ISCRIVITI E SEGUIMI!

Instagram

  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Ed ecco gli gnocchi finiti!  Come si dice di solito, giovedì gnocchi? Oggi è mercoledì ma va bene uguale dai! Il condimento è veramente super semplice perchè sono verdure stufate e gambi di asparago frullati! Qualche scaglia di parmigiano e via! In pratica la primavera nel piatto. Visto che ieri qualcuno ha mostrato interesse per le mie vergognose fotografie dei vecchi tempi, oggi vi metto il “prima” di questa foto nelle stories! A me piace riguardare le foto vecchie perchè essendo io una perfezionista mi sembra sempre di non migliorare mai, e solo guardando al passato riesco a notare la differenza e dire: ok di strada ne ho fatta! Non mi sento di dare consigli a nessuno sulla food photography perchè non mi sento di sapere davvero niente, ma se avete domande scrivete pure nei commenti! 🇺🇸 And this is the final plate!  Just asparagus, fresh peas, some zucchini and some parmesan cheese, and that’s it! Purple potatoes vegetarian spring gnocchi! We can call it spring in cup! Super easy to make but everyone will love it! (And btw I will post the “before” picture of these gnocchi in my stories, so if you need a good laugh today you are very welcome!) •
•
•
•
#mangioquindisono #healthyfoodchoices #plantstrong #plantbased #eatrealfood #embracingtheseason #eatprettythings #foodphotography #the_hub_food #lifeandthyme #IFPgallery #foodtographyschool #f52grams #gnocchi #italiansdoitbetter #eattheworld #huffposttaste #onmytable #tasatingtable #eatyourcolors #healthylifedtyle #gatheringslikethese #purple #myquietbeauty #eatsimple #eatforhealth #eattherainbow #eatingwell
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Settimana scorsa mi sono dedicata a una serie di re-shooting, ossia ho rifatto ricette vecchie sul blog e le ho fotografate ex novo, in modo da sostituire i mostri di fotografie che c’erano prima con qualcosa di per lo meno dignitoso. Vi interessano i prima e dopo delle foto? Se sì fatemelo sapere che faccio una carrellata della vergogna nelle stories! Una delle ricette che ho ri-fotografato sono gli gnocchi di patata viola, una delle primissime ricette, così bella e colorata che meritava sicuramente un vestito nuovo. Vi rimetto il link in bio nel caso ve la foste persi! 🇺🇸 Last week has been all about re-shooting old (very old) recipes on my blog. Like these amazing and super colourful purple potatoes gnocchi, that I served with some spring veggies and some parmesan cheese! I love re-shooting because I already know the recipe it’s perfect I only need to cook and shoot, no testing or developing or failing involved! Are you interested in some before & after photos  testifying  my walk of shame in food photography? If yes let me know in the comment and I show my “before” images in the stories! •
•
•
•
#mangioquindisono #beforeandafter #foodphotography #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #healthyaperture #freshforlaura #embracingtheseason #imsomartha #fromstratch #italiansdoitbetter #gnocchi #giovedignocchi #purplepotatoes #springiscoming #myseasonaltalble #plantpower #plantbased #eatcolorful #aseasonalshift #eatprettythings #eatrealfood #beautifulcuisines #storyofmytable #theartofslowliving
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Come vi avevo promesso (ovviamente in ritardo) vi ho messo sul blog la seconda ricetta invernale che vi avevo fatto votare nelle stories settimana scorsa: una pasta di farina di ceci, vegane e senza glutine dai sapori decisi e dal ingredienti insoliti!  Il condimento prevede infatti oltre alla cipolla caramellata e al cavolo riccio un “finto” parmigiano veg che diventerà sicuramente una ricetta mai più senza!  LINK DELLA RICETTA IN BIO
Io nel frattempo sono a riposo forzato per una settimana per via di una cervicobrachialgia piuttosto severa, tanto da farmi finire in pronto soccorso nella notte di sabato scorso. Niente palestra ovviamente ma anche niente lavoro con la macchina fotografica e niente guida (che per dove vivo io è come dire niente vita). Collarino ortopedico punture giornaliere. Per non farci mancare nulla. Ma passerà (almeno lo spero!) e nel frattempo ho stilato una lista di cose da fare alla scrivania e al mac che forse questi 7 giorni di “riposo” nemmeno basteranno! 🇺🇸 As I promised last week, here it is the last winter recipe (ok maybe not the last) for this year! Caramelized onion & kale chickpeas flour pasta with “faked” vegan parmesan cheese! It’s totally vegan and gluten free but it’s also a super comfort dish, and I really wish I had a good portion of this pasta right now to confort me since I got prescribed rest and daily injections after my trip to ER last Saturday. Nothing life threatening just a really acute and severe cervicobrachialgia that really knocked me out. Human body is so temperamental! •
•
•
•
