ISCRIVITI E SEGUIMI!

Instagram

  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Arrendendomi all’evidenza che effettivamente sì, ci sono persone che d’estate hanno meno fame e faticano a fare colazione, vi propongo una soluzione facile, veloce, deliziosa e… sanissima! Cosa ne dite di un mocha frappuccino veg? Sembra una cosa super goduriosa e zuccherina invece è una colazione completa, sana, senza zucchero e… fresca! Si fa in 5 minuti, in pratica ci mettete di più ad andare nel link in bio per leggervi la ricetta che a farlo! 🇺🇸 What about a healthier, sugar free, dairy free, vegan version of a classic mocha frappuccino? It looks like a luscious cheat meal, but actually it’s a super clean, easy and fresh breakfast, perfect for these hot summer mornings when most people (not me, really NOT me!) struggle with their appetite level! And of course it’s delicious and super satiating! •
•
•
•
#mangioquindisono #summerbreakfast #mochafrappuccino #sugarfree #coffeaddict #mysweettooth #celebratehealthier #foodtographyschool #whatveganseat #myveganbreakfast #foodfluffer #foodstyling #foodphotography #getminimal #eatcaptureshare #thekitchn #droolclub #gloobyfood #moodygram #cookinglight #tastingtable #summercooking #foodbloggeritaliani #thenewhealthy #eatrealfood #hautecuisine
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Ma voi lo sapete che sul blog c’è la ricetta per fare i pita gyros (in versione alleggerita!) in casa? Dal pane pita, al maiale magro sfilacciato sapientemente aromatizzato, fino alle patatine dolci al forno! Ovviamente tzazichi obbligatorio. In pratica la cena perfetta da preparare per tutta la famiglia o a una riunione tra amici, sana, fresca, da condividere. Ora mi serve solo avere lo spazio in casa per invitare qualcuno a mangiarli con noi! Chi viene? Se volete provare a farli vi rimetto il link in bio! 🇺🇸 Homemade pita gyros! Greek food is my fav during summer time: fresh herbs, greek yogurt and lots of veggies are my kind of meal! These healthier gyros are made with lean pork meat, homemade pita bread, lots of veggies, tzazichi and sweet potatoes wedges instead of french fries (because potatoes are a must in a pita gyros!) and they are the perfect choice for a family dinner or a party with friends! •
•
•
•
#mangioquindisono #greekcuisine #eattheworld #eatrealfood #homemadefood #foodtographyschool #foodfluffer #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani #greek #pitagyros #fromscratch #summerfood #myseasonaltable #goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog #celebratehealthier #tastingtable #foodandwine #saveurmag #thekitchn #huffposttaste #vscofood
  • /ENG BELOW/ 🇮🇹 Facciamo un elenco delle cose che saremmo disposti a fare per avere una fetta di questo cheesecake vegano senza glutine al cioccolato e mirtilli stasera? Comincio io. farei una sessione di cardio in palestra (ma massimo 40 minuti, è pur sempre vegano insomma!); una versione di latino (ma di Cesare, non Cicerone); un prelievo del sangue per esami completi; una sessione con il ferro da stiro di tutte le camice in casa;  una rilettura di Vedi alla Voce Amore di Grossman (libro più pesante mai letto in vita mia); un pasto a base di pollo e albume. Insomma si vede che ho voglia di dolce eh?  E di carboidrati. E di fritti. E di prosciutto e melone. Insomma questa cosa che d’estate si ha meno fame deve essere un mito! Intanto la ricetta è sempre nel link in bio
🇺🇸 Let’s make a list of what we are willing to do for a slice of this vegan gluten free chocolate & blueberries cheesecake. I begin: extra cardio session (but no more than 40 minutes… c’mon it’s vegan!); a latin text translation (from Caesar, not Cicero); a blood draw for complete screening; a iron session for all my shirts; a rereading of See Under: Love by Grossman (the heaviest book I’ve ever read); a chicken and egg whites meal. Why do people say they are less hungry during summer?  It can’t be true, it’s obv a myth like Lock Ness monster! •
•
•
#mangioquindisono #vegancheesecake #healthycheesecake #healthysweet #mysweettooth #imsomartha#IFPgallery #foodfluffer #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatprettythings #glutenfree #senzaglutine #vegantreat#beautifulcuisines #foodanadwine#vscofood #myseasonaltable #eatcolorful #thrivemag #fellowmag #italianfoodblogger #homemadewithlove #naturallight #appetitejournal #chocoholic
