ISCRIVITI E SEGUIMI!

Instagram

  • / ENG IN FIRST COMMENT / 🇮🇹 Prosciutto e fichi. Basta questo per commuovere le mie papille gustative: adoro il salato e il dolce insieme (caramello salato, anyone?? cioccolato al fleur de sel? il mio famoso binomio more e brie di capra?). Poi se li metti in un panino, ammettiamolo, è la fine del mondo conosciuto. Questi panini sono di una semplicità disarmante, quasi imbarazzante chiamarla ricetta: prendete del pane in cassetta (il mio è il solito semintegrale fatto in casa!) lo grigliate, prendete i fichi e grigliate anche quelli, poi prendete delle cipolle caramellate (cipolle rosse tagliate fini fatte andare a fuoco basso in padella NON antiaderente a lungo finché non caramellizzano da sole), della senape all’antica, rucola e delle belle fette di prosciutto crudo di Parma e il gioco è fatto!  Praticamente il pasto degli dei! (Quel bicchiere di vino non so chi ce l’abbia messo, sicuramente non io, cosa pensate, deve essere un errore della stylist… cosa dite? Ah sì vero sono sempre io, vabhe è un lapsus. 🤷‍♀️💁 E comunque è venerdì)
#mangioquindisono #healthysandwich  #prosciuttodiparma #sanomanontroppo #foodphotography #foodtographyschool #eatcaptureshaer #huffposttaste #thecookfeed #italiansdoitbetter #fromscratch #homemadefood #eatrealfood #myseasonaltable #howissummer #farmtotable #slowfood #thekitchn #hautecuisines #theartofslowliving #tgif #foodblogfeed #foodbloggeritaliani #scrumptiouskitchen #shareyourtable #hocsupperclub
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Sempre a proposito di piatti freddi e estivi, questa è una ricetta dell’anno scorso che però penso sia sfuggita a molti: involtini vietnamiti! Con l’involucro di riso integrale, il ripieno di verdure, spaghettini di riso e gamberi (omettibili per una versione veg), da condire con una salsina al mango e arachidi da far perdere la testa. Pensate siano impossibili da fare? Tutt’altro! Se non ambite alla perfezione estetica non sono niente di difficoltoso, anzi sul blog ci sono tutti i trucchi per farli venire benissimo senza impazzire e le foto del passo passo per arrotolarli, vi rimetto il link in bio⁣
🇺🇸 If you don’t have news from me tomorrow it means I evaporated.  So freaking hot here, but - seeing your ig stories - I think everyone in northern hemisphere is feeling the same, regardless the location. I deeply envy you, my australian friend.  So, to face the heat, who wants a vietnamese summer  roll for dinner? To be served cold, of course, with some mango & peanut dipping sauce 🤤⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
⁣
#mangioquindisono #summerishere #myseasonaltable #eatprettythings #eatfresh #feedfeedglutenfree #pursuethepretty  #thkitchn #foodblogfeed #eattheworld #gloobyfood #senzaglutine #glutenfree #tastingtable #eatyourveggies #dairyfree #vietnamesefood #scrumptiouskitchen #fromscratch #handsinframe #howissummer #summerrolls #onthetable #foodstyling #flatlayforever
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Qualche giorno fa vi avevo chiesto cosa volevate trovare qui e sul blog, che tipo di ricette cercavate. Mi pare che la richiesta di ricette veloci, fresche e salutari sia stata piuttosto condivisa, quindi io vi accontento subito! Non i soliti tacos di pesce!  Niente a che vedere con quelle immonde cose dure e secche che avete mangiato l’ultima volta al messicano, qui abbiamo tortillas morbide (come da tradizione messicana) con pezzetti di pesce  bianco marinato che si scioglie in bocca, rinfrescato da una “salsa” a base di anguria, melone, mais, pomodoro e cetriolo! Senza latticini, senza glutine se trovate le tortillas giuste, ed è pronto in meno di 30 minuti se vi organizzate! Vi voglio subito a leggere la ricetta nel link in bio! 🇺🇸 So, I’ve always dreamt of making homemade fish taco all by myself. When I found original corn tacos tortillas in a ethnic supermarket I almost cried for happiness. These halibut tacos have nothing to share with the orribile, tasteless and dry tacos that you can find in an average “mexican” restaurant in Italy. They are so fresh, so juicy and so simple to make and the melon, corn, cucumber & tomatoes salsa it’s just the perfect flavour combination! The perfect midweek dinner!
#mangioquindisono #dairyfree #glutenfree #senzaglutine #senzalatticini #summerfood #healthysummermeals #myseasonaltable #eatrealfood #healthytacos #fishtacos #homemadeisbetter #eatcleanrecipes #mexicanfoodporn #ceneestive #healthyandfresh #gatherandfeast #foodfluffer #thefeedfeed #foodtographyschool #fellowmag #scrumptiouskitchen #makeitberlicious #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani #bhgfood #mysummerfood
