ISCRIVITI E SEGUIMI!

Instagram

  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Ultimamente ho riflettuto un po’ su quello che faccio qui e sul blog, sulla filosofia che c’è dietro, e su come potrei spiegarla in poche parole a qualcuno che non mi conosce.  Penso che  potrei dire che a me piace prendere ricette considerati da dieta, tristi, e “detox “ (termine che detesto perchè non vuol dire niente) e trasformarli tramite spezie, aromi, ingredienti anche insoliti, in piatti meravigliosi, da gustare anche con gli occhi. Insomma vorrei dimostrare che mangiare sano non vuol dire mangiare noioso e triste. Ad ogni modo ecco questa ricetta è esattamente questo: prendi una vellutata di verdure invernali (sedano rapa, porro, topinambur e finocchio) che potrebbe benissimo essere considerata una di quelle ricette farlocche detox, aggiungi qualche ingrediente ed eccolo qui, un piatto che può farvi tranquillamente da antipasto per la cena di Natale (o di Capodanno!). E la cosa incredibile è che non crederete mai a quanto è semplice e banale da preparare nonostante l’aspetto raffinato! Andate nel link in bio a scoprirlo! 🇺🇸 About Christmas Eve Dinner, the simpler yet the classier starter ever: velvet winter veggie soup with saffron yogurt swirl, smoked salmon sashimi and roe! Super easy, gluten free, and you can make the soup ahead, you hosts will be amazed! And bonus tip: it can be also a light and low carb lunch for weekdays! This dish matches perfectly the philosophy behind my blog: transforming boring “detox”(?) recipes into delishious  healthy ideas, to eat even with the eyes! •
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatprettythings #foodtographyschool #eatyourcolour #glutenfree #senzaglutine #lowcarb #fellowmag #eatcaptureshare #IFPgallery #rincorrerelabellezza #foodphotoinsta #beautifulcuisine #christmas #healthychristmas #thecookfeed #gloobyfood #lifeandthyme #salmonlover #aseasonalshift #fromscratch #livewellcaptured  #pursuepretty #livebeautifully #naturalcuisine thenewhealthy #goodfoodmood
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Finita la serie di dolcetti Natalizi per entrare nel giusto mood, questa settimana su Mangio Quindi Sono sarà dedicata al menù delle feste! Ho elaborato un menù completo, aperitivo, antipasto, piatto principale e dolce, per declinare il Natale (ma anche il capodanno) in stile MQS! Spero vi piaceranno le mie proposte! Oggi partiamo con un cocktail! Un gin fizz al pompelmo e rosmarino super facile da fare (davvero, solo 5 ingredienti!) che è venuto così azzeccato e così perfetto che mi sa che lo proporrò ai miei familiari la Vigilia! E ovviamente - ormai mi conoscete - c’è anche la versione virgin, analcolica quindi, a base di kombucha! Un Kombucha fizz al pompelmo e rosmarino! La ricetta è già nel link in bio! Voi servite cocktail a Natale? O solo vino? O solo acqua?? 🇺🇸 It’s beginning to look a lot like Christmas here! After the Christmas treats series, this week on my profile it will be all about Christmas or New Years Eve or Whatever Holiday dinner! An entire dinner menu, from aperitif, to starter, then main and finally dessert! Let’s start wonderfully with this amazing super easy 5 ingredients grapefruit & rosemary gin fizz! Super festive! And of course it comes with his virgin non alcoholic brother, that I called grapefruit & rosemary Kombucha  fizz! Cheers! What cocktail or cocktail are you planning to serve on Christmas? •
•
•
•
#mangioquindisono #foodtographyschool #foodfluffer #IFPgallery #don_in_cucina #eatcaptureshare #chtistmasdrinks #kombucha #ginlover #grapefruit #ginfizz #rosmary #vegan #dairyfree #senzalatticini #thrivemags #glutenfree #senzaglutine #mocktails #instacocktail #happyhour #nothingisordinary #munchiesitalia #goopmake #thekitchn #huffposttaste #hautecuisines #imsomartha #foodandwine
  • ENG BELOW) 🇮🇹 Quando ho deciso di dedicare questa settimana ai dolcetti natalizi in versione “più sana” ho pensato a inserire idee e ricette che provenissero da più tradizioni diverse, come piace a me, con una strizzatina d’occhio al mondo nordico e che tanto ricorda il clima Natalizio. Ecco perchè oggi vi propongo queste bellissime mince pie, delle mini tortine ripiene di frutta tipiche dell'Inghilterra. Sì, essenzialmente le volevo perchè sono stupendissimamente bellerrime con quelle stelline, mi avete scoperto! La mia versione è gluten free e senza latticini, con una frolla che avevo già usato in passato, che è la fine del mondo, e ripiene di pere cotte nelle spezie arricchite da frutta secca. Un classico rivisitato come mio solito quindi! Il link di queste meraviglie lo trovate nel link in bio!  Nel frattempo ringrazio @thebluebirdkitchen per avermi citato nel suo ultimo post per la mia serie di dolcetti sani Natalizi, e vi consiglio di andare a vedere perchè anche lei ha fatto una sua versione delle mince pie! 🇺🇸Mince pies! And last Christmas treat (for this year!), enough cookies for now! My version of mince pies includes a super easy gluten free & dairy free pastry dough, and a simplified version of the classic filling, with pears, spices, pecans and raisin! And can we please talk about how everybody is super crazy in this days? Everything should be done before Christmas! Am I the only one who thinks about all the seasonal housekeeping stuff that should have been done before Christmas (but obviously won’t be done on time… gosh I’m so terribile!) ?
•
•
•
•
#mangioquindisono #glutenfree #senzaglutine #senzalatticini #dairyfree #healthychristmas #healthytreats  #imsomartha #bakersofinstagram #wholefoodsfaves #getinmybelly #fromscratch #buzzfeedhealth #goodfoodmood #theartofslowliving #winterstories #foodfluffer #foodtographyschool #IFPgallery #onthetable #lifeandthyme #mycommontable #infoodwetrust #appetitejournal #virtualcookieparty2018 #theprettyblog
