ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Biscotti all’avena e cioccolato | senza zuccheri raffinati, burro e glutine

Una ricetta per dei biscotti all’avena e cioccolato “quasi sani”

Se siete alla ricerca di una ricetta per dei biscotti facili che si preparano in 2 minuti di numero, che siano senza burro, senza latticini, senza glutine e senza zuccheri raffinati, questi biscotti all’avena e cioccolato fanno per voi, croccanti e profumati!

(Ultimo aggiornamento 1 febbraio 2020)

teglia di biscotti all'avena e cioccolato

Parliamo di questi biscotti all’avena e cioccolato.

Dunque, la diatriba tra me e i biscotti è lunga e ha origini penso nel lontano 2011 quando – andando a spanne – ho iniziato a seguire una dieta per la prima volta, e per la prima volta ho guardato quante kcal avesse una gocciola. E per poco non mi è andata di traverso. Non so se voi siete abituati a mangiare biscotti, o a guardare i loro valori nutrizionali, ma i biscotti sono dannatamente calorici. Non sono solo ricchi di zuccheri e di grassi (e poveri di proteine e fibra) ma sono proprio calorici, e soprattutto il problema dei biscotti è che dai nessuno si mangia tre gocciole (180 kcal). La maggior parte della gente se ne mangia almeno 10, che equivalgono in pratica a più calorie di quante io ne preveda a cena. True Story. 

Poi, parliamo senza peli sulla lingua: i biscotti fatti in casa, con le amorevoli mani della nonna, il burro di montagna, la farina macinata dal bisnonno, le uova della gallina, lo zucchero migliore etc, pur essendo infinitamente più genuini delle sopra citate gocciole, rimangono comunque pieni di grassi, zuccheri e calorie. Purtroppo, aggiungerei io. Sono più sani? Dipende da cosa si intende immagino, da un certo punto di vista sì, ovviamente, perchè non contengono coloranti, conservanti, ingredienti di bassa qualità etc, ma dall’altro punto di vista un biscotto magari avrà anche 100 kcal, perchè spesso la versione “casalinga” di prodotti dolciari industriali è più calorica perchè più “densa di nutrienti”. Ogni tanto si può fare eh, ci mancherebbe, ma io non mi sentirei in tutta onestà di dire che fare colazione o merenda un giorno si e un giorno no con i biscotti della nonna possa considerarsi un’abitudine sana, ecco. 

Poi se si segue un regime dietetico controllato è ancora peggio perchè non è tanto quante kcal contengono i biscotti a creare problemi quanto il fatto che in deficit calorico, come dico io “ogni caloria conta” nel senso che tutto quello che mangiamo deve saziarci, deve essere cibo che ci sostenta e i biscotti industriali o artigianali non saziano nemmeno se ne mangi una vagonata.

Pila di biscotti all'avena e cioccolato in un vassoio bianco con accanto cioccolato e latte

Non esistono davvero dei biscotti light o dei biscotti sani

Recentemente volevo comprare un pacchetto di biscotti al supermercato, diciamo per le emergenze, cercando quello “meno peggio” e sono praticamente rimasta davanti allo scaffale dedicato per 20 minuti a leggere ingredienti e tabelle.  Da una parte abbiamo i famigerati pavesini, che hanno solo 100 kcal a pacchetto! Incredibile! Sì peccato che contengono 50 gr di zucchero per 100 gr, praticamente illegali.  Abbiamo poi quelli senza uova, senza latte e senza burro. Ma con oli idrogenati e zucchero a non finire. Poi quelli che preferisco, i biscotti “biologici allo zucchero di canna” che dai, praticamente è come mangiarsi le gocciole solo che spendi il doppio. Ci sono quelli senza zucchero, ma con dolcificanti artificali. Quelli integrali ma con il burro. Quelli senza burro ma con tre volte le calorie di quelli normali. Insomma, è inutile, non esiste in commercio un biscotto “meno peggio”

Però un biscotto “meno peggio” si può fare in casa! Sono anni che sperimento ricette e questa volta penso di aver trovato La Ricetta. Ovviamente parliamo di biscotti al cioccolato. Perchè esistono altri tipi di biscotti? Ah si quelli al triplo zenzero e tahine che avevo postato qui

Biscotti all'avena e cioccolato senza glutine e senza burro appoggiati su un vassoio bianco con un bricco di latte

Quindi quali ingredienti servono per preparare dei biscotti all’avena e cioccolato quasi sani?