  • / ENG IN 1° COMMENT / 🇮🇹 E’ tornato il Grande Caldo e sta per arrivare di nuovo il Grandissimo Caldo.  Io mi prendo una settimana di pausa dalla palestra , perché dopo mesi e mesi di frequenza assidua 5 volte a settimana c’è bisogno di un attimo di riposo mentale e fisico, e mi dedico ad amene camminate nell’afa che già ricopre la campagna alle 6 del mattino. E cerco di resistere psicologicamente all’estate con il meal prep. Non sono una grande fan del meal prep classico, perchè mangiare la stessa cosa per giorni e giorni mi porterebbe al suicidio assistito, ma d’estate faccio sempre una minisessione di meal prep di verdure il lunedì, quando faccio la spesa dal mio fruttivendolo: ho arrostito dei peperoni, cotto al forno una melanzana già trasformata in babaganoush, preparato un coleslaw di cappuccio e carote e pulito e cotto i fagiolini. Tutto in contenitori in vetro in frigo così le verdure per almeno 4 pasti sono già pronte. Voi potreste prendere spunto e sacrificarvi ad accendere il forno per fare i miei plumcake al limone ricotta e mirtilli: soffrite oggi per avere poi tutta la settimana pronta una colazione deliziosa, senza glutine, senza zucchero e senza burro! Come sempre link in bio!
#mangioquindisono #sugarfree #senzazucchero #evoo #glutenfree #mealprep #theartofslowliving #flatlaytoday #bakerslife #healthybreakfastideas #fromscratch #foodbloggerintaliani #eatprettythings #foodfluffer #foodtographyschool #foodstyling #feedfeedglutenfree #droolclub #imsomartha #foodblogfeed #hocsupperclub #fellowmag
  • / ENG IN FIRST COMMENT / 🇮🇹 Mi godo l’ultima giornata di fresco, di aria leggera, di estate come vorrei che fosse e come invece non è, prima che tornino i 38 gradi di settimana prossima. Mi godo una colazione semplice con il solito pane di @paoletta_sersante, del miele o marmellata e il mio amato caffè lunghissimo macchiato freddo. Sì, è il pane che ho usato per i french toast ripieni di ricotta; sì, è il pane che presto vedrete in un sandwich gourmet nel feed; sì, è il pane che si fa in 3 ore nette; sì è il pane che ha “tanto” lievito, ma è super digeribile comunque (e ad ogni modo in casa mia ci sono 26 gradi quindi diminuisco notevolmente le dosi di lievito che tanto cresce solo a guardarlo); e sì è il pane che rifaccio ogni settimana, ogni volta con un mix di farine integrali diverso a seconda di cos’ho sottomano. Ed è anche l’unica fonte di gioia delle mie giornate alimentari a dieta, perchè è così buono, così profumato, così coccola che piango ogni volta che posso mangiarmene una fetta perché prevista nel mio piano. •
•
•
•
#mangioquindisono #foodfluffer #healthybreakfast #rincorrerelabellezza #morningslikethese #gatheringlikethese #foodtographyschool #fromscratch #mymagicalmorning #aslowmoment #homemadewithlove #livemoremagic #pursuethepretty #livelittlething #darlingmoment #amatiattimi #theartofslowliving #liveauthentic #foodstyling #foodphotographer #ilmioritmolento  #ofsimplethings #smellofbaking
  • / ENG BELOW / 🇮🇹Devo dire che non sono mai stata una gran fan dell’insalata di riso classica, condita con quei cocktail micidiali e insapori di grassi inutili, sale eccessivo e aceto, che sono i barattoli dei vari condimenti pronti. Magari poi tre chili di riso per un misero barattolo: no grazie. Invece adoro le insalate di riso “alternative” con condimenti di qualità e sapori diversi dal solito, come questa insalata di riso venere! Con salmone al vapore, zucchine marinate, mirtilli e una deliziosa salsa leggera allo yogurt! Se volete provarla vi rimetto il link in bio perchè è una ricetta dell’anno scorso!
🇺🇸 Last year I made this black rice salad with steamed salmon, marinated zucchini, blueberries and yogurt sauce, and let me tell you… it’s a summer killing dish! Fresh, simple, gluten free & healthy  it will be your week night dinner saver!
•
•
•
•
#mangioquindisono #summersalad #eatrealfood #homemadefood #foodtographyschool #foodfluffer #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani  #summerfood #myseasonaltable #goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog #celebratehealthier #tastingtable #foodandwine #saveurmag #thekitchn #huffposttaste #vscofood #glutenfree #senzaglutine #hocsupperclub #eatcaptureshare
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Ma voi le ricette le preferite qui nella caption o sul blog con le mie dissertazioni filosofiche sul senso della vita e il sapore delle ciliegie? Sto cercando di fare un po’ e un po’ ma magari voi avete preferenze specifiche!  Io intanto oggi vi lascio qui la ricetta di questi clafoutis (che meno male che devo solo scriverlo e non leggerlo perché non ho idea di come si faccia) in versione alternativa, senza glutine, senza burro e senza zucchero, ma morbidissimi e profumatissimi lo giuro!  Per gli ingredienti scorrete la foto successiva, per il procedimento eccolo qui: ⁣⁣