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Mio marito è un appassionato al limite del patologico di quella che penso tutti chiamano “torta di riso al mars” consistente in barrette mars sciolte e rice crisps a indurire nel frigo in un bel mattoncino. Ogni volta che gli chiedo che dolce vuole che prepari se abbiamo ospiti o da portare a cena da amici risponde sempre quella. E io sbuffo sempre, perché dai, non è un vero dolce, non è una torta, non è una di quelle cose che va cucina davvero, è banale.  Ogni tanto cedo e gliela faccio, di solito per il suo compleanno, e non avevo mai pensato che si potesse pensare di farne una versione sana. E invece, ovviamente sì! Attenzione, ho detto sana, non light perchè di certo non è comunque ipocalorica, ma dai è Natale, ci sta! La ricetta è di quel pozzo di idee di @thebigmansworld per queste 8 porzioni io ho usato 60 gr di riso soffiato senza zuccheri, 100 gr di burro di mandorle, 100 gr di sciroppo d’acero, 35 gr whey alla vaniglia e sopra cioccolato all’85% fuso!  Sono senza glutine e proteici, ma davvero  golosissimi! 🇺🇸 So, fact is, my hubby has this thing with mars bar crispy cake. When I ask him what dessert should I bring to a friend’s dinner he always always answer “mars bar crispy cake”. And  I always complain about it because, come on, it’s not a real dessert, it’s just melted candies! Sometimes, usually on his birthday, I make the cake to please him, and I would have never thought there was a healthy (healthier) version of it! But that evil genius of @thbigmansworld obv did it! So here it is, my healthier rice krispie treat! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #healthytreats #healthychristmas #glutenfree #senzaglutine #sanomanontroppo #thenewhealthy #sweettooth #ricecake #foodtographyschool #IFPgallery #foodforfuel #naturallight #tastingtable #highprotein #girlwholifts #IIFYM #flexiblediet #nonmangiostranomangiosano #spooonfeed #inmykitchen  #cookmagazine #thefeedfeedglutenfree #healthyeating #holidaybaking #mycommontable #marthabakes #virtualcookieparty2018
  • ENG BELOW) 🇮🇹 Ma davvero esistono persone a cui non piacciono i biscotti? Sul serio? Non ci credo, state palesemente mentendo! Io in realtà adoro i biscotti, molto più di altri dolci, ma in generale sono sempre una fan della piccola pasticceria e dei dolci al cucchiaio! Per evitare di cadere nella tentazione di Gocciole e Pan di Stelle, oggi vi propongo per la serie dolcigni Natalizi più sani, dei biscotti thumbprint (cioè con l’incavo centrale!) ripieni di ganache al cioccolato o composta homemade super facile di lamponi! E tra l’altro oltre a essere senza zucchero sono anche senza glutine e senza latticini quindi davvero davvero adatti a tutti! Link in bio! 🇺🇸 Who doesn’t like cookies? Is there someone outside who doesn’t love a small, crunchy, delicious and sweet bite? I’m def not one of those horrible people, for sure! I’ve made these chocolate & raspberries thumbprint cookies a few days ago, because, you know… Christmas. That raspberries compote is super easy to make and the cookies are not only gluten free, but even sugar free and dairy free! The perfect healthy treat! So the perfect entry for Cosette #virtualcookieparty2018 from @cosetteskitchen!! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #christmasiscoming #healthychristmas #christmastreats #raspberryjam #chocoholic #bakersofinstagram #thumbprintcookies #biscottidinatale #lamponi #sugarfree #dairyfree #glutenfree #senzaglutine #senzalatticini #senzazucchero #foodfluffer #IFPgallery #foodtographyschool #eatcaptureshare #huffposttaste #imsomartha #naturallight #thenewhealthy #beautifulcuisine #eatprettyfood #fellowmag #mycommontable #hautecuisines
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Se mi chiedessero che cos’è per me il Natale, direi che è fare biscotti al panpepato, perchè mi ricorda il Natale di quando ero bambina. Non è assolutamente una tradizione italiana, me ne rendo conto, ma quando ero piccola mia madre mi portava in questa festa in una famosa scuola che non citerò, con diversi laboratori per i bimbi a disposizione, e il mio preferito, quello che aspettavo con trepidazione come manco Babbo Natale, era quello in cui si costruiva e si decorava la casetta di Pan Pepato.  Ancora adesso quando per impegni vari ed eventuali non riesco a sfornare un po’ di panpepato per Natale mi prendo malissimo! Quest’anno invece dei biscotti ho pensato a una forma pret a porter, perfetta per essere regalata! Quindi gingerbread cake in barattolo! Si fa in pochi minuti, è senza latticini e senza burro, rimane morbidissima e umida dentro se chiudete i barattoli e fa una scena pazzesca se ben decorata come qui, non trovate? La ricetta la trovate sul blog, nel link in bio, ma ora voglio sapere qual è quella cosa che caratterizzava il vostro Natale da bambini e che “senza quello non è Natale”! Scrivetelo nei commenti 🇺🇸Do you want some homemade edible gift ideas? Why don’t you try some gingerbread cake in a jar? Super easy to make, my version has no butter and it’s dairy free, and it’s incredibly luxurious! The little treats are soft and almost chewy, with a spiced flavour, and with the right packaging they will be the perfect gift for friends and family! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #dairyfree #gingerbread #panpepato #ediblegifts #idearegalo #christmasiscoming #healthychristmas #sweettooth #imsomartha #foodfluffer #eatcaptureshare #senzalatticini #foodtographyschool #hautecuisine #goopmake #g52farmstand #mycommontable #irstweeat #flashofdelight  #fromscratch #thenewhealthy #aquietstyle #rincorrerelabellezza #healthyfoodshare bakersofinstagram #comfortfood #don_in_cucina #ifpgallery
