ISCRIVITI E SEGUIMI!

Instagram

  • (ENG BELOW)🇮🇹 Stiamo lavorando per voi! Cioè sto, io, era solo un plurale maiestatis! Ho in cantiere diversi post sul blog belli densi e ricchi, che secondo me vi piaceranno molto, post che non sono una ricetta ma più una serie di consigli, di guide anzi! In particolare ne ho una che sto scrivendo da poco ma che voglio buttare fuori il prima possibile. Chi indovina di cosa si tratta? A tal proposito, chiedo un consiglio alle amiche blogger, ma voi come fate quando avete un post “senza foto”? Cioè in cui si parla di cibo, ma non c’è una ricetta vera e propria, che foto mettete? Una carrellata delle vostre preferite tra quelle che avete scattato? Nel frattempo vi lascio una foto per farvi capire la goduriosa sbriciolosità dell’interno dei settembrini, i biscotti ripieni di fichi in versione sana senza zucchero e burro, che avevo postato qualche tempo fa. Non sono meravigliosi? Il link è sempre in bio! 🇺🇸 I’m working on a few big post on the blog, they will be no-recipe posts, but more a sort of list of advices on specific themes (food related). Are you interested in reading them in English? Meanwhile I wanted to show you the crispy and melt-in-your-mouch consistency of my healthy sugar & butter free fig newtons! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #settembrini #getminimal #foodfluffer #foodtographyschool #chasingautumn #fallingforfall #aseasonalshift #dairyfree #senzalatticini #senzazucchero #sugarfree #thatsdarling #lifeandthyme #morningslikethese  #tastingtable #foodwriting #livewellcaptured #bakersofinstagram #realsimple #imsomartha #foodie_features #sofigs #sweettooth
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Quante volte ho chiesto al mio fruttivendolo il kale? Innumerevoli a dir poco. Pur non credendo nelle sue proprietà magiche curative millantate ovunque, il mio lato hipster mi impediva di arrendermi al fatto di non avere sul blog una ricetta di insalata di kale. E alla fine eccola! Quando ormai avevo perso le speranze! E per di più doppio miracolo perché in questa insalata di kale c’è anche il caco mela, che pensavo facesse super schifo come il suo cugino vaniglia (per me è un no 🙅‍♀️) e invece ho scoperto che l’adoro! Sul blog trovate la ricetta super semplice (veg, gluten free, dairy free) e il trucco per rendere meno difficile questo kale! Link in bio! 🇺🇸 So, about kale. Here in Italy kale isn’t a thing. I had to pray my grocery man for months to have a beautiful bunch of kale in my hands! But finally! Here is what I made with that kale: a super easy, vegan, dairy free & gluten free kale salad with persimmon apple, pomegranate seeds and crunchy almonds! Fall in a dish!! #mangioquindisono #eatcleanrecipes #eatcaptureshare #foodtographyschool #kalesalad #parlamidifoglie #fallingforfall #myseasonaltable #thenewhealthy #foodfluffer
#goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog  #infoodwetrust #naturallightonly #dairyfree #glutenfree #whatveganseat #thrivemags #senzaglutine #senzalatticini #plantbased #feedfeedglutenfree #eatrealfood #monimood
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Pere cotte o pere pochè! Sono bellissime e soprattutto facilissime da fare anche se non sembra! Io le avevo usate in una semi fallimentare torta di pere e cioccolato, ma sono buonissime anche così In pratica prendete delle pere che siano sode ma dolci e non dure - chiedete al vostro fruttivendolo specificando che le volete fare cotte - le sbucciate e le tagliate a metà togliendo la parte dei semi con il cucchiaino (se volete tenete il picciolo ma è solo di bellezza!) mettetele in un tegame capiente con 1 litro d’acqua, 2 cucchiai di rum, 2 cucchiai di zucchero scuro,  il succo e la scorza di un’arancia, una stecca di vaniglia aperta, qualche anice stellato e se li avete qualche grano di allspice o un pizzico di noce moscata. Fate cuocere per circa 20 minuti dal bollore a fiamma media. Spegnete, scolate le pere e fate raffreddare.Continuate invece a far cuocere la bagna a lungo, aggiungendo altro zucchero, se volete ottenere uno sciroppo d’accompagnamento! 🇺🇸 Poached pears! So delicious and beautiful, but so easy to make: chose some firm pears, peel them and cut them in half, scoop away the seeds and put them in a large saucepan. Add 1 lt of water, juice and jest of 1 orange, 2 tb brown sugar, 2 tb rum, 1 open vanilla pod, some star anises and a few allspice grains. Let it simmer at medium heat for 20 minutes from boiling, then remove the pears from the heat and let them cool while the sauce keep cooking. Add some sugar and continue to boil the leftover sauce until it reduce if you want the syrup to garnish. •
•
•
•
•
#mangioquindisono #poachedpears #sosimple #eatrealfood #eatsimple #fromfarmtotable #fromscratch #thisautumnlife #ricordamilautunno #myseasonaltable #foodfluffer #IFPgallery #getminimal #eatcaptureshare #munchiesitalia #foodtographyschool #goopmale #f52farmstand #infoodwetrust #thekitchn #thatsdarling #hautecuisines #spoonfeed #livewellcaptured #thenewhealthy #thrivemags #vegansofig #supersimple