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Ve l’avevo fatta sbirciare un sacco di tempo fa, e oggi ve la propongo qui sul feed anche se è un vago ricordo e piango all’idea di non poterla mangiare per cena magari con una bella mozzarella di bufala. Fougasse! Che sarebbe la focaccia francese, ma detto in francese suona meglio (no, non è vero, niente suona meglio di “fügassa” in bocca a un panettiere ligure, amici) e siccome i francesi sono sempre attenti a certe cose, ha anche una forma tres chic, a foglia. Non è bellissima? In realtà è facilissima da fare, io ho seguito le indicazioni e le dosi di @giallozafferano, ma ho usato una farina semiintergrale, timo e maggiorana nell’impasto e olive nere e cipolla rossa in superficie.  Non vi dico il profumo e la fragranza una volta spezzata! Dovete provarla!
🇺🇸 It’s called “fougasse” and it’s the french name for our Italian focaccia, but with a super fancy shape. And it’s equally delicious. Ok, I may have a personal emotional preference for our Ligurian “fugasse” since I’ve spent all my summers in Liguria for the first 20 years of life, BUT, this one was incredibly crunchy on the outside and fluffy in the inside. And God, it smelled soooo good! Currently dreaming on it. •
•
•
•
•
#mangioquindisono #fougasse #bread #baersofinstagram #bakersgonnabake #thebakedfeed #cuisinetheworld #foodbloggeritaliani #foodphotography #foodstyling #bread #gluten #eatrealfood #simoleandstill #foodtographyschool #foodfluffer #foodandwine #beautifulcuisines #tastingtable #fromscratch #VSCOfood #huffposttaste #eatcaptureshare #shareyourtable #focaccia #eattheworld #thatauthenticfeeling
  • Vi ricordate del nostro #thecooksclub questa primavera? E’ tornato! In una torrida giornata estiva milanese ci siamo riuniti nel meraviglioso @fusillolab per una dolcissima merenda a base delle ricette del libro Sweet  di @ottolenghi!  Io ho preparato questi cupcake super estivi (con burro, zucchero, panna, glutine e quant’altro stavolta!) al limone, lamponi e ciliegia! Ricetta e racconto sul blog nel link in bio. Meno male che c’era il robot da cucina @kitchenaid a impastare al posto mio perchè li ho preparati con 35° ma sono riusciti meravigliosamente! Soffici, profumati e leggeri (solo nel gusto!). @lammaigal ha preparato uno spaziale (anzi speziale) gelato al ginepro @nonsolofood una cheesecake alle albicocche e @carlottaeilbassotto una sorprendente panna cotta al basilico e fragole. Il tutto allestito meravigliosamente da Lidia, con le ceramiche di Carlotta, e i pazzeschi allestimenti di Carolina di @ouifleurs FATE SWIPE A DESTRA assolutamente per vedere la meravigliosa tavolata d’eccezione (grazie a Michael per le foto dall’alto, ti invidio un sacco quello stativo)!! E passate sui loro profili per scoprire le ricette! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #kitchenaid #queenodhearts #makinghistory100 #ad #sweet #ottolenghi #summer #myseasonaltable #gatheringlikethese #cookbook #kitchenaiditalia #foodblog #foodbloggeritaliani #foodphotography #foodfluffer #tastingtable #eatcaptureshare #f52grams #feedfeed #thekitchn #fromscratch #bakeandshare #hatecuisines #gatherandfeast #hocsupperclub #saveurmag #eatsagram
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Niente forno per la nuova ricetta sul blog! Anzi è un piatto super facile, veloce e fresco! Si tratta di un tabbouleh alternativo, con la quinoa tricolore al posto del bulgur e tanta verdura e erbe aromatiche, per un’insalata tutta vegetale e senza glutine! E la dedico a @valefatina che odia a morte la quinoa 😛😘 perché nel post sul blog che trovate nel link in bio ci sono anche tutti i trucchetti per cucinare la quinoa in maniera perfetta senza che sappia di… cartone marcio! Giuro!
🇺🇸 No oven needed here people. This super easy and quick quinoa tabbouleh salad is the perfect summer gluten free and vegan dish! Quinoa,  raw veggies, fresh herbs and some roasted spiced chickpeas and the dinner is on the table! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #quinoa #whatveganseat #vegansofig #plantbased #eatrealfood #celebratehealthie #myseasonaltable #foodtographyschool #thefeedfeedglutenfree #naturallight #foodphotography #foodstyling #texture #powerfoodie #epicurious #appetitejournal #glutenfree #senzaglutine #eatcaptureshare #saveurmag #huffposttaste #tabbouleh #bhgfood #flatlaytoday #thatsdarling #eatbetter #ahealthynut
