Healthy Naked Cake fragole & limone – 100° post per 4 anni di Mangio Quindi Sono

Healthy Naked Cake fragole e limone: torta a strati senza zucchero, burro, olio, panna

Questa settimana è decisamente una settimana ricca dal punto di vista personale. Martedì abbiamo avuto una notizia che, incrociando le dita potrebbe trasformarsi in un cambiamento entusiasmante nel giro di pochi giorni (No, non sono incinta, tranquilli, l’evoluzione della specie è salva); e domani io e mio marito festeggeremo anche il nostro primo anniversario di Matrimonio! Incredibile che sia già passato un anno! E poi ecco, oggi la sorpresa che vi avevo preannunciato qualche giorno fa

Questa settimana tre post sul blog perchè ci tenevo a festeggiare adeguatamente il compleanno del blog! Oggi Mangio Quindi Sono compie 4 anni, perchè l’11 maggio 2014 pubblicai le mie prime 4 ricette! E per una – beh ammetto non del tutto fortuita – coincidenza, questo è anche il 100° post!  Si potrebbe, giustamente, obiettare che 100 post in 4 anni sono veramente miseri, ma io penso non sia affatto così, considerando soprattutto che ben 40 post sono stati pubblicati nell’ultimo anno, il che ben riflette l’evoluzione che ha avuto Mangio Quindi Sono nel tempo.

Healthy Naked Cake fragole e limone: torta a strati senza zucchero, burro, olio, panna

Quando il blog è nato, si trattava di un gioco, nulla più, di supporto alla mia attività di Food Advisor presso il portale Estetica & Donna.  Nel 2013/2014 avevo iniziato ad approcciarmi all’alimentazione sana (anche se la prima dieta con una nutrizionista risale al 2011, ma questa è un’altra storia), e avevo iniziato a postare qualche foto sul mio profilo personale dei piatti che tentavo di rendere più sani ma non noiosi. Se ci ripenso ora mi viene tenerezza, perchè erano piatti davvero scontati e banali, e le foto erano imbarazzanti, nonostante usassi comunque la reflex (o almeno facevo finta). Non esisteva pinterest, o meglio esisteva, o meglio io non loo conoscevo nè lo usavo, e trovare ricette low carb, o veg o semplicemente sane non era così semplice come è oggi. Chi è a dieta da tanto tempo lo sa bene: è necessario avere inventiva e fantasia perchè altrimenti si rischia di mangiare sempre le stesse cose e cadere nella noia con facilità. Quindi potremmo dire che Mangio Quindi Sono è nato per fare di necessità virtù, ossia per condividere i trucchi che scoprivo, inventavo o traducevo dall’inglese per mangiare sano ma in maniera gustosa e interessante. 

Healthy Naked Cake fragole e limone: torta a strati senza zucchero, burro, olio, panna

Nel tempo ho dedicato al blog energie e risorse variabili, finchè nel 2016 penso ci sia stata la svolta quando ho iniziato a voler migliorare le mie foto, o meglio ho iniziato a pensare che forse tutte quelle sigle che c’erano sulla macchina fotografica e che io ignoravo completamente potevano essermi d’aiuto.  Ho fatto un corso di fotografia di base di qualche settimana, in una scuola di Mantova, che mi è stato utilissimo per capire quando essenzialmente non sapessi una beneamata cippa.  Il vero cambiamento  anzi rivelazione, l’ha fatto invece il corso Dazzero di Monique Firenze, che io considero non solo la mia insegnante ma la Mia Insegnante.  E’ stata un’epifania. Monique ti fa innamorare della Food Photography. Ti fa provare la sindrome di Stendhal di fronte alle foto. Li ho capito che volevo essere in grado di fotografare e rendere giustizia a ciò che preparavo: ho iniziato a mangiare quello che fotografavo anziché fotografare quello che mangiavo. Penso sia stato questo il punto di svolta del blog perchè ho iniziato a dedicarmici molto di più, ecco perchè solo 100 post di cui 40 nell’ultimo anno.