  • (Eng below) 🇮🇹 Sì, ancora loro, i kanelbullar in versione sana senza burro e con poco zucchero! D’altra parte sono così morbidi e bellissimi che mi spiaceva non farvi vedere quest’altrq foto! Noi siamo ufficialmente in vacanza, abbiamo scelto l’Alto Adige quest’anno per fare il pieno di relax (e di ottimo cibo). Io ho portato una selezione di maschere per il viso che mi basterebbe per un mese. E l’occorrente per fare l’hammam. Così per dire. Meno male, perché ci voleva proprio! La ricetta del dolcetto la trovate nel link in bio se scorrete sotto 🇺🇸 Yes, cinnamon rolls again! They are sooooo cute I couldn’t resist!! By the way my husband and I just arrived in our vacation hotel in Alto Adige: a week just for us, chilling and eating good food! #mangioquindisono #cinnamonrolls #healthychoices #dairyfree #comfortfood #getminimal #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatcleanrecipes #nonmangiostranomangiosano #foodfluffer #bakersofinstagram #fromscratch #sweettooth #fallingforfall #feliceadesso
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Ieri è stata una giornata difficile. Per tutto il giorno ho avuto un mal di testa atroce, di quelli pulsanti che ti rendono difficile vivere. A nulla sono valsi gli antidolorifici (sì, al plurale) che ho preso. Sono riuscita a lavorare tutta la mattina, in atroci sofferenze, ma ovviamente la qualità del risultato ne ha risentito. Poi il pomeriggio e la serata sono stati un susseguirsi di letto e divano nel tentativo di resistere. Avevo così tanto mal di testa che non riuscivo ad addormentarmi. Mai successo. Oggi sto meglio e spero di portarmi avanti con il lavoro arretrato. Ma ieri niente palestra e nemmeno oggi perchè tra tre giorni partiamo per le meritatissime vacanze e non voglio rischiare.  Mi rode, lo ammetto, non mi piace saltare gli allenamenti prefissati, ma insomma va bene così.  Questo per dirvi che le foto di questi fantastici muffins alla zucca ripieni di cheesecake sono già pronte, ma la ricetta purtroppo no, quindi intanto ve li faccio vedere, tra qualche giorno invece ci rivediamo per la ricetta se vi interessa 🇺🇸 Yesterday has been a “ freaking NO” day. I had a terrible headache and even my got-to pain killers didn’t work. I tried to work in the morning but obv the shooting didn’t turn out  great: if you don’t feel well you won’t think well. I really had trouble even falling asleep for the pain. But today it’s a new day, I’m feeling better and trying to catch up!  What do you do when you don’t feel well? You force yourself to get moving or you stop to relax and recover? Meanwhile, I’m writing down the recipe for these amazing pumpkin cream cheese filled muffins! No butter or refined sugar obv! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #mangiosano #pumpkinmuffins #healthymuffins #bakersgonnabke #instabake #sweettooth #yuminthetum #bakedfromscratch #wholefoodsfaves #ahealthynut #myseasonaltable #madetonourish #eatrealfood #healthylifestyle #theartofslowliving #cookmagazine #foodtographyschool #getminimal #eatcaptureshare #thehub_food #f52grams
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Oggi sul blog una nuova ricetta super facile e veloce, per quando avete del petto di tacchino da mangiare ma vi viene voglia di piangere all’idea di farlo alla piastra: polpette teriyaki di tacchino, cotte nella tipica salsina giapponese che le rende morbide all’interno e glassate e caramellate all’esterno. Con contorno di bok Chou saltati e riso jasmine al vapore. Una cena sana e completa perfetta per svoltare una serata infrasettimanale! La ricetta è già nel link in bio! Però adesso io voglio sapere qual è la vostra opzione sana per una cena veloce per “svoltare la serata” raccontatemelo nei commenti!
🇺🇸 You know when you have to eat turkey breast for dinner (diet, medical condition, masochism, whatever) but you are tired of insipid and boring grilled white meat? What do you do to change you boring dinner? Make it meatballs! These teriyaki turkey meatballs are tender inside and caramelized outside thanks to this wonderful Japanese sauce. The perfect healthy dinner with some sauted bok choy and jasmine rice! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatclean #teriyakimeatballs #meatballs #piovonopolpette #teriyaki #healthydinnerideas #bokchoy #eattheworld #ifpgallery #eatcaptureshare #foodfluffer #foodtographyschool #thenewhealthy #eatrealfood #f52farmstand #flatlaytoday #onmytable #inmykitchen #turkey #healthychoices #lowfat #girlwholift #flexiblediet