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 La stagione delle ciliegie dura pochissimo quindi bisogna approfittarne! Preparatevi perché ho ancora almeno due ricette in serbo per voi oltre a questa! E poi chi l’ha detto che si possono usare solo per i dolci? Ad esempio io le ho arrostite con il timo e le ho messe su bruschette di pane grigliato con caprino fresco, una goduria indimenticabile e una cena veloce (o un aperitivo alternativo per stupire gli ospiti!). Swipe a destra per avere la ricetta completa da salvare! E w le bruschette sempre e comunque! 🇺🇸 Cherry’s season is soo short! We should take advantage of it untile we can! Bare yourself because I’ve got two more cherries recipes in my pocket for you in the next days! And who told they are just for desserts? I love adding fresh fruits to my meals and savoury dishes too! Like these thyme roasted cherries and goad cheese grilled bread bruschetta! Swipe right for the (super easy) recipe to save! (styling inspired by a photo from the wonderful @wellseasonedstudio )
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #summerishere #myseasonaltable #eatseasonal #eatsimple #imsomartha #cherries #bruschetta #italiansdoitbetter #wholefoodplantbased #foodtographyschool #mangiaresano #foodfluffer #f52grams #thekitchn #eatcaptureshare #getminimal #naturallight #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani #realfood #foodblog #italianfoodphotographer
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Se mi chiedeste di esprimere un desiderio in questo momento (oltre a mangiare senza ingrassare e ricevere una sostanziosa eredità multimilionaria) direi sicuramente che vorrei tornare indietro a questo esatto momento, quando ho sfornato questa meravigliosa, lussuriosa, godereccia ma incredibilmente sana pasta all forno vegetariana con burrata affumicata. Innanzitutto per la pasta al forno, e poi perché c’erano 18 gradi. Stavo in maglioncino e c’era una luce stupenda per le foto. Ricordo a tutti che ho più diritto degli altri a lamentarmi del caldo perchè io quando era #maggiembre esultavo e ne ho le prove nelle caption! 🇺🇸 Make a wish. Besides eating everything I want without getting fat and a large inheritance, my biggest wish would be going back to that very day I made this smoked burrata & veggies pasta bake.  First of all because I ate those crunchy and creamy voluptuous and healthy pasta,  but also because it was 18°celsius and I was wearing a sweater. And the light for shooting was freaking amazing! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #throwbackfriday #hotsummer #summerishere #bakedpasta #healthypasta #pastalover #veggies #italiansdoitbetter #italianfoodblogger #foodphotography #foodstyling #thebakedfeed #wsbakeclub #howissummer #makeitdelcious #shareyourtable #lifeandtyme #vscofood #eatcaptureshare #huffposttaste #eatyourgreens #eatcleanrecipes #foodforsoul #celebratehealthier
  • / ENG BELOW/ 🇮🇹 Ve l’avevo promesso e ogni promessa è debito! E’ online sul blog (LINK IN BIO) la ricetta di questi meravigliosi e sofficissimi plumcake in versione mini ai mirtilli e limone, senza zucchero, senza burro e senza glutine ma in compenso con diversi ingredienti segreti, uno dei quali è l’olio evo che si sposa perfettamente con il sapore del limone! Potrebbero essere il dolce più buono mai fatto! Sì sì lo so, c’è da accendere il forno, ma tanto io ho anche i fornelli elettrici che scaldano di maledetto e caldo per caldo meglio avere almeno questi bei plumcake  pronti per la colazione di domani!
🇺🇸 Sugar free, gluten free and butter free blueberries & lemon plumcake! With evoo instead of butter, that matches perfectly with lemon flavour, these plumcake are tremendously fluffy and soft, not dry at all, and I believe they are the most delicious baked good I’ve made in a while! I knew, it’ too hot for the oven, but people I’ve got electric stove so… my kitchen is already a Hell! At least we can suffer from the hot but eat these plumcake for breakfast! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #bakersofinstagram #sugarfree #butterfreee #evoo #glutenfree #senzaglutine #senzazucchero #senzaburro #healthybreakfast #morninglikethese #lemon #fromscratch #foodbloggeritaliani #foodblog #foodphotographer #foodphotography #foodfluffer #beautifulcuisines #hautecuisines #feedfeedglutenfree #naturallight #foodtographyschool #thatauthenticfeeling #thekitchn #thebakedfeed #italianfoodphotography #fellowmag #eatcaptureshare

