ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Insalata di bulgur e pesche grigliate, rucola, vinaigrette

Due ricette con le pesche di seguito! Anche perchè la stagione non durerà ancora molto! Oggi vi propongo una cosa strana che poi tanto strana mica è: un’insalata di bulgur e pesche grigliate, per tirarne fuori gli aromi in cottura, rucola, vinaigrette all’aceto balsamico e formaggio di capra.  E l’arte del compromesso. Cioè quando scendere a compromessi e quando no. 

Ingredienti dell'insalata di bulgur di soia, pesche grigliate, rucola e vinaigrette

Si scende a compromessi quando tu avevi in mente questo piatto preciso spiccicato anche se a te l’aceto balsamico fa venire i brividi da quanto ti fa schifo. E tuo marito detesta le pesche e il formaggio di capra. Ma questo era il piatto che volevo e questo è il piatto che ho preparato; io sono scesa a compromessi assaggiandolo con la vinaigrette, che devo dire ha il suo perchè e l’ho apprezzata nonostante il mio odio per gli aceti (al plurale!), e mio marito è sceso a compromessi scartando dal proprio piatto le tre fette di pesca che erano finite dentro. Il formaggio di capra non gliel’ho neppure messo altrimenti mi accusa di tentare di avvelenarlo.  Non sono invece scesa a compromessi con la rucola, come ho raccontato una settimana fa nelle stories su instagram: sono uscita apposta per comprarla, era esaurita nel primo supermercato, entrambi i miei fruttivendoli erano chiusi ma io dovevo avere per forza la mia rucola dunque sono entrata in un centro commerciale, apposta solo per comprare 1 euro di rucola. Tempo perso: 45 min. In pratica facevo prima a coltivarmene un quintale. 

Mescolata agli ingredienti dell'insalata di bulgur di soia, pesche grigliate, rucola e vinaigrette

A parte questi aneddoti pressochè inutili, questa insalata di bulgur e pesche grigliate è una bomba, me lo dico da sola. La cosa assurda è che tanto detesto le insalate estive quanto amo quelle autunnali, lo so sono strana io. Così come tutte quelle che preparo (come questa ai cavoletti di bruxelles e pere, o questa alla zucca arrostita ceci neri e farro)  anche questa insalata ha una componente dolce e una sapida, una croccante e una morbida, con quel tocco di acido che serve sempre. Perchè la vita è fatta di contrasti, e sono i contrasti a renderla interessante. La vita e l’insalata.  

Una piccola nota a margine del bulgur . Il bulgur di per sè è una sorta di couscous grossolano di grano precotto, infatti è tradotto con “grano spezzato” ed è formato da chicchi di grano duro integrale germogliato ed essiccato, tipico della zona della Turchia. In quanto tale contiene glutine e valori di carboidrati simili al grano normale. Esistono altri tipi di bulgur, quello di farro e quello di kamut ad esempio, e diverse “grandezze” del chicco, io però avevo in casa del bulgur di soia (comprato non so bene dove e perchè) che mi fissava da qualche mese e ho pensato fosse l’occasione adatta a utilizzarlo. La diversità rispetto al bulgur normale oltre alla cottura più veloce sta nei valori nutrizionali: essendo composto appunto da soia avremo un bulgur a basso contenuto di carboidrati, alto contenuto di proteine e grassi e calorie leggermente maggiori. Ecco perchè ho taggato questo post come low carb e senza glutine: il bulgur di soia è un ottimo sostituto ai cereali per i giorni low carb (ma non abusatene! 40/50 gr sono la porzione consigliata!), ma se avete del bulgur tradizionale in questa ricetta andrà benissimo, solo seguite le istruzioni per la cottura che trovate sul vostro bulgur! 

Insalata di bulgur e pesche grigliate, rucola, vinaigrette

 

Insalata di bulgur con pesche grigliate, rucola e vinaigrette
Serves 4
Ingredients
  1. 200 gr di bulgur di soia
  2. 1 cipolla rossa
  3. 2 cucchiaini di spezie per couscous
  4. 2 pesche gialle non troppo grosse
  5. due manciate abbondanti di rucola
  6. 200 gr di primo sale di capra
  7. due o tre cucchiai di semi di zucca
  8. un avocado
Per la vinaigrette
  1. due cucchiai di olio evo
  2. due cucchiai di aceto balsamico
  3. un cucchiaio di miele
  4. un cucchiaino di timo tritato
  5. mezzo cucchiaino di senape di digione
  6. mezzo spicchio d'aglio grattuggiato
  7. sale e pepe
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Tritate fine la cipolla rossa, mettetela in un tegame con le spezie e un cucchiaio di olio, poi fate stufare a fuoco basso per circa 10/15 minuti fino a ottenere delle cipolle caramellate, tenere e lucide
  2. Aggiungete il bulgur, fate tostare, poi aggiungete il doppio del volume in acqua salata e portate a bollore
  3. Cuocete per circa 10 minuti o fino ad assorbimento totale dei liquidi
  4. Nel frattempo tagliate le pesche a fettine e grigliatele
  5. Preparate la vinaigrette emulsionando tutti gli ingredienti
  6. Fate raffreddare il bulgur e le pesche, assemblate poi l'insalata di bulgur unendo le pesche, la rucola, il primo sale spezzettato e l'avocado a fettine
  7. Condite con la vinaigrette e servite freddo
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

Seguimi su Instagram!