Non so bene quale sarà il destino di Mangio Quindi Sono ora, ho tante idee, tanti progetti, spero di riuscire a metterli in pratica tutti, però voglio che sia un punto di partenza non un punto di arrivo! 

Healthy Naked Cake fragole e limone: torta a strati senza zucchero, burro, olio, panna

Ho deciso di festeggiare questo compleanno con una torta perchè alla fine è quello che si fa per i compleanni, no? E volevo una torta speciale, di quelle che stupiscono, una torta a strati, anzi una Naked Cake, ossia una torta a  strati, in cui il pan di Spagna sia alternato a una farcitura golosa, ma senza la glassa esterna e le decorazioni in pasta di zucchero. Però, siccome mi piacciono le sfide, volevo che fosse una torta che celebrasse la filosofia di Mangio Quindi Sono: ricette sane, alleggerite, a basso contenuto di zucchero, ricche di sapore grazie a aromi (vaniglia e limone), belle da vedere, anzi da mangiare prima con gli occhi, e magari con il solito ingrediente segreto

Healthy Naked Cake fragole e limone: torta a strati senza zucchero, burro, olio, panna

Queste Healthy Naked Cake è un piccolo miracolo  – voglio prenderlo come segno propiziatorio positivo per i prossimi progetti di Mangio Quindi Sono –  perchè è completamente senza zucchero, senza burro, senza olio e senza panna. E ci sono le zucchine nel pan di Spagna,  ok l’ho detto. Ma non si sentono. Giuro!   Il pan di Spagna è soffice e non necessita di alcuna bagna, ma rimane consistente al taglio, mentre il mix di due farciture diverse risulta vincente al gusto, che, lasciatemelo dire anche se sono di parte, è una bomba. Nessuno immaginerebbe gli ingredienti perchè la torta è bellissia, il taglio è incredibilmente più facile di quanto non possa sembrare, le fette si servono facilmente e ogni forchettata è un mix di sapori dolci e aspri ben bilanciati 

Parliamo  nel dettaglio di come è nata un Healthy Naked Cake così miracolosa.

Sapevo già fin dall’inizio quali sarebbero stati i gusti della torta perchè la primavera vuol dire fragole e le fragole chiamano subito il limone. E il limone ama la vaniglia. E sapevo anche che non volevo usare zucchero ma non ero sicura di quale sarebbe stato il sostituto designato, poi ho pensato al mio curd rosa abbinato al pan di Spagna senza glutine (qui) e ho detto: proviamo lo xilitolo! Ero molto dubbiosa della riuscita e invece ha funzionato alla perfezione. Per la torta di base ho usato la ricotta per avere una consistenza soffice e non secca senza dover aggiungere grassi e ho incorporato le zucchine grattuggiate perchè so bene che rendono gli impasti morbidi; il curd al limone è fatto esattamente come quello rosa all’arancia rossa citato sopra, il frosting invece è quello che mi ha creato più problemi.

Dopo numerose ricerche mi ero convinta infatti che la farcitura più facile da alleggerire fosse quella al cream cheese, purtroppo però ho dovuto buttare le prime due versioni perchè a meno di non utilizzare 300 gr di xilitolo (che tanto bene non fanno di sicuro) non sarebbe mai venuta di consistenza ottimale per farcire una torta. Ma il terzo tentativo è andato a buon fine! Ricordatevi solo che più la farcitura è fredda più è deliziosa e facile da lavorare.

