando bene per sciogliere i grumi
  • Lasciate riposare almeno 3 o 4 ore ma anche tutta la notte, coperto
  • Frullate insieme tutti gli ingredienti del pesto, aiutandovi eventualmente con qualche cucchiaio d'acqua
  • Accendete il forno a 220°
  • Preparate una teglia da forno rotonda e rivestitela di carta da forno basgnata leggermente e strizzata in modo che aderisca alla teglia
  • Aggiungete l'olio all'impasto della socca e poi versatelo nella teglia, sarà molto liquido, non preoccupatevi
  • Cuocete per circa 25/20 minuti
  • Nel frattempo tagliate a metà per il lungo gli asparagi e cuoceteli a vapore o in acqua bollente per 2 o 3 minuti
  • Tagliate le zucchine a rondelle sottili
  • Una volta che la base è cotta ma non scurita spalmatevi sopra il pesto di broccoli, aggiungete poi asparagi e zucchine, salate e aggiungete un filo d'olio
  • Infornate per altri 5/10 minuti controllando spesso che non si bruci
  • Una volta cotta la vostra socca aggiungete fuori forno il salmone affumicato
  • Servite tiepida

Note

Per una versione veg potete omettere il salmone affumicato
L'impasto per la base può essere preparato la sera prima 

Print Friendly, PDF & Email