ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Porridge alla zucca in vasocottura

Un’idea per una colazione sana e veloce: porridge di zucca in vasocottura

Se avete pochissimo tempo la mattina per prepararvi colazione ma non volete rinunciare a una colazione sana, vegana, confortevole e nutriente, questo porridge alla zucca in vasocottura è perfetto per voi! Ne preparate diverse porzioni in anticipo e le tenete in frigo, la mattina va solo scaldato! 

Vasetto con porridge alla zucca e cioccolato

Che cos’è la vasocottura

La vasocottura è un metodo di cottura che utilizza il microonde e i vasi a chiusura ermetica per cuocere i cibi con pochissimi condimenti e in pochissimo tempo.  E’ possibile cuocere in vasocottura anche nel forno tradizionale, ma amici io non mi voglio prendere responsabilità se il vostro Miele h2266 esplode, quindi parlerò solo del microonde di cui ho esperienza diretta. In pratica è una cottura super fast di pochi minuti, che richiede un successivo riposo, e che vi permette tra l’altro di conservare i cibi cotti nei vasetti chiusi sottovuoto in frigo per diversi giorni (quanti? In generale una settimana e anche più, il mio porridge è rimasto in frigo anche due settimane). Quindi ottimo per chi fa meal prep, perchè in pratica un giorno vi fate lo sbattimento di preparare diverse porzioni e poi siete a posto per un po’. La mattina per godere del vostro porridge di zucca in vasocottura dovete solo scaldarlo, easy peasy in 5 mins. 

Se pensate che il microonde faccia venire i tumori, la sterilità,  la gonorrea e l’autismo, mi spiace, ma temo siate sulla pagina sbagliata quindi sciò (oppure guardatevi questo video di Bressanini). Buona norma però è sempre utilizzare materiali adatti a quell’uso (sembra scontato, ma non lo è) per questo va prestata un filo di attenzione al tipo di vasetti usati. Se cercate online ci sono tanti siti che vi spiegano quali vasetti vanno bene e quali no, una volta avevo usato anche i vasetti a chiusura a gancio ermetica dell’Ikea, ma ho trovato informazioni contrastanti al riguardo e quindi non ho voluto provare di nuovo. Vi consiglio invece quelli della Weck, che sono anche bellissimi, diciamocelo, nello specifico io ho preso questi, che fanno un sottovuoto perfetto. Se vi chiedete come mai quei ganci in metallo possano andare in microonde – sappiamo tutti che il metallo non va MAI in microonde pena finire all’inferno – sappiate che è un materiale specifico che può essere sottoposto alle microonde senza subire alterazioni e danneggiare il vostro forno (esattamente come le parti in metallo degli accessori per le varie cotture crisp etc). Ovviamente non tutti i ganci metallici vanno bene, quindi ancora: io non mi prendo responsabilità. 

Se volete quale info da persone più esperte di me guardate qui e qui.

Bricco che versa latte vegetale sopra un porridge alla zucca in vasocottura

Come si prepara il porridge in vasocottura alla zucca?

Preparare questo porridge alla zucca è molto più semplice di quanto non si pensi, però bisogna “prenderci la mano” nel senso che dovete seguire le istruzioni e capire come adeguare i tempi al vostro microonde. Ecco come fare:

  • distribuite l’avena nei vasetti
  • aggiungete i liquidi 
  • fate cuocere a microonde a W medio bassi (per me 350 ma controllate i vostri forni!)
  • fate riposare
  • riponete in frigo
  • al momento di consumare il porridge di zucca riscaldatelo e conditelo come preferite

Ricordatevi che se volete cambiare la quantità di porridge e di avena, dovrete adeguare anche la grandezza dei vasetti utilizzati.

E’ importante che cuociate il porridge un vasetto alla volta, e che lo teniate d’occhio: indipendentemente dalle mie istruzioni, se il contenuto del vasetto incomincia a bollire vivamente e vedete che sta per esplodere, buon senso vuole che spegniate immediatamente.   Ogni forno a microonde ha una sua potenza, meglio sempre fare qualche prova prima anche solo con l’acqua.

Non preoccupatevi se una volta uscito dal microonde il vostro porridge risulta molto liquido! E’ giusto così, l’avena andrà ad assorbire i liquidi in eccesso nel tempo di riposo. Quando tirate fuori i vasetti dal microonde aspettate una mezzoretta e poi sganciate i ganci in metallo: i vasetti Weck creano il sottovuoto grazie alla guarnizione, quindi non serve tenerli agganciati. Nel momento di riscaldarli e aprirli basterà tirare la linguetta della guarnizione per “stapparli” 

Tavola per la colazione con porridge alla zucca in vasocottura vegano cioccolato e cachi mela

Come rendere gustoso il porridge alla zucca in vasocottura? 

Io non sono una grandissima amante dei porridge in genere, ma aggiungere la purea della zucca in cottura già fa incredibilmente la differenza, ovviamene però un porridge per essere gustoso va ben condito! Ecco qualche idea:

  • fava tonka o vaniglia in cottura
  • spezie per panpepato o speculus o pumpkin spice al posto della solita cannella
  • ovviamente immancabile qualche bottone o goccia di cioccolato fondente 
  • una cucchiaiata di burro di mandorle o arachidi o tahine
  • frutta fresca (io ho usato uno degli ultimi cachi mela) 
  • frutta secca tritata per aggiungere croccantezza
  • miele o sciroppo d’acero
  • a me piace aggiungerci anche un po’ di latte freddo veg per il contrasto freddo/caldo 

Nulla vieta di utilizzare la vasocottura per altri tipi di porridge!

Tavola per la colazione con porridge alla zucca in vasocottura vegano

A chi è dedicato questo porridge alla zucca in vasocottura?

  • a chi ha davvero davvero pochi minuti per preparare la colazione la mattina perchè va solo scaldato
  • a chi non ama la consistenza del overnight oatmeal porridge, ma non vuole rinunciare alla sua praticità 
  • a chi è in cerca di una colazione facile e veloce, sana, vegana ma che faccia da comfort food 

Non trovate  più la zucca? Provate il mio porridge alle carote viola! Un’altra opzione veg sono invece i biscotti al cioccolato e quinoa soffiata.  Volete un’altra colazione a base di avena, sana e veg ma in versione estiva? Ecco il mio mocha frappuccino!

Ed ecco la ricetta! 

Porridge alla zucca in vasocottura

Portata Breakfast
Cucina Nordic
Keyword porridge, vasocottura, vegano, zucca
Preparazione 10 minuti
Cottura 4 minuti
Porzioni 4

Equipment

  • 4 vasetti Weck da 370 ml

Ingredienti

  • 120 gr fiocchi avena
  • 120 gr purea di zucca cotta al vapore
  • 300 ml latte mandorla
  • 200 ml acqua
  • pumpkin spices o spezie per panforte o per speculus
  • 2 cucchiai miele o sciroppo d'acero
  • 1 fava tonka grattuggiata (o i semi di una bacca di vaniglia)

Come topping

  • miele o sciroppo d'acero
  • cioccolato fondente
  • burro di mandorle o di arachidi
  • scaglie di mandorle

Istruzioni

  • Dividete i fiocchi d'avena equamente tra i 4 vasetti
  • In una ciotola unite tutti gli altri ingredienti per il porridge alla zucca e distribuite equamente i liquidi sull'avena nei vasetti
  • Mescolate accuratamente e chiudete i vasetti con guarnizione e ganci
  • Impostate il microonde a 350 W e fate cuocere per 4 minuti e mezzo (o finchè non incominciano a bollire) un vasetto alla volta
  • Fate raffreddare completamente i vasetti, poi sganciate i ganci in metallo (si sarà creato il sottovuoto) e non toccateli per circa 8 ore
  • Se non consumate immediatamente il porridge conservate i vasetti chiusi in frigorifero
  • Al momento di consumare il porridge aprite il vasetto tirando la linguetta della guarnizione, mescolate il porridge, aggiungete il cioccolato e fate riscaldare al microonde per circa 1 minuto, poi condite come preferite

DISCLAIMER: sono presenti link affiliati, che mi permettono di guadagnare una piccola commissione qualora decidiate di acquistare un prodotto tramite i link segnalati, senza comportare costi supplementari per voi.

Print Friendly, PDF & Email

 

Iscriviti al canale Telegram

e seguimi su Instagram!