ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Fregola sarda con moscardini, pomodorini e burrata

Una ricetta che sa di estate e di vacanze: fregola sarda con moscardini, sugo di pomodori e burrata

Un primo piatto, anzi un piatto unico, perfetto per l’estate: una fregola sarda con moscardini, pomodorini e burrata, con una cottura lunga e amorevole, ma che vi richiede pochissimo lavoro, con tanto di segreto per avere dei moscardini teneri e perfetti ogni volta che li fate.

  Tegame di alluminio pieno di fregola sarda con moscardini, pomodorini e basilico, con sotto uno strofinaccio a righe

Portare un piatto di fregola in tavola per rimanere in vacanza 

Immaginatevi con i piedi immersi nella sabbia calda e poi a correre sulla riva di un mare fresco e limpido con una leggera brezza e la vostra canzone preferita che risuona come colonna sonora magistralmente montata (per me oggi: closer, Chainsmoker).  Io il mare non l’ho visto nemmeno con il binocolo, ma a giudicare dal mio feed instagram e facebook so che molti hanno giustamente immagazzinato una buona dose di vitamina D e ora vi apprestate aa affrontare la post vacation blues (esiste davvero, giuro!) dopo il rientro.  Bene, io vi propongo un piatto che praticamente è la soluzione a quella sensazione. Portate in tavola l’estate e sentite ancora le onde sulla pelle alla prima forchettata di questa fregola sarda con moscardini affogati in un sughetto di pomodorini freschi con tanto di pezzetti di burrata.  Perché l’autunno può aspettare. 

Cos’è e come preparare la fregola sarda

La fregola sarda è la versione italiana del couscous israeliano, che rispetto a quello comune ha i chicchi più grossi e cicci. So che alcuni hanno sempre pensato che il couscous fosse un cereale, ma mi spiace deludervi, come la fregola: di fatto è… una pasta! O comunque è molto più simile alla pasta secca che ai cereali in chicchi come orzo, farro, riso etc, perchè è fatta di farina di semola di grano duro che viene unita ad acqua e sale, a formare un impasto che viene lavorato a mano fino a ottenere dei pallini disuguali che vengono fatti prima asciugare su un canovaccio e poi tostare al forno (qui più info

Dove si compra la fregola sarda?  In Sardegna se ci siete stati in vacanza, ma anche in molti supermercati ben forniti di tutto il resto d’Italia si può trovare facilmente, ad esempio della marca il Viaggiatore Goloso.

Si può sostituire la fregola sarda? Ovviamente sì con qualsiesi altro tipo di pasta, magari i ditalini o le conchiglie o le mezze maniche, ma in effetti la fregola sarda con i moscardini è un’accoppiata particolarmente vincente! 

Ciotola con fregola sarda, moscardini, burrata, basilico e pomodorini

E il segreto su come cucinare i moscardini per averli morbidi (anche in altre ricette) 

Vi sarà capitato sicuramente di preparare una pasta ai moscardini – anche chiamati polipetti – e sentirli duri e nervosi, per nulla morbidi sotto i denti. Si potrebbe pensare che c’entri la qualità del pesce (ovviamente importante ma per altri motivi!) e invece c’è un unico parametro che determinerà se i vostri polipetti saranno duri o morbidi: il tempo di cottura. I moscardini (così come il polpo) devono cuocere – sia che li facciate in umido che bolliti – almeno 50/60 minuti. Semplice. Non era granchè come segreto vero? Eppure la differenza è enorme! Ricordatevi inoltre che il tempo di cottura non dipende dalla taglia dei vostri moscardini, perchè moscardini più piccoli non cuociono più velocemente.  Io vi suggerisco sempre di cuocerli in umido, con aromi, e controllando spesso che non si asciughino troppo e si attacchino – qualcuno che mi segue su instagram si ricorderà dei miei moscardini completamente carbonizzati? Mi duole ammettere che non era la prima volta che mi accadeva, perchè è una preparazione a  fuoco lento quindi capita di ehm dimenticarsene – ma non abusate dei liquidi perchè stiamo cuocendo in umido non bollendo.  Alloro e peperoncino sempre presenti tra gli aromi, date retta a me. I moscardini così perfettamente cotti possono essere la base per una zuppa di pesce, un risotto, un orzotto, una pasta o appunto questa fregola sarda con moscardini.

“Ma c’è la burrata! E sembra così grasso questo piatto! Sono a dieta non posso mangiarlo”

Che già vi vedo. Ovviamente se seguite una dieta molto rigida magari in preparazione di una gara, a base di pollo riso e broccoli bro style, non è un piatto adatto a voi. Ma se invece avete una dieta sana e bilanciata, anche se ipocalorica,  da seguire sappiate che questo piatto non è così unto e pesante come sembra, anzi. 