Healthy Naked Cake fragole e limone: torta a strati senza zucchero, burro, olio, panna

Se cercate consigli su come farcire facilmente una torta a strati temo questo non sia il posto giusto in cui cercare, perchè io ne ho farcite circa 4 in tutte la mia vita e sono tuttora convinta che siano riuscite solo perchè qualche santo ci ha buttato un occhio. O forse era Mercurio a favore, chissà.  Gli unici consigli che mi sento di darvi è di comprare un tagliatorte con filo d’acciaio (tipo questo), sembra un attrezzo superfluo, ma vi risparmia lacrime di sudore e di rimpianto, fidatevi di me; farcite poi la torta direttamente sull’alzatina o sul piatto di portata, ovviamente, e usate farcia ben fredda avendo cura di dividerla tra gli strati in maniera equa, per non arrivare alla fine senza avere abbastanza farcitura per la parte esterna. 

Questo è quanto.  Aggiungo solo che questo è un post molto importante per me, ci ho lavorato a lungo, sia nella progettazione che nella realizzazione, e sono molto fiera di questa Healthy Naked Cake, nemmeno io pensavo sarebbe venuta fuori così bella e buona considerando l’intento di alleggerirla e renderla più sana! 

Healthy Naked Cake fragole e limone: torta a strati senza zucchero, burro, olio, panna

Se siete qui per la prima volta, capitati per caso fortuito, vi segnalo i 5 post preferiti dei miei lettori:

  • QUI: la mia – cattivissima – recensione sulla dieta del Supermetabolismo 
  • QUI: barrette all’avena, banana e cioccolato, veg, gf, senza zucchero e super semplici
  • QUI: il segreto per avere una pizza di cavolfiore (low carb e gf) perfetta, con la base super croccante
  • QUI: brownies al cioccolato da 100 kcal l’uno, senza burro, zucchero e glutine o farina, con un ingrediente segreto che nessuno indovinerà all’assaggio
  • QUI: l’alternativa low carb agli spaghetti, i noodle di zucchine, conditi con pesto di avocado e gamberi

Invece queste sono le mie ricette preferite, quelle a cui io personalmente tengo di più, indipendentemente dal successo avuto, quelle che rifaccio più spesso anch’io:

  • QUI: la ricetta definitiva con il barbatrucco per un miso ramen casalingo espresso, io vi giuro che è più buono di quello che vi serviranno nella maggior parte dei ristoranti cino giapponesi dispersi per l’Italia 
  • QUI: i waffle iperproteici al cioccolato e… zucchine! Ricetta super adattabile fatta e rifatta sia in casa Mangio Quindi Sono che da tanti miei amici e followers
  • QUI: il gravlax, il salmone affumicato a freddo fatto in casa,  con la barbabietola, una delle mie ricette preferite perchè con pochissima fatica potete fare un mega figurone a feste e cene con amici! 

 

 

