ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Torta al cioccolato senza glutine/latticini per il The Cook’s Club dell’autunno per KitchenAid

Terzo appuntamento per #TheCooksClub, che si tinge di autunno per una colazione in giro per il mondo, con questa torta al cioccolato senza glutine e senza latticini tratta da I viaggi di Green Kitchen di David Frenkiel & Luise Vindahl 

Questi quadrotti di torta al cioccolato senza glutine e senza latticini fanno parte di una serie #thecooksclub legata a un progetto sponsorizzato da KitchenAid Italia, in collaborazione con Lidia di NonSoloFoodMichael di FusilloLabCarlotta di Carlotta e il Bassotto e Carolina di OuiFleurs. Potete leggere del primo appuntamento, la scorsa primavera, qui,  e del secondo, la scorsa estate, qui.

torta al cioccolato senza glutine e senza latticini autunnale

Una colazione in compagnia, dai colori autunnali, con le ricette di Green Kitchen Travels

Questa volta toccava a Michael (@lammaigal) scegliere il suo libro ed è stato indeciso su quale scegliere fino all’ultimo, ma già sapeva gli autori: David e Luise del celebre The Green Kitchen Stories.  Alla fine la scelta tra i loro cinque libri è ricaduta su questo, che è una sorta di rivisitazione di molte ricette scoperte e assaggiate in giro per il mondo. Adoro. Amore a prima vista, praticamente metà delle pagine erano segnate da post it 30 minuti dopo che il corriere me l’aveva consegnato. Avevo già il loro primo libro, The Green Kitchen appunto, che è stato uno dei miei primi libri di cucina e che mi era piaciuto così poco che già vi avevo proposto due mie reinterpretazioni di ricette tratte da li (qui il patè di pomodori e noci, qui l’insalata di riso, topinambur e cavolo viola). La cucina di Luise e suo marito David (e loro figlia Elsa, sempre presente nei loro libri! Oltre ai loro altri due figli minori) è una cucina fresca, nordica (vivono in Danimarca) e prevalentemente vegetariana.  Il loro è uno dei primissimi blog di cucina sana che ho iniziato a seguire ormai eoni fa, le loro ricette sono ricchissime di vegetarli sotto varie forme e le loro foto bellissime e coloratissime. Insomma il mio genere.

Quando Michael ha proposto una colazione allargata per questo appuntamento di The Cooks Club autunnale sono entrata in crisi da entusiasmo perché erano tantissime le ricette che volevo proporre. Dovevo fare i biscotti ai mirtilli e burro di mandorle? Ma anche i muffin alla segale e doppio cioccolato! Alla fine però la parte più golosa di me ha preso il sopravvento e ho deciso che avrei provato questa torta al cioccolato senza glutine (incredibilmente cioccolatosa!), decorata in chiave autunnale e che ho modificato per essere anche senza latticini

torta al cioccolato senza glutine e senza latticini autunnale

Una torta al cioccolato senza glutine e latticini, in chiave autunnale 

La ricetta di questa torta è una di quelle ricette che ho sempre il timore a proporre qui sul blog. Non perché non sia fenomenale – lo è – o perché sia difficile – basta qualche accortezza – ma perché nonostante sia senza glutine, senza latticini (nella mia versione) e tecnicamente senza zucchero aggiunto, non la definirei affatto un dolce sano. 300 gr di frutta secca sono davvero tantissime mandorle (se si pensa che la porzione standard giornaliera sono 20/50 gr a persona!) anche divise per 12 porzioni; e anche se non c’è zucchero ci sono i datteri di medjoul a dolcificare, che regalano un aroma e una consistenza meravigliosi alla torta al cioccolato ma sono comunque un ingrediente estremamente ricco di zuccheri (quasi puri) e sono tanti. Per non parlare poi del cioccolato e del burro/olio di cocco. Insomma non una torta leggera