Sbattete l’uovo e il tuorlo con lo xilitolo fino a montarli leggermente⁣⁣
Unite le farine e il lievito setacciati, mescolate⁣⁣
Aggiungete l’amaretto e il latte in cui avrete sciolto i semi di vaniglia ⁣⁣
Mescolate l’impasto con una spatola⁣⁣
Ungete leggermente 4 cocotte e disponetevi 6 ciliegie denocciolate ⁣⁣
Ricoprite di impasto  e cuocete a 180° per 25 min ⁣⁣ 🇺🇸 I’m trying to post more recipes here on IG than on the blog so even my not Italian speaking followers may enjoy them (I’m not psychologically⁣⁣ ready to write my blog posts in Enlish too!). Does it make sense? Do you enjoy the recipes I share here in the captions?? Tell me! Meanwhile here the recipe for my alternative (sugar free, gluten free and butter free) version of cherry clafoutis, for the ingredients swipe right twice, for the method here we are: ⁣⁣
Whisk egg and egg yolk with xylitol until fluffy⁣⁣
Add sifted flours and baking powder, mix well with a spatula⁣⁣
Add the liquor, the milk and vanilla and mix again⁣⁣
Grease 4 cocottes, add 6 pitted cherries each⁣⁣
Add the dough and bake at 180° for 25 min⁣⁣
#mangioquindisono #senzaglutine #senzazucchero #glutenfree #sugarfree #senzaburro #cherryseason #cleaneating #mysweettooth #foodphotography #italianfoodphotographer #foodstylist #foodfluffer #thebakedfeed #droolclub #foodtographyschool #marthabakes #VSCOfood #myseasonaltable #farmtotable #sweetinspiration #summerbaking #healthybaking
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 L’avevo promessa da un sacco di tempo, ma continuavo a rimandare. Continuavo a rimandare perchè le foto non mi piacevano e stavo per cestinarle anche perchè ormai la stagione degli asparagi e quella dei broccoli è ormai un ricordo. Ma poi ho deciso che dovevo sfidare la mia pulsione al perfezionismo, e… postarla lo stesso. Prima di tutto perchè non succede niente di male, secondo perchè comunque è già pronta per quanto gli asparagi torneranno in stagione l’anno prossimo, e terzo perchè è una ricetta bomba e meritava di vedere la luce. Green socca! O farinata, o cecina, o farfrittata, insomma una finta pizza fatta con farina di ceci e cotta al forno, senza glutine e senza latticini, condita con un pesto di broccoli, verdure e salmone affumicato. Sul blog la ricetta LINK IN BIO con le alternative per renderla più estiva e veg 🇺🇸 I’ve been looking at these photos for months (literally, since I’ve shot them in march!) but I felt it was never the right time to post then. I’m not in love with this photo, and I procrastinated so much that asparagus and broccoli aren’t in season anymore! But the recipe rock,  people, it really rocks so… damn you, freaking control issues, I’m posting it anyway! Green socca with asparagus, zucchini, broccoli pesto and smoked salmon! •
•
•
•
#mangioquindisono #socca #green #asparagus #salmon #dairyfree #senzalatticini #glutenfree #senzaglutine #feedfeedglutenfree #italianfoodblogger #foodphotography #foodtographyschool #eatcaptureshare #monimood #foodstyling #eatrealfood #lifeandthyme #eatpreatty #fromscratch #eatyourveggies #eatcolorful #thenewhealthy #bodyfuel #eatwholefoods #eatsimple #hocsupperclub #followmag #belightinspired #hautecuisines
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Arrendendomi all’evidenza che effettivamente sì, ci sono persone che d’estate hanno meno fame e faticano a fare colazione, vi propongo una soluzione facile, veloce, deliziosa e… sanissima! Cosa ne dite di un mocha frappuccino veg? Sembra una cosa super goduriosa e zuccherina invece è una colazione completa, sana, senza zucchero e… fresca! Si fa in 5 minuti, in pratica ci mettete di più ad andare nel link in bio per leggervi la ricetta che a farlo! 🇺🇸 What about a healthier, sugar free, dairy free, vegan version of a classic mocha frappuccino? It looks like a luscious cheat meal, but actually it’s a super clean, easy and fresh breakfast, perfect for these hot summer mornings when most people (not me, really NOT me!) struggle with their appetite level! And of course it’s delicious and super satiating! •
•
•
•
#mangioquindisono #summerbreakfast #mochafrappuccino #sugarfree #coffeaddict #mysweettooth #celebratehealthier #foodtographyschool #whatveganseat #myveganbreakfast #foodfluffer #foodstyling #foodphotography #getminimal #eatcaptureshare #thekitchn #droolclub #gloobyfood #moodygram #cookinglight #tastingtable #summercooking #foodbloggeritaliani #thenewhealthy #eatrealfood #hautecuisine

