ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Insalata di kale e caco mela con mandorle croccanti

Se qualcuno mi chiedesse che sapore ha l’autunno, risponderei che sa di questa insalata di kale e caco mela, arricchita di melograno e mandorle croccanti. Il sapore intenso e la croccantezza del kale sono ben stemperati e contrapposti con la morbidezza e la dolcezza del caco mela, per non parlare del succo che si spande in bocc quando mordete un seme di melograno. Pura libidine autunnale, sembra quasi di vedere una distesa di alberi arancioni!

Kale, melograno, caco mela e mandorle

Di cosa sia il kale si è già ampiamente parlato su questi schermi (qui perchè non vi curerà dai tumori e non vi farà diventare Santi, e qui cosa chiedere al vostro fruttivendolo per non farvi internare al grido “ma tutti lo chiamano kaale… è un mio dirittoooo!!”). Possiamo riassumere tutto il discorso così: il kale è una sotto specie di cavolo riccio (e NON è cavolo nero), che va moooolto di moda negli ultimi anni, e che è stato nominato,  non si sa bene da chi, superfood del momento, anche se ovviamente non è così miracoloso come lo vogliono spacciare, ma io sono profondamente hipster e così come compro le tavolette di cioccolato alla rosa e all’essenza di hibiscus pagandole 4 euro e 50 solo per il packaging, allo stesso modo ogni settimana il lunedì sfracasso le scatole al mio fruttivendolo chiedendogli se ha il kale per me. Alla fine l’ho preso per sfinimento e per pietà per la mia follia è riuscito a procurarmelo. Ovviamente poco prima che partissi per le ferie, cioè quando le mie intenzioni erano sbarazzarmi degli avanzi in frigo e non comprare montagne di kale, ma come dire di no. Quindi in  una settimana ci siamo mangiati tanto di quel kale che se fosse veramente un super food ormai saremmo immortali (spoiler: non lo siamo, purtroppo, nemmeno la vista a raggi x ci è venuta! Dammit!).

Mandorle arrostite al rosmarino e paprika affumicata

Tra l’altro la cosa bellissima di quando cerco per mesi un ingrediente introvabile, è che quando poi lo trovo, ho sistematicamente e recidivamente la testa completamente vuota su cosa farci. Tutte le ricette salvate su pinterest scompiaiono tra foto di bagni minimal e torte al cioccolato senza glutine e senza zucchero.  Quindi cosa ci si fa con questo kale? Le chips della mia amica Marta,  il mio pesto di cavolo riccio e cavolo nero, oppure il sugo per una pasta vegana super super figa prossimamente su questi schermi. O ancora, per l’appunto, un’insalata di kale e caco mela con mandorle arrostite, croccanti e speziate. 

Insalata di kale e caco mela con mandorle croccanti e melograno

Le insalate a base di kale sono un classico della cucina, diciamo così, salutista, ne trovate diverse ricette in giro, vi dico che secondo me il punto sta nell’avere degli abbinamenti inconsueti che stupiscano ma soprattutto nell’avere una kick ass dressing con cui massaggiare amorevolmente le foglie di kale in modo da renderlo meno coriaceo e adatto anche ai meno avvezzi a mangiare questo genere di verdure.  Vi avviso però che una volta massaggiato con amore il vostro kale dovrete mangiare l’insalata di kale e caco mela subito senza lasciarla per più di pochi minuti sul bancone della cucina o in frigo pena avere un’insalata molliccia e gocciolante anzichè croccante e saporita. Siete avvisati.

Insalata di kale e caco mela con mandorle croccanti e melograno

Questa insalata di kale e caco mela è dedicata a: 

  • chi dice che le mie ricette sono “difficili”: arrostite le mandorle, preparate la salsa, massaggiate e mangiate, a prova di ciompa! 
  • a chi non ama i cachi! Eh si perchè io detesto i cachi normali, quelli molli, che ho da qualche anno scoperto chiamarsi cachi vaniglia (chissà per quale oscuro motivo) ma quando ho provato i cachi mela ho avuto un momento di epifania: adoro i cachi mela quanto odio quelli vaniglia, e dire che non ci avrei mai creduto se me l’avessero detto! Meritano una chance!
  • a vegani, vegetariani, intolleranti ai latticini, celiaci, insomma a tutti! 

 

Insalata di kale e caco mela con mandorle croccanti
Serves 2
Ingredients
  1. 1 cespo di cavolo riccio verde e/o viola
  2. 1 caco mela
  3. una manciata di semi di melograno
Per le mandorle
  1. una manciatina di mandorle
  2. rosmarino
  3. sale e pepe
  4. olio evo
  5. paprika affumicata
Per la salsa
  1. 25 gr tahine
  2. 1 cucchiaio di sciroppo d'acero (o miele se non siete vegani)
  3. 1 cucchiaio di olio
  4. 1 cucchiaio di tamari
  5. il succo di mezzo limone
  6. 1 spicchio d'aglio grattuggiato
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Accendete il forno a 180°
  2. Condite le mandorle con rosmarino tritato, sale e pepe macinati freschi e un bel po' di paprika affumicata, completate con un filo d'olio e usando le mani distribuite uniformemente il condimento
  3. Disponete le mandorle su una teglia ricoperta di carta da forno e infornate per circa 15 min
  4. Lasciate raffreddare completamente
  5. Preparate la salsa unendo tutti gli ingredienti e regolate la consistenza aggiungendo eventualmente un po' d'acqua
  6. Preparate il kale: togliete il gambo centrale coriaceo dalle foglie, lavate e asciugate bene le foglie poi tagliatele a ciuffi o striscioline non troppo grosse
  7. Versate la salsa sul kale e usando le mani massaggiate bene le foglioline con la salsa stessa
  8. Aggiungete i semi di melograno, il caco mela tagliato da dadini o fettine e le mandorle croccanti
  9. Servite subito
Notes
  1. Questa insalata di kale e caco mela va servita immediatamente, non può essere condita e tenuta da parte perchè le foglie di kale di ammosciano e rilasciano acqua e formano un paciugo poco attraente
  2. Le mandorle avanzate possono essere un ottimo stuzzichino da aperitivo
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/

Print Friendly, PDF & Email