ISCRIVITI E SEGUIMI!

Instagram

  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Ancora gnocchi. Sì. Avevo promesso di esaurire le ricette prettamente invernali a breve e questa era rimasta indietro! Deliziosi gnocchi di patata dolce! Sapete quando vi scrivo: è una ricetta super facile, a prova di ciompa per cui andare nel link in bio e bla bla? Ecco. Direi che non è questo il caso. Questo è il tipico esempio di una ricetta che ha pochissimi ingredienti, pure facili da reperire ma facile non è, ed è il motivo per cui l’avevo lasciata li da parte per un sacco di tempo. Perché richiede esperienza, manualità e capacità di adattamento, non  è una di quelle ricette “segui le dosi e viene sicuro”. Però oh la foto mi piaceva quindi ho detto perché non pubblicarla lo stesso? Lascio a voi decidere se volete che vi scriva qui veloce veloce la ricetta o se è meglio evitare. Per quanto riguarda il condimento invece, è uber semplice sì perché è una delle mie ricette preferite di @julskitchen, quelle di cui ti innamori subito, quelle che sono la prova che non bisogna fare cose complesse per farmi innamorare, ma quello che conta è soltanto la qualità (sulla quantità). Degli ingredienti. Delle parole. Delle foto. Delle idee. Il pesto di salvia! Andate a cercarlo sul suo blog, io ho solo aggiunto qualche fungo shitake saltato! 🇺🇸 Gnocchi again.  But seriously who complains about that? This time we talk about sweet potatoes gnocchi with a marvelous  sage pesto by @julskitchen, I just added some sautéed shitaki mushrooms. OMG freaking delicious! Sweet potatoes gnocchi aren’t easy to make, and I don’t know why but I really struggled with this recipe, so at the end I did’t feel to put it on my blog (even in italian), because, you know, it’s not a simple easy peasy recipes… it needs some improvement and improvisation… BUT, if you are interested to the recipe anyway , let me know and I’ll put here in the comment! •
•
•
•
#mangioquindisono #comfortfood #gnocchi #italiansdoitbetter #pastalovers #fromscratch #sage #livewellcatptured #fooditaly #thatsdarling #theartofslowliving #lifeandtyme #eatbeautifulthings #eatrealfood #IFPgallery #feedfeed #vascofood #thekitchn #foodtographyschool #eatcaptureshare #huffposttaste #cookmagazine #thenewhealthy
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Altro giorno altro re-shooting altra tavolata di ingredienti! Chi indovina di cosa si tratta? Dai è facilerrimo, è una delle mie primissime ricette, anzi se non ricordo male la terza sul sito nel 2014!  Con foto abominevoli. Urgeva un re-styling! Vi metterò il prima e dopo anche di questa nelle stories visto che vi sono piaciuti (almeno mi è sembrato di capire dai direct!). Ricetta super semplice e super primaverile con le fave fresche, e a proposito di fave fresche oggi ho visto su blog di @julskitchen la ricetta della Garmugia, una zuppa toscana che non conoscevo ma che mi ispira tantissimo e mi sa che settimana prossima se trovo ancora le fave la provo! 🇺🇸 Another day another re-shooting another ingredients shoot. I love ingredients shoot but they are sooo time consuming! Sometimes I put more effort, energies and TIME in shooting ingredients rather than the actually finished dish! Does it happens to you too?  Btw who guesses what i did with these ingredients? The super star here is obv the fava bean (or broad bean), a fresh spring legume that actually is very loved and used here in Italy, but maybe not so much known in USA… dear USA’s follower do you know and use broadbeans in your recipes? I’m curious! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #springiscoming #springishere #mycommontable #myseasonaltable #springcooking #IFPgallery #foodtographyschool #foodstyling #italiansdoitbetter #seekthesemplicity #everydayinitaly #flatlaytoday #fromfarmtotable #thekitchn #bareaders #beautifulcuisines #hautecuisines #broadbeans #pastalovers #spoonfeed #eatyourgreens
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Ed ecco gli gnocchi finiti!  Come si dice di solito, giovedì gnocchi? Oggi è mercoledì ma va bene uguale dai! Il condimento è veramente super semplice perchè sono verdure stufate e gambi di asparago frullati! Qualche scaglia di parmigiano e via! In pratica la primavera nel piatto. Visto che ieri qualcuno ha mostrato interesse per le mie vergognose fotografie dei vecchi tempi, oggi vi metto il “prima” di questa foto nelle stories! A me piace riguardare le foto vecchie perchè essendo io una perfezionista mi sembra sempre di non migliorare mai, e solo guardando al passato riesco a notare la differenza e dire: ok di strada ne ho fatta! Non mi sento di dare consigli a nessuno sulla food photography perchè non mi sento di sapere davvero niente, ma se avete domande scrivete pure nei commenti! 🇺🇸 And this is the final plate!  Just asparagus, fresh peas, some zucchini and some parmesan cheese, and that’s it! Purple potatoes vegetarian spring gnocchi! We can call it spring in cup! Super easy to make but everyone will love it! (And btw I will post the “before” picture of these gnocchi in my stories, so if you need a good laugh today you are very welcome!) •