Seguimi!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Quanto sano sarà, il “troppo” sano?

Uno dei punti fondamentali dell’essere sani, ritengo sia l’equilibrio, il compromesso se vogliamo. Il sapere dove fermarsi, in un senso, ma anche nell’altro. Non esiste pressochè nessun cibo che vada evitato completamente, va solo valutato bene come, quanto, quando e quanto spesso mangiarlo. E credo che questa mia filosofia venga fuori bene dalle mie ricette.  Una cosa che dico sempre a chi chiede “Ma cosa mangiare a colazione? Ma quanti carboidrati a pasto? Quanto spesso i latticini? Ma questo cibo è sano?” è: ascolta il tuo corpo. Certo leggete, imparate il più possibile, documentatevi, chiedete consulenze a professionisti del settore ma non fossilizzatevi, perchè ognuno di noi è diverso, ha necessità diverse, ciò che va bene per me, può non andar bene per altre persone. Sperimentate su di voi. Tipico esempio? I cibi integrali e la verdura. Chiaramente alimenti salubri che qualsiesi professionista vi suggerirebbe di inserire nella vostra dieta (ben a ragione!). Purtroppo però alcune verdure gonfiano alcune persone, alterando il normale transito intestinale, mentre altri devono ridurre l’introito di cereali integrali perchè li rende stitici e gonfi. Cosa dovrebbero fare queste persone, perseverare nel seguire i “salubri” consigli continuando a soffrire? No, ascoltare le proprie esigenze. 

Recentemente si è iniziato a parlare di ortoressia, una nuova possibile candidata tra i disordini alimentari per il prossimo DSM (Manuale diagnostico e statistico per i Disturbi Mentali). C’è molta polemica al riguardo perchè da una parte abbiamo chi è abituato a curare l’alimentazione e ama mangiare sano che si sente additato a “malato mentale” solo perchè segue uno stile alimentare particolare, dall’altro invece, c’è chi vede determinati atteggiamenti di attenzione alla propria salute come estremismi inutili. 

Mi sento di poter fare un’affermazione in tutta sicurezza: se mangiate sano, fate sport e siete felici, ogni tanto rifiutate uno spritz e ogni tanto lo accettate, non siete ortoressici.  Posso rassicurarvi col dirvi che nessun medico o psicologo mai vi farà una diagnosi simile (se e quando l’ortoressia entrerà a pieno diritto tra le patologie riconosciute) solo per questo. Solo le persone ristrette mentalmente possono accusare chi mangia tante verdure di essere ortoressico, state pur sicuri. 

Detto ciò, non è nemmeno un’esagerazione dire che alcuni comportamenti alimentari diventano piuttosto pesanti, tanto da inficiare la vita sociale, il rendimento lavorativo/scolastico e diventare, a tutti gli effetti, un’ossessione. Ed è qui che c’è bisogno di preoccuparsi: quando mangiare sano diventa più importante che vivere la propria vita in maniera felice e serena, quando soverchia ogni altra attività. Non è un’accusa, non è un’esagerazione, o un modo per creare malattie inesistenti (i medici ne hanno fin troppi di pazienti immaginari, non ci tengono particolarmente a gridare al malato contro una persona sana, fidatevi) è solo un preoccuparsi di quando qualcosa diventa eccessivo. 

Ma quando specificatamente? Come capire se il mangiare sano non è più una passione, un modo di prendersi cura di sè e del proprio corpo, ma invece un’ossessione (e compulsione direi!) che scava dentro di noi? Non è facile.

Una paio di giorni fa ho letto un articolo interessante al riguardo sull’Huffinfton Post, breve, conciso ma illuminante e ho subito pensato di linkarlo sulla mia pagina facebook. Poi però mi sono fermata perchè so che molti dei miei lettori sono titubanti ad aprire un link in inglese, per la scarsa dimestichezza con la lingua quindi ho pensato: perchè sprecare un articolo così interessante solo con un link, lo traduco!

Così, previa autorizzazione dell’autrice, Catherine Burns, un’antropologa e terapista nutrizionale certificata in UK che vive alle Bermuda, ecco qui la mia traduzione.

Se il suo stile e il suo modo di pensare vi piace, potete seguirla sulla pagina facebook qui e curiosare nei suoi progetti qui e qui

Quanto sano sarà il "troppo" sano?

Quanto sano sarà, il “troppo” sano? 

Nel caso non l’aveste notato, il mondo è uscito di testa per il cavolo nero. Alcune voci affermerebbero che il cavolfiore sarà il nuovo cucciolo nel blocco dei super cibi, ma non sono sicura che funzionerebbe altrettanto bene in un “Juice Bar”. Lessarlo, schiacciarlo, arrostirlo, sì! Ma berlo? Ehm, no grazie. Il cavolo nero invece è un cavallo di battaglia per chi ama centrifugare ed estrarre succhi. Provatelo con il cetriolo e la mela per una versione semplice e deliziosa. Diventa fantastico nelle insalate, anche se alcune persone dissentono a tale proposito. La madre del mio tirocinante dice che è come se il cavolo nero (mangiato nelle insalate) stesse cercando di morderla! Sono completamente d’accordo, può essere un boccone aggressivo! La soluzione è o passare al cavolo nero baby, oppure usare una fantastica marinata, come la mia ricetta con miele, limone e tahine. Massaggiatela (sì, sul serio) sulle foglie e queste si ammorbidiranno magicamente!