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Finalmente! Dopo anni e anni di tentativi! Eccoli, i brownie di patata dolce! Questa volta in versione bicolore perchè mi piaceva l’idea! Vengono veramente buonissimi, umidi e “densi”. morbidi. Qual è la cosa bella dell’usare le patate dolci? Che quella bellissima consistenza è stata ottenuta senza latticini senza glutine e senza cereali!  Sono venuti così buoni che mio marito ci è rimasto male quando gli ho detto che erano finiti! Il trucco è usare le patate dolci italiane e non quelle americane! bando alle ciance il link della ricetta è in bio, che tanto so che lo volete! 🇺🇸Finally! After, years, I swear years, of failed attempts, here we are: the perfect bicolor (italian) sweet potatoes brownies! Gluten free, dairy free even grain free! And the best part? They’re delicious! Super soft  and moist you would never imagine the secret ingredient! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatcleanrecipes #healthybrownies #sweetpotatoes #patatedolci #chocoholic #dairyfree #senzalatticini #grainfree #eatrealfood #wholefoods #feedfeedglutenfree #healthyfoodshare #beautifulcuisines #plantbased #mynourish #glutenfree #senzaglutine #bakersgonnabake #foodfluffer #IFPgallery #getminimal #foodtographyschool #firstweeat #eatcaptureshare #sweettooth #bakedfromscratch #spoonfeed #imsomartha
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Se vi dico settembrini cosa vi viene in mente? Gnomi a settembre? O i biscottini ai fichi della Mulino Bianco? Scommetto i secondi! Che poi sono tra i biscotti preferiti della mia amica @iaiaampollini! Se vi dicessi che li ho rifatti in versione sana? Senza zucchero né nell’impasto né nel ripieno, senza burro e senza glutine? Erano anni che alla mia amica promettevo di cercare di sviluppare una ricetta di biscottini ripieni ai fichi in versione più sana degli originali, e alla fine eccola qua finalmente! E’ un impasto un po’ difficile da gestire ma vale la pena avere pazienza perchè quando sforerete questi mega biscottoni la cucina profumerà meravigliosamente. Sono morbidi morbidi, profumatissimi e ovviamente buonissimi. Che aspettate a farli? Ah si la ricetta! Nel link in bio as usual. 🇺🇸 Fig newtons! Well, sort of. In Italy we have “settembrini” cookies, industrial pastry cookies with a figs filling, and a few years ago I got into my head to develop a healthier version of figs newton/settembrini. But I could’t make it before. Until now. The perfect healthy figs filled biscuits are here: super soft and wonderfully autumn scented, you wouldn’t believe these giants fig newtons are completely dairy (and butter!) free, gluten free, and sugar free! Who wants one of them with a cup of coffee or tea? •
•
•
•
•
#mangioquindisono #IFPgallery #foodfluffer #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatprettythings #thenewhealthy #settembrini #fignewton #senzaglutine #glutenfree #senzaburro #dairyfree #senzazucchero #sugarfree #theartofslowliving #thisautumnlife #ricordamilautunno #myseasonaltable #comfortfood #feedfeedglutenfree #fromscratch #sweettooth #foodstyling #healthychoices #livewellcaptured #healthyfoodie #eatrealfood #lifeandthyme
  • (ENG IN FIRST COMMENT)🇮🇹 Niente dolcetto di halloween. Piccola confessione, già anticipata nelle stories: a me Halloween annoia un sacco. Cioè non ho niente contro la festa in sé, non è perché è americana o altre cose simili, se avessi dei figli sicuramente li farei travestire, organizzerei dei giochi e una festa per gli amichetti e il trick or treat. Ma figli non ne ho e diciamocelo non ho il fisico da costume da infermiera sexy. Anche se un party in costume a tema Tarantino come in una vecchia puntata di Gilmore Girls potrebbe farmi cambiare idea!  Ad ogni modo, non amo molto le ricette di halloween perchè mi sembra che alla fin fine siano sempre le solite cose trite e ritrite. A volte cambia solo l’aspetto di quello che in realtà è un sandwich banalissimo. E a me piacciono le cose belle, le cose curate, fatte bene, ma che siano anche buone. Insomma la forma ma anche la sostanza. Quindi la roba “a forma di” solitamente non mi attira. Invece adoro il pane dei morti,  il dolce non troppo dolce tipico delle mie parti, anzi mi sa che domani me ne prendo qualche pezzo!  Poi oh a me l’horror fa una noia mortale. Senza sonoro i film horror farebbero addormentare il peggiore insonne. Insomma niente zuppa malefica di Halloween stasera. Sto preparando delle mezze maniche alla carbonara di bottarga e crodaiola di tonno al suo posto! Invece se volete sapere cosa c’è in foto, è la finta cioccolata calda bianca alla zucca di qualche post fa, non ve l’avevo ancora fatta vedere! Iperproteica senza glutine e senza zucchero! Vi rimetto il link in bio!
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #notsohalloween #pumpkinlovers #pumpkinspicelatte #slowautumndays #comfortfood #myseasonaltable #foodfluffer #foodtographyschool #eatyourcolor #instayum #nothingisordinary #livewellcaptured #hautecuisines #makeitdelicious #glutenfree #senzaglutine #senzazucchero #sugarfree #highprotein #flexiblediet #wholeFoodsFaves #girlswholift #Still_life_gallery #THEHUB_FOOD #cioccolatobianco