•
•
•
#mangioquindisono #healthyfoodchoices #plantstrong #plantbased #eatrealfood #embracingtheseason #eatprettythings #foodphotography #the_hub_food #lifeandthyme #IFPgallery #foodtographyschool #f52grams #gnocchi #italiansdoitbetter #eattheworld #huffposttaste #onmytable #tasatingtable #eatyourcolors #healthylifedtyle #gatheringslikethese #purple #myquietbeauty #eatsimple #eatforhealth #eattherainbow #eatingwell
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Settimana scorsa mi sono dedicata a una serie di re-shooting, ossia ho rifatto ricette vecchie sul blog e le ho fotografate ex novo, in modo da sostituire i mostri di fotografie che c’erano prima con qualcosa di per lo meno dignitoso. Vi interessano i prima e dopo delle foto? Se sì fatemelo sapere che faccio una carrellata della vergogna nelle stories! Una delle ricette che ho ri-fotografato sono gli gnocchi di patata viola, una delle primissime ricette, così bella e colorata che meritava sicuramente un vestito nuovo. Vi rimetto il link in bio nel caso ve la foste persi! 🇺🇸 Last week has been all about re-shooting old (very old) recipes on my blog. Like these amazing and super colourful purple potatoes gnocchi, that I served with some spring veggies and some parmesan cheese! I love re-shooting because I already know the recipe it’s perfect I only need to cook and shoot, no testing or developing or failing involved! Are you interested in some before & after photos  testifying  my walk of shame in food photography? If yes let me know in the comment and I show my “before” images in the stories! •
•
•
•
#mangioquindisono #beforeandafter #foodphotography #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #healthyaperture #freshforlaura #embracingtheseason #imsomartha #fromstratch #italiansdoitbetter #gnocchi #giovedignocchi #purplepotatoes #springiscoming #myseasonaltalble #plantpower #plantbased #eatcolorful #aseasonalshift #eatprettythings #eatrealfood #beautifulcuisines #storyofmytable #theartofslowliving
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Come vi avevo promesso (ovviamente in ritardo) vi ho messo sul blog la seconda ricetta invernale che vi avevo fatto votare nelle stories settimana scorsa: una pasta di farina di ceci, vegane e senza glutine dai sapori decisi e dal ingredienti insoliti!  Il condimento prevede infatti oltre alla cipolla caramellata e al cavolo riccio un “finto” parmigiano veg che diventerà sicuramente una ricetta mai più senza!  LINK DELLA RICETTA IN BIO
Io nel frattempo sono a riposo forzato per una settimana per via di una cervicobrachialgia piuttosto severa, tanto da farmi finire in pronto soccorso nella notte di sabato scorso. Niente palestra ovviamente ma anche niente lavoro con la macchina fotografica e niente guida (che per dove vivo io è come dire niente vita). Collarino ortopedico punture giornaliere. Per non farci mancare nulla. Ma passerà (almeno lo spero!) e nel frattempo ho stilato una lista di cose da fare alla scrivania e al mac che forse questi 7 giorni di “riposo” nemmeno basteranno! 🇺🇸 As I promised last week, here it is the last winter recipe (ok maybe not the last) for this year! Caramelized onion & kale chickpeas flour pasta with “faked” vegan parmesan cheese! It’s totally vegan and gluten free but it’s also a super comfort dish, and I really wish I had a good portion of this pasta right now to confort me since I got prescribed rest and daily injections after my trip to ER last Saturday. Nothing life threatening just a really acute and severe cervicobrachialgia that really knocked me out. Human body is so temperamental! •
•
•
•
#mangioquindisono #kalepasta #caramelizedonion #glutenfree #feedfeedglutenfree  #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #goopmake #bareaders #foodartblog #infoodwetrust #saveurmag #thekitchn #huffposttasete #vzcomade #foodstyling #alimentazionenaturale #healthyfoodie #wholeFoodsFaves #ahealthynut  #thrivemags #vegansofig #veganfoodspot #letscookvegan #pastalovers #meatlessmonday #plantabased
  • 🇮🇹 Ieri mattina, come avete visto nelle stories, abbiamo fatto colazione con i miei waffle low carb, conditi con fragole fresche - le prime buone della Basilicata <3 - e la solita salsina fatta con banale cacao amaro allungato con acqua. Almeno una gioia insomma. Avevo finito la farina di mandorle quindi ho usato la farina di cocco (20 gr al posto che 40gr perchè assorbe più liquidi) e ho sostituito il burro di mandorle con burro di cocco e sappiate che sono venuti lo stesso molto bene (ma 4 anziché 5 waffle con le dosi solite). Se vi interessa la ricetta la trovate sempre nel link in bio| 🇺🇸 How good does it feel starting the morning having waffles for breakfast? Very good, I think we all agree on that. And if the waffles are low carb, high protein, sugar free & super easy to make it’s party time!  I posted the recipe in Italian on my blog, but I’m going to copy the ingredients in English here for you people <3 (makes 5 or 4 if using coconut flour)
50 gr of whey protein
40 gr of almond flour (or 20 gr of coconut flour)
1  egg and 50 ml of egg white