Però dal momento che era già senza glutine ho deciso di provare una versione senza lattosio, e non perchè GF e DF siano sinonimi di salubrità in un dolce ma molto semplicemente perchè ci sono persone che per motivi di salute non possono mangiare glutine e latticini e spesso devono rinunciare al dolce. In particolare ho notato che mentre il gluten free ormai è stato sdoganato, in molti ristoranti è difficile trovare anche solo un dolce senza latticini (e non solo senza lattosio: alcune persone sono intolleranti alla caseina e non al lattosio quindi ancora più difficoltoso) e l’intollerante deve sempre rinunciare. 

torta al cioccolato senza glutine e senza latticini autunnale

L’ottica di Mangio Quindi Sono invece è sempre stata quella dell’inclusione, dell’invitare a cena qualcuno e preparare qualcosa di buono adatto alle sue necessità. Ecco perché ho deciso di togliere il burro a questa torta al cioccolato senza glutine per renderla senza latticini, anche se avrà lo stesso tre milioni di caloria a fetta. Ma ogni tanto ci sta dai! 

L’olio di cocco funziona bene in sostituzione del burro in questa torta al cioccolato autunnale? Sì funziona incredibilmente bene.  Ho fatto due test in simultanea con burro e olio di cocco in due teglie e il risultato è stato assolutamente non distinguibile, basta avere l’accortezza di ridurre leggermente le dosi come propongo già nella ricetta sotto, in virtù del fatto che l’olio di cocco è un grassi puro, al contrario del burro.

 

Foto di Michael Gardenia

Provvidenziale l’utilizzo contemporaneo del’Artisan con la frusta montata e le fruste elettriche di KitchenAid, come già Lidia aveva evidenziato in una puntata precedente di The Cooks Club: quando in cucina state preparando ricette complesse spesso dovete montare più preparazioni contemporaneamente o quasi, e avere anche lo sbattitore elettrico oltre alla planetaria vi evita il fastidio di dover lavare a mano la ciotola tra una preparazione e l’altra, cosa che io detesto con tutta me stessa. Sì perché la ciotola e gli accessori in acciaio del Robot da Cucina, sia nella versione Queen of Hearts sia nella versione classica, sono lavabili in lavastoviglie in realtà (ad eccezione della frusta)! Una manna dal cielo! 

Alcuni trucchi per far venire perfettamente la vostra torta al cioccolato autunnale:

  • fate raffreddare completamente il composto di cioccolato sciolto prima di unirlo agli altri ingredienti
  • unite l’albume montato a neve con delicatezza e a più riprese: è un impasto molto pesante è normale che si smonti, ma non deve essere completamente “soffocato”
  • se l’impasto prima dell’aggiunta dell’albume vi sembra davvero troppo troppo denso, aumentate le dosi di succo d’arancia o aggiungete qualche cucchiaio d’acqua
  • non stracuocetela, sul libro i tempi di cottura sono molto più lunghi, a me 45 minuti sono bastati assolutamente, ma valutate bene nel vostro forno 

Foto di Michael Gardenia

Quindi, una colazione autunnale da FusilloLab, cos’hanno preparato gli altri 

Che io ami alla follia quella meraviglia di luogo che è FusilloLab si era già capito, quindi organizzarci una mega-colazione in stile The Cooks Club è stato super divertente.  Michael è un maestro di caffetteria – FusilloLab è pieno di accessori al riguardo. Questa volta oltre a deliziarci con il caffè vietnamita – con latte di mandorla fatto in casa con il frullatore KitchenAid in 5 minuti, un vero portento! – tratto dal libro, ha preparato anche delle briochine di segale che sono venute una meraviglia e che medito di rifare il prima possibile. 

Ultima foto di Michael Gardenia

Lidia invece si è cimentata in una ricetta difficile, quella dei waffle alla zucca, difficile perchè senza glutine e quindi impegnativa da far venire bene. Eravamo timorosi della non riuscita e invece tutti i waffle sono perfettamente usciti dalla doppia piastra waffle sempre di KithenAid (un vero mostro ora sparita dalla circolazione, se la volete chiedete a Carolina che in negozio ne ha ancora un paio disponibili alla vendita). 