Seguimi!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano, dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario, tuttavia, capisce che alla classificazione delle mucopolisaccaridosi preferisce la preparazione di insalate e torte salate. Lascia così gli studi universitari per dedicarsi completamente alla cucina. Nel 2014 apre Mangio Quindi Sono, blog di ricette salutari e naturali e di trucchi per mangiare sano senza patire la fame. Il bagaglio di competenze acquisite durante i 6 anni di Medicina le consentono di approfondire da autodidatta i tanti e complessi aspetti della nutrizione, arrivando così a creare piatti non solo interessanti e deliziosi, ma anche salubri e bilanciati; in chiave onnivora (ma non solo!), ma adatti anche ad intolleranze varie. Imparare a fotografare i piatti realizzati, prima da autodidatta e poi seguendo svariati corsi, è stata la naturale evoluzione del corso degli eventi, nata dalla volontà di fissare nella memoria e condividere non solo l’immagine di ciò che esce dal forno, ma anche l’emozione che si prova assaggiandolo. Ora vive nella campagna Mantovana con suo marito, adora collezionare props, stilare liste di cose da fare e spiazzare i suoi fornitori locali chiedendo le verdure e gli ingredienti più improbabili da trasformare in piatti che coniugano la tradizione italiana a sapori più esotici o orientali. Nella sua dispensa non mancano mai la pasta di miso, la tahine e l’avocado.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Orzotto agli asparagi al formaggio di capra