#mangioquindisono #kalepasta #caramelizedonion #glutenfree #feedfeedglutenfree  #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #goopmake #bareaders #foodartblog #infoodwetrust #saveurmag #thekitchn #huffposttasete #vzcomade #foodstyling #alimentazionenaturale #healthyfoodie #wholeFoodsFaves #ahealthynut  #thrivemags #vegansofig #veganfoodspot #letscookvegan #pastalovers #meatlessmonday #plantabased
  • 🇮🇹 Ieri mattina, come avete visto nelle stories, abbiamo fatto colazione con i miei waffle low carb, conditi con fragole fresche - le prime buone della Basilicata <3 - e la solita salsina fatta con banale cacao amaro allungato con acqua. Almeno una gioia insomma. Avevo finito la farina di mandorle quindi ho usato la farina di cocco (20 gr al posto che 40gr perchè assorbe più liquidi) e ho sostituito il burro di mandorle con burro di cocco e sappiate che sono venuti lo stesso molto bene (ma 4 anziché 5 waffle con le dosi solite). Se vi interessa la ricetta la trovate sempre nel link in bio| 🇺🇸 How good does it feel starting the morning having waffles for breakfast? Very good, I think we all agree on that. And if the waffles are low carb, high protein, sugar free & super easy to make it’s party time!  I posted the recipe in Italian on my blog, but I’m going to copy the ingredients in English here for you people <3 (makes 5 or 4 if using coconut flour)
50 gr of whey protein
40 gr of almond flour (or 20 gr of coconut flour)
1  egg and 50 ml of egg white
1 tbs almond butter (oro coconut or peanut etc)
30/50 gr of greek yogurt
1/2 tsp baking powder + 1/2 tsp baking soda (some tbs of Milk if necessary)
Mix and cook!
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #healthyfoodporn #healthybreakfastideas #lowcarb #lowcarbwaffles #senzaglutine #glutenfree #IIFYM #carbcycling #flexiblediet #macrotracking #highprotein #girlswholift #gymgirl #IFPgallery #hautecuisine #foodfluffer #foodtographyschool #imsomartha #fellowmag #thekitchn #thecookfeed #bareaders #appetitejournal #eatprettythings #foodblogfeed #lightwaffles #foodgawter #gloobyfood
  • 🇺🇸 So, according to my Ig, today it’s pi day. And it’s all about pies actually, not the real 3,14 thing. I’m not sure why. But pies are a good answer for every kind of question so who cares. Apparently this blueberries tart that I baked for last 4th of July is the only pie I ever shoot (and the recipe wasn’t perfect so I didn’t even post i!) … what a shame! I’m planning to catch up in the next months and bake tons of pies, meanwhile you should stick to this italian style, blueberries  evoo crust pie! 🇮🇹A quanto pare oggi è la giornata del pi greco. Che però vuol dire cucinare e mangiare torte per gli americani (pies). Come se ci volesse davvero una scusa per cucinare una torta! Ho guardato cosa avevo in archivio nel campo crostate e torte e l’unica che valeva la pena di ripubblicare era questa crostata ai mirtilli con olio evo al posto del burro nell’impasto, di cui tra l’altro non avevo mai nemmeno pubblicato la ricetta perché non mi aveva convinto del tutto. Bisogna rimediare: prossimamente sfornerò altre torte da fotografare e condividere!!! •
•
•
•
#mangioquindisono #foodfluffer #foodphotography #healthyfoodshare #myhealthylife #IFPgallery #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatbeautifulthings #thebakedfeed #fromscratch #bakersgonnabake #huffposttaste #mysweettooth #thrivemags #imsomartha #hautecuisines #foodblogfeed #eattheworld #gatheredstyle #flatlaytoday
  • ( ENG BELOW) 🇮🇹Mi sembra di aver capito che la ricetta della mia pizza  semiintegrale senza impasto a lunga lievitazione vi sia piaciuta! Per chi se lo fosse perso trovate il procedimento passo passo salvato nelle stories in evidenza “PizzaNoImpasto” in versione sia bianca simile a questa in foto sia rossa che devo dire, nonostante la mia idiosincrasia per il pomodoro sulla pizza, mi è piaciuto molto!  La ricetta con le dosi precise invece nel link in bio. Addirittura la notizia del mio impasto meraviglioso deve aver fatto il giro del paese perchè mio suocero si è lamentato che preparo ma non faccio mai assaggiare quindi urge un invito a cena in famiglia per rimediare! Prossima volta voglio provare con bufala, pomodorini confit, olive e cipolla caramellata! 🇺🇸 My italian followers really appreciated my no-knead, 24h raising semi-whole wheat pizza dough! Sorry not italian speaking people for the stories in Italian about that pizza! I always feel a little guilt when posting something in Italian because I know it must be sounds very weird for you! I have been wandering for a while if I should post my recipes on the blog in English too, but not sure if someone will be interested in it! Btw who wants a slice of white veggies & burrata pizza? Because I def want one for dinner tonight! •
•
•
•#mangioquindisono #italiansdoitbetter #rincorrerelabellezza #carbload #pizzalovers #myseasonaltable #fromscratch #fellowmag #eatbeautiful #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #thenewhealthy #noknad #foodandwine #livewellcaptured #thekitchn #thebakedfeed #bakersgonnabake #burrata #bakefromscratch #munchiesitalia #flatlaytoday #onmytable  #storyofmytable #bhgfood #spoonfeed