Ovviamente siete altrettanto autorizzati a lasciare perdere il cavolo nero in tutte le sue forme. I vostri arti non cadranno, il vostro fegato continuerà a disintossicare il vostro corpo da solo e il mondo continuerà a girare. Fate solo attenzione a mangiare alcune tra le crucifere, ok? Cavolo, cavolfiore, broccoli, cavoletti di Brussels, contano tutti.

In realtà ho avuto alcuni clienti recentemente a cui – per una ragione o per l’altra – ho chiesto di ridurre la quantità di cavolo nero. Sto vedendo sempre più diari alimentari che offrono una lunga lista di super cibi ma senza fornire la giusta varietà di calorie! In un convegno di formazione professionale per terapisti nutrizionali a cui ho partecipato quest’anno abbiamo scoperto che molti di noi avevano clienti che seguono una dieta incredibilmente restrittiva dopo aver fatto ricerche su Internet ed essere usciti di testa. Il web è una cosa meravigliosa ma è facile finire a leggere troppo e tentare l’autodiagnosi. Tra pesticidi, ormone della crescita, antibiotici, coloranti basati su petrolati, grassi super processati e quantità ridicolmente alte di zucchero nei nostri cibi è facile cadere nella paranoia.

Il risultato di tutto ciò è anche diventare troppo restrittivi.

Ecco cosa cercare per capire se è il vostro caso.

Quando non è sano PER VOI

Seguire blog di salute può essere ispirante, ma nonostante possa suonare carico di promesse, ciò che funziona per qualcuno può non necessariamente essere il giusto approccio anche per voi. In più ciò che può essere efficace a breve termine, potrebbe anche non essere una strategia ragionevole a lungo termine. Per esempio c’è questo fantastico documentario, chiamato: “Fat, Sick & Nearly Dead” in cui Joe Cross, un Australiano assuefatto al cibo spazzatura, viaggia attraverso gli Stati Uniti con un estrattore per succo nel retro della sua macchina, vivendo di succhi e centrifugati per 60 giorni. Ha perso peso e si sente in maniera sbalorditiva. E certo, perché la sua alimentazione precedente era pessima! Ad ogni modo se state già seguendo uno stile di vita alimentare ragionevolmente sano, una dieta detox a base di centrifugati non è necessaria per stare meglio, soprattutto per quanto riguarda i livelli glicemici nel sangue.

Quando non alternate i vari vegetali

Anche se non seguo una dieta basata solo sui centrifugati, sono un’enorme fan dei “Green Juices” (succhi a base di verdure a foglia verde NdT). Ad ogni modo vale la pena notare che alcuni vegetali crudi hanno un alto contenuto in ossalati, che se presenti in eccesso possono portare alla formazione di calcoli renali (soprattutto in persone suscettibili geneticamente). Questo non vuol dire che dovete tagliare fuori centrifugati e frullati, ma piuttosto alternare le verdure a foglia verde ad alto contenuto di ossalati (spinaci, bietole, cime di barbabietola) con quelle a basso contenuto degli stessi (lattuga, sedano, cetriolo, crescione o cavolo). Per coloro ai quali è stato diagnosticato un problema tiroideo, la rotazione permette di prevenire una sovra esposizione a sostanze gozzigene, che possono avere effetti negativi sulla funzione tiroidea, specialmente quando associate a una già nota deficienza di iodio. Conclusione? Sia che si tratti di centrifugati, sia che si tratti di verdure intere, mischiatele e non mangiate la stessa verdura tutti i giorni.

Quando la vostra dieta è troppo restrittiva

La combinazione di filosofie alimentari di stampo etico e la sensibilità a ciò che mangiamo può risultare un vero disastro dal punto di vista dietetico! Immaginate il caso in cui preferite evitare la carne d’allevamento intensivo e i prodotti animali, ma al contempo soffrite di intolleranze alimentari multiple. Uscire a cena o anche solo capire cosa mangiare per colazione, può diventare un incubo. Se vi ritrovate davanti a un frigorifero pieno, a domandarvi cosa diavolo potete mangiare, ecco allora potreste avere un problema. E’ poi estremamente pericoloso se finite a non mangiare affatto perché non riuscite a trovare un’opzione accettabile. Questa situazione sta iniziando a essere definita “ortoressia”, essenzialmente un’ossessione insana per il cibo sano. Il supporto psicologico è essenziale tanto quanto quello di un nutrizionista qualificato o un dietologo che possano aiutarvi ad ampliare le vostre scelte e ammorbidire le vostre linee di confine.

Quando non riuscite a provare amore

Il cibo dovrebbe essere fonte di nutrimento ma anche una gioia. Preparare e condividere i pasti è un antico e basilare modo di passare il tempo per l’essere umano. Se la scelta di mangiare sano rende le situazioni sociali opprimenti o vi fa sentire deprivati non durerà a lungo! Il trucco è trovare ricette sane che vi permettano di godere dei vostri alimenti preferiti in modo più salubre. I siti “100 Days of Real Food blog” (100 giorni di cibo vero) e “Clean Eating magazine website” (Mangiare Pulito) sono risorse preziose in tale senso.

