ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Dip di carciofi con cracker di quinoa [HEALHTY EASTER]

Dip di carciofi e cannellini con cracker di quinoa, vegano e senza glutine! HEALTHY EASTER

Un dip di carciofi e cannellini, cremoso e saporito grazie alle spezie e alle erbe, è il perfetto antipasto da servire per la rubrica Healthy Easter, con dei meravigliosi e croccantissimi crackers di quinoa. Adatto a tutti perchè vegano e senza glutine!  

Piatto con dip di carciofi con foglie di basilico e accannto cracker di quinoa senza glutine

Un aperitivo o un antipasto da condividere: dip di carciofi e cracker di quinoa

Ed eccoci subito alla seconda tappa della rubrica Healthy Easter con un antipasto che può fungere anche da aperitivo.  Vi preannuncio che – ad eccezione degli hot cross bun che ho pubblicato qui la settimana scorsa – tutte i prossimi post taggati Healthy Easter non sono solo sani, ricchi di verdura e fibre e senza zucchero, ma anche senza lattosio e senza glutine! Quindi se avete invitato amici o parenti intolleranti prendete carta e penna (o preparatevi al “salva su pinterest”!) perchè questo semplicissimo dip di carciofi – in cui intingere dei croccanti cracker di quinoa e semini misti – fa per loro 

Crackers di quinoa (lipedema friendly!)

Io ve lo dico questi cracker di quinoa sono una rivelazione. Mi sono ispirata a tante ricette varie trovate su internet per comporre un impasto che venisse come lo volevo io, ossia: supercroccante. C’è un motivo specifico. Una mia amica, di cui ho parlato già altre volte, soffre di una malattia rara del connettivo, nello specifico del tessuto adiposo, chiamata lipedema. E’ una patologia difficile da diagnosticare perché molti medici non la conoscono e altrettanto difficile da curare perché in realtà non c’è terapia, bisogna mettere in atto una serie di strategie, massaggi, bendaggi, attività fisica mirata e dieta specifica. E questa dieta esclude il glutine, che peggiora l’infiammazione alla base della patologia. Tutto questo per dire che la mia amica, costretta a una dieta senza glutine (ma senza nemmeno tutti i surrogati per celiaci di cracker, pizze etc, che non sono adatti spesso a chi soffre di lipedema) qualche giorno fa mi ha detto: mi manca un sacco il croccante. Sì perchè agli impasti è il glutine che conferisce croccantezza e solitamente, il cibo senza glutine, soprattutto se casalingo e in versione sana (quindi povero di amidi, senza zucchero etc) manca spesso di quel “crunchy” che tanto ci piace. Quindi ho pensato di cercare di creare una ricetta lipedema friendly che però ricordasse il croccante del glutine. Detto fatto: cracker di quinoa presenti all’appello! Semplicissimi non presentano nessuna difficoltà particolare, l’unico difetto: diventano una droga! 

Come preparare questi croccantissimi cracker di quinoa senza glutine in casa?

  • cuocete quinoa e miglio per assorbimento
  • ne frullate una parte 
  • unite semini e spezie 
  • stendete tra due fogli di carta da forno sottilissimo
  • incidete la sfoglia
  • cuocete! 

Piatto con dip di carciofi con foglie di basilico e accannto cracker di quinoa senza glutine

Dip di carciofi

Per il dip di carciofi invece mi sono un po’ ispirata a questa ricetta di Naturalmente Buono,  l’avevo vista tempo fa e ho pensato… chissà se si può fare anche con i carciofi freschi! Ebbene sì! Ho usato meno cannellini e più carciofi per avere una versione più leggera ma altrettanto godibile,  tant’è che in realtà questo dip di carciofi potrebbe essere un’alternativa fantastica all’hummus (ma se volte provate le mie due versioni di hummus alternative!)  quando si sta cercando di risparmiare un po’ di carboidrati! Lo za’atar che ho aggiunto è un mix di spezie mediorientale meraviglioso a base di timo, sesamo e sale, a cui spesso si aggiungono altre quali maggiorana e origano, sumac e santoreggia. Io ho trovato un mix già fatto non ricordo dove, ma potete facilmente farvelo in casa, è utilissimo per dare un tocco in più a tantissimi piatti

Come preparare il dip di carciofi vegano? 

  • cuocete i carciofi bollendoli 
  • li frullate insieme a erbe, spezie e fagioli cannellini
  • that’s it!