  • (ENG below) 🇮🇹 Oggi la ricetta l’avete scelta voi! Nelle stories vi avevo chiesto di scegliere tra due ricette e (per poco) ha vinto questo orzotto con carciofi, gamberi e topinambur! (ma chi aveva votato la pasta gluten free e veg non si disperi: arriva in settimana!) A metà tra inverno e primavera diciamo! E italianissimo! Giuro niente tahine o salsa di soia! Facilissimo da fare, quasi banale, ma è reso speciale dagli abbinamenti di sapori particolarmente azzeccati e dal brodo, che in pratica è una versione super semplificata del fumetto di pesce, fatto con… gli scarti dell’orzotto stesso! Andate sul blog a scoprire tutto! 🇺🇸 About winter that is going to end soon, and spring that is about to blossom! And about simple, smart and classic flavours combinations. Do you have “The flavour thesaurus” by @nikisegnit in your bookshelf? If not, I strongly suggest you to buy it because only reading that amazing book you would know why, exactly, artichokes, shrimps and lemon are the perfect combination for this barley “risotto”! •
•
•
•
#mangioquindisono #embracingtheseasons #myseasonaltable #orzotto #comfortfood #IFPgallery #foodtographyschool #feedfeed #goopmake #f52grams #eeeeeats #inmykitchen #eatcaptureshare #naturallight #eatprettythings #saveurmag #instafood #tastingtable #foodandwine #beautifulcuisine #italiansdoitbetter #topinambur #eatingwell #eatseasonal #farmtotable #barley #foodfluffer #foodartblog
  • (ENG IN FIRST COMMENT) 🇮🇹 Come fare a  trasformare un banale e umile cake alle carote e mandorle (senza glutine e senza latticini) in un dessert degno di una cena tra amiche, o addirittura per Pasqua? Vestendolo a festa ovviamente. Quindi anziché servirlo in un tovagliolo come si fa solitamente,  aggiungete una cucchiaiata di yogurt greco - o panna acida per i più golosi - qualche mirtillo, qualche pezzetto di arancia e mango e servitelo in un piatto d’eccezione. Come questi coloratissimi piatti di @villadestehometivoli che trovate in una campagna promozionale sul celeberrimo @westwing.it fino al 10 marzo! A volte basta solo cambiare contesto, aggiungere un tocco personale a una ricetta (come la fava tonka, l’ingrediente segreto che regala un aroma speciale e profumatissimo al cake!) per vederla sotto una nuova luce! Basta un fiore, un servizio di piatti di qualità, un tocco di colore e la nostra tavola diventa curata ed elegante, senza essere né rigida né troppo formale!
#ad #MyWestwingStyle #villadestehometivoli
SALVA LA RICETTA!
Sappiate che rimane morbidissimo per giorni quindi se avanza (SE) è perfetto per la colazione il giorno dopo! 3 uova
100 gr di miele
80 gr di olio evo delicato
200 gr di carote grattuggiate
100 gr di farina di mandorle
100 gr di farina di riso integrale
1 cucchiaino di lievito per dolci
la scorza di un’arancia
una fava tonka grattugiata (o vaniglia)
Con una frusta elettrica montate le uova con il miele a lungo fino a renderle chiare e spumone
Aggiungete sempre montando anche l’olio a filo
Aggiungete le carote grattugiate e strizzate e mescolate
A parte unite  gli altri ingredienti
Unite le farine al composto di uova e carote e mescolate con delicatezza con una spatola
Versate in uno stampo per plumcake da 10x20 cm e infornate in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti  #mangioquindisono #sponsored #springiscoming #springishere #atavola #beautifulcuisines #myseasonaltable #carrotcake #hautecuisines #eatyourcolors #fellowmag #foodforfuel #eatrealfood #glutenfree #senzaglutine #appetitejournal #inmykitchen #foodandwine #feedfeedglutenfree #thatsdarling #storyofmytable #flashofdelight #seeingthepretty #embracingtheseasons
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Mettiamo che avete ospiti a cena, sono in tanti, voi avete tempo di cucinare sì, ma ammettiamolo, preferite passare quel tempo sul divano a leggere o a farvi un bagno caldo, ma volete comunque organizzare una cena carina e divertente. Cosa fare? Ordinare a domicilio? Se vivete sperduti in campagna come me non è un’opzione percorribile, potete invece preparare questo meraviglioso chili con carne in versione low fat (quindi adatto anche per i giorni high carb se siete in carb cycling!) e “italianizzata”. Ogni ospite si servirà da solo e ci metterà sopra quello che vuole! Una cottura lenta e lunga è vero, ma vi richiede solo 5 minuti di lavoro il resto del tempo fate altro, e sì, sono tanti ingredienti ma alla fine basta metterli tutti in pentola, e soprattutto basta non dimenticarsi l’ingrediente segreto… il cioccolato! Pensate sia matta? Invece è un ingrediente spesso usato nel chili, provate e fatemi sapere se non fa la differenza! Link della ricetta in bio! 🇺🇸 One of the best thing of being an adult(ish) human being is planning dinners with friends at your own place! And I think that for beginners tex-mex is always a good idea: you make an easy peasy chili con carne big pot (secret ingredient: chocolate!) and you let your guests serve themselves, and choosing their own accompaniments and additions! For me it’s crumbled low fat queso, greek yogurt, lime and crumbled tortillas! How do you like your chili?