 Quando le vostre scelte alimentari arrivano a soverchiare la vostra persona

Siete vegani o vegetariani? Amanti della dieta paleo o fanatici dell’eatclean? Non c’è niente di male ad avere una definizione – anzi in effetti avere una “filosofia alimentare” può essere utile – ma questa non dovrebbe definirvi. Siete ciò che mangiate ma siete anche molto, molto più di quello! E’ piuttosto deprimente sentirsi come di aver fallito o di aver violato la legge quando deviate dal vostro comportamento abituale. Aderire così strettamente a una qualche regola alimentare potrebbe indurvi a sottovalutare un sintomo fisico indizio di qualcosa di importante. Se avete una smania incredibile per la carne, ad esempio, forse dietro c’è una specifica ragione. Se avete il colesterolo alto e seguite un piano alimentare paleo, sarebbe un peccato evitare avena e fagioli. Regole differenti lavorano per persone differenti in differenti periodi della loro vita. Ascoltate il vostro corpo e non lasciate che le vostre scelte alimentari vi limitino in maniera negativa!

Articolo originale di Catherine Burns 

Traduzione di Chiara Gavioli

Cosa ne pensate? Concordate nel ritenere l’equilibrio il punto fondamentale di un’alimentazione sana? Vi è capitato di pensare che alcuni specifici comportamenti fossero “oltre”? Parliamone!

MANGIO.quindi.SONO

 