Seguimi!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Quanto sano sarà, il “troppo” sano?

Uno dei punti fondamentali dell’essere sani, ritengo sia l’equilibrio, il compromesso se vogliamo. Il sapere dove fermarsi, in un senso, ma anche nell’altro. Non esiste pressochè nessun cibo che vada evitato completamente, va solo valutato bene come, quanto, quando e quanto spesso mangiarlo. E credo che questa mia filosofia venga fuori bene dalle mie ricette.  Una cosa che dico sempre a chi chiede “Ma cosa mangiare a colazione? Ma quanti carboidrati a pasto? Quanto spesso i latticini? Ma questo cibo è sano?” è: ascolta il tuo corpo. Certo leggete, imparate il più possibile, documentatevi, chiedete consulenze a professionisti del settore ma non fossilizzatevi, perchè ognuno di noi è diverso, ha necessità diverse, ciò che va bene per me, può non andar bene per altre persone. Sperimentate su di voi. Tipico esempio? I cibi integrali e la verdura. Chiaramente alimenti salubri che qualsiesi professionista vi suggerirebbe di inserire nella vostra dieta (ben a ragione!). Purtroppo però alcune verdure gonfiano alcune persone, alterando il normale transito intestinale, mentre altri devono ridurre l’introito di cereali integrali perchè li rende stitici e gonfi. Cosa dovrebbero fare queste persone, perseverare nel seguire i “salubri” consigli continuando a soffrire? No, ascoltare le proprie esigenze. 

Recentemente si è iniziato a parlare di ortoressia, una nuova possibile candidata tra i disordini alimentari per il prossimo DSM (Manuale diagnostico e statistico per i Disturbi Mentali). C’è molta polemica al riguardo perchè da una parte abbiamo chi è abituato a curare l’alimentazione e ama mangiare sano che si sente additato a “malato mentale” solo perchè segue uno stile alimentare particolare, dall’altro invece, c’è chi vede determinati atteggiamenti di attenzione alla propria salute come estremismi inutili. 

Mi sento di poter fare un’affermazione in tutta sicurezza: se mangiate sano, fate sport e siete felici, ogni tanto rifiutate uno spritz e ogni tanto lo accettate, non siete ortoressici.  Posso rassicurarvi col dirvi che nessun medico o psicologo mai vi farà una diagnosi simile (se e quando l’ortoressia entrerà a pieno diritto tra le patologie riconosciute) solo per questo. Solo le persone ristrette mentalmente possono accusare chi mangia tante verdure di essere ortoressico, state pur sicuri. 

Detto ciò, non è nemmeno un’esagerazione dire che alcuni comportamenti alimentari diventano piuttosto pesanti, tanto da inficiare la vita sociale, il rendimento lavorativo/scolastico e diventare, a tutti gli effetti, un’ossessione. Ed è qui che c’è bisogno di preoccuparsi: quando mangiare sano diventa più importante che vivere la propria vita in maniera felice e serena, quando soverchia ogni altra attività. Non è un’accusa, non è un’esagerazione, o un modo per creare malattie inesistenti (i medici ne hanno fin troppi di pazienti immaginari, non ci tengono particolarmente a gridare al malato contro una persona sana, fidatevi) è solo un preoccuparsi di quando qualcosa diventa eccessivo. 

Ma quando specificatamente? Come capire se il mangiare sano non è più una passione, un modo di prendersi cura di sè e del proprio corpo, ma invece un’ossessione (e compulsione direi!) che scava dentro di noi? Non è facile.

Una paio di giorni fa ho letto un articolo interessante al riguardo sull’Huffinfton Post, breve, conciso ma illuminante e ho subito pensato di linkarlo sulla mia pagina facebook. Poi però mi sono fermata perchè so che molti dei miei lettori sono titubanti ad aprire un link in inglese, per la scarsa dimestichezza con la lingua quindi ho pensato: perchè sprecare un articolo così interessante solo con un link, lo traduco!

Così, previa autorizzazione dell’autrice, Catherine Burns, un’antropologa e terapista nutrizionale certificata in UK che vive alle Bermuda, ecco qui la mia traduzione.

Se il suo stile e il suo modo di pensare vi piace, potete seguirla sulla pagina facebook qui e curiosare nei suoi progetti qui e qui

Quanto sano sarà il "troppo" sano?

Quanto sano sarà, il “troppo” sano? 

Nel caso non l’aveste notato, il mondo è uscito di testa per il cavolo nero. Alcune voci affermerebbero che il cavolfiore sarà il nuovo cucciolo nel blocco dei super cibi, ma non sono sicura che funzionerebbe altrettanto bene in un “Juice Bar”. Lessarlo, schiacciarlo, arrostirlo, sì! Ma berlo? Ehm, no grazie. Il cavolo nero invece è un cavallo di battaglia per chi ama centrifugare ed estrarre succhi. Provatelo con il cetriolo e la mela per una versione semplice e deliziosa. Diventa fantastico nelle insalate, anche se alcune persone dissentono a tale proposito. La madre del mio tirocinante dice che è come se il cavolo nero (mangiato nelle insalate) stesse cercando di morderla! Sono completamente d’accordo, può essere un boccone aggressivo! La soluzione è o passare al cavolo nero baby, oppure usare una fantastica marinata, come la mia ricetta con miele, limone e tahine. Massaggiatela (sì, sul serio) sulle foglie e queste si ammorbidiranno magicamente!