•
•
•
•
#mangioquindisono #lowfat #glutenfree #senzaglutine #corn #texmex #cuisinetheworld #thenewhealthy #mynourish #crowdpleasing #eattheworld #healthyfoodie #eatbetternotless #wholefoodsfaves #flatlaytoday #foodblogfeed #foodfluffer #ifpgallery #thekitchn #huffposttaste #beautifulcuisine #foodtographyschool #moodygrams #seeingthepretty #eatcaptureshare  #chiliconcarne #foodartblog #thehubfood

Seguimi!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Petto d’anatra al melograno con verdure | Natale by MQS

Tengo molto a questo petto d’anatra al melograno, perchè vedete, più o meno in ogni famiglia c’è un piatto che fa del Natale “il Natale”. Quel piatto cioè che, vuoi per la lunga preparazione, vuoi per gli ingredienti difficili da reperire, o per la quantità di grassi non proprio cardiologo-friendly, si prepara una volta all’anno, in occasione proprio del Natale e senza il quale ogni pranzo natalizio, fosse anche un banchetto luculliano, non è davvero completo. Per mio marito è l’anatra all’arancia. Adora quel piatto, nonostante detesti l’arancia! I miei suoceri lo preparano divinamente, con amore e pazienza, scegliendo un’anatra dai loro fornitori di fiducia, caramellando la buccia d’arancia, e preparando la giusta salsina. Poi a tavola si svolgono dissertazioni se sia meglio un petto un po’ più secco o una coscia un po’ meno arrostita, se la salsa sia della giusta densità, e insomma si decide se era meglio l’anatra dell’anno precedente.   Io l’anatra intera all’arancia non l’ho mai preparata e ben lungi da me provarci, però ho provato una volta a cucinare, in occasione di un capodanno con oltre 10 invitati, i petti d’anatra all’arancia. Sono venuti… discreti. Non perfetti come avrei voluto, ma gli ospiti – a onor del vero già pesantemente brilli dopo antipasto e primo – hanno mangiato di buon gusto! Ingredienti petto d'anatra al melograno con verdure arrostite e letto di riso rosso selvaggio

Proprio per questo ho voluto inserire nel mio “menù delle feste” in stile Mangio Quindi Sono, anche il petto d’anatra che nella nostra cucina tradizionale è ben presente ma che sulle tavole degli italiani fa raramente la sua comparsa. Ed è un peccato in realtà perchè il petto d’anatra è una carne “nera” (di selvaggina, da contrapporre alla carne bianca e a quella rossa) molto saporita, straordinariamente magra se si esclude la pelle, ricca di proteine ad alto valore biologico, e con un alto contenuto di ferro! Forse si pensa che la sua preparazione sia difficoltosa, anch’io lo pensavo, invece davvero bastano pochi accorgimenti e si ha un petto d’anatra perfettamente cotto in meno di 40 minuti! 

Petto d'anatra al melograno con verdure arrostite e letto di riso rosso selvaggio - Natale Mangio Quindi Sono

In pratica il trucco è cuocere il petto d’anatra al melograno al naturale, senza grandi condimenti, in padella, 7 minuti esatti per lato, per far rilasciare il grasso alla pelle e incroccantirla, poi si finisce la cottura al forno mentre si prepara la salsa. Seguendo le indicazioni avrete un petto d’anatra leggermente al sangue (medium-rare). Se avete dei dubbio o le mie spiegazioni non vi sono chiare potete semplicemente fare come ho fatto io ossia guardarvi questo video di Simone Rugiati, ovviamente non è la stessa ricetta, ma quello che dice riguardo la cottura e la tecnica è sempre valido! Petto d’anatra al melograno perfetto, ve lo garantisco!  