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

  • / ENG IN FIRST COMMENT / 🇮🇹 Prosciutto e fichi. Basta questo per commuovere le mie papille gustative: adoro il salato e il dolce insieme (caramello salato, anyone?? cioccolato al fleur de sel? il mio famoso binomio more e brie di capra?). Poi se li metti in un panino, ammettiamolo, è la fine del mondo conosciuto. Questi panini sono di una semplicità disarmante, quasi imbarazzante chiamarla ricetta: prendete del pane in cassetta (il mio è il solito semintegrale fatto in casa!) lo grigliate, prendete i fichi e grigliate anche quelli, poi prendete delle cipolle caramellate (cipolle rosse tagliate fini fatte andare a fuoco basso in padella NON antiaderente a lungo finché non caramellizzano da sole), della senape all’antica, rucola e delle belle fette di prosciutto crudo di Parma e il gioco è fatto!  Praticamente il pasto degli dei! (Quel bicchiere di vino non so chi ce l’abbia messo, sicuramente non io, cosa pensate, deve essere un errore della stylist… cosa dite? Ah sì vero sono sempre io, vabhe è un lapsus. 🤷‍♀️💁 E comunque è venerdì)
#mangioquindisono #healthysandwich  #prosciuttodiparma #sanomanontroppo #foodphotography #foodtographyschool #eatcaptureshaer #huffposttaste #thecookfeed #italiansdoitbetter #fromscratch #homemadefood #eatrealfood #myseasonaltable #howissummer #farmtotable #slowfood #thekitchn #hautecuisines #theartofslowliving #tgif #foodblogfeed #foodbloggeritaliani #scrumptiouskitchen #shareyourtable #hocsupperclub
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Sempre a proposito di piatti freddi e estivi, questa è una ricetta dell’anno scorso che però penso sia sfuggita a molti: involtini vietnamiti! Con l’involucro di riso integrale, il ripieno di verdure, spaghettini di riso e gamberi (omettibili per una versione veg), da condire con una salsina al mango e arachidi da far perdere la testa. Pensate siano impossibili da fare? Tutt’altro! Se non ambite alla perfezione estetica non sono niente di difficoltoso, anzi sul blog ci sono tutti i trucchi per farli venire benissimo senza impazzire e le foto del passo passo per arrotolarli, vi rimetto il link in bio⁣
🇺🇸 If you don’t have news from me tomorrow it means I evaporated.  So freaking hot here, but - seeing your ig stories - I think everyone in northern hemisphere is feeling the same, regardless the location. I deeply envy you, my australian friend.  So, to face the heat, who wants a vietnamese summer  roll for dinner? To be served cold, of course, with some mango & peanut dipping sauce 🤤⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
•⁣
⁣
#mangioquindisono #summerishere #myseasonaltable #eatprettythings #eatfresh #feedfeedglutenfree #pursuethepretty  #thkitchn #foodblogfeed #eattheworld #gloobyfood #senzaglutine #glutenfree #tastingtable #eatyourveggies #dairyfree #vietnamesefood #scrumptiouskitchen #fromscratch #handsinframe #howissummer #summerrolls #onthetable #foodstyling #flatlayforever
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Qualche giorno fa vi avevo chiesto cosa volevate trovare qui e sul blog, che tipo di ricette cercavate. Mi pare che la richiesta di ricette veloci, fresche e salutari sia stata piuttosto condivisa, quindi io vi accontento subito! Non i soliti tacos di pesce!  Niente a che vedere con quelle immonde cose dure e secche che avete mangiato l’ultima volta al messicano, qui abbiamo tortillas morbide (come da tradizione messicana) con pezzetti di pesce  bianco marinato che si scioglie in bocca, rinfrescato da una “salsa” a base di anguria, melone, mais, pomodoro e cetriolo! Senza latticini, senza glutine se trovate le tortillas giuste, ed è pronto in meno di 30 minuti se vi organizzate! Vi voglio subito a leggere la ricetta nel link in bio! 🇺🇸 So, I’ve always dreamt of making homemade fish taco all by myself. When I found original corn tacos tortillas in a ethnic supermarket I almost cried for happiness. These halibut tacos have nothing to share with the orribile, tasteless and dry tacos that you can find in an average “mexican” restaurant in Italy. They are so fresh, so juicy and so simple to make and the melon, corn, cucumber & tomatoes salsa it’s just the perfect flavour combination! The perfect midweek dinner!
#mangioquindisono #dairyfree #glutenfree #senzaglutine #senzalatticini #summerfood #healthysummermeals #myseasonaltable #eatrealfood #healthytacos #fishtacos #homemadeisbetter #eatcleanrecipes #mexicanfoodporn #ceneestive #healthyandfresh #gatherandfeast #foodfluffer #thefeedfeed #foodtographyschool #fellowmag #scrumptiouskitchen #makeitberlicious #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani #bhgfood #mysummerfood
  • / ENG IN 1° COMMENT / 🇮🇹 E’ tornato il Grande Caldo e sta per arrivare di nuovo il Grandissimo Caldo.  Io mi prendo una settimana di pausa dalla palestra , perché dopo mesi e mesi di frequenza assidua 5 volte a settimana c’è bisogno di un attimo di riposo mentale e fisico, e mi dedico ad amene camminate nell’afa che già ricopre la campagna alle 6 del mattino. E cerco di resistere psicologicamente all’estate con il meal prep. Non sono una grande fan del meal prep classico, perchè mangiare la stessa cosa per giorni e giorni mi porterebbe al suicidio assistito, ma d’estate faccio sempre una minisessione di meal prep di verdure il lunedì, quando faccio la spesa dal mio fruttivendolo: ho arrostito dei peperoni, cotto al forno una melanzana già trasformata in babaganoush, preparato un coleslaw di cappuccio e carote e pulito e cotto i fagiolini. Tutto in contenitori in vetro in frigo così le verdure per almeno 4 pasti sono già pronte. Voi potreste prendere spunto e sacrificarvi ad accendere il forno per fare i miei plumcake al limone ricotta e mirtilli: soffrite oggi per avere poi tutta la settimana pronta una colazione deliziosa, senza glutine, senza zucchero e senza burro! Come sempre link in bio!
#mangioquindisono #sugarfree #senzazucchero #evoo #glutenfree #mealprep #theartofslowliving #flatlaytoday #bakerslife #healthybreakfastideas #fromscratch #foodbloggerintaliani #eatprettythings #foodfluffer #foodtographyschool #foodstyling #feedfeedglutenfree #droolclub #imsomartha #foodblogfeed #hocsupperclub #fellowmag
