ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Thai curry vegano low carb di tofu e verdure

La ricetta per un curry vegano in stile thailandese adatto a una dieta low carb

Un comfort food che sa di estremo oriente: una ciotola di thai red curry vegano low carb, a base di tofu, zucca, spinaci e funghi, arricchito dalla cremosità del latte di cocco e accompagnato da riso di cavolfiore, per viaggiare rimanendo a casa!

tagliere di legno con zucca, funghi, cubetti di tofu e peperoncino

Un comfort food caldo, declinato in chiave veg, low carb e thailandese 

Su instagram in un sondaggio proposto nelle stories mi avete chiesto a gran voce ricette veg o vegetariane, quindi eccovi accontentati! E non di sole insalate e hummus vivono i vegani! Questo thai curry vegano è la dimostrazione che il sapore del cibo non lo fanno carne e pesce ma spezie, erbe e… bhe grassi. Sorry not sorry, solo la verità! Il latte di cocco e l’olio di cocco sono ingredienti perfetti per un curry vegano, hanno proprio un sapore che si sposa perfettamente con la pasta di curry rosso e regalano una cremosità imprescindibile alla zuppa.  Quindi sorry, non sarà un piatto particolarmente light. Per scendere a patti con la quantità di grassi saturi presenti, ho deciso di proporlo in versione low carb, cioè senza riso, noodle o patate ad accompagnarlo. La scelta è meramente di comodo: so che molte persone che seguono una dieta low carb sono abituati anche ad avere grassi alti nei loro piatti, quindi amici che fate carb cycling, questo piatto è per voi! Quell’intingolo delizioso però chiamava un contorno che lo raccogliesse quindi ho avuto un lampo di genio e ho deciso di abbianarci un “riso” di cavolfiore, ossia cavolfiore tritato, condito con lime e coriandolo e leggermente cotto a vapore. Che poi il cavolfiore con il curry ci sta una meraviglia, ve lo dico anche se non siete in low carb.

tagliere piccolo di legno con lime coltello e peperoncini e tegame con thai curry vegano con spinaci e riso di cavolfiore

Quali sono gli ingredienti del curry thailandese? E dove trovo questi ingredienti strani?

Il curry thailandese è un piatto assimilabile al nostro ragù, non è una vera e propria ricetta ma una portata, declinata in mille modi diversi, con un gran numero di ingredienti spesso impossibili da trovare qui in italia, motivo per cui questa è una versione notevolmente semplificata ( che sono certa farebbe inorridire un thailandese) ma che fa comunque la sua porca figura a cena con persone che in thailandia non ci sono mai state. Ecco quali ingredienti dovete procurarvi

  • pasta di curry rosso: la ricetta originale prevede di preparare questa pasta da zero, potete cimentarvi (leggete qui) ma nei negozi etnici si trovano a pochi euro preparati discreti, quindi potete approfittarne
  • basilico thailandese: non è facile trovarlo e non è essenziale, ma effettivamente nonostante l’aspetto banale e simile ad alcune specie di basilico nostrano, ha un aroma molto diverso, io ci sento della liquirizia! 
  • lemongrass e zenzero: anche questi non sono strettamente necessari, perchè già presenti nella pasta di curry solitamente, ma a me piace aggiungerne sempre un po’ per aumentare la nota pungente
  • olio di cocco e latte di cocco: come accennato, il latte di cocco deve essere quello denso e cremoso, in barattolo e non quelli in brick low fat o low calories
  • tofu: in inglese è più facile capire che tipo di tofu usare nelle ricette (soft, silken, firm, extrafirm) a me sembra invece che in italia esista solo due tipi di tofu, quello “a panetto” solitamente venduto nel banco frigo, dalla consistenza simile alla feta ma più spugnosa, e quello morbido, solitamente venduto fuori frigo in brick nei reparti etnici, dalla consistenza morbidissima e vellutata, simile a un budino. In questo caso è il primo da scegliere
  • shitake: possono essere sostituiti da qualsiesi altro fungo abbiate sotto mano fresco
  • zucca, spinaci, germogli di soia o qualsiesi altra verdura vogliate

Tutti gli ingredienti etnici elencati io li ho comprati nel punto vendita fisico a Milano del Kathay Shop, molti possono essere trovati nei reparti etnici dei supermercati ben forniti oppure online. 

due ciotole con thai curry vegano di tofu zucca e funghi

Quali sono le varianti possibili per questo curry vegano?