Ovviamente siete altrettanto autorizzati a lasciare perdere il cavolo nero in tutte le sue forme. I vostri arti non cadranno, il vostro fegato continuerà a disintossicare il vostro corpo da solo e il mondo continuerà a girare. Fate solo attenzione a mangiare alcune tra le crucifere, ok? Cavolo, cavolfiore, broccoli, cavoletti di Brussels, contano tutti.

In realtà ho avuto alcuni clienti recentemente a cui – per una ragione o per l’altra – ho chiesto di ridurre la quantità di cavolo nero. Sto vedendo sempre più diari alimentari che offrono una lunga lista di super cibi ma senza fornire la giusta varietà di calorie! In un convegno di formazione professionale per terapisti nutrizionali a cui ho partecipato quest’anno abbiamo scoperto che molti di noi avevano clienti che seguono una dieta incredibilmente restrittiva dopo aver fatto ricerche su Internet ed essere usciti di testa. Il web è una cosa meravigliosa ma è facile finire a leggere troppo e tentare l’autodiagnosi. Tra pesticidi, ormone della crescita, antibiotici, coloranti basati su petrolati, grassi super processati e quantità ridicolmente alte di zucchero nei nostri cibi è facile cadere nella paranoia.

Il risultato di tutto ciò è anche diventare troppo restrittivi.

Ecco cosa cercare per capire se è il vostro caso.

Quando non è sano PER VOI

Seguire blog di salute può essere ispirante, ma nonostante possa suonare carico di promesse, ciò che funziona per qualcuno può non necessariamente essere il giusto approccio anche per voi. In più ciò che può essere efficace a breve termine, potrebbe anche non essere una strategia ragionevole a lungo termine. Per esempio c’è questo fantastico documentario, chiamato: “Fat, Sick & Nearly Dead” in cui Joe Cross, un Australiano assuefatto al cibo spazzatura, viaggia attraverso gli Stati Uniti con un estrattore per succo nel retro della sua macchina, vivendo di succhi e centrifugati per 60 giorni. Ha perso peso e si sente in maniera sbalorditiva. E certo, perché la sua alimentazione precedente era pessima! Ad ogni modo se state già seguendo uno stile di vita alimentare ragionevolmente sano, una dieta detox a base di centrifugati non è necessaria per stare meglio, soprattutto per quanto riguarda i livelli glicemici nel sangue.

Quando non alternate i vari vegetali

Anche se non seguo una dieta basata solo sui centrifugati, sono un’enorme fan dei “Green Juices” (succhi a base di verdure a foglia verde NdT). Ad ogni modo vale la pena notare che alcuni vegetali crudi hanno un alto contenuto in ossalati, che se presenti in eccesso possono portare alla formazione di calcoli renali (soprattutto in persone suscettibili geneticamente). Questo non vuol dire che dovete tagliare fuori centrifugati e frullati, ma piuttosto alternare le verdure a foglia verde ad alto contenuto di ossalati (spinaci, bietole, cime di barbabietola) con quelle a basso contenuto degli stessi (lattuga, sedano, cetriolo, crescione o cavolo). Per coloro ai quali è stato diagnosticato un problema tiroideo, la rotazione permette di prevenire una sovra esposizione a sostanze gozzigene, che possono avere effetti negativi sulla funzione tiroidea, specialmente quando associate a una già nota deficienza di iodio. Conclusione? Sia che si tratti di centrifugati, sia che si tratti di verdure intere, mischiatele e non mangiate la stessa verdura tutti i giorni.

Quando la vostra dieta è troppo restrittiva

La combinazione di filosofie alimentari di stampo etico e la sensibilità a ciò che mangiamo può risultare un vero disastro dal punto di vista dietetico! Immaginate il caso in cui preferite evitare la carne d’allevamento intensivo e i prodotti animali, ma al contempo soffrite di intolleranze alimentari multiple. Uscire a cena o anche solo capire cosa mangiare per colazione, può diventare un incubo. Se vi ritrovate davanti a un frigorifero pieno, a domandarvi cosa diavolo potete mangiare, ecco allora potreste avere un problema. E’ poi estremamente pericoloso se finite a non mangiare affatto perché non riuscite a trovare un’opzione accettabile. Questa situazione sta iniziando a essere definita “ortoressia”, essenzialmente un’ossessione insana per il cibo sano. Il supporto psicologico è essenziale tanto quanto quello di un nutrizionista qualificato o un dietologo che possano aiutarvi ad ampliare le vostre scelte e ammorbidire le vostre linee di confine.