1 tbs almond butter (oro coconut or peanut etc)
30/50 gr of greek yogurt
1/2 tsp baking powder + 1/2 tsp baking soda (some tbs of Milk if necessary)
Mix and cook!
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #healthyfoodporn #healthybreakfastideas #lowcarb #lowcarbwaffles #senzaglutine #glutenfree #IIFYM #carbcycling #flexiblediet #macrotracking #highprotein #girlswholift #gymgirl #IFPgallery #hautecuisine #foodfluffer #foodtographyschool #imsomartha #fellowmag #thekitchn #thecookfeed #bareaders #appetitejournal #eatprettythings #foodblogfeed #lightwaffles #foodgawter #gloobyfood
  • 🇺🇸 So, according to my Ig, today it’s pi day. And it’s all about pies actually, not the real 3,14 thing. I’m not sure why. But pies are a good answer for every kind of question so who cares. Apparently this blueberries tart that I baked for last 4th of July is the only pie I ever shoot (and the recipe wasn’t perfect so I didn’t even post i!) … what a shame! I’m planning to catch up in the next months and bake tons of pies, meanwhile you should stick to this italian style, blueberries  evoo crust pie! 🇮🇹A quanto pare oggi è la giornata del pi greco. Che però vuol dire cucinare e mangiare torte per gli americani (pies). Come se ci volesse davvero una scusa per cucinare una torta! Ho guardato cosa avevo in archivio nel campo crostate e torte e l’unica che valeva la pena di ripubblicare era questa crostata ai mirtilli con olio evo al posto del burro nell’impasto, di cui tra l’altro non avevo mai nemmeno pubblicato la ricetta perché non mi aveva convinto del tutto. Bisogna rimediare: prossimamente sfornerò altre torte da fotografare e condividere!!! •
•
•
•
#mangioquindisono #foodfluffer #foodphotography #healthyfoodshare #myhealthylife #IFPgallery #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatbeautifulthings #thebakedfeed #fromscratch #bakersgonnabake #huffposttaste #mysweettooth #thrivemags #imsomartha #hautecuisines #foodblogfeed #eattheworld #gatheredstyle #flatlaytoday
  • ( ENG BELOW) 🇮🇹Mi sembra di aver capito che la ricetta della mia pizza  semiintegrale senza impasto a lunga lievitazione vi sia piaciuta! Per chi se lo fosse perso trovate il procedimento passo passo salvato nelle stories in evidenza “PizzaNoImpasto” in versione sia bianca simile a questa in foto sia rossa che devo dire, nonostante la mia idiosincrasia per il pomodoro sulla pizza, mi è piaciuto molto!  La ricetta con le dosi precise invece nel link in bio. Addirittura la notizia del mio impasto meraviglioso deve aver fatto il giro del paese perchè mio suocero si è lamentato che preparo ma non faccio mai assaggiare quindi urge un invito a cena in famiglia per rimediare! Prossima volta voglio provare con bufala, pomodorini confit, olive e cipolla caramellata! 🇺🇸 My italian followers really appreciated my no-knead, 24h raising semi-whole wheat pizza dough! Sorry not italian speaking people for the stories in Italian about that pizza! I always feel a little guilt when posting something in Italian because I know it must be sounds very weird for you! I have been wandering for a while if I should post my recipes on the blog in English too, but not sure if someone will be interested in it! Btw who wants a slice of white veggies & burrata pizza? Because I def want one for dinner tonight! •
•
•
•#mangioquindisono #italiansdoitbetter #rincorrerelabellezza #carbload #pizzalovers #myseasonaltable #fromscratch #fellowmag #eatbeautiful #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #thenewhealthy #noknad #foodandwine #livewellcaptured #thekitchn #thebakedfeed #bakersgonnabake #burrata #bakefromscratch #munchiesitalia #flatlaytoday #onmytable  #storyofmytable #bhgfood #spoonfeed
  • (ENG below) 🇮🇹 Oggi la ricetta l’avete scelta voi! Nelle stories vi avevo chiesto di scegliere tra due ricette e (per poco) ha vinto questo orzotto con carciofi, gamberi e topinambur! (ma chi aveva votato la pasta gluten free e veg non si disperi: arriva in settimana!) A metà tra inverno e primavera diciamo! E italianissimo! Giuro niente tahine o salsa di soia! Facilissimo da fare, quasi banale, ma è reso speciale dagli abbinamenti di sapori particolarmente azzeccati e dal brodo, che in pratica è una versione super semplificata del fumetto di pesce, fatto con… gli scarti dell’orzotto stesso! Andate sul blog a scoprire tutto! 🇺🇸 About winter that is going to end soon, and spring that is about to blossom! And about simple, smart and classic flavours combinations. Do you have “The flavour thesaurus” by @nikisegnit in your bookshelf? If not, I strongly suggest you to buy it because only reading that amazing book you would know why, exactly, artichokes, shrimps and lemon are the perfect combination for this barley “risotto”! •
•
•
•
#mangioquindisono #embracingtheseasons #myseasonaltable #orzotto #comfortfood #IFPgallery #foodtographyschool #feedfeed #goopmake #f52grams #eeeeeats #inmykitchen #eatcaptureshare #naturallight #eatprettythings #saveurmag #instafood #tastingtable #foodandwine #beautifulcuisine #italiansdoitbetter #topinambur #eatingwell #eatseasonal #farmtotable #barley #foodfluffer #foodartblog

