ISCRIVITI E SEGUIMI!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Pandattero Natalizio | Panforte senza zucchero ai datteri

Noi Italiani quando si parla di cibo diventiamo, come dire, piuttosto agguerriti. Faide familiari hanno diviso fratelli e fratelli, madri e figli, come nemmeno i Montecchi e i Capuleti, solo per decidere se la vigilia di Natale i tortelli di zucca andrebbero conditi con il burro fuso e parmigiano o con il sugo alla salamella (trues story).  E se sul fatto che la panna nella carbonara non ci vada assolutamente, siamo più o meno tutti d’accordo, ci sono molteplici questioni culinarie su cui il mondo si divide. Ad esempio io detesto la pizza napoletana e invece stravedo per quella romana, andando, consapevolmente, controcorrente. Insomma diciamocelo, noi italiani in tema ricette e tradizioni, siamo piuttosto permalosi. Ed ecco perchè non mi azzarderei mai a proporre questo panforte senza zucchero, come una ricetta “vera”. Di tradizionale ha poco e nulla, perchè invece di avere zucchero e miele come la ricetta originaria ha solo… datteri! Niente zuccheri di altro tipo, quindi perchè non chiamarlo pandattero? 

Panforte senza zucchero, solo con datteri, pandattero! Vegan e senza latticini

Praticamente è composto da farina, frutta secca, frutta essiccata e spezie. Stop. Super facile da fare, il sapore ricorda davvero l’originale (la consistenza è invece diversa ovviamente). Oltre a essere un panforte senza zucchero, il mio pandattero natalizio è vegano, perchè l’omissione del miele dagli ingredienti lo rende tale, e senza latticini, come d’altra parte l’originale! Io ho aggiunto i pistacchi al mio composto perchè come si fa a dire di no ai pistacchi? Ho anche omesso l’arancia o il cedro canditi che mi pare di capire sia presente invece nella ricetta tradizionale perchè volevo proprio escludere lo zucchero, e perchè non sapevo dove trovarli di buoni da queste parti, sostituendoli invece con semplice scorza d’arancia a profumare. Se volete una ricetta invece tradizionale di panforte, andate a vedere quello di Giulia, qui, lei gioca in casa! 

Panforte senza zucchero, solo con datteri, pandattero! Vegan e senza latticini

Piccola nota a margine: nonostante sia sia un panforte “senza zucchero” ci tengo a precisare che non è “low sugar”. Sembra un controsenso ma per me senza zucchero vuol dire senza miele, zucchero di qualsiesi tipo, sciroppo etc, mentre low sugar vuol dire che il contenuto di zuccheri nei macro è basso. In questo caso non vi sono zuccheri o dolcificanti, ma tanta frutta essiccata che contribuisce a aumentare notevolmente il contenuto in zuccheri! Questo a dimostrare che le diciture e le etichette vanno sempre lette con attenzione e cognizione di causa!  Proprio per questa sua caratteristica questo pandattero è perfetto anche come spuntino post workout per riprendere energia in maniera sana e completa, a mo’ di energy bar homemade(ricordate: zuccheri semplici sempre top dopo un allenamento intenso!) 

Panforte senza zucchero, solo con datteri, pandattero! Vegan e senza latticini

Questo pandattero o panforte senza zucchero ai datteri è dedicato a:

  • chi ama i datteri di Medjoul quanto me
  • chi non può o non vuole introdurre latticini nella propria dieta
  • chi ha bisogno di un surplus di energia, in forma di dolcetto sano, dopo allenamento
Pandattero Natalizio
Serves 8
Ingredients
  1. 200 gr di datteri di medjoul snocciolati
  2. 100 gr di acqua
  3. 75 gr di pistacchi
  4. 100 gr di mandorle
  5. 75 gr di fichi secchi
  6. 100 gr di farina 0
  7. 1 cucchiaio molto abbondante di spezie per panforte (cannella, chiodi di garofano, noce moscata, zenzero)
  8. la scorza di un'arancia non trattata
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Accendete il forno a 180°
  2. Fate tostare i pistacchi e le mandorle in una padella per qualche minuto o in forno.
  3. Fate cuocere i datteri e l'acqua in un pentolino per qualche minuto, facendo bollire bene, finchè i datteri non si siano ben spappolati e ammorbiditi
  4. Trasferite il composto di datteri in un mixer, aggiungete la scorza d'arancia e frullate molto bene fino a che il composto non sia ben liscio
  5. Tagliate i fichi secchi un tocchetti, poi aggiungete la frutta secca, la farina e le spezie, fino ad avare un composto in cui i singoli elementi siano ben ricoperti di farina
  6. Aggiungete il composto di datteri a quello di frutta secca e farina e mescolate con un cucchiaio di legno o una spatola per amalgamare
  7. Foderate uno stampo per plumacake non troppo grosso di carta da forno e versatevi dentro il composto compattando con le mani inumidite
  8. Infornate per circa 25 minuti
  9. Sfornate il pandattero e tagliatelo mentre ancora è piuttosto caldo in fettine non troppo sottili.
  10. Prima di servire potete spolverarci sopra del cacao amaro
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/

Print Friendly, PDF & Email

 

Iscriviti al canale Telegram

e seguimi su Instagram!