Quando non riuscite a provare amore

Il cibo dovrebbe essere fonte di nutrimento ma anche una gioia. Preparare e condividere i pasti è un antico e basilare modo di passare il tempo per l’essere umano. Se la scelta di mangiare sano rende le situazioni sociali opprimenti o vi fa sentire deprivati non durerà a lungo! Il trucco è trovare ricette sane che vi permettano di godere dei vostri alimenti preferiti in modo più salubre. I siti “100 Days of Real Food blog” (100 giorni di cibo vero) e “Clean Eating magazine website” (Mangiare Pulito) sono risorse preziose in tale senso.

 Quando le vostre scelte alimentari arrivano a soverchiare la vostra persona

Siete vegani o vegetariani? Amanti della dieta paleo o fanatici dell’eatclean? Non c’è niente di male ad avere una definizione – anzi in effetti avere una “filosofia alimentare” può essere utile – ma questa non dovrebbe definirvi. Siete ciò che mangiate ma siete anche molto, molto più di quello! E’ piuttosto deprimente sentirsi come di aver fallito o di aver violato la legge quando deviate dal vostro comportamento abituale. Aderire così strettamente a una qualche regola alimentare potrebbe indurvi a sottovalutare un sintomo fisico indizio di qualcosa di importante. Se avete una smania incredibile per la carne, ad esempio, forse dietro c’è una specifica ragione. Se avete il colesterolo alto e seguite un piano alimentare paleo, sarebbe un peccato evitare avena e fagioli. Regole differenti lavorano per persone differenti in differenti periodi della loro vita. Ascoltate il vostro corpo e non lasciate che le vostre scelte alimentari vi limitino in maniera negativa!

Articolo originale di Catherine Burns 

Traduzione di Chiara Gavioli

Cosa ne pensate? Concordate nel ritenere l’equilibrio il punto fondamentale di un’alimentazione sana? Vi è capitato di pensare che alcuni specifici comportamenti fossero “oltre”? Parliamone!

MANGIO.quindi.SONO

 