Volevo che i miei biscotti all’avena e cioccolato fossero un po’ meno zuccherini di quelli originali (low in sugar) anche se non necessariamente senza zucchero, volevo anche che non avessero il burro, e che in generale non avessero 400 gr di burro di cocco / anacardi / latte di cocco etc, volevo anche che fossero sazianti, cioè che non alzassero i livelli di glicemia eccessivamente aumentando il senso di fame,  quindi che avessero un moderato apporto proteico. Come bonus ho pensato di farli senza glutine perchè così anche la mia amica che non può mangiarlo avrebbe potuto provare la ricetta.

Ma soprattutto volevo che questi biscotti all’avena e cioccolato fossero croccantini. Non mi aspettavo venissero friabili perchè so che senza chili di burro e zucchero non sarebbero mai venuti fuori dei biscotti friabili ma puntavo sulla croccantezza.

Ebbene missione riuscita! Sono croccantini, hanno (poco) sciroppo d’acero come dolcificante, hanno (poco) burro di cocco e farina di mandorle (ma bilanciata dall‘avena e la farina di riso!) come grassi e sono straordinariamente sazianti grazie alla farina di soia: ho fatto merenda con due biscottini all’avena e cioccolato – lo ammetto, pucciati nel latte freddo – e mi hanno saziato e tenuto impegnato lo stomaco e il palato felice per diverse ore! Ovviamente non sono biscotti light, perchè come abbiamo detto i biscotti light (nel senso di dietetici, low calorie per capirci) non esistono, sono solo biscotti buonissimi, più sani e le cui calorie sono “spese meglio” rispetto alle gocciole! 

Foto ravvicinata di biscotti all'avena e cioccolato su carta da forno

A chi sono dedicati questi biscotti all’avena e cioccolato senza glutine e senza latticini?

  1. a chi vuole un’alternativa ai classici biscotti da colazione da supermercato
  2. a chi ha comprato della farina di soia chissà per quale motivo e sta per scadere e non sa cosa farci
  3. a chi è in cerca di una ricetta di un dolcetto senza glutine e senza latticini

Se invece volete una ricetta per biscotti vegani, guardate questi croccantissimi biscotti alla quinoa soffiata e cioccolato! Se invece siete alla ricerca di un altro dolcetto al cioccolato che sia senza glutine e senza latticini provate i miei brownies

Ed ecco la ricetta!

Biscotti all'avena e cioccolato senza glutine e senza latticini

Biscotti all'avena e cioccolato senza glutine e senza latticini, né zuccheri raffinati, perfetti da inzuppare nel latte che si preparano davvero in due minuti
Portata Breakfast, Dessert
Cucina American
Keyword avena, biscotti, cioccolato, senza glutine, senza latticini
Preparazione 2 minuti
Cottura 15 minuti
Porzioni 20 biscotti

Ingredienti

  • 100 gr di avena senza glutine
  • 50 gr di mandorle tritate
  • 50 gr di farina di soia
  • 30 gr di farina di cocco
  • 50 gr di farina di riso
  • 2 uova
  • 50 ml di sciroppo d'acero
  • 50 gr di burro di cocco
  • 60 gr di cioccolato fondente in pepite o pezzetti
  • un cucchiaino di bicarbonato
  • i semi di mezza stecca di vaniglia
  • fleur du sal o sale grosso macinato a fresco

Istruzioni

  • Preriscaldate il forno a 180°
  • Mescolate tutti gli ingredienti in una ciotola a esclusione del sale
  • Formate delle palline
  • Disponetele su una teglia ricoperta di carta da forno
  • Schiacciatele con le mani fino umide e compatitate i biscotti fino a ottenere dei dischi di circa 4 cm di diametro
  • Se vi piace spargete un po' di sale macinato fresco sopra
  • Infornate per 15 minuti
  • Lasciate raffreddare

Note

L'impasto sarà un po' difficile da lavorare, dovete avere pazienza, tenderà a sfaldarsi ma usando dita dovreste riuscire a ottenere dei biscotti di una forma sensata

 

Print Friendly, PDF & Email

 

Iscriviti al canale Telegram

e seguimi su Instagram!