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Come preannunaciato nelle stories questa settimana preparatevi perché faremo il pieno di dolcetti natalizi! Ecco il primo: non chiamatelo panforte! Infatti l’ho chiamato pandattero perché so che se chiamo questo dolce panforte poi un’orda di Toscani imbestialiti viene a chiedermi la testa. Pandattero perchè invece di zucchero e miele ci sono solo datteri di Medjoul! Quindi è un dolcetto ricco di nutrimento grazie alla frutta secca e essiccata ma senza zuccheri aggiunti, senza latticini e vegano! E io ve lo dico, per i suoi ingredienti è perfetto anche come spuntino post workout perchè ricco di carboidrati a rapido assorbimento! Mi ha un sacco stupito perchè non pensavo venisse così bene! La ricetta la trovate nel link in bio ovviamente!! 🇺🇸 This thing can hardly be called panforte. Panforte is a typical tuscan christmas treat, made with dried fruits, nuts, flour, lots of sugar and honey. I’ve decided to risk my life and make a “healthier” panforte recipe, with no sugar or honey, just a lots of dried fruits (medjoul dates and figs!). Hoping no Tuscan will kill me for this, I decided to call it “pandattero” (dates bread). Please forgive me. Surprisingly delicious and scented, this pendettero treat is even dairy free and vegan! •
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #christmastreats #healthychristmas #panforte #medjouldates #dairyfree #sugarfree #senzazucchero #senzalatticini #italiansdoitbetter #vegansofig #foodfluffer #IFPgallery #foodtographyschool #ricordamilautunno #foodforfuel #flatlaytoday #imsomartha #bareaders #mycommontable #thenewhealthy #madetonourish #lifeandthyme #sweetcuisine #hautecuisine #tastingtable #bakersgonnabake #thrivemags
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Io e @healthylittlecravings ci stiamo ritrovando spesso a avere idee simili nello stesso periodo! Ieri lei ha postato una foto meravigliosa del suo budino di cachi e io avevo in programma di postarla oggi!
Potremmo definirlo il budino magico! In pratica prendete tre cachi e li frullate, tenete da parte qualche cucchiaio per la decorazione e al resto unite del cacao amaro e frullate di nuovo. Mettete sul fondo dei vasetti del melograno, poi il budino alla vaniglia e poi il caco frullato. In frigo per un paio d’ore e poi un po’ di cioccolato grattugiato! Io mi sto definitivamente ricredendo sui cachi devo dire, prima li odiavo a morte ora amo i cachi mela e questo budino non mi dispiace per niente! La cosa che trovo buffissima in questa ricetta è la meraviglia nello scoprire che il caco frullato da solo non gelifica (rimane a consistenza tipo mousse) mentre quello col cacao diventa un budino solito e gelatinoso! Incredibile! 🇺🇸 So, great minds think alike! @healthylittlecravings posted her persimmon chocolate pudding yesterday and I planned to post mine today! This this is freaking magic to me: blend 3 persimmon in a mixer, save 1/3 of the mixture for topping, then add to the rest cocoa powder, put some pomegranate seeds on the bottom of three jar, add the chocolate persimmon pudding, add the blended persimmon and put in the fridge for about two hours, then decorate the puddings with some shaved chocolate. Easy peasy, vegan, gluten free, dairy free, sugar free, everything free basically! I think I’m changing my mind about persimmons people! My photo is inspired by one of my fav photos from amazing @occasionallyeggs (different recipes, though) •
•
•
•
•
#mangioquindisono #persimmon #foodfluffer #eatcaptureshare #thrivemags #thisautumnlife #slowautumndays #eatsimple #glutenfree #senzaglutine #lowcalories #chocoholic #foodtographyschool #IFPgallery #myseasonaltable #eatprettythings #naturallight #tastingtable #sweettooth #dairyfree #senzalatticini #vegansofig # lifeandthyme #moodygram #plantbased #healthyfoodie #thefeedfeedglutenfree
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Alzi la mano chi è stufo marcio del petto di pollo! 🙋‍♀️ Io di sicuro. C’è stato un anno che l’abbiamo mangiato così tanto che non ne potevo più. Ora ho sviluppato invece una serie di ricette per rendere meno noioso e stopposo ma ugualmente “dietetico” il famigerato petto di pollo, ma ogni tanto lo scambiamo per le cosce e sotto cosce, che non sono poi così grasse come la gente pensa, il segreto è cucinarle senza pelle! Oggi sul blog trovate una ricetta super super semplice e facilerrima per delle cosce e sotto cosce di pollo arrosto che rimangano morbide e succose dentro ma con la crosticina esterna, saporite, super sane e senza olio! 😍 So che qualcuno di voi sarà interessato sicuramente quindi vi rimando nel link in bio! 🇺🇸 When I eat grilled chicken breast I always think I should be vegan. Oh gosh I HATE chicken breast. It’s not about the flavour (I mean, it’s tasteless!) it about that terrible consistency. 🤮 Brrr. Since I started my first diet I’ve been developing several chicken breast recipes, healthy and low fat or low carb, to survive the “chicken breast curse”. But now we often sub our chicken breast for chicken thighs, more tender and even more tasty if properly cooked. And best part is that if you take the skin off they’re even not so high in fat! Epic win because with this super lemon, honey & mustard marinade the thighs are super juicy in the inside and crispy on the outside!  It’s my go-to chicken recipe! 😬
•
•
•
•
•
#mangioquindiusono #mangiosano #nonmangiostranomangiosano #chicken #flexiblediet #IIFYM #highprotein #lowcarb #lowfat #girlswholift #powerlifting #glutenfree #senzaglutine #senzalatticini #dairyfree #teamautunno #myseasonaltable #IFPgallery #foodfluffer #foodtographyschool #inmykitchen  #firstweeat #imsomartha #appetitejournal #thatsdarling #thenewhealthy #goodfoodmood #eatcleanrecipes #macrotracking #spoonfeed

