ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Waffle salati di patate & spinaci senza glutine

Ammetto di aver sempre avuto un debole per i brunch. E’ che a me è sempre stata stretta questa cosa che prima si debba mangiare il salato e poi il dolce, all’interno di un pasto principale. Ribelliamoci! L’idea di passare dal salato al dolce e poi tornare al salato è per me fonte di gaudio e tripudio, poterlo fare poi in un contesto socialmente accettabile in modo da non essere guardata con sospetto e sdegno morale… il brunch è il mio sogno.  E’ un peccato che nella terra di nessuno in cui vivo, ricca di tradizioni culinarie secolari ma immune a qualsiasi possibile contaminazione innovativa tantomeno se internazionale, la parola brunch sia nella migliore delle ipotesi sconosciuta, figurati se esiste un qualche luogo in cui viene servito la domenica.  Pretendo l’impossibile. La pace nel mondo.  Quindi che si fa? Lo si fa a casa ovviamente (così come per il ramen, il pokè, il sushi burrito e tutte le altre cose che ho imparato a cucinare costretta dal deserto di innovazione culinaria che è il basso mantovano – perdonatemi, ma è così! ).  Quindi questo weeekend ci siamo viziati con un brunch a base di waffle salati di patate e spinaci, casualmente senza glutine.

Brunch con waffle salati alle patate e spinaci senza glutine

D’altra parte nella vita frenetica che tutti (e dico tutti, in un modo o nell’altro) conduciamo, considero il lusso supremo svegliarsi tardi la mattina del sabato, rimanere a letto un po’ più a lungo crogiolandosi di coccole e poi alzarsi e godersi un bel brunch casalingo, ancora in pigiama, chiaccherando e leggendo qualcosa, senza fretta, senza la costrizione di dover guardare l’orologio per contare i pochi minuti di cui si può ancora disporre della compagnia reciproca prima di alzarsi e rincorrere  gli impegni quotidiani. Insomma è proprio vero che il bene più prezioso è il tempo, e il tempo per stare insieme alla propria famiglia è sempre troppo poco. 

waffle salati senza glutine alle patate e spinaci serviti con funghi saltati e uovo

Gli elementi cardine dei brunch sono essenzialmente il caffè o il tè accompagnati da un succo di frutta fresco (per i più modaioli anche un bellini o un mimosa, ma noi la mattina del sabato non siamo così prattivi, stiamo divntando vecchi mi sa); un piatto salato a base di uova, siano esse in camicia o strapazzate, un piatto dolce come waffle o pancake  serviti con topping diversi, e qualche portata di “contorno” che non rubi la scena, come dello yogurt greco con miele e granola o frutti di bosco, o del pane tostato da servire con marmellatine e burro di montagna. Ahhhh il paradiso, no? 

Brunch con waffle salati alle patate e spinaci senza glutine

Noi questa volta abbiamo deciso di fare un brunch un po’ alternativo, con matcha latte, spremuta d’arance, yogurt e cereali, e poi come piatto forte questi waffle salati di patate e spinaci, con diversi accompagnamenti per renderli davvero sontuosi. Devo dire che sono rimasta piacevolissimamente sorpresa dal risultato, sono sazianti, proteici, croccantini fuori e morbidini dentro, attenzione però a mangiarli subito caldi altrimenti tendono a diventare piuttosto gnucchi (temo per l’assenza di grassi e la presenza delle patate) 

Se invece siete tra i fortunelli che il sabato o la domenica mattina possono bazzicare le vie di Milano e cercate un brunch interessante, vi consiglio questo post di Conosco un Posto. 

waffle salati senza glutine alle patate e spinaci serviti con funghi saltati e uovo

Waffle salati di patate e spinaci senza glutine
Serves 6
per i Waffles
  1. 250 gr di patate già cotte senza buccia (circa 3 patate medio piccole)
  2. 150 gr di spinacino
  3. 40 gr di formaggio parmigiano (o altro) grattuggiato
  4. 2 uova
  5. 2 cucchiai di farina di ceci
  6. 2 cucchiai di farina di riso
  7. 1 cucchiaio di fecola di patate
  8. 50 gr di yogurt greco
  9. un pizzico di noce moscata
  10. erba cipollina fresca tritata
  11. sale e pepe
  12. 1 cucchiaino di olio evo
Per servire
  1. cream cheese, salmone affumicato, uovo all'occhio di bue, avocado, funghi saltati
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. In una pentola fate appassire lo spinacino cuocendolo per qualche minuto
  2. Schiacciate le patate lessate con una forchetta o con uno schiaccia patate
  3. Aggiungete lo spinacino cotto e tutti gli altri ingredienti mescolando accuratamente
  4. Scaldate una piastra antiaderente per waffle poi mettete una cucchiaiata abbondante di impasto sopra ogni forma di waffle e chiudete lo stampo
  5. Fate cuocere senza sollevare la parte superiore per due o tre minuti, poi potrete sollevarla per controllare la cottura, proseguite per alcuni minuti fino ad avere l'interno cotto e l'esterno dorato
  6. Servite caldi con l'accompagnamento che preferite
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/
Idee per un brunch sano

Print Friendly, PDF & Email

 

Iscriviti al canale Telegram

e seguimi su Instagram!