Pollo al basilico thailandese

Cosa rende speciale questo pollo al basilico thailandese?

Vi ricordate le polpette di pollo all'arancia? Vi erano piaciute tantissimo perché sono facili, veloci, sane e soprattutto deliziose e piacciono anche a chi di solito non mangia volentieri il pollo. Ecco questa ricetta è ancora più facile e molto molto più veloce. In 30 minuti dal frigo alla tavola, giuro!  

Dovete leggere bene procedimento e ingredienti (con tutte le sostituzioni possibili) ma la bellezza di questa ricetta è che con poche mosse avrete un piatto superlativo e sano da riproporre anche quando avete poco tempo per cucinare. Il pollo viene ben glassato e profumato grazie al basilico thailandese, che è qui usato non come mera erba aromatica, come guarnizione, ma come vero e proprio ingrediente principale, infatti è importante non lesinare nella quantità, abbondate pure con le foglie di basilico, poi una volta cotte si ridurranno molto di volume!

    pollo al basilico thailandese

Quali ingredienti servono per la salsa del pollo al basilico thai?

Ho avuto modo di fare un po' di ricerche perchè volevo capire quali ingredienti fossero indispensabili e potervi dare possibili sostituzioni. Soprattutto ho guardato questo post e quest'altro post, e tradizionalmente gli ingredienti usati sono:

  • salsa d'ostriche: è una salsa densa e sciropposa a base di estratto d'ostriche, ha un sapore di umami, sapido e dolce allo stesso tempo, ma molto pungente 
  • salsa di soia scura: è una versione più scura, densa e saporita rispetto alla classica salsa di soia, molto diffusa in Cina, usata per addensare e insaporire salse e piatti, è molto salata ma anche leggermente dolce
  • salsa di soia normale: io come al solito vi consiglio il tamari
  • talvolta salsa di pesce: la fish sauce è tipica della cucina thailandese, e a volte è usata per il pollo al basilico thai, io ho deciso di non usarla però perchè a mio marito non piace
  • zucchero scuro: per capirci lo zucchero muscobado

Come sostituire la salsa d'ostriche e la salsa di soia scura

Ora, io so che la salsa d'ostriche (oyster sauce) e la salsa di di soia scura (dark soy sauce) sono difficili da trovare e tra l'altro sono sapori molto specifici e a mio parere molto meno utilizzabili nella cucina di tutti i giorni rispetto ad altri condimenti che consiglio più spesso. Ho pensato quindi di proporvi, se non trovate o non volete utilizzare queste due salsa, di sostituirle con l'hoisin. È una salsa di origine cinese a base di soia fermentata, non tradizionale thailandese quindi, ma si presta bene con il suo sapore a sostituire un po' entrambe le salse nella lista degli ingredienti originali.  In più è molto più versatile rispetto alla salsa d'ostrica e di soia scura, quindi potete sfruttarla poi in cucina molto più facilmente. Ed è vegana, al contrario della salsa d'ostriche. 

ingredienti pollo al basilico thailandese

Quali passaggi bisogna seguire per ottenere un perfetto pollo al basilico thai

  1. prima preparate il soffritto con olio e aromi
  2. poi rosolate il pollo finché l'acqua non sia evaporata
  3. aggiungete la salsa per insaporire e glassare il pollo
  4. infine aggiungete (abbondanti!) foglie di basilico thai e fate appassire
  5. servite caldo!

Mi raccomando seguite bene questi passaggi, non unite tutto insieme fin dall'inizio altrimenti verrà un bel mappazzone anziché un pollo fragrante e saporito. In tutto ci vorrà meno di un quarto d'ora! 

FAQ sul pollo al basilico thailandese

Dove trovare il basilico thailandese 

Il basilico thailandese non è facilissimo da trovare me ne rendo conto, in primavera però è abbastanza facile trovarne delle piantine nei garden e vivai più forniti. A volte trovate più facilmente alcune varietà di basilico molto simili, come il basilico oceanico, il basilico artico, o basilico anice o basilico liquirizia o ancora il basilico limone. Ogni varietà ha un sapore leggermente diverso, provateli e scoprite con quali varietà preferite il vostro pollo al basilico thailandese. Io la mia pianta l'ho piantata a maggio e mi ha dato foglie in abbondanza fino a un mesetto fa. 