Seguimi!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Non chiamateli falafel!

 Polpettine speziate con legumi secchi, pane pita e pseudo-babaganoush

Come alleggerire i falafel, un fritto della tradizione mediorientale senza perdere gioia per gli occhi e per il palato

13042014-DSC_0478

Finti falafel pronti per essere addentati

Quando ci si mette a dieta, o comunque si inizia un percorso di regolarizzazione dell’alimentazione in un senso più sano, sono molti i cibi a cui in un modo o nell’altro bisogna rinunciare. Essenzialmente i dolci e i fritti. Soprattutto i fritti non si possono “porzionare” vanno relegati ai cheat meals, i pasti “fuori dieta”. Quindi le pietanze da centellinare sono molte e le voglie altrettante, per questo ormai la mia mente lavora costantemente alla febbrile ricerca della versione light, sana, alleggerita, insomma inseribile nella mia alimentazione di tutti i giorni di molte ricette grasse, ipercaloriche e iperlipidiche.  

Credo essenzialmente che quando ho dichiarato ad alta voce di voler provare a fare una versione non fritta dei falafel qualcuno sia svenuto da qualche parte nel mondo del medioriente. Eh sì perchè va bene alleggerire ma la tradizione è la tradizione, è ciò che ci ha nutrito durante l’infanzia, ciò che ci ricorda (spesso9 nostra nonna, insomma  qualcosa di caldo e confortevole, giustamente da difendere e da valorizzare.

D’altra parte molte ricette nate dallo stravolgimento di un’idea della tradizione risultano riuscitissime (ad esempio il finto pollo fritto, ormai un must della mia cucina infrasettimanale!)

E quindi? Quindi non chiamiamoli falafel! Chiamiamole “polpettine speziate di legumi secchi” Ovviamente fortemente ispirati alla ricetta tradizionale dei falafel, rivelatami gentilmente da un mio amico di origini siriane (grazie Jacques, e scusa per l’abominio del non-fritto, spero che nessun tuo parente lo scopra mai). Comunque sia i falafel sono un piatto della tradizione mediorientale e come tutti i piatti della tradizione richiedono ingredienti poveri ma tempi di preparazione e riposo lunghi, è una ricetta cioè che richiede una cosa che noi spesso non abbiamo: tempo e pazienza. Quindi non vi mentirò: non è una ricetta veloce, e non è nemmeno tanto semplice, perchè richiede la manualità in una serie di gesti a cui noi occidentali non siamo molto abituati. L’impasto è molto diverso da quello delle polpette di carne e richiede un’attenzione e un trattamento diverso, quindi è chiaro che le prime volte è veramente difficile riuscire a formare le giuste formine con le mani, ma pian piano e con qualche trucchetto ce la si fa. Io lo confesso non sono stata contenta del mio primo tentativo, ho dovuto provarci un’altra volta per ottenere una ricetta presentabile, d’altra parte sbagliando si impara. Inizialmente pensavo di mettere un’albume nell’impasto per essere sicura non si sfaldassero in forno (orrore! falafel NON vegani!) ma in questo modo l’impasto veniva decisamente strano, bagnato, liquido come. La seconda volta invece ho voluto seguire la saggezza delle nonne mediorientali: niente albume = consistenza perfetta.

Crosticina dorata. Interno non mappazzonoso. Ci piacciono!

Anche la salsina è una versione easy e adattata del babaganoush, sempre appartenente alla medesima cucina tradizionale. Io ho voluto darle un gusto italiano aggiungendo il basilico perchè in generale non amo molto il prezzemolo a crudo, ma potete usare le erbe che più vi piacciono.

E’ una ricetta tutto sommato economica perchè l’unico ingrediente un po’ particolare e strano in realtà è la tahine, che costicchia (penso dai 4 ai 6 euro a barattolo), ma ce ne vuole solo un cucchiaio e se amate questo genere di sapori ci sono molte altre ricette in cui impiegarla con successo.