Catturare l’essenza della primavera: orzotto agli asparagi mantecato al formaggio di capra

Come sempre l’importanza di ingredienti semplici e di qualità, che fanno il piatto da soli


 

Orzotto agli asparagi mantecato al formaggio di capra

Orzotto agli asparagi mantecato al formaggio di capra

Adoro gli asparagi, sanno di primavera, di cielo azzurro e di giornate serene ma non calde, e quando siamo in stagione ne facciamo fuori circa 1,5 kg a settimana in due! Sono buonissimi al forno, con un uovo alla coque o in camicia (e magari una fettina di salmone affumicato, la morte loro!) oppure come condimento leggero per una pasta integrale e qualche legume. Un classico però rimane sempre il risotto con gli asparagi, mantecato con burro e parmigiano, cremoso, sapido al punto giusto, profumato. Dunque ho voluto reinterpretare questo piatto tipico della cucina italiana in primavera in un orzotto agli asparagi utilizzando l’orzo decorticato al posto del riso. 

Non che ci sia qualcosa di sbagliato nel mangiare riso! Anzi, è una fonte di carboidrati veramente ottima (soprattutto il riso basmati o il rosso il nero) ma ogni tanto è bene cambiare anche per sperimentare sapori e consistenza diverse e provare altri cereali in chicchi come miglio, orzo, farro etc, tutti parte della tradizione povera italiana. Ricordatevi sempre però che quando scegliete di comprare il farro o l’orzo dovete cercare la versione “decorticata” e non quella “perlata”, che in effetti è più difficile da trovare e richiede qualche cura maggiore nella preparazione. Le versioni decorticate infatti hanno una cottura piuttosto lunga, rimangono molto al dente (aspetto a mio parere del tutto positivo!) e pertanto è opportuno tenere i cereali a bagno in acqua per qualche ora, come si fa con i legumi secchi. Se non doveste trovare la versione decorticata usate quella perlata, omettendo la parte di ammollo e diminuendo il tempo di cottura.

Proprio per via della sua croccantezza residua anche da cotture prolungate mi sembrava interessante usare l’orzo decorticato in versione risottata, ma non ero sicura di poter ottenere la stessa cremosità del risotto tradizionale; dunque ho optato per aggiungere, a fine cottura, una crema di gambi all’orzotto agli asparagi, con qualche grammo di fecola a fare da legante,  trucco che unito alla mantecatura pregiata con il formaggio di capra ha reso questo piatto un gioco di consistenza interessantissimo! 

Gran parte degli ingredienti usati in questo orzotto agli asparagi  provengono dal mercato contadino che si tiene vicino dove abito il mercoledì mattina(ad eccezione dell’orzo e del limone che viene dal giardino dei genitori del mio compagno): produttori locali, alcune cose bio, ottimo rapporto qualità prezzo. Non sottovalutate i mercati come fonte di approvvigionamento di cibo e cercate sempre di instaurare un rapporto di con chi vi procura ciò che mangiate, perchè ne trarrete notevole beneficio.

 

Orzotto agli asparagi mantecato al formaggio di capra

Orzotto agli asparagi mantecato al formaggio di capra

Per quanto riguarda il brodo mi sento di fare un inciso. Si sente tanto parlare (male) dei dadi da supermercato perchè contengono glutammato: ora, vi dirò chiaro e tondo che il glutammato non uccide, non fa venire il cancro, non rende sterili nè impotenti, ed è largamente presente nelle nostre diete senza nessun effetto, ad esempio il parmigiano reggiano ad esempio contiene dosi non indifferenti di glutammato! (qui ulteriori dettagli sulla questione glutammato). Detto ciò, non sono particolarmente favorevole all’uso prolungato e quotidiano dei dadi da cucina standard perchè comunque contengono tanto sale, e altri ingredienti che danno sapore ma “fittiziamente”. Certo sono comodi quando si è stremati da un, soli in casa e si ha solo le forze di accendere il fornello per far bollire l’acqua, e non è certo quest’occasione che compromette la vostra salute! E’ altrettanto chiaro che un brodo fatto in casa è assolutamente preferibile, e sicuramente tutt’altra cosa in termini di sapore e valore nutritivo, oltre che facile da preparare e congelabile. Però richiede tempo, che non sempre abbiamo, quindi un ottimo compromesso che ho sperimentato è comprare un dado con ingredienti semplici, in negozi specializzati (non necessariamente bio!) che abbia solo al suo interno verdure, aromi e spezie, sale. Vi assicuro che non vi darà alcun tipo di problema di ritenzione o gonfiore, cosa che molti lamentano con i brodi pronti tradizionali.  Invece se avete l’essiccatore vi consiglio di fare qualche tentativo di autoproduzione di dado liofilizzato d’estate quando ci sono tante belle verdure fresche! 

Se volete un’altra ricetta con le verdure primaverili vi consiglio i miei gnocchi di patate viola e verdure

Orzotto agli asparagi mantecato al formaggio di capra

Orzotto agli asparagi mantecato al formaggio di capra

Orzotto agli Asparagi mantecato con formaggio di Capra
Serves 2
Ingredients
  1. 140 gr di orzo decorticato o perlato
  2. 1 mazzo abbondante di asparagi
  3. 1 cipollotto
  4. un pezzo di formaggio di capra stagionato caprino fresco
  5. brodo
  6. vino bianco
  7. 1 cucchiaino di fecola di patate
  8. basilico fresco
  9. olio evo
  10. sale e e pepe
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Lasciate l'orzo decorticato in ammollo per qualche ora, poi scolatelo e fatelo asciugare su un canovaccio
  2. Pulite gli asparagi pelando il fondo con il pelapatate e toglieteli la parte brosa del gambo
  3. Tagliate le punte degli asparagi e metteteli da parte, poi tagliate a tocchetti il resto
  4. Preparate un brodo facendo bollire i fusti degli asparagi in abbondante acqua leggermente salata o in brodo vegetale leggero
  5. Nel frattempo iniziate a preparare l'orzotto versando in un tegame capace due cucchiai di olio evo, aggiungeteci il cipollotto tagliato nemente e fate stufare a fuoco medio, ricordandovi che non deve friggere
  6. Quando il cipollotto è appassito versate l'orzo e fatelo tostare, sfumate con poco vino bianco
  7. Quando il vino è evaporato iniziate a versare un mestolo di brodo alla volta portando l'orzo a cottura lentamente, ci vorranno circa 40
  8. minuti, ma assaggiate continuamente
  9. Quando gli asparagi sono cotti toglieteli dal brodo e teneteli da parte, eventualmente allungando il brodo con ulteriore acqua se non vi sembra suf ciente per l'orzotto
  10. A 10 minuti dalla ne della cottura aggiungete anche le punte degli asparagi direttamente nell'orzotto
  11. Quando l'orzotto è a cottura frullate le code degli asparagi con un minipimer e ottenetene una crema
  12. Aggiungete la crema all'orzo e spolverate con un cucchiaino di fecola di patate
  13. Grattuggiate il formaggio di capra stagionato e aggiungetene un'abbondante manciata sull'orzotto, spegnete, coprite con il coperchio e lasciate qualche minuto a mantecare
  14. Nel frattempo lavorate il caprino con il basilico tritato e un po' di pepe
  15. Impiattate l'orzotto e aggiungete una quenelle di caprino al basilico, completate poi con un lo di olio a crudo e una macinata di pepe fresco
Notes
  1. Se non amate i sapori forti del formaggio di capra potete optare per una mantecatura al parmigiano e una robiola per le quenelle.
  2. Se non trovate l'orzo decorticato usate quello perlato, omettete l'ammollo e riducete a 30 min la cottura.
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/