Seguimi!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano, dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario, tuttavia, capisce che alla classificazione delle mucopolisaccaridosi preferisce la preparazione di insalate e torte salate. Lascia così gli studi universitari per dedicarsi completamente alla cucina. Nel 2014 apre Mangio Quindi Sono, blog di ricette salutari e naturali e di trucchi per mangiare sano senza patire la fame. Il bagaglio di competenze acquisite durante i 6 anni di Medicina le consentono di approfondire da autodidatta i tanti e complessi aspetti della nutrizione, arrivando così a creare piatti non solo interessanti e deliziosi, ma anche salubri e bilanciati; in chiave onnivora (ma non solo!), ma adatti anche ad intolleranze varie. Imparare a fotografare i piatti realizzati, prima da autodidatta e poi seguendo svariati corsi, è stata la naturale evoluzione del corso degli eventi, nata dalla volontà di fissare nella memoria e condividere non solo l’immagine di ciò che esce dal forno, ma anche l’emozione che si prova assaggiandolo. Ora vive nella campagna Mantovana con suo marito, adora collezionare props, stilare liste di cose da fare e spiazzare i suoi fornitori locali chiedendo le verdure e gli ingredienti più improbabili da trasformare in piatti che coniugano la tradizione italiana a sapori più esotici o orientali. Nella sua dispensa non mancano mai la pasta di miso, la tahine e l’avocado.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Non chiamateli falafel!