  • Se non seguite un regime low carb potete usare tranquillamente del riso jasmine al posto di quello di cavolfiore 
  • Se non amate il tofu potete sostituirlo con ceci o lenticchie
  • Io ho usato l’olio di cocco perchè il sapore si abbina bene, ma se non l’avete potete usare olio evo
  • Se volete alleggerire il piatto (ma non sarà più vegano!) usate lo yogurt greco al posto del latte di cocco, perderà un po’ di sapore ma le calorie saranno dimezzate in pratica
  • Se volete farne una versione non veg, in thailandia si usano spesso i frutti di mare o il pesce bianco a pezzetti nei curry
  • Potete usare qualsiesi verdura vogliate e troviate, ovviamente utilizzando un po’ di buon senso! (se siete in dubbio se una verdura possa essere adatta o meno scrivetemi su instagram o su facebook e vi darò suggerimenti!) 
  • come erbe aromatiche potete usare oltre al basilico thailandese anche il coriandolo fresco e il prezzemolo riccio 
  • dosate la quantità di pasta di curry e di peperoncino in base ai vostri gusti (in thailandia mio marito ha quasi avuto un tracollo nel gustare un curry di granchio definito solo “moderatamente piccante”)

ciotola di red curry vegano low carb con riso di cavolfiore e fettine di lime

A chi è dedicato questo curry vegano in stile thailandese?

  • a chi segue una dieta low carb ma vuole evitare di assumere troppi grassi animali
  • a chi ha amici a cena vegani e vuole preparare un comfort food ad effetto
  • a chi ha in casa un barattolo di latte di cocco o un panetto di tofu o della pasta di curry da mesi e non sa mai cosa farci 

Se vi ispira il riso di cavolfiore ma volete una ricetta meno complessa, provate questo couscous di cavolfiore alla mediterranea. Sempre a tema curry, ma questa volta verde e di pesce, c’è il mio curry  verde di capesante e bok choi, opppure per una ricetta veloce, vegetariana e leggera, nel post sulle verdure autunnali vi avevo proposto un curry di ceci e spinaci, potete cercarlo sotto “spinaci” qui

Ed ecco la ricetta!

Thai curry vegano low carb di tofu e zucca

Portata Main Course
Cucina Indian
Keyword cavolfiore, cucina thailandese, curry,, low carb, ricette vegane, riso di cavolfiore, tofu, vegano, zucca, zuppe
Preparazione 15 minuti
Cottura 30 minuti

Ingredienti

  • 1 o 2 cucchiai di pasta di curry rosso
  • 1 cipolla dorata
  • 1 cucchiaio di olio di cocco
  • 1 pezzetto di zenzero
  • 1 pezzetto di lemongrass
  • 1 peperoncino fresco
  • qualche foglia di basilico thai
  • 200 gr di tofu al naturale
  • 300 gr di zucca a tocchetti
  • una decina di funghi shitake facoltativi
  • una manciata di germogli di soia (facoltativi)
  • 150 gr di spinaci novelli
  • 1 lattina di latte di cocco non light
  • prezzemolo riccio o coriandolo per decorare

Per il riso di cavolfiore:

  • 1 cavolfiore piccolo
  • succo di lime a piacere
  • Coriandolo fresco
  • Sale

Istruzioni

  • In un wok o un tegame ampio fate fate sciogliere l’olio di cocco con la pasta di curry
  • Aggiungete il lemongrass a pezzetti, qualche pezzetto di peperoncino a piacere e lo zenzero grattugiato
  • Fate scaldare a fuoco medio poi aggiungete la cipolla tritata finemente
  • Quando inizia a colorirsi aggiungete il tofu e la zucca e gli shitake e fateli rosolare
  • Sfumate con acqua o brodo vegetale, regolate di sale e portate a cottura, per circa 20 minuti, mescolando e aggiungendo acqua se necessario
  • Verso fine cottura, quando il brodo si sarà assorbito e la zucca risulterà cotta ma non sfatta, versate il latte di cocco e lasciate insaporire per 5 minuti continuando a cuocere
  • Aggiungete le foglie di spinaci e i germogli di soia, coprite con il coperchio e dopo 2 minuti spegnete il fuoco

Per il riso di cavolfiore:

  • Togliete al cavolfiore le foglie esterne e tagliate le cimette
  • In un mixer o frullatore tritate le cime di cavolfiore con la funzione pulse o comunque fino a ottenere la consistenza del couscous, quindi non troppo fine
  • Trasferite il riso di cavolfiore in un contenitore per la cottura al vapore in microonde, aggiungete qualche cucchiaio d’acqua, il coriandolo tritato e il succo di lime e fate cuocere per 5 minuti
  • Con una forchetta lavorate il riso di cavolfiore per renderlo soffice

Per servire:

  • In una ciotola mettete un mestolo di zuppa di curry, aggiungete peperoncino e prezzemolo o basilico thai o coriandolo, uno spicchio di lime e un paio di cucchiaiate di riso di cavolfiore e servite

Note

Non sostituite il latte di cocco con latte di cocco light, non funzionerebbe!
Dosate peperoncino e pasta di curry con attenzione per evitare di andare a fuoco 
Anche nel riso di cavolfiore dosate il succo di lime a seconda dei vostri gusti

Siete mai stati in thailandia? Avete mai assaggiato un curry vegano alla thailandese?

Print Friendly, PDF & Email