Petto d'anatra al melograno con verdure arrostite e letto di riso rosso selvaggio - Natale Mangio Quindi Sono

Ho deciso di usare il melograno al posto dell’arancia per evitare la noia di caramellare le scorzette che non è una delle operazioni più facili in cucina, e poi perchè volevo dare un tocco diverso al piatto, più Natalizio! Per lo più il sapore intenso, acido e dolce allo stesso tempo del melograno è perfetto per bilanciare la sapidità e la corposità dell’anatra! Come accompagnamento ho fatto un semplice letto di riso rosso selvaggio con verdure (cipolle borettane, funghi shitake freschi e zucca) arrostiti, voi potete scegliere quello che preferite, anche un  bel purè di patata dolce ci sarebbe stato bene! 

Petto d'anatra al melograno con verdure arrostite e letto di riso rosso selvaggio - Natale Mangio Quindi Sono

Questo petto d’anatra al melograno e verdure arrostite è dedicato a chi:

  • adora il petto d’anatra ma non l’ha mai cucinato pensando sia troppo difficile
  • ha ospiti celiaci e / o intolleranti al glutine al pranzo di Natale e non sa che pesci (o anatre!) prendere
  • chi ama i sapori forti, ma ben bilanciati e assortiti tra loro 
Petto d'anatra al melograno e verdure arrostite
Serves 3
Prep Time
20 min
Cook Time
30 min
Prep Time
20 min
Cook Time
30 min
Per la carne
  1. 2 petti d'anatra con la pelle
  2. dragoncello e timo freschi
  3. qualche grano di ginepro
  4. un pizzico di coriandolo in polvere
  5. un pizzico di pimento o chiodi di garofano macinati
  6. sele e pepe
  7. Per la salsa
  8. 1 bicchiere di succo di melograno puro
  9. una manciata di chicchi di melograno
  10. 1 cucchiaio di miele o sciroppo d'acero
  11. 1 cucchiaino di fecola di patate
Per accompagnare
  1. riso rosso selvaggio già bollito
  2. un quarto di zucca tagliata a fettine con ancora la buccia
  3. una manciata abbondante di cipolle borettane
  4. una manciata abbondante di funghi (shitake o champignon o portobello)
  5. un paio di cucchiai di nocciole tostate
  6. un cucchiaio di sumac
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Accendete il forno a 160°
  2. Preparate la verdura: pulite i funghi e tagliate le cipolle in quarti, disponete poi cipolla, zucca e funghi su una teglia ricoperta di carta da forno, aggiungete un filo d'olio evo abbondante, sale pepe e sumac e infornate per circa 20 minuti
  3. Nel frattempo incidete la pelle del petto d'antra con un coltello affilato, stando attenti a non tagliare anche la polpa sottostante, facendo una serie di tagli paralleli e poi un'altra serie nell'altro senso per avere il classico disegno a losanga
  4. Insaporite la carne dal lato della polpa con sale, pepe, ginepro pestato, coriandolo e pimento
  5. Preparate un mazzetto di aromi con dragoncello e timo, chiudendolo con dello spago da cucina
  6. Fate scaldare una padella larga a sufficienza fino a che non sia bella calda poi appoggiatevi sopra i petti d'anatra con la pelle verso il basso, aggiungete il mazzetto di aromi
  7. Fate sfrigolare i petti d'anatra per 7 minuti dal lato della pelle, poi girateli e fateli andare altri 7 minuti
  8. Togliete i petti d'anatra dalla padella e posizionateli su un foglio di alluminio, chiudetelo leggermente a cartoccio e fate passare in forno caldo a 200° i petti d'anatra per 10 minuti
  9. Una volta trascorsi i 10 minuti fate riposare l'anatra fuori dal forno prima di affettarla in fettine di circa mezzo cm di spessore
  10. Mentre l'anatra cuoce senza spegnere la padella in cui l'avete fatta scottare deglassate il fondo con il succo di melograno, portate a bollore, fate bollire per qualche minuto, poi togliete gli aromi e filtrate con un colino a trame fitte e rimettete sul fuoco, aggiungete il miele e continuate a far restringere cuocendo per diversi minuti
  11. Stemperate la fecola in un paio di cucchiai di succo dopodichè unite al resto della salsa e mescolando costantemente con una frusta fate rapprendere la salsa, spegnete un filino prima del necessario per avere una salsa addensata ma non troppo (continuerà un pochino ad addensarsi)
  12. Disponete su un piatto un letto di riso caldo, aggiungete le verdure, le fettine di petto d'anatra e completate con una cucchiaiata di salsa, qualche chicco di melograno fresco e qualche nocciola
  13. Servite immediatamente
Notes
  1. La mia anatra aveva la pelle poco spessa quindi ha rilasciato poco grasso, se la vostra dovesse essere molto grassa vi conviene eliminare parte del grasso prima di deglassare con il succo di melograno.
