ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Tabbouleh di quinoa (e come cucinare la quinoa per non farla sembrare cartone marcio)

Tabbouleh di quinoa tricolore, la ricetta dell’estate! 

Volete una ricetta che sia  facile, veloce, fresca, da preparare in anticipo, ricca di sapore ma leggera, senza glutine e vegana? Ce l’ho! Questo tabbouleh di quinoa tricolore, è perfetto come piatto jolly da arricchire a piacimento. E se non sapete come cucinare la quinoa per averla perfetta trovate tutti i trucchi! 

Ciotola con cucchiaio e quinoa tricolore, cetrioli, prezzemolo, pomodoro, cipolla rossa

Non snobbate la quinoa, è perfetta per rendere gluten free un piatto semplice della tradizione mediorientale, il tabbouleh o tabuleh

Ottolenghi nel suo libro Jerusalem (btw il mio libro di cucina preferito ever, qui per acquistarlo) nella pagina dedicata al tabbouleh esordisce con un “Se vuoi procurarti un buon marito, impara a sminuzzare il tuo prezzemolo”. Ovviamente si tratta un po’ di una battuta ma in effetti sminuzzare le erbe aromatiche è un punto fondamentale nella cucina palestinese visto che prezzemolo e coriandolo sono praticamente imperanti.  Tanto che Ottolenghi dice che il tabbouleh è un0insalata di prezzemolo e bulgur, non di bulgur e prezzemolo.  

Ora. Il mio odio per il prezzemolo è praticamente leggendario, nel mio ristorante di pesce preferito ordino sempre lo stesso piatto, i bigoli alla carbonara di bottarga con crudaiola di tonno, e la cameriera è sempre così gentile da precedermi nel dire “senza prezzemolo vero?”. Così per dire.  Quindi questa non è una versione originale di tabbouleh, perchè prevede prezzemolo, menta, basilico e coriandolo in quantità variabili ma comunque sottostimate rispetto all’originale. Ma Ottolenghi ha ragione: le erbe tritate fanno la differenza! Voi scegliete la proporzione che preferite! 

Questa mia versione di tabbouleh di quinoa prevede un altro cambiamnto fondamentale, ossia l’uso della quinoa al posto del bulgur. Non ho niente contro il bulgur – grano spezzato – nè contro la sua alternativa più facile da trovare, il couscous, ma ho pensato di utilizzare la quinoa per rendere il piatto più ricco di proteine e adatto ai celiaci. E soprattutto volevo dare una seconda chance alla tanto odiata quinoa.

Qualche tempo fa parlando su instagram con Valentina di Brodo di Coccole, parlavamo di quali cereali mangiare durante una dieta e lei mi diceva che evita la quinoa perchè per lei è come mangiare cartone marcio, e che per lei mangiare, anche a dieta, vuol dire appagare il palato. Come darle torto? Alla fine è il motivo per cui è nato Mangio Quindi Sono! In effetti la quinoa è un ingrediente ostico perchè spesso non viene cucinata correttamente e i risultati lasciano a desiderare, quindi ho pensato di scrivere un post su come cucinare la quinoa per avere un piatto gustoso e non… del cartone marcio! 

Tagliere di legno con pomodori, cetrioli, limone, erbe aromatiche, cipolla rossa e ciotolina con quinoa tricolore cruda

Come cucinare la quinoa e non farla sembrare cartone marcio? 

Quindi ecco tutti i trucchi per avere una quinoa perfetta e fare il mio tabbouleh di quinoa

  • usate la quinoa tricolore: paradossalmente la trovo più facilmente al supermercato di quella classica bianca, e avevo iniziato a usarla per questo, ma ho scoperto che la quinoa rossa e nera mescolate a quella bianca aiutano ad avere una consistenza più interessante e meno “mappazonosa”
  • sciacquate più volte la quinoa prima di cuocerla, sfregandola leggermente con i polpastrelli, per togliere l’amaro derivante dalla saponine contenute nei semi di quinoa
  • tostate la quinoa prima di aggiungere l’acqua: esattamente come quando preparate il couscous o il risotto, la quinoa ha bisogno di essere tostata in una pentola calda e sfrigolante con l’aggiunta di una piccola quantità di grasso. Non serve abbondare con l’olio ma non omettetelo del tutto! 
  • cuocetele per assorbimento e non bollitela: bollire la quinoa è il modo migliore per renderla assolutamente disgustosa, perchè il risultato sarà un ammasso informe,  cuocetela invece per assorbimento!
  • conditela bene con sapori forti e interessanti, non solo con verdura bollita! 

Visione ravvicinata del piatto con tabbouleh di quinoa tricolore e ceci arrosto

A chi è dedicato questo tabbouleh di quinoa tricolore con verdure

  • chi ha sempre pensato che la quinoa fosse un ingrediente poco gustoso
  • a chi vuole un’alternativa alla classica insalata di riso ma ugualmente facile e fresca
  • a chi ama la cucina mediorientale e non vuole rinunciare al tabbouleh anche se è intollerante al glutine

Ed ecco la ricetta! 

Tabbouleh di quinoa tricolore

Una ricetta fresca ed estiva tutta vegetale, il tabuleh di quinoa tricolore, senza glutine, da arricchire con dei ceci arrosto
Portata Salad
Cucina Mediterranean
Keyword cetrioli, cucina mediorientale, estate, insalata, pomodori secchi, prezzemolo, quinoa, quinoa tricolore, senza glutine, senza latticini, tabbouleh, tabuleh, vegano
Porzioni 2

Ingredienti

  • 120 gr quinoa tricolore
  • scalogno
  • 2 cucchiai olio evo
  • 100 ml di brodo vegetale
  • 1/2 limone
  • pomodori
  • cetrioli
  • spezie miste per couscous o tajine
  • corandolo, menta, prezzemolo, basilico, aneto freschi
  • cipolotto o cipolla rossa

Per accompagnare:

  • pinoli tostati
  • ceci arrostiti alla paprika
  • olive taggiasche

Istruzioni

  • Mettete la quinoa in una ciotola piena d'acqua e agitatela con le dita per sciacquarla bene il più possibile, cambiando l'acqua un paio di volte e lasciando in ammollo per una decina di minuti
  • Scolate bene la quinoa lasciandola eventualmente sgocciolare mentre preparate il resto
  • Scaldate un tegame a fuoco medio con un cucchiaio d'olio, un cucchiaino abbondante di spezie, due cucchiai d'acqua e lo scalogno tritato
  • Quando inizia s brunirsi lo scalogno aggiungete la quinoa e fatela tostate mescolando con una spatola per non farla attaccare
  • Quando è ben tostata e insaporita aggiungete il brodo vegetale caldo abbassate leggermente il fuoco e coprite con un coperchio
  • Portate a cottura la quinoa, ci vorranno circa 15 minuti
  • Sgranate la quinoa con la punta di due forchette

Preparate il condimento

  • Tagliate a pezzetti piccolissimi pomodori, cetrioli e ipolla rossa
  • Tritate finemente le erbe aromatiche
  • Unite le erbe alle verdure e condite il tutto con succo di limone e olio evo
  • Unite il condimento alla quinoa
  • Aggiungete pinoli, ceci e olive o quello che volete
  • Servite freddo

DISCLAIMER: in questo post sono presenti link affiliati, che mi permettono di guadagnare una piccola commissione qualora decidiate di acquistare un prodotto tramite i link segnalati, senza comportare costi supplementari per voi

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

Seguimi su Instagram!