 

 MANGIO.quindi.SONO

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

  • (ENG BELOW)🇮🇹 Stiamo lavorando per voi! Cioè sto, io, era solo un plurale maiestatis! Ho in cantiere diversi post sul blog belli densi e ricchi, che secondo me vi piaceranno molto, post che non sono una ricetta ma più una serie di consigli, di guide anzi! In particolare ne ho una che sto scrivendo da poco ma che voglio buttare fuori il prima possibile. Chi indovina di cosa si tratta? A tal proposito, chiedo un consiglio alle amiche blogger, ma voi come fate quando avete un post “senza foto”? Cioè in cui si parla di cibo, ma non c’è una ricetta vera e propria, che foto mettete? Una carrellata delle vostre preferite tra quelle che avete scattato? Nel frattempo vi lascio una foto per farvi capire la goduriosa sbriciolosità dell’interno dei settembrini, i biscotti ripieni di fichi in versione sana senza zucchero e burro, che avevo postato qualche tempo fa. Non sono meravigliosi? Il link è sempre in bio! 🇺🇸 I’m working on a few big post on the blog, they will be no-recipe posts, but more a sort of list of advices on specific themes (food related). Are you interested in reading them in English? Meanwhile I wanted to show you the crispy and melt-in-your-mouch consistency of my healthy sugar & butter free fig newtons! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #settembrini #getminimal #foodfluffer #foodtographyschool #chasingautumn #fallingforfall #aseasonalshift #dairyfree #senzalatticini #senzazucchero #sugarfree #thatsdarling #lifeandthyme #morningslikethese  #tastingtable #foodwriting #livewellcaptured #bakersofinstagram #realsimple #imsomartha #foodie_features #sofigs #sweettooth
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Quante volte ho chiesto al mio fruttivendolo il kale? Innumerevoli a dir poco. Pur non credendo nelle sue proprietà magiche curative millantate ovunque, il mio lato hipster mi impediva di arrendermi al fatto di non avere sul blog una ricetta di insalata di kale. E alla fine eccola! Quando ormai avevo perso le speranze! E per di più doppio miracolo perché in questa insalata di kale c’è anche il caco mela, che pensavo facesse super schifo come il suo cugino vaniglia (per me è un no 🙅‍♀️) e invece ho scoperto che l’adoro! Sul blog trovate la ricetta super semplice (veg, gluten free, dairy free) e il trucco per rendere meno difficile questo kale! Link in bio! 🇺🇸 So, about kale. Here in Italy kale isn’t a thing. I had to pray my grocery man for months to have a beautiful bunch of kale in my hands! But finally! Here is what I made with that kale: a super easy, vegan, dairy free & gluten free kale salad with persimmon apple, pomegranate seeds and crunchy almonds! Fall in a dish!! #mangioquindisono #eatcleanrecipes #eatcaptureshare #foodtographyschool #kalesalad #parlamidifoglie #fallingforfall #myseasonaltable #thenewhealthy #foodfluffer
#goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog  #infoodwetrust #naturallightonly #dairyfree #glutenfree #whatveganseat #thrivemags #senzaglutine #senzalatticini #plantbased #feedfeedglutenfree #eatrealfood #monimood
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Pere cotte o pere pochè! Sono bellissime e soprattutto facilissime da fare anche se non sembra! Io le avevo usate in una semi fallimentare torta di pere e cioccolato, ma sono buonissime anche così In pratica prendete delle pere che siano sode ma dolci e non dure - chiedete al vostro fruttivendolo specificando che le volete fare cotte - le sbucciate e le tagliate a metà togliendo la parte dei semi con il cucchiaino (se volete tenete il picciolo ma è solo di bellezza!) mettetele in un tegame capiente con 1 litro d’acqua, 2 cucchiai di rum, 2 cucchiai di zucchero scuro,  il succo e la scorza di un’arancia, una stecca di vaniglia aperta, qualche anice stellato e se li avete qualche grano di allspice o un pizzico di noce moscata. Fate cuocere per circa 20 minuti dal bollore a fiamma media. Spegnete, scolate le pere e fate raffreddare.Continuate invece a far cuocere la bagna a lungo, aggiungendo altro zucchero, se volete ottenere uno sciroppo d’accompagnamento! 🇺🇸 Poached pears! So delicious and beautiful, but so easy to make: chose some firm pears, peel them and cut them in half, scoop away the seeds and put them in a large saucepan. Add 1 lt of water, juice and jest of 1 orange, 2 tb brown sugar, 2 tb rum, 1 open vanilla pod, some star anises and a few allspice grains. Let it simmer at medium heat for 20 minutes from boiling, then remove the pears from the heat and let them cool while the sauce keep cooking. Add some sugar and continue to boil the leftover sauce until it reduce if you want the syrup to garnish. •
•
•
•
•
#mangioquindisono #poachedpears #sosimple #eatrealfood #eatsimple #fromfarmtotable #fromscratch #thisautumnlife #ricordamilautunno #myseasonaltable #foodfluffer #IFPgallery #getminimal #eatcaptureshare #munchiesitalia #foodtographyschool #goopmale #f52farmstand #infoodwetrust #thekitchn #thatsdarling #hautecuisines #spoonfeed #livewellcaptured #thenewhealthy #thrivemags #vegansofig #supersimple
  • (Eng below) 🇮🇹 Sì, ancora loro, i kanelbullar in versione sana senza burro e con poco zucchero! D’altra parte sono così morbidi e bellissimi che mi spiaceva non farvi vedere quest’altrq foto! Noi siamo ufficialmente in vacanza, abbiamo scelto l’Alto Adige quest’anno per fare il pieno di relax (e di ottimo cibo). Io ho portato una selezione di maschere per il viso che mi basterebbe per un mese. E l’occorrente per fare l’hammam. Così per dire. Meno male, perché ci voleva proprio! La ricetta del dolcetto la trovate nel link in bio se scorrete sotto 🇺🇸 Yes, cinnamon rolls again! They are sooooo cute I couldn’t resist!! By the way my husband and I just arrived in our vacation hotel in Alto Adige: a week just for us, chilling and eating good food! #mangioquindisono #cinnamonrolls #healthychoices #dairyfree #comfortfood #getminimal #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatcleanrecipes #nonmangiostranomangiosano #foodfluffer #bakersofinstagram #fromscratch #sweettooth #fallingforfall #feliceadesso