  2. A me piace spremere un po' di chicchi di melograni freschi nella salsa prima di filtrarla!
  3. Potete cambiare le spezie e le erbe aromatiche a vostro piacimento, ma questa combinazione funziona particolarmente bene!
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Ed ecco gli gnocchi finiti!  Come si dice di solito, giovedì gnocchi? Oggi è mercoledì ma va bene uguale dai! Il condimento è veramente super semplice perchè sono verdure stufate e gambi di asparago frullati! Qualche scaglia di parmigiano e via! In pratica la primavera nel piatto. Visto che ieri qualcuno ha mostrato interesse per le mie vergognose fotografie dei vecchi tempi, oggi vi metto il “prima” di questa foto nelle stories! A me piace riguardare le foto vecchie perchè essendo io una perfezionista mi sembra sempre di non migliorare mai, e solo guardando al passato riesco a notare la differenza e dire: ok di strada ne ho fatta! Non mi sento di dare consigli a nessuno sulla food photography perchè non mi sento di sapere davvero niente, ma se avete domande scrivete pure nei commenti! 🇺🇸 And this is the final plate!  Just asparagus, fresh peas, some zucchini and some parmesan cheese, and that’s it! Purple potatoes vegetarian spring gnocchi! We can call it spring in cup! Super easy to make but everyone will love it! (And btw I will post the “before” picture of these gnocchi in my stories, so if you need a good laugh today you are very welcome!) •
•
•
•
#mangioquindisono #healthyfoodchoices #plantstrong #plantbased #eatrealfood #embracingtheseason #eatprettythings #foodphotography #the_hub_food #lifeandthyme #IFPgallery #foodtographyschool #f52grams #gnocchi #italiansdoitbetter #eattheworld #huffposttaste #onmytable #tasatingtable #eatyourcolors #healthylifedtyle #gatheringslikethese #purple #myquietbeauty #eatsimple #eatforhealth #eattherainbow #eatingwell
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Settimana scorsa mi sono dedicata a una serie di re-shooting, ossia ho rifatto ricette vecchie sul blog e le ho fotografate ex novo, in modo da sostituire i mostri di fotografie che c’erano prima con qualcosa di per lo meno dignitoso. Vi interessano i prima e dopo delle foto? Se sì fatemelo sapere che faccio una carrellata della vergogna nelle stories! Una delle ricette che ho ri-fotografato sono gli gnocchi di patata viola, una delle primissime ricette, così bella e colorata che meritava sicuramente un vestito nuovo. Vi rimetto il link in bio nel caso ve la foste persi! 🇺🇸 Last week has been all about re-shooting old (very old) recipes on my blog. Like these amazing and super colourful purple potatoes gnocchi, that I served with some spring veggies and some parmesan cheese! I love re-shooting because I already know the recipe it’s perfect I only need to cook and shoot, no testing or developing or failing involved! Are you interested in some before & after photos  testifying  my walk of shame in food photography? If yes let me know in the comment and I show my “before” images in the stories! •
•
•
•
#mangioquindisono #beforeandafter #foodphotography #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #healthyaperture #freshforlaura #embracingtheseason #imsomartha #fromstratch #italiansdoitbetter #gnocchi #giovedignocchi #purplepotatoes #springiscoming #myseasonaltalble #plantpower #plantbased #eatcolorful #aseasonalshift #eatprettythings #eatrealfood #beautifulcuisines #storyofmytable #theartofslowliving
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Come vi avevo promesso (ovviamente in ritardo) vi ho messo sul blog la seconda ricetta invernale che vi avevo fatto votare nelle stories settimana scorsa: una pasta di farina di ceci, vegane e senza glutine dai sapori decisi e dal ingredienti insoliti!  Il condimento prevede infatti oltre alla cipolla caramellata e al cavolo riccio un “finto” parmigiano veg che diventerà sicuramente una ricetta mai più senza!  LINK DELLA RICETTA IN BIO
Io nel frattempo sono a riposo forzato per una settimana per via di una cervicobrachialgia piuttosto severa, tanto da farmi finire in pronto soccorso nella notte di sabato scorso. Niente palestra ovviamente ma anche niente lavoro con la macchina fotografica e niente guida (che per dove vivo io è come dire niente vita). Collarino ortopedico punture giornaliere. Per non farci mancare nulla. Ma passerà (almeno lo spero!) e nel frattempo ho stilato una lista di cose da fare alla scrivania e al mac che forse questi 7 giorni di “riposo” nemmeno basteranno! 🇺🇸 As I promised last week, here it is the last winter recipe (ok maybe not the last) for this year! Caramelized onion & kale chickpeas flour pasta with “faked” vegan parmesan cheese! It’s totally vegan and gluten free but it’s also a super comfort dish, and I really wish I had a good portion of this pasta right now to confort me since I got prescribed rest and daily injections after my trip to ER last Saturday. Nothing life threatening just a really acute and severe cervicobrachialgia that really knocked me out. Human body is so temperamental! •