Perchè questo piatto è adatto (anche) a chi è a dieta?

Perchè  questa fregola sarda con moscardini è ricchissima di sapori che si ammalgamano tra loro! Nei moscardini c’è pochissimo olio, che in caso di necessità potete ridurre ulteriormente fino ad omettere, e quel sughetto meraviglioso che vedete avvolgere amorevolmente la fregola sarda è una magia derivante dalla suddetta cottura lenta dei moscardini, nei quali si scioglie poi il pomodoro e il basilico (che ovviamente devono essere di ottima qualità) Potete tranquillamente adeguare le dosi di pasta alle vostre normali porzioni a cui siete abituati, così come ridurre la quantità di moscardini. La burrata sicuramente non è un ingrediente presente nelle diete ma se state pensando di rinunciarvi perchè “la burrata con quel nome sarà grassissima, molto meglio il mio stracchino che si sa è così magro” dovrete ricredervi (qui il perchè), anche perchè la cosa bella della burrata è che ne basta pochissima per svoltare il piatto! 

Piatto di fregola sarda con moscardini, pomodorini, basilico e burrata

A chi è dedicata questa fregola sarda con moscardini, burrata e sughetto? 

  • a chi è appena tornato dalle ferie, magari in sardegna, e già vorrebbe tornarci.
  • a chi invece in ferie non c’è nemmeno stato ma vuole fare finta che. 
  • a chi pensa che cucinare i moscardini sia difficile perchè vengono gommosi

Vi è rimasta la voglia d’estate e di pesce? Provate allora il mio polpo in salsa romesco e patate arrosto, o i miei tacos di pesce!

Ed ecco la ricetta! 

Fregola sarda ai moscardini, pomodorini e burrata

Un piatto super estivo! Fregola sarda con moscardini, sugo di pomodori freschi, burrata e basilico. Con il segreto per cucinare i moscardini morbidi!
Portata Main Course
Cucina Italian
Keyword burrata, estate, fregola, molluschi, moscardini, pasta, pomodorini
Preparazione 10 minuti
Cottura 1 ora
Porzioni 4

Ingredienti

Per il sugo:

  • 400 gr moscardini
  • 500 gr pomodori datterino o ciliegino
  • 1/2 cipolla tritata
  • 1 spicchio d'aglio schiacciato
  • uno o due pezzetti di peperoncino
  • 1 foglia di alloro
  • 1 costa di sedano tritata
  • 1 carota tritata
  • 2 cucchiai di olio evo

Per servire

  • 250 gr fregola sarda
  • 200 gr burrata
  • basilico
  • pepe macinato al momento
  • bottarga di muggine (facoltativa)

Istruzioni

Preparate il sugo (anche con un giorno di anticipo)

  • In un tegame largo fate rosolare 2 cucchiai d'olio con qualche cucchiaio d'acqua, la carota, la cipolla, il sedano, l'alloro, l'aglio e il peperoncino
  • Quando sfregolano bene aggiungete i moscardini sciacquati
  • Abbassate il fuoco e continuate a cuocere aggiungendo mezzo bicchiere d'acqua alla volta per 50 minuti. NON SALATE
  • Trascorso il tempo previsto aggiungete i pomodorini tagliati a metà e foglie di basilico e fate cuocere scoperchiato a fuoco/medio alto per circa 10/15 minuti o finchè non siano sfaldati
  • Togliete l'alloro e il peperoncino
  • Assaggiate e solo a cottura ultimata regolate di sale

Per la fregola

  • Bollite la fregola in abbondante acqua salata e scolatela ancora molto al dente tenendo da parte qualche cucchiaio di acqua di cottura
  • Aggiungete la fregola alla padella del sugo e fate insaporire a fuoco basso per qualche minuto, aggiungendo l'acqua tenuta da parte per portare a cottura la fregola, spegnete quando è cotta ma non sfatta e il sugo è stato quasi del tutto assorbito
  • Completate con burrata a pezzi, la bottarga grattuggiata se la usate e foglie di basilico

Note

Se volete una volta completata la ricetta potete trasferire la fregola in una teglia da forno, aggiungere la burrata e farla gratinare qualche minuto
Il sugo può essere fatto in anticipo, anzi viene meglio
Se anche i vostri moscardini sono piccoli non abbreviate la cottura: indipendentemente dalla grandezza devono cuocere almeno 60 minuti 
La burrata, sebbene fortemente consigliata, è facoltativa

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

Seguimi su Instagram!