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Ieri è stata una giornata difficile. Per tutto il giorno ho avuto un mal di testa atroce, di quelli pulsanti che ti rendono difficile vivere. A nulla sono valsi gli antidolorifici (sì, al plurale) che ho preso. Sono riuscita a lavorare tutta la mattina, in atroci sofferenze, ma ovviamente la qualità del risultato ne ha risentito. Poi il pomeriggio e la serata sono stati un susseguirsi di letto e divano nel tentativo di resistere. Avevo così tanto mal di testa che non riuscivo ad addormentarmi. Mai successo. Oggi sto meglio e spero di portarmi avanti con il lavoro arretrato. Ma ieri niente palestra e nemmeno oggi perchè tra tre giorni partiamo per le meritatissime vacanze e non voglio rischiare.  Mi rode, lo ammetto, non mi piace saltare gli allenamenti prefissati, ma insomma va bene così.  Questo per dirvi che le foto di questi fantastici muffins alla zucca ripieni di cheesecake sono già pronte, ma la ricetta purtroppo no, quindi intanto ve li faccio vedere, tra qualche giorno invece ci rivediamo per la ricetta se vi interessa 🇺🇸 Yesterday has been a “ freaking NO” day. I had a terrible headache and even my got-to pain killers didn’t work. I tried to work in the morning but obv the shooting didn’t turn out  great: if you don’t feel well you won’t think well. I really had trouble even falling asleep for the pain. But today it’s a new day, I’m feeling better and trying to catch up!  What do you do when you don’t feel well? You force yourself to get moving or you stop to relax and recover? Meanwhile, I’m writing down the recipe for these amazing pumpkin cream cheese filled muffins! No butter or refined sugar obv! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #mangiosano #pumpkinmuffins #healthymuffins #bakersgonnabke #instabake #sweettooth #yuminthetum #bakedfromscratch #wholefoodsfaves #ahealthynut #myseasonaltable #madetonourish #eatrealfood #healthylifestyle #theartofslowliving #cookmagazine #foodtographyschool #getminimal #eatcaptureshare #thehub_food #f52grams
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Oggi sul blog una nuova ricetta super facile e veloce, per quando avete del petto di tacchino da mangiare ma vi viene voglia di piangere all’idea di farlo alla piastra: polpette teriyaki di tacchino, cotte nella tipica salsina giapponese che le rende morbide all’interno e glassate e caramellate all’esterno. Con contorno di bok Chou saltati e riso jasmine al vapore. Una cena sana e completa perfetta per svoltare una serata infrasettimanale! La ricetta è già nel link in bio! Però adesso io voglio sapere qual è la vostra opzione sana per una cena veloce per “svoltare la serata” raccontatemelo nei commenti!
🇺🇸 You know when you have to eat turkey breast for dinner (diet, medical condition, masochism, whatever) but you are tired of insipid and boring grilled white meat? What do you do to change you boring dinner? Make it meatballs! These teriyaki turkey meatballs are tender inside and caramelized outside thanks to this wonderful Japanese sauce. The perfect healthy dinner with some sauted bok choy and jasmine rice! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatclean #teriyakimeatballs #meatballs #piovonopolpette #teriyaki #healthydinnerideas #bokchoy #eattheworld #ifpgallery #eatcaptureshare #foodfluffer #foodtographyschool #thenewhealthy #eatrealfood #f52farmstand #flatlaytoday #onmytable #inmykitchen #turkey #healthychoices #lowfat #girlwholift #flexiblediet
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Finalmente! Dopo anni e anni di tentativi! Eccoli, i brownie di patata dolce! Questa volta in versione bicolore perchè mi piaceva l’idea! Vengono veramente buonissimi, umidi e “densi”. morbidi. Qual è la cosa bella dell’usare le patate dolci? Che quella bellissima consistenza è stata ottenuta senza latticini senza glutine e senza cereali!  Sono venuti così buoni che mio marito ci è rimasto male quando gli ho detto che erano finiti! Il trucco è usare le patate dolci italiane e non quelle americane! bando alle ciance il link della ricetta è in bio, che tanto so che lo volete! 🇺🇸Finally! After, years, I swear years, of failed attempts, here we are: the perfect bicolor (italian) sweet potatoes brownies! Gluten free, dairy free even grain free! And the best part? They’re delicious! Super soft  and moist you would never imagine the secret ingredient! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatcleanrecipes #healthybrownies #sweetpotatoes #patatedolci #chocoholic #dairyfree #senzalatticini #grainfree #eatrealfood #wholefoods #feedfeedglutenfree #healthyfoodshare #beautifulcuisines #plantbased #mynourish #glutenfree #senzaglutine #bakersgonnabake #foodfluffer #IFPgallery #getminimal #foodtographyschool #firstweeat #eatcaptureshare #sweettooth #bakedfromscratch #spoonfeed #imsomartha
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Se vi dico settembrini cosa vi viene in mente? Gnomi a settembre? O i biscottini ai fichi della Mulino Bianco? Scommetto i secondi! Che poi sono tra i biscotti preferiti della mia amica @iaiaampollini! Se vi dicessi che li ho rifatti in versione sana? Senza zucchero né nell’impasto né nel ripieno, senza burro e senza glutine? Erano anni che alla mia amica promettevo di cercare di sviluppare una ricetta di biscottini ripieni ai fichi in versione più sana degli originali, e alla fine eccola qua finalmente! E’ un impasto un po’ difficile da gestire ma vale la pena avere pazienza perchè quando sforerete questi mega biscottoni la cucina profumerà meravigliosamente. Sono morbidi morbidi, profumatissimi e ovviamente buonissimi. Che aspettate a farli? Ah si la ricetta! Nel link in bio as usual. 🇺🇸 Fig newtons! Well, sort of. In Italy we have “settembrini” cookies, industrial pastry cookies with a figs filling, and a few years ago I got into my head to develop a healthier version of figs newton/settembrini. But I could’t make it before. Until now. The perfect healthy figs filled biscuits are here: super soft and wonderfully autumn scented, you wouldn’t believe these giants fig newtons are completely dairy (and butter!) free, gluten free, and sugar free! Who wants one of them with a cup of coffee or tea? •
•
•
•
•
#mangioquindisono #IFPgallery #foodfluffer #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatprettythings #thenewhealthy #settembrini #fignewton #senzaglutine #glutenfree #senzaburro #dairyfree #senzazucchero #sugarfree #theartofslowliving #thisautumnlife #ricordamilautunno #myseasonaltable #comfortfood #feedfeedglutenfree #fromscratch #sweettooth #foodstyling #healthychoices #livewellcaptured #healthyfoodie #eatrealfood #lifeandthyme

Seguimi!