•
•
•
#mangioquindisono #kalepasta #caramelizedonion #glutenfree #feedfeedglutenfree  #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #goopmake #bareaders #foodartblog #infoodwetrust #saveurmag #thekitchn #huffposttasete #vzcomade #foodstyling #alimentazionenaturale #healthyfoodie #wholeFoodsFaves #ahealthynut  #thrivemags #vegansofig #veganfoodspot #letscookvegan #pastalovers #meatlessmonday #plantabased
  • 🇮🇹 Ieri mattina, come avete visto nelle stories, abbiamo fatto colazione con i miei waffle low carb, conditi con fragole fresche - le prime buone della Basilicata <3 - e la solita salsina fatta con banale cacao amaro allungato con acqua. Almeno una gioia insomma. Avevo finito la farina di mandorle quindi ho usato la farina di cocco (20 gr al posto che 40gr perchè assorbe più liquidi) e ho sostituito il burro di mandorle con burro di cocco e sappiate che sono venuti lo stesso molto bene (ma 4 anziché 5 waffle con le dosi solite). Se vi interessa la ricetta la trovate sempre nel link in bio| 🇺🇸 How good does it feel starting the morning having waffles for breakfast? Very good, I think we all agree on that. And if the waffles are low carb, high protein, sugar free & super easy to make it’s party time!  I posted the recipe in Italian on my blog, but I’m going to copy the ingredients in English here for you people <3 (makes 5 or 4 if using coconut flour)
50 gr of whey protein
40 gr of almond flour (or 20 gr of coconut flour)
1  egg and 50 ml of egg white
1 tbs almond butter (oro coconut or peanut etc)
30/50 gr of greek yogurt
1/2 tsp baking powder + 1/2 tsp baking soda (some tbs of Milk if necessary)
Mix and cook!
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #healthyfoodporn #healthybreakfastideas #lowcarb #lowcarbwaffles #senzaglutine #glutenfree #IIFYM #carbcycling #flexiblediet #macrotracking #highprotein #girlswholift #gymgirl #IFPgallery #hautecuisine #foodfluffer #foodtographyschool #imsomartha #fellowmag #thekitchn #thecookfeed #bareaders #appetitejournal #eatprettythings #foodblogfeed #lightwaffles #foodgawter #gloobyfood
  • 🇺🇸 So, according to my Ig, today it’s pi day. And it’s all about pies actually, not the real 3,14 thing. I’m not sure why. But pies are a good answer for every kind of question so who cares. Apparently this blueberries tart that I baked for last 4th of July is the only pie I ever shoot (and the recipe wasn’t perfect so I didn’t even post i!) … what a shame! I’m planning to catch up in the next months and bake tons of pies, meanwhile you should stick to this italian style, blueberries  evoo crust pie! 🇮🇹A quanto pare oggi è la giornata del pi greco. Che però vuol dire cucinare e mangiare torte per gli americani (pies). Come se ci volesse davvero una scusa per cucinare una torta! Ho guardato cosa avevo in archivio nel campo crostate e torte e l’unica che valeva la pena di ripubblicare era questa crostata ai mirtilli con olio evo al posto del burro nell’impasto, di cui tra l’altro non avevo mai nemmeno pubblicato la ricetta perché non mi aveva convinto del tutto. Bisogna rimediare: prossimamente sfornerò altre torte da fotografare e condividere!!! •
•
•
•
#mangioquindisono #foodfluffer #foodphotography #healthyfoodshare #myhealthylife #IFPgallery #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatbeautifulthings #thebakedfeed #fromscratch #bakersgonnabake #huffposttaste #mysweettooth #thrivemags #imsomartha #hautecuisines #foodblogfeed #eattheworld #gatheredstyle #flatlaytoday
  • ( ENG BELOW) 🇮🇹Mi sembra di aver capito che la ricetta della mia pizza  semiintegrale senza impasto a lunga lievitazione vi sia piaciuta! Per chi se lo fosse perso trovate il procedimento passo passo salvato nelle stories in evidenza “PizzaNoImpasto” in versione sia bianca simile a questa in foto sia rossa che devo dire, nonostante la mia idiosincrasia per il pomodoro sulla pizza, mi è piaciuto molto!  La ricetta con le dosi precise invece nel link in bio. Addirittura la notizia del mio impasto meraviglioso deve aver fatto il giro del paese perchè mio suocero si è lamentato che preparo ma non faccio mai assaggiare quindi urge un invito a cena in famiglia per rimediare! Prossima volta voglio provare con bufala, pomodorini confit, olive e cipolla caramellata! 🇺🇸 My italian followers really appreciated my no-knead, 24h raising semi-whole wheat pizza dough! Sorry not italian speaking people for the stories in Italian about that pizza! I always feel a little guilt when posting something in Italian because I know it must be sounds very weird for you! I have been wandering for a while if I should post my recipes on the blog in English too, but not sure if someone will be interested in it! Btw who wants a slice of white veggies & burrata pizza? Because I def want one for dinner tonight! •