Quando ho pensato di proporli in una versione al forno anziché fritti il mio amico si è mostrato (giustamente) scettico, ebbene: sono venuti. E’ scontato dire che NON sono come quelli fritti. Nemmeno lontanamente eh. Quelli fritti sono friabili, con una spessisima crosta croccante e saporita, questi invece sono un po’ pastosi e anche se a fatica sono riuscita a ottenere una crosticina di tutto rispetto, ripeto non c’è paragone. Però per essere delle polpettine speziate e non dei falafel sono veramente buoni. Sani, perchè poveri di grassi e ricchi di proteine, costituiscono un validissimo pasto completo e possono diventare una fantastica cena con amici, basterà mettere i falafel in centro al tavolo, con il pita e la salsa a parte e chiedere ai commensali di sbizzarrirsi nel creare i propri panini ripieni con le verdure che offrirete

Per il pane pita devo dire che avevo delle forti remore perchè le mie capacità di panificatrice rasentano lo zero, ma come sempre la scienza mi è venuta in soccorso. Ho utilizzato infatti la ricetta di Dario Bressanini (qui la spiegazione nel dettaglio) che come sempre è una garanzia. Ebbene sì, si gonfiano davvero! Ho provato a fotografarle mentre cuocevano con scarsi risultati, non vi resta che provarci per darmi ragione!


 GALLERY

  

Polpette Speziate Di Legumi Con Pane Pita E Salsa Alle Melanzane
Serves 2
Ingredients
  1. 80 gr di ceci secchi
  2. 80 gr di piselli secchi
  3. 1 cucchiaio di cumino
  4. 1 cucchiaio di paprika
  5. 1 cucchiaino di garam masala
  6. prezzemolo e/o coriandolo secchi o freschi a piacere
  7. 1 scalogno e mezzo (o mezza cipolla dorata)
  8. mezzo spicchio d'aglio
  9. farina 00 qb
  10. un cucchiaino di bicarbonato
Per i pita
  1. 100 gr farina manitoba circa
  2. 80 ml di acqua frizzante ghiacciata circa (o birra!)
  3. un pizzico di sale
Per accompagnare
  1. 1 melanzana
  2. un cucchiaio abbondante di tahine
  3. mezzo cipollotto
  4. un po' di basilico o prezzemolo fresco tritato
  5. 1 cucchiaio di olio evo
  6. qualche cucchiaio di succo di limone
  7. 1 melograno
  8. 1 yogurt bianco magro
  9. 1 pomodoro
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Per il falafel
  1. Due sere prima prima mettete a bagno in abbondante acqua con un pizzico di bicarbonato ceci e piselli
  2. Passate 24h ore scolate i legumi e asciugateli il più possibile, poi metteteli in un mixer assieme alle spezie, l'aglio, lo scalogno e le erbe, salate
  3. e tritate a lungo no ad ottenere un composto il più pastoso e ne possibile
  4. Lasciate riposare l'impasto per circa 15 ore in frigo, trascorse le quali aggiungete il bicarbonato (potreste a questo punto sentire la necessità di aggiungere un cucchiaio o due di farina)
  5. Con pazienza usando le mani bagnate formate delle piccole polpettine della forma che vi è più congeniale e una volta formate passatele nella farina
  6. Poggiate le polpettine su una teglia foderata di carta da forno, spennellate delicatamente con un po' di olio evo (oppure usate un'oliera a spray, molto più comodo!)
  7. Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 10/15 min poi alzate a 200° per qualche minuto per fare dorare
Per il pita
  1. In una ciotola unite alla farina e il sale un po' di acqua alla volta (mi raccomando ghiacciata! perché la bassa temperatura impedisce la dispersione dell'anidride carbonica) no a ottenere un impasto doso e liscio ma morbido (potreste necessitare di più o meno acqua)
  2. Impastate per 10 minuti e poi lasciate a riposare per 30 minuti in una ciotola coperta
  3. Trascorsa mezz'ora riprendete l'impasto in due porzioni e fatene di ciascuna una pallina il più omogenea possibile (senza tagli o pieghe)
  4. Stendete ogni pallina su un foglio di carta da forno con un mattarello in modo da ottenere un disco rotondo sottile ma non troppo (più è sottile più "cresce" facilmente in forno, ma più è difficile da staccare dalla carta) facendo attenzione a non fare i bordi troppo spessi o non creare buchi.
  5. Lasciate riposare ancora 10 minuti e nel frattempo accendete il forno impostando la temperatura sia sopra sia sotto massima e mettendo una placca di alluminio a scaldare in un ripiano verso il basso
  6. Quando il forno ha raggiunto la temperatura sollevate con cautela un disco di impasto e posizionatelo direttamente sulla teglia
  7. Chiudete immediatamente il forno e guardate con emozione il vostro pita sollevarsi magicamente (ci vorranno pochi minuti); quando è ben dorato in superficie toglietelo e procedete con il secondo disco
Per la salsa di accompagnamento (anche il giorno prima)
  1. Cuocete la melanzana lavata, intera ma punzecchiata con uno stuzzicadente in forno a 180° finchè non diventa cotta, morbida e arrostita
  2. Lasciatela raffreddare e poi spelatela buttando via la pelle
  3. Unite alla polpa il sale, la tahine, il cipollotto, il basilico e il limone
  4. Mescolate e mettete in una ciotola da portata versandoci sopra un lo d'olio evo
  5. Assemblate
  6. Portate in tavola la salsa, i falafel, il pomodoro tagliato, il melograno sgranato, i pita caldi e lo yogurt condito con sale olio pepe e limone e lasciate che i vostri ospiti compongano da soli il piatto!
Notes
  1. Ovviamente il tag vegan si riferisce alla ricetta omettendo lo yogurt
  2. Potete ovviamente cambiare la verdura d'accompagnamento a piacere: un bel cetriolo fresco ad esempio ci starebbe molto bene!
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/
 