Un'alternativa valida - che ho già testato - per procurarsi il basilico thailandese e averlo sempre disponibile è crescerlo in una cultura idroponica casalinga. Io ho il sistema Modulo di Pret a Pousser (che per trasparenza vi dico essermi stato regalato dal brand, tuttavia questo contenuto non è sponsorizzato in alcun modo; il link sopra è però un link affiliato amazon) e mi sono trovata molto bene, ma online trovate diverse alternative anche su amazon. Funziona che comprate la capsula con i semi, riempite la base d'acqua e spunta la piantina che cresce senza substrato - anche nei mesi invernali - e vi permette di raccogliere fino a due mesi di foglie.

Per quanto riguarda i mazzi di basilico thai invece, li potete trovare - non senza una certa difficoltà - nei negozi molto forniti di cibi orientali, se forniti di reparto fresco. Sono sicura che da kathay a Milano lo trovate quasi sempre (ma purtroppo non nel negozio online). 

Come sostituire il basilico thailandese

Se proprio non trovate il basilico thailandese, ho letto che in molti consigliano di usare il basilico normale. Non viene uguale, ovviamente, ma ci si adatta! Consiglio però di usare la varietà a foglie un po' più lunghe e affusolate, che è più forte e meno dolce come sapore, rispetto alla varietà ligure. 

Dove comprare la salsa hoisin, la salsa d'ostriche e la salsa di soia scura?

Come sempre, nei negozi specializzati in prodotti asiatici, online o dal vivo. Direi che forse la salsa hoisin è la più facile da reperire. Vi lascio la mia vetrina affiliata amazon qui per dare un'occhiata. Non raccomando di comprare su amazon perché i prezzi sono sensibilmente più alti, ma se non volete fare un ordine grosso su un  eshop specializzato (come Oriental o Kathay) e prendere solo un ingrediente, può essere comunque utile. 

Si può utilizzare il petto di pollo intero?

Sì si può utilizzare il petto di pollo tagliandolo a tocchetti di circa 2 cm oppure a straccetti, è possibile che dobbiate però adeguare i tempi di cottura di qualche minuto. Mi pare di aver capito che in thailandia la versione più comune di questo piatto è quella fatta con il petto di pollo tagliato in pezzetti molto piccoli, ecco perché spesso si usa il macinato, ma entrambe le versioni sono ottime. Io preferisco il pollo macinato perché la consistenza mi piace di più così ma è questione di gusti personali.

Si può utilizzare un altro tipo di carne?

Non penso sia tradizionale, ma sì, si può utilizzare macinato di maiale o di tacchino, eviterei invece il manzo.

Si può rendere vegano questo pollo al basilico thai?

Ebbene sì! Potete usare tranquillamente il tofu compatto, sbriciolandolo prima di soffriggerlo, aumenterei però un pochino la quantità di olio iniziale. Ovviamente omettete la salsa d'ostriche.  

pollo al basilico thailandese

Quanto peperoncino usare? Si può omettere?

Tradizionalmente si tratta di un piatto piccante, ma la quantità di peperoncino da usare è a vostra scelta e dipende anche da quanto sono piccanti i vostri peperoncini. Il mio consiglio se vi piace il retrogusto ma non il fuoco in bocca è usare del peperoncino fresco intero a cui toglierete i semi prima dell'utilizzo. In questo modo togliete gran parte della piccantezza, e il pezzo intero è facile da trovare nel piatto e togliere. 

Se volete potete utilizzare anche la sriracha al posto del peperoncino (o in aggiunta come topping sul piatto finito)

Se proprio il piccante non vi piace potete omettere.

Come servire il pollo al basilico thai 

Classicamente viene servito con il riso cotto per assorbimento (io ho usato il basmati, ma andrebbe meglio un riso a chicco corto come quello per il sushi) e un uovo al tegamino accanto, ma ovviamente potete saltare l'uovo.  Io aggiungerei anche una porzione di verdure, suggerisco delle taccole saltate, o del cavolo cappuccio o dei pak choi. 

Si può preparare in anticipo il pollo al basilico thai?