 Polpettine speziate con legumi secchi, pane pita e pseudo-babaganoush

Come alleggerire i falafel, un fritto della tradizione mediorientale senza perdere gioia per gli occhi e per il palato

13042014-DSC_0478

Finti falafel pronti per essere addentati

Quando ci si mette a dieta, o comunque si inizia un percorso di regolarizzazione dell’alimentazione in un senso più sano, sono molti i cibi a cui in un modo o nell’altro bisogna rinunciare. Essenzialmente i dolci e i fritti. Soprattutto i fritti non si possono “porzionare” vanno relegati ai cheat meals, i pasti “fuori dieta”. Quindi le pietanze da centellinare sono molte e le voglie altrettante, per questo ormai la mia mente lavora costantemente alla febbrile ricerca della versione light, sana, alleggerita, insomma inseribile nella mia alimentazione di tutti i giorni di molte ricette grasse, ipercaloriche e iperlipidiche.  

Credo essenzialmente che quando ho dichiarato ad alta voce di voler provare a fare una versione non fritta dei falafel qualcuno sia svenuto da qualche parte nel mondo del medioriente. Eh sì perchè va bene alleggerire ma la tradizione è la tradizione, è ciò che ci ha nutrito durante l’infanzia, ciò che ci ricorda (spesso9 nostra nonna, insomma  qualcosa di caldo e confortevole, giustamente da difendere e da valorizzare.

D’altra parte molte ricette nate dallo stravolgimento di un’idea della tradizione risultano riuscitissime (ad esempio il finto pollo fritto, ormai un must della mia cucina infrasettimanale!)

E quindi? Quindi non chiamiamoli falafel! Chiamiamole “polpettine speziate di legumi secchi” Ovviamente fortemente ispirati alla ricetta tradizionale dei falafel, rivelatami gentilmente da un mio amico di origini siriane (grazie Jacques, e scusa per l’abominio del non-fritto, spero che nessun tuo parente lo scopra mai). Comunque sia i falafel sono un piatto della tradizione mediorientale e come tutti i piatti della tradizione richiedono ingredienti poveri ma tempi di preparazione e riposo lunghi, è una ricetta cioè che richiede una cosa che noi spesso non abbiamo: tempo e pazienza. Quindi non vi mentirò: non è una ricetta veloce, e non è nemmeno tanto semplice, perchè richiede la manualità in una serie di gesti a cui noi occidentali non siamo molto abituati. L’impasto è molto diverso da quello delle polpette di carne e richiede un’attenzione e un trattamento diverso, quindi è chiaro che le prime volte è veramente difficile riuscire a formare le giuste formine con le mani, ma pian piano e con qualche trucchetto ce la si fa. Io lo confesso non sono stata contenta del mio primo tentativo, ho dovuto provarci un’altra volta per ottenere una ricetta presentabile, d’altra parte sbagliando si impara. Inizialmente pensavo di mettere un’albume nell’impasto per essere sicura non si sfaldassero in forno (orrore! falafel NON vegani!) ma in questo modo l’impasto veniva decisamente strano, bagnato, liquido come. La seconda volta invece ho voluto seguire la saggezza delle nonne mediorientali: niente albume = consistenza perfetta.