 Valori nutrizionali

 MANGIO quindi SONO

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Ancora gnocchi. Sì. Avevo promesso di esaurire le ricette prettamente invernali a breve e questa era rimasta indietro! Deliziosi gnocchi di patata dolce! Sapete quando vi scrivo: è una ricetta super facile, a prova di ciompa per cui andare nel link in bio e bla bla? Ecco. Direi che non è questo il caso. Questo è il tipico esempio di una ricetta che ha pochissimi ingredienti, pure facili da reperire ma facile non è, ed è il motivo per cui l’avevo lasciata li da parte per un sacco di tempo. Perché richiede esperienza, manualità e capacità di adattamento, non  è una di quelle ricette “segui le dosi e viene sicuro”. Però oh la foto mi piaceva quindi ho detto perché non pubblicarla lo stesso? Lascio a voi decidere se volete che vi scriva qui veloce veloce la ricetta o se è meglio evitare. Per quanto riguarda il condimento invece, è uber semplice sì perché è una delle mie ricette preferite di @julskitchen, quelle di cui ti innamori subito, quelle che sono la prova che non bisogna fare cose complesse per farmi innamorare, ma quello che conta è soltanto la qualità (sulla quantità). Degli ingredienti. Delle parole. Delle foto. Delle idee. Il pesto di salvia! Andate a cercarlo sul suo blog, io ho solo aggiunto qualche fungo shitake saltato! 🇺🇸 Gnocchi again.  But seriously who complains about that? This time we talk about sweet potatoes gnocchi with a marvelous  sage pesto by @julskitchen, I just added some sautéed shitaki mushrooms. OMG freaking delicious! Sweet potatoes gnocchi aren’t easy to make, and I don’t know why but I really struggled with this recipe, so at the end I did’t feel to put it on my blog (even in italian), because, you know, it’s not a simple easy peasy recipes… it needs some improvement and improvisation… BUT, if you are interested to the recipe anyway , let me know and I’ll put here in the comment! •
•
•
•
#mangioquindisono #comfortfood #gnocchi #italiansdoitbetter #pastalovers #fromscratch #sage #livewellcatptured #fooditaly #thatsdarling #theartofslowliving #lifeandtyme #eatbeautifulthings #eatrealfood #IFPgallery #feedfeed #vascofood #thekitchn #foodtographyschool #eatcaptureshare #huffposttaste #cookmagazine #thenewhealthy
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Altro giorno altro re-shooting altra tavolata di ingredienti! Chi indovina di cosa si tratta? Dai è facilerrimo, è una delle mie primissime ricette, anzi se non ricordo male la terza sul sito nel 2014!  Con foto abominevoli. Urgeva un re-styling! Vi metterò il prima e dopo anche di questa nelle stories visto che vi sono piaciuti (almeno mi è sembrato di capire dai direct!). Ricetta super semplice e super primaverile con le fave fresche, e a proposito di fave fresche oggi ho visto su blog di @julskitchen la ricetta della Garmugia, una zuppa toscana che non conoscevo ma che mi ispira tantissimo e mi sa che settimana prossima se trovo ancora le fave la provo! 🇺🇸 Another day another re-shooting another ingredients shoot. I love ingredients shoot but they are sooo time consuming! Sometimes I put more effort, energies and TIME in shooting ingredients rather than the actually finished dish! Does it happens to you too?  Btw who guesses what i did with these ingredients? The super star here is obv the fava bean (or broad bean), a fresh spring legume that actually is very loved and used here in Italy, but maybe not so much known in USA… dear USA’s follower do you know and use broadbeans in your recipes? I’m curious! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #springiscoming #springishere #mycommontable #myseasonaltable #springcooking #IFPgallery #foodtographyschool #foodstyling #italiansdoitbetter #seekthesemplicity #everydayinitaly #flatlaytoday #fromfarmtotable #thekitchn #bareaders #beautifulcuisines #hautecuisines #broadbeans #pastalovers #spoonfeed #eatyourgreens
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Ed ecco gli gnocchi finiti!  Come si dice di solito, giovedì gnocchi? Oggi è mercoledì ma va bene uguale dai! Il condimento è veramente super semplice perchè sono verdure stufate e gambi di asparago frullati! Qualche scaglia di parmigiano e via! In pratica la primavera nel piatto. Visto che ieri qualcuno ha mostrato interesse per le mie vergognose fotografie dei vecchi tempi, oggi vi metto il “prima” di questa foto nelle stories! A me piace riguardare le foto vecchie perchè essendo io una perfezionista mi sembra sempre di non migliorare mai, e solo guardando al passato riesco a notare la differenza e dire: ok di strada ne ho fatta! Non mi sento di dare consigli a nessuno sulla food photography perchè non mi sento di sapere davvero niente, ma se avete domande scrivete pure nei commenti! 🇺🇸 And this is the final plate!  Just asparagus, fresh peas, some zucchini and some parmesan cheese, and that’s it! Purple potatoes vegetarian spring gnocchi! We can call it spring in cup! Super easy to make but everyone will love it! (And btw I will post the “before” picture of these gnocchi in my stories, so if you need a good laugh today you are very welcome!) •