Healthy Naked Cake fragole e limone
Serves 7
Per il pan di spagna
  1. una tortiera di 15 cm di diametro con fondo removibile
  2. 100 gr di mandorle a farina
  3. 200 gr di farina integrale di grano
  4. 1 cucchiaino di lievito
  5. 1 cucchiaino di bicarbonato
  6. 3 uova
  7. 100 gr di xilitolo
  8. 250 gr di ricotta
  9. 200 gr di zucchine (2 o tre zucchine circa)
  10. i semi di mezza stecca di vaniglia
  11. il succo e la scorza di un limone naturale
  12. un pizzico di sale
Per il frosting al formaggio
  1. 325 gr di quark non magro
  2. 1 lattina di latte di cocco non light tenuta in frigo da almeno 24h
  3. 2 cucchai di xilitolo
  4. 2 cucchiai di latte
  5. mezza stecca di vaniglia
Per il curd al limone
  1. 250 ml di latte anche ps
  2. 30 gr di amido di mais
  3. 50 gr di xilitolo
  4. il succo e la scorza di un limone
  5. 1 tuorlo
Per decorare
  1. fragole e fiori freschi
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Per il pan di spagna
  1. Accendete il forno a 180°
  2. Grattuggiate le zucchine e strizzatele benissimo
  3. Mischiate in una ciotola le due farine, il lievito, il bicarbonato e il sale e tenete da parte
  4. Separate i tuorli dagli albumi e tenete gli albumi da parte, montate cinvece i tuorli con lo xilitolo con una frusta elettrica finchè non diventino chiari e spumosi.
  5. Aggiungete la ricotta, il succo e le zeste del limone, la vaniglia e le zucchine e mescolate accuratamente
  6. Unite gli ingredienti secchi a quelli umidi.
  7. Montate a neve gli albumi e facendo attenzione a non smontarli uniteli al composto
  8. Pesate il composto e dividetelo esattamente in due.
  9. Foderate la tortiera con carta da forno sulla base e imburrate e infarinate leggermente i bordi
  10. Versate metà impasto nella tortiera e cuocete per 30 min
  11. Lasciate raffreddare completamente e aprite la tortiera ed estraete la torta.
  12. Fate lo stesso con l'impasto rimanente e formate una seconda torta.
  13. Lasciatele raffreddare entrambe completamente
Per il frosting
  1. Trasferite il quark in una ciotola abbastanza ampia e lavoratelo leggermente con una forchetta per ammorbidirlo
  2. Aprite la latte di cocco e estraete la parte superiore più densa e ricca di grassi, lavorate anch'essa in una terrina a parte
  3. Iniziate a montare con le fruste il quark con la vaniglia e lo xilitolo per qualche istante, aggiungendo nel frattempo i due cucchiai di latte.
  4. Aggiungete la panna di cocco e montate ad alta velocità per un minuto fino ad ottenere una composto liscio e omogeneo
  5. Fate rassodare in frigo per almeno un paio d'ore.
Per il curd
  1. Mischiate lo xilitolo con il sale e l'amido di mais
  2. A parte mescolate i due latti di cocco con la vaniglia, il succo e le zeste di limone e il tuorlo, poi versate sopra gli ingredienti secchi mescolando con una frusta senza sbattere ma in modo da non formare grumi
  3. Mettete un tegame d'acqua sul fuoco e portate a sobbollire a fuoco medio-alto, inserite la bacinella nel tegame per cuocere il curd a bagnomaria
  4. Aspettate circa 10/15 minuti che si riscaldi e inizi ad addensarsi sul fondo.
  5. A questo punto passatelo al setaccio per togliere le zeste e rimettetelo a bagnomaria a fuoco medio cuocendo per circa 10 minuti finchè non si addensi e assuma la consistenza della crema pasticcera
  6. Lasciate raffreddare e poi conservate in frigo
Per assemblare
  1. Utilizzando l'apposito attrezzo dividete le due torte a metà con delicatezza
  2. Tagliate due terzi delle fragole a dadini
  3. Trasferite il frosting ben freddo in una sac a poche anche usa e getta
  4. Posizionate sull'alzata o sul piatto da portata un primo strato di pan di spagna e con l'ausilio della sac a poche farcitelo con il frosting muovendovi in cerchi concentrici
  5. Disponete le fragole a dadini sparpagliate sul frosting e aggiungete a cucchiaiate un terzo del curd
  6. Proseguite con gli altri strati di pan di spagna farcendoli in ugual modo
  7. Finito di assemblare con l'ultimo strado di pan di spagna completate con l'ultima dose di frosting e decorate con fragole tagliate a metà e fiori
  8. Riponete in frigorifero per circa 1 h prima di tagliarla e servirla
Notes
  1. Vi consiglio di preparare pan di spagna, frosting e curd la sera prima, e invece tagliare e farcire il giorno dopo.
  2. Una volta farcita la torta è molto più stabile di quanto non possa sembrare ma vi sconsiglio di lasciarla in frigo per più di qualche ora prima di servirla se volete una fragranza ottimale, quindi non farcitela con troppo anticipo
  3. Se non volete usare lo xilitolo potete usare zucchero di cocco
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/

Print Friendly, PDF & Email

You May Also Like