Crosticina dorata. Interno non mappazzonoso. Ci piacciono!

Anche la salsina è una versione easy e adattata del babaganoush, sempre appartenente alla medesima cucina tradizionale. Io ho voluto darle un gusto italiano aggiungendo il basilico perchè in generale non amo molto il prezzemolo a crudo, ma potete usare le erbe che più vi piacciono.

E’ una ricetta tutto sommato economica perchè l’unico ingrediente un po’ particolare e strano in realtà è la tahine, che costicchia (penso dai 4 ai 6 euro a barattolo), ma ce ne vuole solo un cucchiaio e se amate questo genere di sapori ci sono molte altre ricette in cui impiegarla con successo.

Quando ho pensato di proporli in una versione al forno anziché fritti il mio amico si è mostrato (giustamente) scettico, ebbene: sono venuti. E’ scontato dire che NON sono come quelli fritti. Nemmeno lontanamente eh. Quelli fritti sono friabili, con una spessisima crosta croccante e saporita, questi invece sono un po’ pastosi e anche se a fatica sono riuscita a ottenere una crosticina di tutto rispetto, ripeto non c’è paragone. Però per essere delle polpettine speziate e non dei falafel sono veramente buoni. Sani, perchè poveri di grassi e ricchi di proteine, costituiscono un validissimo pasto completo e possono diventare una fantastica cena con amici, basterà mettere i falafel in centro al tavolo, con il pita e la salsa a parte e chiedere ai commensali di sbizzarrirsi nel creare i propri panini ripieni con le verdure che offrirete

Per il pane pita devo dire che avevo delle forti remore perchè le mie capacità di panificatrice rasentano lo zero, ma come sempre la scienza mi è venuta in soccorso. Ho utilizzato infatti la ricetta di Dario Bressanini (qui la spiegazione nel dettaglio) che come sempre è una garanzia. Ebbene sì, si gonfiano davvero! Ho provato a fotografarle mentre cuocevano con scarsi risultati, non vi resta che provarci per darmi ragione!


 GALLERY

  

Polpette Speziate Di Legumi Con Pane Pita E Salsa Alle Melanzane
Serves 2
Ingredients
  1. 80 gr di ceci secchi
  2. 80 gr di piselli secchi
  3. 1 cucchiaio di cumino
  4. 1 cucchiaio di paprika
  5. 1 cucchiaino di garam masala
  6. prezzemolo e/o coriandolo secchi o freschi a piacere
  7. 1 scalogno e mezzo (o mezza cipolla dorata)
  8. mezzo spicchio d'aglio
  9. farina 00 qb
  10. un cucchiaino di bicarbonato
Per i pita
  1. 100 gr farina manitoba circa
  2. 80 ml di acqua frizzante ghiacciata circa (o birra!)
  3. un pizzico di sale
Per accompagnare
  1. 1 melanzana
  2. un cucchiaio abbondante di tahine
  3. mezzo cipollotto
  4. un po' di basilico o prezzemolo fresco tritato
  5. 1 cucchiaio di olio evo
  6. qualche cucchiaio di succo di limone
  7. 1 melograno
  8. 1 yogurt bianco magro
  9. 1 pomodoro
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Per il falafel
  1. Due sere prima prima mettete a bagno in abbondante acqua con un pizzico di bicarbonato ceci e piselli
  2. Passate 24h ore scolate i legumi e asciugateli il più possibile, poi metteteli in un mixer assieme alle spezie, l'aglio, lo scalogno e le erbe, salate
  3. e tritate a lungo no ad ottenere un composto il più pastoso e ne possibile
  4. Lasciate riposare l'impasto per circa 15 ore in frigo, trascorse le quali aggiungete il bicarbonato (potreste a questo punto sentire la necessità di aggiungere un cucchiaio o due di farina)
  5. Con pazienza usando le mani bagnate formate delle piccole polpettine della forma che vi è più congeniale e una volta formate passatele nella farina
  6. Poggiate le polpettine su una teglia foderata di carta da forno, spennellate delicatamente con un po' di olio evo (oppure usate un'oliera a spray, molto più comodo!)
  7. Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 10/15 min poi alzate a 200° per qualche minuto per fare dorare
Per il pita
  1. In una ciotola unite alla farina e il sale un po' di acqua alla volta (mi raccomando ghiacciata! perché la bassa temperatura impedisce la dispersione dell'anidride carbonica) no a ottenere un impasto doso e liscio ma morbido (potreste necessitare di più o meno acqua)
  2. Impastate per 10 minuti e poi lasciate a riposare per 30 minuti in una ciotola coperta
  3. Trascorsa mezz'ora riprendete l'impasto in due porzioni e fatene di ciascuna una pallina il più omogenea possibile (senza tagli o pieghe)
  4. Stendete ogni pallina su un foglio di carta da forno con un mattarello in modo da ottenere un disco rotondo sottile ma non troppo (più è sottile più "cresce" facilmente in forno, ma più è difficile da staccare dalla carta) facendo attenzione a non fare i bordi troppo spessi o non creare buchi.
  5. Lasciate riposare ancora 10 minuti e nel frattempo accendete il forno impostando la temperatura sia sopra sia sotto massima e mettendo una placca di alluminio a scaldare in un ripiano verso il basso
  6. Quando il forno ha raggiunto la temperatura sollevate con cautela un disco di impasto e posizionatelo direttamente sulla teglia
  7. Chiudete immediatamente il forno e guardate con emozione il vostro pita sollevarsi magicamente (ci vorranno pochi minuti); quando è ben dorato in superficie toglietelo e procedete con il secondo disco
Per la salsa di accompagnamento (anche il giorno prima)
  1. Cuocete la melanzana lavata, intera ma punzecchiata con uno stuzzicadente in forno a 180° finchè non diventa cotta, morbida e arrostita
  2. Lasciatela raffreddare e poi spelatela buttando via la pelle
  3. Unite alla polpa il sale, la tahine, il cipollotto, il basilico e il limone
  4. Mescolate e mettete in una ciotola da portata versandoci sopra un lo d'olio evo
  5. Assemblate
  6. Portate in tavola la salsa, i falafel, il pomodoro tagliato, il melograno sgranato, i pita caldi e lo yogurt condito con sale olio pepe e limone e lasciate che i vostri ospiti compongano da soli il piatto!
Notes
  1. Ovviamente il tag vegan si riferisce alla ricetta omettendo lo yogurt
  2. Potete ovviamente cambiare la verdura d'accompagnamento a piacere: un bel cetriolo fresco ad esempio ci starebbe molto bene!
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/
 