Piatto con dip di carciofi con foglie di basilico e accannto cracker di quinoa senza glutine

A chi sono dedicati questo dip di carciofi e questi cracker di quinoa?

  • a chi non può mangiare glutine e soffre terribilmente la mancanza di “croccante”
  • a chi a fine stagione non sa più cosa farci con i carciofi
  • a chi sta organizzando un aperitivo tra amici in versione sana e vuole qualche opzione veg e e senza glutine

Cercate altre idee di dip?  Provate questi! (Cliccate sulle foto!)

Come preparare l'hummus perfettoPesto rosso vegano di melanzane di Rotonda con chips di piadina grigliataZero waste fresh peas hummus and vegan tomatoes & sage patè

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dip ai carciofi con cracker di quinoa

Una deliziosa crema di carciofi e fagioli cannellini aromatizzata con erbe e spezie, perfetta per intingerci dei croccanti crackers di quinona, tutto vegano e senza glutine
Portata Antipasti, Appetizer, Snack
Cucina Italian, Mediterranean, Middle Eastern
Keyword aperitivo, basilico, carciofi, crackers senza glutine, dip, primavera, quinoa, senza glutine, senza latticini, vegano
Preparazione 25 minuti
Cottura 30 minuti
Porzioni 4

Ingredienti

Per i crackers:

  • 70 gr di quinoa tricolore
  • 50 gr di quinoa rossa o altri 50 gr di quinoa tricolore
  • 30 gr di miglio in chicchi
  • 320 ml di acqua
  • 50/60 gr di semi misti (zucca, sesamo, lino, chia)
  • 20 gr di farina di ceci
  • 2 cucchiai di olio evo
  • Paprika affumicata o piccante o altre spezie a piacere
  • Sale

Per il dip ai carciofi:

  • 3 carciofi belli ciccioni
  • 120 gr di cannellini già cotti
  • una manciata di foglie di basilico
  • qualche ramo di timo fresco
  • 1 cucchiaio pieno di zaatar
  • un paio di cucchiaiate di pinoli
  • un paio di cucchiaiate di tapenade di olive
  • 1 spicchio d'aglio
  • la scorza e il succo di mezzo limone
  • 2 cucchiai di olio evo
  • sale e pepe

Istruzioni

Per i Crakers:

  • Preriscaldate il forno a 180°
  • Unite la quinoa e il miglio in un pentolino, sciacquate accuratamente i chicchi sotto acqua corrente, scolateli e aggiungete 230 ml di acqua bollente o brodo.
  • Fate cuocere per circa 15 min coperto o fino a che non sia assorbito il liquido e i chicchi non saranno cotti
  • Fate tostare i semi in una padella
  • Frullate metà della quinoa cotta insieme all’olio
  • Aggiungete tutto il resto degli ingredienti compra la quinoa cotta rimanente
  • Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo (non deve essere nè liquido nè troppo duro, non avrà l’aspetto di un impasto ma di una sorta di semolino grossolano)
  • Stendete il composto su un foglio di carta da forno, poi aggiungete sopra un altro foglio e con un matarello appiattitelo il più possibile fino a ottenere lo spessore di massimo un paio di millimetri.
  • Togliete il foglio superiore di carta da forno e con una rotella per pizza o un coltello incidete dei tagli con la forma che preferite.
  • Cospargete di sale in superficie
  • Infornate per 20 minuti o fino a doratura.

Per il dip di carciofi:

  • Pulite i carciofi e tagliateli in quarti poi bolliteli in acqua bollente e succo di limone finchè i rebbi della forchetta non li attraversi facilmente
  • Una volta cotti scolateli e tamponateli
  • Mettete tutti gli ingredienti in un frullatore potente e frullateli fino a ottenere un composto rustico
  • Conservate in un contenitore ermetico

Note

Più i crackers saranno sottili più saranno croccanti.
Perchè il dip sia veramente gf controllate che nel vostro za'atar non vi sia grano, nel caso omettetelo
Perchè il dip sia veramente vegano controllate che nella tapenade non vi siano acciughe, come spesso accade, in quel caso sostituite con olive nere kalamata o taggiasche.
Se come me avete un frullatore poco potente frullate prima tutti gli ingredienti del dip eccetto i carciofi, trasferite il composto in una ciotola, frullate da soli i carciofi cotti e poi unite il composto

 

Consigliate i miei cracker di quinoa agli amici che non possono mangiare glutine, vi ringrazieranno! E se provate il dip di carciofi fatemi sapere se lo zaatar non ci sta da Dio! 

 

Print Friendly, PDF & Email