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Arrendendomi all’evidenza che effettivamente sì, ci sono persone che d’estate hanno meno fame e faticano a fare colazione, vi propongo una soluzione facile, veloce, deliziosa e… sanissima! Cosa ne dite di un mocha frappuccino veg? Sembra una cosa super goduriosa e zuccherina invece è una colazione completa, sana, senza zucchero e… fresca! Si fa in 5 minuti, in pratica ci mettete di più ad andare nel link in bio per leggervi la ricetta che a farlo! 🇺🇸 What about a healthier, sugar free, dairy free, vegan version of a classic mocha frappuccino? It looks like a luscious cheat meal, but actually it’s a super clean, easy and fresh breakfast, perfect for these hot summer mornings when most people (not me, really NOT me!) struggle with their appetite level! And of course it’s delicious and super satiating! •
•
•
•
#mangioquindisono #summerbreakfast #mochafrappuccino #sugarfree #coffeaddict #mysweettooth #celebratehealthier #foodtographyschool #whatveganseat #myveganbreakfast #foodfluffer #foodstyling #foodphotography #getminimal #eatcaptureshare #thekitchn #droolclub #gloobyfood #moodygram #cookinglight #tastingtable #summercooking #foodbloggeritaliani #thenewhealthy #eatrealfood #hautecuisine
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Ma voi lo sapete che sul blog c’è la ricetta per fare i pita gyros (in versione alleggerita!) in casa? Dal pane pita, al maiale magro sfilacciato sapientemente aromatizzato, fino alle patatine dolci al forno! Ovviamente tzazichi obbligatorio. In pratica la cena perfetta da preparare per tutta la famiglia o a una riunione tra amici, sana, fresca, da condividere. Ora mi serve solo avere lo spazio in casa per invitare qualcuno a mangiarli con noi! Chi viene? Se volete provare a farli vi rimetto il link in bio! 🇺🇸 Homemade pita gyros! Greek food is my fav during summer time: fresh herbs, greek yogurt and lots of veggies are my kind of meal! These healthier gyros are made with lean pork meat, homemade pita bread, lots of veggies, tzazichi and sweet potatoes wedges instead of french fries (because potatoes are a must in a pita gyros!) and they are the perfect choice for a family dinner or a party with friends! •
•
•
•
#mangioquindisono #greekcuisine #eattheworld #eatrealfood #homemadefood #foodtographyschool #foodfluffer #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani #greek #pitagyros #fromscratch #summerfood #myseasonaltable #goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog #celebratehealthier #tastingtable #foodandwine #saveurmag #thekitchn #huffposttaste #vscofood
  • /ENG BELOW/ 🇮🇹 Facciamo un elenco delle cose che saremmo disposti a fare per avere una fetta di questo cheesecake vegano senza glutine al cioccolato e mirtilli stasera? Comincio io. farei una sessione di cardio in palestra (ma massimo 40 minuti, è pur sempre vegano insomma!); una versione di latino (ma di Cesare, non Cicerone); un prelievo del sangue per esami completi; una sessione con il ferro da stiro di tutte le camice in casa;  una rilettura di Vedi alla Voce Amore di Grossman (libro più pesante mai letto in vita mia); un pasto a base di pollo e albume. Insomma si vede che ho voglia di dolce eh?  E di carboidrati. E di fritti. E di prosciutto e melone. Insomma questa cosa che d’estate si ha meno fame deve essere un mito! Intanto la ricetta è sempre nel link in bio
🇺🇸 Let’s make a list of what we are willing to do for a slice of this vegan gluten free chocolate & blueberries cheesecake. I begin: extra cardio session (but no more than 40 minutes… c’mon it’s vegan!); a latin text translation (from Caesar, not Cicero); a blood draw for complete screening; a iron session for all my shirts; a rereading of See Under: Love by Grossman (the heaviest book I’ve ever read); a chicken and egg whites meal. Why do people say they are less hungry during summer?  It can’t be true, it’s obv a myth like Lock Ness monster! •
•
•
#mangioquindisono #vegancheesecake #healthycheesecake #healthysweet #mysweettooth #imsomartha#IFPgallery #foodfluffer #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatprettythings #glutenfree #senzaglutine #vegantreat#beautifulcuisines #foodanadwine#vscofood #myseasonaltable #eatcolorful #thrivemag #fellowmag #italianfoodblogger #homemadewithlove #naturallight #appetitejournal #chocoholic
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Ve l’avevo fatta sbirciare un sacco di tempo fa, e oggi ve la propongo qui sul feed anche se è un vago ricordo e piango all’idea di non poterla mangiare per cena magari con una bella mozzarella di bufala. Fougasse! Che sarebbe la focaccia francese, ma detto in francese suona meglio (no, non è vero, niente suona meglio di “fügassa” in bocca a un panettiere ligure, amici) e siccome i francesi sono sempre attenti a certe cose, ha anche una forma tres chic, a foglia. Non è bellissima? In realtà è facilissima da fare, io ho seguito le indicazioni e le dosi di @giallozafferano, ma ho usato una farina semiintergrale, timo e maggiorana nell’impasto e olive nere e cipolla rossa in superficie.  Non vi dico il profumo e la fragranza una volta spezzata! Dovete provarla!
🇺🇸 It’s called “fougasse” and it’s the french name for our Italian focaccia, but with a super fancy shape. And it’s equally delicious. Ok, I may have a personal emotional preference for our Ligurian “fugasse” since I’ve spent all my summers in Liguria for the first 20 years of life, BUT, this one was incredibly crunchy on the outside and fluffy in the inside. And God, it smelled soooo good! Currently dreaming on it. •
•
•
•
•
#mangioquindisono #fougasse #bread #baersofinstagram #bakersgonnabake #thebakedfeed #cuisinetheworld #foodbloggeritaliani #foodphotography #foodstyling #bread #gluten #eatrealfood #simoleandstill #foodtographyschool #foodfluffer #foodandwine #beautifulcuisines #tastingtable #fromscratch #VSCOfood #huffposttaste #eatcaptureshare #shareyourtable #focaccia #eattheworld #thatauthenticfeeling