 Valori nutrizionali

 MANGIO quindi SONO

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Ultimamente ho riflettuto un po’ su quello che faccio qui e sul blog, sulla filosofia che c’è dietro, e su come potrei spiegarla in poche parole a qualcuno che non mi conosce.  Penso che  potrei dire che a me piace prendere ricette considerati da dieta, tristi, e “detox “ (termine che detesto perchè non vuol dire niente) e trasformarli tramite spezie, aromi, ingredienti anche insoliti, in piatti meravigliosi, da gustare anche con gli occhi. Insomma vorrei dimostrare che mangiare sano non vuol dire mangiare noioso e triste. Ad ogni modo ecco questa ricetta è esattamente questo: prendi una vellutata di verdure invernali (sedano rapa, porro, topinambur e finocchio) che potrebbe benissimo essere considerata una di quelle ricette farlocche detox, aggiungi qualche ingrediente ed eccolo qui, un piatto che può farvi tranquillamente da antipasto per la cena di Natale (o di Capodanno!). E la cosa incredibile è che non crederete mai a quanto è semplice e banale da preparare nonostante l’aspetto raffinato! Andate nel link in bio a scoprirlo! 🇺🇸 About Christmas Eve Dinner, the simpler yet the classier starter ever: velvet winter veggie soup with saffron yogurt swirl, smoked salmon sashimi and roe! Super easy, gluten free, and you can make the soup ahead, you hosts will be amazed! And bonus tip: it can be also a light and low carb lunch for weekdays! This dish matches perfectly the philosophy behind my blog: transforming boring “detox”(?) recipes into delishious  healthy ideas, to eat even with the eyes! •
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatprettythings #foodtographyschool #eatyourcolour #glutenfree #senzaglutine #lowcarb #fellowmag #eatcaptureshare #IFPgallery #rincorrerelabellezza #foodphotoinsta #beautifulcuisine #christmas #healthychristmas #thecookfeed #gloobyfood #lifeandthyme #salmonlover #aseasonalshift #fromscratch #livewellcaptured  #pursuepretty #livebeautifully #naturalcuisine thenewhealthy #goodfoodmood
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Finita la serie di dolcetti Natalizi per entrare nel giusto mood, questa settimana su Mangio Quindi Sono sarà dedicata al menù delle feste! Ho elaborato un menù completo, aperitivo, antipasto, piatto principale e dolce, per declinare il Natale (ma anche il capodanno) in stile MQS! Spero vi piaceranno le mie proposte! Oggi partiamo con un cocktail! Un gin fizz al pompelmo e rosmarino super facile da fare (davvero, solo 5 ingredienti!) che è venuto così azzeccato e così perfetto che mi sa che lo proporrò ai miei familiari la Vigilia! E ovviamente - ormai mi conoscete - c’è anche la versione virgin, analcolica quindi, a base di kombucha! Un Kombucha fizz al pompelmo e rosmarino! La ricetta è già nel link in bio! Voi servite cocktail a Natale? O solo vino? O solo acqua?? 🇺🇸 It’s beginning to look a lot like Christmas here! After the Christmas treats series, this week on my profile it will be all about Christmas or New Years Eve or Whatever Holiday dinner! An entire dinner menu, from aperitif, to starter, then main and finally dessert! Let’s start wonderfully with this amazing super easy 5 ingredients grapefruit & rosemary gin fizz! Super festive! And of course it comes with his virgin non alcoholic brother, that I called grapefruit & rosemary Kombucha  fizz! Cheers! What cocktail or cocktail are you planning to serve on Christmas? •
•
•
•
#mangioquindisono #foodtographyschool #foodfluffer #IFPgallery #don_in_cucina #eatcaptureshare #chtistmasdrinks #kombucha #ginlover #grapefruit #ginfizz #rosmary #vegan #dairyfree #senzalatticini #thrivemags #glutenfree #senzaglutine #mocktails #instacocktail #happyhour #nothingisordinary #munchiesitalia #goopmake #thekitchn #huffposttaste #hautecuisines #imsomartha #foodandwine
  • ENG BELOW) 🇮🇹 Quando ho deciso di dedicare questa settimana ai dolcetti natalizi in versione “più sana” ho pensato a inserire idee e ricette che provenissero da più tradizioni diverse, come piace a me, con una strizzatina d’occhio al mondo nordico e che tanto ricorda il clima Natalizio. Ecco perchè oggi vi propongo queste bellissime mince pie, delle mini tortine ripiene di frutta tipiche dell'Inghilterra. Sì, essenzialmente le volevo perchè sono stupendissimamente bellerrime con quelle stelline, mi avete scoperto! La mia versione è gluten free e senza latticini, con una frolla che avevo già usato in passato, che è la fine del mondo, e ripiene di pere cotte nelle spezie arricchite da frutta secca. Un classico rivisitato come mio solito quindi! Il link di queste meraviglie lo trovate nel link in bio!  Nel frattempo ringrazio @thebluebirdkitchen per avermi citato nel suo ultimo post per la mia serie di dolcetti sani Natalizi, e vi consiglio di andare a vedere perchè anche lei ha fatto una sua versione delle mince pie! 🇺🇸Mince pies! And last Christmas treat (for this year!), enough cookies for now! My version of mince pies includes a super easy gluten free & dairy free pastry dough, and a simplified version of the classic filling, with pears, spices, pecans and raisin! And can we please talk about how everybody is super crazy in this days? Everything should be done before Christmas! Am I the only one who thinks about all the seasonal housekeeping stuff that should have been done before Christmas (but obviously won’t be done on time… gosh I’m so terribile!) ?
•
•
•
•
#mangioquindisono #glutenfree #senzaglutine #senzalatticini #dairyfree #healthychristmas #healthytreats  #imsomartha #bakersofinstagram #wholefoodsfaves #getinmybelly #fromscratch #buzzfeedhealth #goodfoodmood #theartofslowliving #winterstories #foodfluffer #foodtographyschool #IFPgallery #onthetable #lifeandthyme #mycommontable #infoodwetrust #appetitejournal #virtualcookieparty2018 #theprettyblog
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Mio marito è un appassionato al limite del patologico di quella che penso tutti chiamano “torta di riso al mars” consistente in barrette mars sciolte e rice crisps a indurire nel frigo in un bel mattoncino. Ogni volta che gli chiedo che dolce vuole che prepari se abbiamo ospiti o da portare a cena da amici risponde sempre quella. E io sbuffo sempre, perché dai, non è un vero dolce, non è una torta, non è una di quelle cose che va cucina davvero, è banale.  Ogni tanto cedo e gliela faccio, di solito per il suo compleanno, e non avevo mai pensato che si potesse pensare di farne una versione sana. E invece, ovviamente sì! Attenzione, ho detto sana, non light perchè di certo non è comunque ipocalorica, ma dai è Natale, ci sta! La ricetta è di quel pozzo di idee di @thebigmansworld per queste 8 porzioni io ho usato 60 gr di riso soffiato senza zuccheri, 100 gr di burro di mandorle, 100 gr di sciroppo d’acero, 35 gr whey alla vaniglia e sopra cioccolato all’85% fuso!  Sono senza glutine e proteici, ma davvero  golosissimi! 🇺🇸 So, fact is, my hubby has this thing with mars bar crispy cake. When I ask him what dessert should I bring to a friend’s dinner he always always answer “mars bar crispy cake”. And  I always complain about it because, come on, it’s not a real dessert, it’s just melted candies! Sometimes, usually on his birthday, I make the cake to please him, and I would have never thought there was a healthy (healthier) version of it! But that evil genius of @thbigmansworld obv did it! So here it is, my healthier rice krispie treat! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #healthytreats #healthychristmas #glutenfree #senzaglutine #sanomanontroppo #thenewhealthy #sweettooth #ricecake #foodtographyschool #IFPgallery #foodforfuel #naturallight #tastingtable #highprotein #girlwholifts #IIFYM #flexiblediet #nonmangiostranomangiosano #spooonfeed #inmykitchen  #cookmagazine #thefeedfeedglutenfree #healthyeating #holidaybaking #mycommontable #marthabakes #virtualcookieparty2018