•
•
•
#mangioquindisono #healthyfoodchoices #plantstrong #plantbased #eatrealfood #embracingtheseason #eatprettythings #foodphotography #the_hub_food #lifeandthyme #IFPgallery #foodtographyschool #f52grams #gnocchi #italiansdoitbetter #eattheworld #huffposttaste #onmytable #tasatingtable #eatyourcolors #healthylifedtyle #gatheringslikethese #purple #myquietbeauty #eatsimple #eatforhealth #eattherainbow #eatingwell
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Settimana scorsa mi sono dedicata a una serie di re-shooting, ossia ho rifatto ricette vecchie sul blog e le ho fotografate ex novo, in modo da sostituire i mostri di fotografie che c’erano prima con qualcosa di per lo meno dignitoso. Vi interessano i prima e dopo delle foto? Se sì fatemelo sapere che faccio una carrellata della vergogna nelle stories! Una delle ricette che ho ri-fotografato sono gli gnocchi di patata viola, una delle primissime ricette, così bella e colorata che meritava sicuramente un vestito nuovo. Vi rimetto il link in bio nel caso ve la foste persi! 🇺🇸 Last week has been all about re-shooting old (very old) recipes on my blog. Like these amazing and super colourful purple potatoes gnocchi, that I served with some spring veggies and some parmesan cheese! I love re-shooting because I already know the recipe it’s perfect I only need to cook and shoot, no testing or developing or failing involved! Are you interested in some before & after photos  testifying  my walk of shame in food photography? If yes let me know in the comment and I show my “before” images in the stories! •
•
•
•
#mangioquindisono #beforeandafter #foodphotography #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #healthyaperture #freshforlaura #embracingtheseason #imsomartha #fromstratch #italiansdoitbetter #gnocchi #giovedignocchi #purplepotatoes #springiscoming #myseasonaltalble #plantpower #plantbased #eatcolorful #aseasonalshift #eatprettythings #eatrealfood #beautifulcuisines #storyofmytable #theartofslowliving
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Come vi avevo promesso (ovviamente in ritardo) vi ho messo sul blog la seconda ricetta invernale che vi avevo fatto votare nelle stories settimana scorsa: una pasta di farina di ceci, vegane e senza glutine dai sapori decisi e dal ingredienti insoliti!  Il condimento prevede infatti oltre alla cipolla caramellata e al cavolo riccio un “finto” parmigiano veg che diventerà sicuramente una ricetta mai più senza!  LINK DELLA RICETTA IN BIO
Io nel frattempo sono a riposo forzato per una settimana per via di una cervicobrachialgia piuttosto severa, tanto da farmi finire in pronto soccorso nella notte di sabato scorso. Niente palestra ovviamente ma anche niente lavoro con la macchina fotografica e niente guida (che per dove vivo io è come dire niente vita). Collarino ortopedico punture giornaliere. Per non farci mancare nulla. Ma passerà (almeno lo spero!) e nel frattempo ho stilato una lista di cose da fare alla scrivania e al mac che forse questi 7 giorni di “riposo” nemmeno basteranno! 🇺🇸 As I promised last week, here it is the last winter recipe (ok maybe not the last) for this year! Caramelized onion & kale chickpeas flour pasta with “faked” vegan parmesan cheese! It’s totally vegan and gluten free but it’s also a super comfort dish, and I really wish I had a good portion of this pasta right now to confort me since I got prescribed rest and daily injections after my trip to ER last Saturday. Nothing life threatening just a really acute and severe cervicobrachialgia that really knocked me out. Human body is so temperamental! •
•
•
•
#mangioquindisono #kalepasta #caramelizedonion #glutenfree #feedfeedglutenfree  #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #goopmake #bareaders #foodartblog #infoodwetrust #saveurmag #thekitchn #huffposttasete #vzcomade #foodstyling #alimentazionenaturale #healthyfoodie #wholeFoodsFaves #ahealthynut  #thrivemags #vegansofig #veganfoodspot #letscookvegan #pastalovers #meatlessmonday #plantabased