•
•
•#mangioquindisono #italiansdoitbetter #rincorrerelabellezza #carbload #pizzalovers #myseasonaltable #fromscratch #fellowmag #eatbeautiful #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #thenewhealthy #noknad #foodandwine #livewellcaptured #thekitchn #thebakedfeed #bakersgonnabake #burrata #bakefromscratch #munchiesitalia #flatlaytoday #onmytable  #storyofmytable #bhgfood #spoonfeed
  • (ENG below) 🇮🇹 Oggi la ricetta l’avete scelta voi! Nelle stories vi avevo chiesto di scegliere tra due ricette e (per poco) ha vinto questo orzotto con carciofi, gamberi e topinambur! (ma chi aveva votato la pasta gluten free e veg non si disperi: arriva in settimana!) A metà tra inverno e primavera diciamo! E italianissimo! Giuro niente tahine o salsa di soia! Facilissimo da fare, quasi banale, ma è reso speciale dagli abbinamenti di sapori particolarmente azzeccati e dal brodo, che in pratica è una versione super semplificata del fumetto di pesce, fatto con… gli scarti dell’orzotto stesso! Andate sul blog a scoprire tutto! 🇺🇸 About winter that is going to end soon, and spring that is about to blossom! And about simple, smart and classic flavours combinations. Do you have “The flavour thesaurus” by @nikisegnit in your bookshelf? If not, I strongly suggest you to buy it because only reading that amazing book you would know why, exactly, artichokes, shrimps and lemon are the perfect combination for this barley “risotto”! •
•
•
•
#mangioquindisono #embracingtheseasons #myseasonaltable #orzotto #comfortfood #IFPgallery #foodtographyschool #feedfeed #goopmake #f52grams #eeeeeats #inmykitchen #eatcaptureshare #naturallight #eatprettythings #saveurmag #instafood #tastingtable #foodandwine #beautifulcuisine #italiansdoitbetter #topinambur #eatingwell #eatseasonal #farmtotable #barley #foodfluffer #foodartblog
  • (ENG IN FIRST COMMENT) 🇮🇹 Come fare a  trasformare un banale e umile cake alle carote e mandorle (senza glutine e senza latticini) in un dessert degno di una cena tra amiche, o addirittura per Pasqua? Vestendolo a festa ovviamente. Quindi anziché servirlo in un tovagliolo come si fa solitamente,  aggiungete una cucchiaiata di yogurt greco - o panna acida per i più golosi - qualche mirtillo, qualche pezzetto di arancia e mango e servitelo in un piatto d’eccezione. Come questi coloratissimi piatti di @villadestehometivoli che trovate in una campagna promozionale sul celeberrimo @westwing.it fino al 10 marzo! A volte basta solo cambiare contesto, aggiungere un tocco personale a una ricetta (come la fava tonka, l’ingrediente segreto che regala un aroma speciale e profumatissimo al cake!) per vederla sotto una nuova luce! Basta un fiore, un servizio di piatti di qualità, un tocco di colore e la nostra tavola diventa curata ed elegante, senza essere né rigida né troppo formale!
#ad #MyWestwingStyle #villadestehometivoli
SALVA LA RICETTA!
Sappiate che rimane morbidissimo per giorni quindi se avanza (SE) è perfetto per la colazione il giorno dopo! 3 uova
100 gr di miele
80 gr di olio evo delicato
200 gr di carote grattuggiate
100 gr di farina di mandorle
100 gr di farina di riso integrale
1 cucchiaino di lievito per dolci
la scorza di un’arancia
una fava tonka grattugiata (o vaniglia)
Con una frusta elettrica montate le uova con il miele a lungo fino a renderle chiare e spumone
Aggiungete sempre montando anche l’olio a filo
Aggiungete le carote grattugiate e strizzate e mescolate
A parte unite  gli altri ingredienti
Unite le farine al composto di uova e carote e mescolate con delicatezza con una spatola
Versate in uno stampo per plumcake da 10x20 cm e infornate in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti  #mangioquindisono #sponsored #springiscoming #springishere #atavola #beautifulcuisines #myseasonaltable #carrotcake #hautecuisines #eatyourcolors #fellowmag #foodforfuel #eatrealfood #glutenfree #senzaglutine #appetitejournal #inmykitchen #foodandwine #feedfeedglutenfree #thatsdarling #storyofmytable #flashofdelight #seeingthepretty #embracingtheseasons

Seguimi!