  • ENG BELOW) 🇮🇹 Ma davvero esistono persone a cui non piacciono i biscotti? Sul serio? Non ci credo, state palesemente mentendo! Io in realtà adoro i biscotti, molto più di altri dolci, ma in generale sono sempre una fan della piccola pasticceria e dei dolci al cucchiaio! Per evitare di cadere nella tentazione di Gocciole e Pan di Stelle, oggi vi propongo per la serie dolcigni Natalizi più sani, dei biscotti thumbprint (cioè con l’incavo centrale!) ripieni di ganache al cioccolato o composta homemade super facile di lamponi! E tra l’altro oltre a essere senza zucchero sono anche senza glutine e senza latticini quindi davvero davvero adatti a tutti! Link in bio! 🇺🇸 Who doesn’t like cookies? Is there someone outside who doesn’t love a small, crunchy, delicious and sweet bite? I’m def not one of those horrible people, for sure! I’ve made these chocolate & raspberries thumbprint cookies a few days ago, because, you know… Christmas. That raspberries compote is super easy to make and the cookies are not only gluten free, but even sugar free and dairy free! The perfect healthy treat! So the perfect entry for Cosette #virtualcookieparty2018 from @cosetteskitchen!! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #christmasiscoming #healthychristmas #christmastreats #raspberryjam #chocoholic #bakersofinstagram #thumbprintcookies #biscottidinatale #lamponi #sugarfree #dairyfree #glutenfree #senzaglutine #senzalatticini #senzazucchero #foodfluffer #IFPgallery #foodtographyschool #eatcaptureshare #huffposttaste #imsomartha #naturallight #thenewhealthy #beautifulcuisine #eatprettyfood #fellowmag #mycommontable #hautecuisines
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Se mi chiedessero che cos’è per me il Natale, direi che è fare biscotti al panpepato, perchè mi ricorda il Natale di quando ero bambina. Non è assolutamente una tradizione italiana, me ne rendo conto, ma quando ero piccola mia madre mi portava in questa festa in una famosa scuola che non citerò, con diversi laboratori per i bimbi a disposizione, e il mio preferito, quello che aspettavo con trepidazione come manco Babbo Natale, era quello in cui si costruiva e si decorava la casetta di Pan Pepato.  Ancora adesso quando per impegni vari ed eventuali non riesco a sfornare un po’ di panpepato per Natale mi prendo malissimo! Quest’anno invece dei biscotti ho pensato a una forma pret a porter, perfetta per essere regalata! Quindi gingerbread cake in barattolo! Si fa in pochi minuti, è senza latticini e senza burro, rimane morbidissima e umida dentro se chiudete i barattoli e fa una scena pazzesca se ben decorata come qui, non trovate? La ricetta la trovate sul blog, nel link in bio, ma ora voglio sapere qual è quella cosa che caratterizzava il vostro Natale da bambini e che “senza quello non è Natale”! Scrivetelo nei commenti 🇺🇸Do you want some homemade edible gift ideas? Why don’t you try some gingerbread cake in a jar? Super easy to make, my version has no butter and it’s dairy free, and it’s incredibly luxurious! The little treats are soft and almost chewy, with a spiced flavour, and with the right packaging they will be the perfect gift for friends and family! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #dairyfree #gingerbread #panpepato #ediblegifts #idearegalo #christmasiscoming #healthychristmas #sweettooth #imsomartha #foodfluffer #eatcaptureshare #senzalatticini #foodtographyschool #hautecuisine #goopmake #g52farmstand #mycommontable #irstweeat #flashofdelight  #fromscratch #thenewhealthy #aquietstyle #rincorrerelabellezza #healthyfoodshare bakersofinstagram #comfortfood #don_in_cucina #ifpgallery
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Come preannunaciato nelle stories questa settimana preparatevi perché faremo il pieno di dolcetti natalizi! Ecco il primo: non chiamatelo panforte! Infatti l’ho chiamato pandattero perché so che se chiamo questo dolce panforte poi un’orda di Toscani imbestialiti viene a chiedermi la testa. Pandattero perchè invece di zucchero e miele ci sono solo datteri di Medjoul! Quindi è un dolcetto ricco di nutrimento grazie alla frutta secca e essiccata ma senza zuccheri aggiunti, senza latticini e vegano! E io ve lo dico, per i suoi ingredienti è perfetto anche come spuntino post workout perchè ricco di carboidrati a rapido assorbimento! Mi ha un sacco stupito perchè non pensavo venisse così bene! La ricetta la trovate nel link in bio ovviamente!! 🇺🇸 This thing can hardly be called panforte. Panforte is a typical tuscan christmas treat, made with dried fruits, nuts, flour, lots of sugar and honey. I’ve decided to risk my life and make a “healthier” panforte recipe, with no sugar or honey, just a lots of dried fruits (medjoul dates and figs!). Hoping no Tuscan will kill me for this, I decided to call it “pandattero” (dates bread). Please forgive me. Surprisingly delicious and scented, this pendettero treat is even dairy free and vegan! •
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #christmastreats #healthychristmas #panforte #medjouldates #dairyfree #sugarfree #senzazucchero #senzalatticini #italiansdoitbetter #vegansofig #foodfluffer #IFPgallery #foodtographyschool #ricordamilautunno #foodforfuel #flatlaytoday #imsomartha #bareaders #mycommontable #thenewhealthy #madetonourish #lifeandthyme #sweetcuisine #hautecuisine #tastingtable #bakersgonnabake #thrivemags
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Io e @healthylittlecravings ci stiamo ritrovando spesso a avere idee simili nello stesso periodo! Ieri lei ha postato una foto meravigliosa del suo budino di cachi e io avevo in programma di postarla oggi!
Potremmo definirlo il budino magico! In pratica prendete tre cachi e li frullate, tenete da parte qualche cucchiaio per la decorazione e al resto unite del cacao amaro e frullate di nuovo. Mettete sul fondo dei vasetti del melograno, poi il budino alla vaniglia e poi il caco frullato. In frigo per un paio d’ore e poi un po’ di cioccolato grattugiato! Io mi sto definitivamente ricredendo sui cachi devo dire, prima li odiavo a morte ora amo i cachi mela e questo budino non mi dispiace per niente! La cosa che trovo buffissima in questa ricetta è la meraviglia nello scoprire che il caco frullato da solo non gelifica (rimane a consistenza tipo mousse) mentre quello col cacao diventa un budino solito e gelatinoso! Incredibile! 🇺🇸 So, great minds think alike! @healthylittlecravings posted her persimmon chocolate pudding yesterday and I planned to post mine today! This this is freaking magic to me: blend 3 persimmon in a mixer, save 1/3 of the mixture for topping, then add to the rest cocoa powder, put some pomegranate seeds on the bottom of three jar, add the chocolate persimmon pudding, add the blended persimmon and put in the fridge for about two hours, then decorate the puddings with some shaved chocolate. Easy peasy, vegan, gluten free, dairy free, sugar free, everything free basically! I think I’m changing my mind about persimmons people! My photo is inspired by one of my fav photos from amazing @occasionallyeggs (different recipes, though) •
•
•
•
•
#mangioquindisono #persimmon #foodfluffer #eatcaptureshare #thrivemags #thisautumnlife #slowautumndays #eatsimple #glutenfree #senzaglutine #lowcalories #chocoholic #foodtographyschool #IFPgallery #myseasonaltable #eatprettythings #naturallight #tastingtable #sweettooth #dairyfree #senzalatticini #vegansofig # lifeandthyme #moodygram #plantbased #healthyfoodie #thefeedfeedglutenfree

Seguimi!