  • 🇮🇹 Ieri mattina, come avete visto nelle stories, abbiamo fatto colazione con i miei waffle low carb, conditi con fragole fresche - le prime buone della Basilicata <3 - e la solita salsina fatta con banale cacao amaro allungato con acqua. Almeno una gioia insomma. Avevo finito la farina di mandorle quindi ho usato la farina di cocco (20 gr al posto che 40gr perchè assorbe più liquidi) e ho sostituito il burro di mandorle con burro di cocco e sappiate che sono venuti lo stesso molto bene (ma 4 anziché 5 waffle con le dosi solite). Se vi interessa la ricetta la trovate sempre nel link in bio| 🇺🇸 How good does it feel starting the morning having waffles for breakfast? Very good, I think we all agree on that. And if the waffles are low carb, high protein, sugar free & super easy to make it’s party time!  I posted the recipe in Italian on my blog, but I’m going to copy the ingredients in English here for you people <3 (makes 5 or 4 if using coconut flour)
50 gr of whey protein
40 gr of almond flour (or 20 gr of coconut flour)
1  egg and 50 ml of egg white
1 tbs almond butter (oro coconut or peanut etc)
30/50 gr of greek yogurt
1/2 tsp baking powder + 1/2 tsp baking soda (some tbs of Milk if necessary)
Mix and cook!
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #healthyfoodporn #healthybreakfastideas #lowcarb #lowcarbwaffles #senzaglutine #glutenfree #IIFYM #carbcycling #flexiblediet #macrotracking #highprotein #girlswholift #gymgirl #IFPgallery #hautecuisine #foodfluffer #foodtographyschool #imsomartha #fellowmag #thekitchn #thecookfeed #bareaders #appetitejournal #eatprettythings #foodblogfeed #lightwaffles #foodgawter #gloobyfood
  • 🇺🇸 So, according to my Ig, today it’s pi day. And it’s all about pies actually, not the real 3,14 thing. I’m not sure why. But pies are a good answer for every kind of question so who cares. Apparently this blueberries tart that I baked for last 4th of July is the only pie I ever shoot (and the recipe wasn’t perfect so I didn’t even post i!) … what a shame! I’m planning to catch up in the next months and bake tons of pies, meanwhile you should stick to this italian style, blueberries  evoo crust pie! 🇮🇹A quanto pare oggi è la giornata del pi greco. Che però vuol dire cucinare e mangiare torte per gli americani (pies). Come se ci volesse davvero una scusa per cucinare una torta! Ho guardato cosa avevo in archivio nel campo crostate e torte e l’unica che valeva la pena di ripubblicare era questa crostata ai mirtilli con olio evo al posto del burro nell’impasto, di cui tra l’altro non avevo mai nemmeno pubblicato la ricetta perché non mi aveva convinto del tutto. Bisogna rimediare: prossimamente sfornerò altre torte da fotografare e condividere!!! •
•
•
•
#mangioquindisono #foodfluffer #foodphotography #healthyfoodshare #myhealthylife #IFPgallery #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatbeautifulthings #thebakedfeed #fromscratch #bakersgonnabake #huffposttaste #mysweettooth #thrivemags #imsomartha #hautecuisines #foodblogfeed #eattheworld #gatheredstyle #flatlaytoday
  • ( ENG BELOW) 🇮🇹Mi sembra di aver capito che la ricetta della mia pizza  semiintegrale senza impasto a lunga lievitazione vi sia piaciuta! Per chi se lo fosse perso trovate il procedimento passo passo salvato nelle stories in evidenza “PizzaNoImpasto” in versione sia bianca simile a questa in foto sia rossa che devo dire, nonostante la mia idiosincrasia per il pomodoro sulla pizza, mi è piaciuto molto!  La ricetta con le dosi precise invece nel link in bio. Addirittura la notizia del mio impasto meraviglioso deve aver fatto il giro del paese perchè mio suocero si è lamentato che preparo ma non faccio mai assaggiare quindi urge un invito a cena in famiglia per rimediare! Prossima volta voglio provare con bufala, pomodorini confit, olive e cipolla caramellata! 🇺🇸 My italian followers really appreciated my no-knead, 24h raising semi-whole wheat pizza dough! Sorry not italian speaking people for the stories in Italian about that pizza! I always feel a little guilt when posting something in Italian because I know it must be sounds very weird for you! I have been wandering for a while if I should post my recipes on the blog in English too, but not sure if someone will be interested in it! Btw who wants a slice of white veggies & burrata pizza? Because I def want one for dinner tonight! •
•
•
•#mangioquindisono #italiansdoitbetter #rincorrerelabellezza #carbload #pizzalovers #myseasonaltable #fromscratch #fellowmag #eatbeautiful #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #thenewhealthy #noknad #foodandwine #livewellcaptured #thekitchn #thebakedfeed #bakersgonnabake #burrata #bakefromscratch #munchiesitalia #flatlaytoday #onmytable  #storyofmytable #bhgfood #spoonfeed

Seguimi!