  • Vi ricordate del nostro #thecooksclub questa primavera? E’ tornato! In una torrida giornata estiva milanese ci siamo riuniti nel meraviglioso @fusillolab per una dolcissima merenda a base delle ricette del libro Sweet  di @ottolenghi!  Io ho preparato questi cupcake super estivi (con burro, zucchero, panna, glutine e quant’altro stavolta!) al limone, lamponi e ciliegia! Ricetta e racconto sul blog nel link in bio. Meno male che c’era il robot da cucina @kitchenaid a impastare al posto mio perchè li ho preparati con 35° ma sono riusciti meravigliosamente! Soffici, profumati e leggeri (solo nel gusto!). @lammaigal ha preparato uno spaziale (anzi speziale) gelato al ginepro @nonsolofood una cheesecake alle albicocche e @carlottaeilbassotto una sorprendente panna cotta al basilico e fragole. Il tutto allestito meravigliosamente da Lidia, con le ceramiche di Carlotta, e i pazzeschi allestimenti di Carolina di @ouifleurs FATE SWIPE A DESTRA assolutamente per vedere la meravigliosa tavolata d’eccezione (grazie a Michael per le foto dall’alto, ti invidio un sacco quello stativo)!! E passate sui loro profili per scoprire le ricette! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #kitchenaid #queenodhearts #makinghistory100 #ad #sweet #ottolenghi #summer #myseasonaltable #gatheringlikethese #cookbook #kitchenaiditalia #foodblog #foodbloggeritaliani #foodphotography #foodfluffer #tastingtable #eatcaptureshare #f52grams #feedfeed #thekitchn #fromscratch #bakeandshare #hatecuisines #gatherandfeast #hocsupperclub #saveurmag #eatsagram
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Niente forno per la nuova ricetta sul blog! Anzi è un piatto super facile, veloce e fresco! Si tratta di un tabbouleh alternativo, con la quinoa tricolore al posto del bulgur e tanta verdura e erbe aromatiche, per un’insalata tutta vegetale e senza glutine! E la dedico a @valefatina che odia a morte la quinoa 😛😘 perché nel post sul blog che trovate nel link in bio ci sono anche tutti i trucchetti per cucinare la quinoa in maniera perfetta senza che sappia di… cartone marcio! Giuro!
🇺🇸 No oven needed here people. This super easy and quick quinoa tabbouleh salad is the perfect summer gluten free and vegan dish! Quinoa,  raw veggies, fresh herbs and some roasted spiced chickpeas and the dinner is on the table! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #quinoa #whatveganseat #vegansofig #plantbased #eatrealfood #celebratehealthie #myseasonaltable #foodtographyschool #thefeedfeedglutenfree #naturallight #foodphotography #foodstyling #texture #powerfoodie #epicurious #appetitejournal #glutenfree #senzaglutine #eatcaptureshare #saveurmag #huffposttaste #tabbouleh #bhgfood #flatlaytoday #thatsdarling #eatbetter #ahealthynut
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 La stagione delle ciliegie dura pochissimo quindi bisogna approfittarne! Preparatevi perché ho ancora almeno due ricette in serbo per voi oltre a questa! E poi chi l’ha detto che si possono usare solo per i dolci? Ad esempio io le ho arrostite con il timo e le ho messe su bruschette di pane grigliato con caprino fresco, una goduria indimenticabile e una cena veloce (o un aperitivo alternativo per stupire gli ospiti!). Swipe a destra per avere la ricetta completa da salvare! E w le bruschette sempre e comunque! 🇺🇸 Cherry’s season is soo short! We should take advantage of it untile we can! Bare yourself because I’ve got two more cherries recipes in my pocket for you in the next days! And who told they are just for desserts? I love adding fresh fruits to my meals and savoury dishes too! Like these thyme roasted cherries and goad cheese grilled bread bruschetta! Swipe right for the (super easy) recipe to save! (styling inspired by a photo from the wonderful @wellseasonedstudio )
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #summerishere #myseasonaltable #eatseasonal #eatsimple #imsomartha #cherries #bruschetta #italiansdoitbetter #wholefoodplantbased #foodtographyschool #mangiaresano #foodfluffer #f52grams #thekitchn #eatcaptureshare #getminimal #naturallight #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani #realfood #foodblog #italianfoodphotographer
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Se mi chiedeste di esprimere un desiderio in questo momento (oltre a mangiare senza ingrassare e ricevere una sostanziosa eredità multimilionaria) direi sicuramente che vorrei tornare indietro a questo esatto momento, quando ho sfornato questa meravigliosa, lussuriosa, godereccia ma incredibilmente sana pasta all forno vegetariana con burrata affumicata. Innanzitutto per la pasta al forno, e poi perché c’erano 18 gradi. Stavo in maglioncino e c’era una luce stupenda per le foto. Ricordo a tutti che ho più diritto degli altri a lamentarmi del caldo perchè io quando era #maggiembre esultavo e ne ho le prove nelle caption! 🇺🇸 Make a wish. Besides eating everything I want without getting fat and a large inheritance, my biggest wish would be going back to that very day I made this smoked burrata & veggies pasta bake.  First of all because I ate those crunchy and creamy voluptuous and healthy pasta,  but also because it was 18°celsius and I was wearing a sweater. And the light for shooting was freaking amazing! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #throwbackfriday #hotsummer #summerishere #bakedpasta #healthypasta #pastalover #veggies #italiansdoitbetter #italianfoodblogger #foodphotography #foodstyling #thebakedfeed #wsbakeclub #howissummer #makeitdelcious #shareyourtable #lifeandtyme #vscofood #eatcaptureshare #huffposttaste #eatyourgreens #eatcleanrecipes #foodforsoul #celebratehealthier

Seguimi!