  • / ENG IN FIRST COMMENT / 🇮🇹 Mi godo l’ultima giornata di fresco, di aria leggera, di estate come vorrei che fosse e come invece non è, prima che tornino i 38 gradi di settimana prossima. Mi godo una colazione semplice con il solito pane di @paoletta_sersante, del miele o marmellata e il mio amato caffè lunghissimo macchiato freddo. Sì, è il pane che ho usato per i french toast ripieni di ricotta; sì, è il pane che presto vedrete in un sandwich gourmet nel feed; sì, è il pane che si fa in 3 ore nette; sì è il pane che ha “tanto” lievito, ma è super digeribile comunque (e ad ogni modo in casa mia ci sono 26 gradi quindi diminuisco notevolmente le dosi di lievito che tanto cresce solo a guardarlo); e sì è il pane che rifaccio ogni settimana, ogni volta con un mix di farine integrali diverso a seconda di cos’ho sottomano. Ed è anche l’unica fonte di gioia delle mie giornate alimentari a dieta, perchè è così buono, così profumato, così coccola che piango ogni volta che posso mangiarmene una fetta perché prevista nel mio piano. •
•
•
•
#mangioquindisono #foodfluffer #healthybreakfast #rincorrerelabellezza #morningslikethese #gatheringlikethese #foodtographyschool #fromscratch #mymagicalmorning #aslowmoment #homemadewithlove #livemoremagic #pursuethepretty #livelittlething #darlingmoment #amatiattimi #theartofslowliving #liveauthentic #foodstyling #foodphotographer #ilmioritmolento  #ofsimplethings #smellofbaking
  • / ENG BELOW / 🇮🇹Devo dire che non sono mai stata una gran fan dell’insalata di riso classica, condita con quei cocktail micidiali e insapori di grassi inutili, sale eccessivo e aceto, che sono i barattoli dei vari condimenti pronti. Magari poi tre chili di riso per un misero barattolo: no grazie. Invece adoro le insalate di riso “alternative” con condimenti di qualità e sapori diversi dal solito, come questa insalata di riso venere! Con salmone al vapore, zucchine marinate, mirtilli e una deliziosa salsa leggera allo yogurt! Se volete provarla vi rimetto il link in bio perchè è una ricetta dell’anno scorso!
🇺🇸 Last year I made this black rice salad with steamed salmon, marinated zucchini, blueberries and yogurt sauce, and let me tell you… it’s a summer killing dish! Fresh, simple, gluten free & healthy  it will be your week night dinner saver!
•
•
•
•
#mangioquindisono #summersalad #eatrealfood #homemadefood #foodtographyschool #foodfluffer #foodphotography #foodstyling #foodbloggeritaliani  #summerfood #myseasonaltable #goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog #celebratehealthier #tastingtable #foodandwine #saveurmag #thekitchn #huffposttaste #vscofood #glutenfree #senzaglutine #hocsupperclub #eatcaptureshare
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 Ma voi le ricette le preferite qui nella caption o sul blog con le mie dissertazioni filosofiche sul senso della vita e il sapore delle ciliegie? Sto cercando di fare un po’ e un po’ ma magari voi avete preferenze specifiche!  Io intanto oggi vi lascio qui la ricetta di questi clafoutis (che meno male che devo solo scriverlo e non leggerlo perché non ho idea di come si faccia) in versione alternativa, senza glutine, senza burro e senza zucchero, ma morbidissimi e profumatissimi lo giuro!  Per gli ingredienti scorrete la foto successiva, per il procedimento eccolo qui: ⁣⁣
Sbattete l’uovo e il tuorlo con lo xilitolo fino a montarli leggermente⁣⁣
Unite le farine e il lievito setacciati, mescolate⁣⁣
Aggiungete l’amaretto e il latte in cui avrete sciolto i semi di vaniglia ⁣⁣
Mescolate l’impasto con una spatola⁣⁣
Ungete leggermente 4 cocotte e disponetevi 6 ciliegie denocciolate ⁣⁣
Ricoprite di impasto  e cuocete a 180° per 25 min ⁣⁣ 🇺🇸 I’m trying to post more recipes here on IG than on the blog so even my not Italian speaking followers may enjoy them (I’m not psychologically⁣⁣ ready to write my blog posts in Enlish too!). Does it make sense? Do you enjoy the recipes I share here in the captions?? Tell me! Meanwhile here the recipe for my alternative (sugar free, gluten free and butter free) version of cherry clafoutis, for the ingredients swipe right twice, for the method here we are: ⁣⁣
Whisk egg and egg yolk with xylitol until fluffy⁣⁣
Add sifted flours and baking powder, mix well with a spatula⁣⁣
Add the liquor, the milk and vanilla and mix again⁣⁣
Grease 4 cocottes, add 6 pitted cherries each⁣⁣
Add the dough and bake at 180° for 25 min⁣⁣
#mangioquindisono #senzaglutine #senzazucchero #glutenfree #sugarfree #senzaburro #cherryseason #cleaneating #mysweettooth #foodphotography #italianfoodphotographer #foodstylist #foodfluffer #thebakedfeed #droolclub #foodtographyschool #marthabakes #VSCOfood #myseasonaltable #farmtotable #sweetinspiration #summerbaking #healthybaking
  • / ENG BELOW / 🇮🇹 L’avevo promessa da un sacco di tempo, ma continuavo a rimandare. Continuavo a rimandare perchè le foto non mi piacevano e stavo per cestinarle anche perchè ormai la stagione degli asparagi e quella dei broccoli è ormai un ricordo. Ma poi ho deciso che dovevo sfidare la mia pulsione al perfezionismo, e… postarla lo stesso. Prima di tutto perchè non succede niente di male, secondo perchè comunque è già pronta per quanto gli asparagi torneranno in stagione l’anno prossimo, e terzo perchè è una ricetta bomba e meritava di vedere la luce. Green socca! O farinata, o cecina, o farfrittata, insomma una finta pizza fatta con farina di ceci e cotta al forno, senza glutine e senza latticini, condita con un pesto di broccoli, verdure e salmone affumicato. Sul blog la ricetta LINK IN BIO con le alternative per renderla più estiva e veg 🇺🇸 I’ve been looking at these photos for months (literally, since I’ve shot them in march!) but I felt it was never the right time to post then. I’m not in love with this photo, and I procrastinated so much that asparagus and broccoli aren’t in season anymore! But the recipe rock,  people, it really rocks so… damn you, freaking control issues, I’m posting it anyway! Green socca with asparagus, zucchini, broccoli pesto and smoked salmon! •
•
•
•
#mangioquindisono #socca #green #asparagus #salmon #dairyfree #senzalatticini #glutenfree #senzaglutine #feedfeedglutenfree #italianfoodblogger #foodphotography #foodtographyschool #eatcaptureshare #monimood #foodstyling #eatrealfood #lifeandthyme #eatpreatty #fromscratch #eatyourveggies #eatcolorful #thenewhealthy #bodyfuel #eatwholefoods #eatsimple #hocsupperclub #followmag #belightinspired #hautecuisines

Seguimi!