Prima e ultima foto di Michael Gardenia

Carlotta ha fatto una torta super coccola, a base ricotta e polenta, perfetta per la colazione e anche questa senza glutine, il cui avanzo ha apprezzato anche mio marito il giorno dopo, vi consiglio di andare a dare un’occhiata alla ricetta qui.

Ultima foto di Michael Gardenia

Ma niente sarebbe stato possibile senza Carolina di Oui Fleurs che si è superata con un allestimento di zucche, cachi e rami secchi bellissimi e perfetti per il tema autunnale, se siete appassionati di fiori e volete imparare seguitela perchè organizza spesso workshop sia per esperti del settore sia per “profani”. Ah e quanto sono belli questi piattini verdi? Ceramica artigianale by Ce-Ceramic, ve l’avevo già detto nel post dei props che era da tenere d’occhio!

Torta al cioccolato autunnale senza glutine e senza latticini

Portata Dessert
Cucina Nordic
Keyword autunno, cioccolato, senza glutine, senza latticini, senza zuccheri aggiunti
Preparazione 15 minuti
Cottura 45 minuti
Riposo 5 minuti
Porzioni 12

Equipment

  • Planetaria con frusta inserita
  • Fruste elettriche
  • Teglia 18x23 cm

Ingredienti

  • 300 gr di frutta secca tritata fine per me metà mandorle e metà nocciole
  • 350 gr di datteri di medjoul
  • 5 uova
  • scorza e succo di un’arancia non trattata
  • 40 gr di cacao amaro
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 50 gr di olio di cocco
  • 150 gr di cioccolato al 70% minimo

Per servire:

  • La parte cremosa e solida di una lattina di latte di cocco da 400 ml tenuta in frigo almeno 24 h
  • Mezza stecca di vaniglia
  • Melograno e fichi o cachi mela

Istruzioni

  • Accendete il forno a 180°
  • Mettete in un mixer i datteri denocciolati , i tuorli delle uova, la scorza d’arancia, circa 80 ml di succo, il cacao e il bicarbonato e frullate a impulsi fino a ottenere una purea uniforme
  • Mettete in una ciotola il cioccolato e l’olio di cocco e fatelo sciogliere a microonde a 450W interrompendo e mescolando ogni 30 secondi
  • Fate raffreddare completamente il composto di cioccolato e poi unitelo alla purea di datteri
  • Mescolate uniformemente e aggiungete tre o quattro cucchiai d’acqua
  • Aggiungete la frutta secca tritata e mescolate con una spatola con cura ma con delicatezza
  • Nella planetaria con le fruste inserite (o con uno sbattitore elettrico) montate gli albumi a neve fermissima
  • Unite qualche cucchiaiata di albume montato all’impasto e mescolate con delicatezza, quando si è assorbito aggiungete qualche altra cucchiaiata e mescolate ancora, continuate così finché non avrete unito tutto l’albume
  • Trasferite l’impasto della torta in una teglia 18x24 cm rivestita di carta da forno
  • Cuocetela per 45 minuti circa o finché risulti umida all’interno ma non appiccicosa (fate la prova stecchino)
  • Lasciatela raffreddare completamente

Per decorare:

  • Aprite la lattina di cocco e con un cucchiaio prelevate la parte più solida e grassa e trasferitela in una ciotola ampia
  • Aggiungete i semi di vaniglia e un paio di cucchiai della parte liquida del latte di cocco poi con lo sbattitore elettrico montate a velocità sostenuta fino a ottenere una sorta di panna montata
  • Decorate la torta al cioccolato senza glutine e senza latticini icon la panna di cocco e la frutta

Note

Se non trovate i datteri di mejoul usate dei buoni datteri ammollati per una notte (pesateli scolandoli dall’acqua in eccesso)

Print Friendly, PDF & Email

 

Iscriviti al canale Telegram

e seguimi su Instagram!