Volendo sì, basta riscaldarlo con un cucchiaio di olio al momento di servirlo. Se possibile, vi consiglio di aggiungere il basilico thai al momento di riscaldarlo per non averlo troppo cotto dopo. Ovviamente però appena preparato risulta più fragrante e gustoso. 

Se questo pollo al basilico thailandese vi è piaciuto vi piaceranno anche queste ricette

Sempre a proposito di ricette col macinato di pollo, utilizzato in chiave sud est asiatico, uno dei miei best seller, le polpette di pollo all'arancia. Invece in tema thailandese vi propongo il mio pad thai, con qualche trucco per renderlo più vicino a quello autentico, e un curry veg di zucca e tofu, di ispirazione thailandese. 

polpette di pollo al'arancia caramellate al forno
come preparare il pad thai a casa
ciotola di red curry vegano low carb con riso di cavolfiore e fettine di lime

POLLO AL BASILICO THAI

Preparazione5 minuti
Cottura15 minuti
Porzioni: 2 porzioni

Ingredienti

  • 2 cucchiai di olio di sesamo o evo
  • 1 pezzo di zenzero fresco di circa 1 - 5 cm
  • 2 spicchi d’aglio
  • 3 cipollotti
  • 2 peperoncini freschi - opzionali
  • 300 g di petto di pollo macinato - leggi note e testo

Per la salsa:

  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio abbondante di salsa hoisin - leggi note e testo
  • 1 cucchiaiono di salsa d’ostriche - opzionale
  • 1 cucchiaioni di salsa di soia dark - opzionale
  • 1 cucchiaino di zucchero muscobado - (o normale)
  • Una manciata abbondante di basilico thai - o basilico normale, leggi testo

Per servire:

  • Riso cotto per assorbimento
  • 2 uova al tegamino - opzionali

Istruzioni

  • Mescolate tutti gli ingredienti della salsa in una ciotola
  • Preparate un battuto con l’aglio, lo zenzero e la parte bianca dei cipolloti (tenete da parte i gambi verdi)
  • Tagliate i peperoncini finemente con i semi se volete un piatto molto piccante, altrimenti togliete i semi e tritate molto grossolanamente l’involucro, in modo da poterlo individuare e eventualmente togliere una volta pronto il piatto
  • Scaldate l’olio in una padella antiaderente e fatevi rosolare a fuoco medio il battuto appena preparato e il peperoncino
  • Quando è ben dorato ma non bruciato aggiungete la carne e fatela rosolare bene a fuoco medio alto fino a che non sia cotta uniformemente e i succhi non siano evaporati
  • Aggiungete ora la salsa preparata alla pentola e abbassate leggermente il fuoco mescolando
  • Fate rapprendere per un paio di minuti e poi aggiungete le foglie di basilico e le parti verdi dei cipollati tritate
  • Lasciate appassire per qualche minuto e spegnete
  • Servite immediatamente con il riso e se volete un uovo fritto.

Note

Meglio che il pollo sia macinato una volta sola e non due
Al posto del macinato di pollo potete usare petto di pollo a tocchetti. Anche la polpa delle cosce può essere usata, ma cambieranno i tempi di cottura
Il basilico thailandese è un ingrediente chiave di questa ricetta, ma ho letto che si può sostituire con basilico normale (ovviamente cambierà il risultato), preferite un basilico a foglia allungata e dal sapore pungente piuttosto che quello a foglia tonda e dolce che si usa per fare il pesto alla genovese (leggete il testo per ulteriori info)
La salsa hoisin non è tipica di questo piatto, che solitamente prevede salsa di soia, salsa di soia scura, salsa d'ostriche (e talvolta salsa di pesce). Tuttavia so che questi ultimi ingredienti sono difficili da trovare, e soprattutto non sono facili da sfruttare perché hanno un sapore molto specifico. Ho testato l'utilizzo della salsa hoisin e insieme alla salsa di soia normale da il giusto sprint al piatto, poi da utilizzare è molto facile perché può essere aggiunta a noodle, carne o verdure stir fry.  (leggete il  testo per ulteriori info)
 
La quantità di peperoncino dipende dal vostro gusto per il piccante e dal tipo di peperoncini usati 
Portata: Main Course
Cucina: thailandese
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento