ISCRIVITI E SEGUIMI!

Instagram

  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Come avrete notato mi sto dedicando al restyling di molte foto sul blog, e questa fa parte di un post che avevo pubblicato nel 2014: un filetto di maiale ripieno di prugne, da accompagnare a patate arrosto e a questa deliziosa salsa alle prugne cotte. Nel cuocerla mi sono innamorata di nuovo del suo colore, così intenso e così lucido, e ho voluto fotografarla anche da sola, ma sul blog trovate anche le altre foto dell’arrosto, che pubblicherò a breve anche qui! Se vi dovesse servire la ricetta perchè avete ospiti domani a pranzo la trovate nel link in bio! 🇺🇸 While simmering these plum sauce for my stuffed pork tenderloin I fell in love with its colour, so shiny, deep and intense. And I thought it would have been the perfect subject for today @thelittelplantation challenge #eatcaptureshare!
The themfor today is purple and I kinda love the special shade of purple you can bring out in plums cooking them! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #foodfluffer #getmimal #foodtographyschool #shareyourtable #firstweeat #naturallightonly #livethelittlethings #embracingtheseason #vscofood #flatlay #theartofslowliving #thenewhealthy #wholesome #farmtotable #eatrealfood #plums #prugne #autumnishere
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Sto migliorando nei lievitati. Lo dico un po’ sottovoce perchè ho un impasto che sta lievitando sotto un canovaccio proprio ora e non vorrei che fallisse miseramente. Però sto migliorando. Sto migliorando perchè l’anno scorso poco prima di Natale avevo pubblicato la ricetta dei cinnamon rolls, ed era venuta bene, ma ammettiamolo, era stata una gran faticaccia. Ora invece che li ho rifatti… perfetti! Subito. Semplicemente seguendo la mia ricetta (sono stupita io stessa). Tutto questo per dire che ieri o oggi (non ho ben capito in realtà) in Svezia era la giornata nazionale  dei Kanelbullar - cioè loro hanno una giornata nazionale dedicata ai dolcetti alla cannella, ma che cosa meravigliosa non è? - e quindi ho pensato fosse l’occasione giusta per riproporli con un restyling! Stessa ricetta, quindi senza burro, poco zucchero e con l’ingrediente segreto nel ripieno per renderlo più leggero, ma…. forma nuova! E molto più facile di quanto pensassi! Vi ho rimesso il link in bio! 🇺🇸 Today (or yesterday I’m not very sure) is Swedish National Kanelbullar day! How not to fall in love with a nation that dedicates a day to cinnamon rolls??? You simply can’t.  I love cinnamon rolls and last year I developed a healthier kanelbullar recipe (no butter, low fat and low sugar)  that I decided needed a restyling, so here it is: old perfect recipe, new (better) photos! And I think I’m getting better in baking and yeast&kneading goods! It’s really true: practice makes perfection! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #foodforfuel #inmykitchen #firstweeat #epicurious #IFPgallery  #foodfluffer #foodtographyschool #munchiesitalia #kanelbullarday #cinnamonrolls #healthier #eattheworld #bakersgonnabake #instabake #bakedfromscratch #sweettooth #mycommontable #fromscratch #livewellcaptured #comfortfood #lowsugar #buzzfeedhealth #madetonourish #eatwellbewell #eatrealfood #cannella #dolcisani #nonmangiostranomangiosano
  • (ITA SOTTO) 🇺🇸 Do you like stews, casseroles and soups? I do LOVE  stews and soups. I love the comfort I feel watching them simmering on the stove, and  I love the fact they require so little effort to such a great result! Basically you mix (affordable) ingredients in a pot, turn on the heat, and so whatever you want while the magic happens! Like this middle eastern style lentil stew!  If you use gf pita bread and dairy free yogurt as topping it’s even #glutenfree and #vegan! And of course it’s my entry for today #eatcaptureshare challenge by @thelittleplantation: BROWN! 🇮🇹 A chi piacciono gli stufati?? Io li adoro: metti tutto in pentola, fai cuocere a lungo controllando una volta ogni tanto mentre (a scelta) leggi un libro, fai farei i compiti ai figli, ti bevi un bicchiere di vino con il marito, chatti con l’amica, ti metti sul divano con la copertina a vegetare dopo una giornata allucinante, insomma fai quello che ti senti di fare, e via dopo un’oretta ti ritrovi con una cenetta super comfort a impegno quasi zero, fatta con ingredienti sani (e spesso anche economici!) arricchita di sapore da spezie e aromi. Dai come si fa a non amarli?  Io oggi vi propongo uno stufato di lenticchie in stile mediorientale,  easy peasy, a prova di dummies in cucina, giuro! Pure veg e gluten free se si escludono guarnizioni! La ricetta è sul blog nel link in bio, ma adesso io voglio sapere la vostra classifica dei tre stufati/zuppe/etc preferiti per l’autunno! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #foodtographyschool #munchiesitalia #goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog #livethelittlethings #flashofdelight  #imsomartha #aseasonalshift #embracingtheseason  #copmfortfood #lentilstew #middleastern #saveurmag #thekitchn #huffposttaste #flatlaytoday #cuisinesworld  #mynourish  #alimentazionenaturale #healthyfoodie #plantstrong #cookingwithlove #getminimal
  • (ENG BELOW) 🇮🇹Nel lontano 2015 avevo disseminato il web di una mia versione di banana bread super salutista e senza zucchero, negli anni però l'ho modificata notevolmente per migliorare la consistenza (che era un po' "mappazzonosa" in effetti) e finalmente è sul blog! Un banana bread quasi senza zucchero e quasi senza olio, soffice, profumato, e perfetto per la colazione! Lo preparate la domenica sera in 5 minuti e poi avete una super colazione già pronta per tutta la settimana! Poi scaldato nel tostapane è una meraviglia Link in bio!
🇺🇸A few weeks ago I saw a few stories on @bealubas profile, where she talked about blue color in food photography and... what an epiphany!  I've always loved "cooler" photos rather than "warmer" ones but I've never used blue props or anything blue in my photos because I was afraid it would have looked too detached but Bea in her stories said something I obv already knew but I hadn't really realized before: since blue is complementary color to orange, it’s the perfect color when shooting baked goods! OMG so brilliant, so genius! So, when I read today’s theme for @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare was “orange” I decided I would have tried bea’s blue & baked goods advice with this (almost) sugar free & (almost) oil/butter free banana bread! Since my photography  style is light and a little moody, instead of using a blue background, I chose some blue props! I kinda like the result, what do you think? (you can find these suggestions in Bea’s highlights stories!) •
•
•
•
•
#mangioquindisono #IFPgallery  #foodfluffer #foodtographyschool #munchiesitalia #f52farmstand  #mycommontable  #bananabread #healthybreakfastideas #embracingtheseason #livethelittlethings #flashofdelight  #imsomartha #eatprettythings #foodstylingadvice # beautifulcuisines #morningslikethese #eatrealfood  #getinmybelly #eatbetternotless #bakersgonnabake  #thebakedfeed #bakedfromscratch #lowsugar
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Io non mi fido di chi non mangia il gelato col freddo!! Anche perché come si fa a resistere a un gelato alla zucca come questo? Senza zucchero (esclusi i toppings facoltativi), senza glutine, senza latticini, vegano, e senza gelatiera! Soltanto 3 ingredienti! Penso sia la ricetta più facile che abbia mai postato. E la trovate sul blog nel link in bio! 🇺🇸 Yes, this it’s  pumpkin ice cream. Don’t look at me like that, it’s not THAT cold you can’t eat ice cream, c’mon! Besides that, I must tell you a secret: I don’t trust people who don’t eat ice cream during winter.  Ice cream doesn’t have a season to me! What do you think? I challenge you not to drool over this pumpkin spiced ice cream. And it’s even gluten free, sugar free, dairy free and vegan! What else? Oh yeah this is also my entry for today @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare !
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #healthish #icecream #pumpkinlover #veganicecream #pumpkinicecream #pumpkinseason #glutenfree #senzaglutine #dairyfree #senzalatticini #senzazucchero #sugarfree #IFPgallery #foodfluffer #munchiesitalia #foodtographyschool #aseasonalshift #flatlaytoday #imsomartha #eatrealfood #eatsimple #thrivemag #naturalcuisine  #plantbased #sweettooth
  • (ITA BELOW) 🇺🇸 About dirty hands and attempts. I’ve never been a fan of preserved foods, or pickled veggies. But at some point I decided to buy “the Art of fermentation” by Sandor Ellix Kats, and I fell in love in his writing. I was suspicious about home fermentation, but I was also determined to learn, because of the healthy benefits of fermented foods. And, suddenly,  I realised that even if I hated most acid and bitter foods, I loved sauerkraut! “Maybe I could try to make them before kimchi or kobucha!” So here we are. With my  purple cabbage dirt hands, while I’m closing my very first attempt to make homemade sauerkraut.  See you in a week or two, baby sauerkraut! And of course this is my entry for @thelittleplantation #EatCaptureShare challenge: “cabbage patch kids” 🇮🇹 Di mani sporche e tentativi. Non sono mai stata una grande fan dei cibi acidi, fermentati, aspri. Insomma quella roba li. Però tutti parlano dei benefici per la salute dei cibi fermentati, e alla fine non so come mi sono ritrovata a comprare “il grande libro della fermentazione” di Sandor Ellix Kats. Che tra le altre cose scrive da Dio quindi leggerlo è un piacere, sembra più una dissertazione filosofica sulla fermentazione che un ricettario. E mentre lo leggevo, ho avuto l’illuminazione: odio lo yogurt, il kefir e l’aceto, ma ADORO i crauti! Perchè non partire da quelli prima di cimentarmi in kobucha e kimchi? E quindi niente eccoci qui. Ho chiuso i miei primi vasetti di pseudo - crauti casalinghi di cavolo bianco e rosso (chiuso tra virgolette perchè devo far fuoriuscire l’aria che si forma). Ora vedremo nelle prossime settimana. Voi avete mai provato a fermentare qualcosa? Come è andata a finire? Se non siete morti e potete raccontarlo e avete consigli da darmi vi sarei grata! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #crauti #sauerkraut #fermentation #imtryng #cabbage #seasonalfoods #mycommontable #bareaders #saveurmag #foodartblog #spoonfeed #foodfluffer #foodtographyschool #shareyourtable #foodwritings #storytelling #eatyourcolors #epicurious #theartofslowliving #thenewhealhy #veganfoodspot #foods4thought #eatwelllivewell #homemade #glutenfree #senzaglutine #embracingtheseason #aseasonalshift
  • (ITA BELOW) 🇺🇸 Apple cake! Not pie, cake! Super moist and creamy, with just a little of flour, just a little of sugar, just a little of butter but many apple, it’s the perfect autumn confort food. And with some hot vanilla sauce it’s even better. And it’s my entry for today’s theme of  #EatCaptureShare challenge by @thelittleplantation: imperfect apples. I’m not very good at dealing with imperfections, long talk, you know, but I decided to post this cake because the recipe itself isn’t perfect: it’s not vegan or gluten free or low carb or low fat.  It’s not the perfect, super skinny and super healthy recipe, it’s only “healhier”. And sometimes this is just enough. Have a good day people! 🇮🇹 Torta di mele. La più facile, la più buona, è una versione alleggerita di una ricetta svedese, ed è “imperfettamente perfetta”. Non è senza zucchero, però ne ha poco, non è senza burro, però ne ha poco, non è senza glutine però ha poca farina insomma non è la solita ricetta del “senza” ma è una ricetta del con. Con parsimonia. E alla fine ogni tanto va bene anche così. La ricetta è sul blog! Link in bio come al solito (ahhhh quanto sarebbe più bella la vita se i link nelle didascalie instagram fossero cliccabili) •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatseasonal #farmtotable #imperfectapples #healthier #foodfluffer #foodtographyschool #mycommontable #saaveurmmag #foodandwine #livethelittlethings #eatprettythings #styletheseason #morningslikethese #healthish #bakersgonnabake #bakersofinstagram #bakedfromscratch #sweettooth  #swedishapplecake #tortadimele #aseasonalshift #embracingtheseason  #munchiesitalia #hautecuisines
  • (ITA BELOW) 🇺🇸 Toady’s theme for @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare is one of my fav. Minimalist. Just food. As beautiful as it can be, the main character and the star of the photo. Love it. I’ve been thinking a lot about this theme and I asked my self what should I shoot. I didn’t want to choose a dessert because desserts of course are SO beautiful! Once again I want to challenge my self, so here they are  my (outrageously good) black cabbage pesto spaghetti!  So easy, 5 minute to make, just one or two props in the photo and yet so beautiful! 🇮🇹 Questa foto minimalista per la sfida di Kimberly per dirvi che ho pubblicato sul blog un pesto di cavolo nero e riccio super semplice, ottimo per condirci spaghetti o farci dei crostini (cosa che farò per i miei ospiti a cena stasera!) è la ricetta perfetta per iniziare l’autunno nel modo giusto! Ah sì e nel post (link in bio) c’è anche una discussione su un dubbio amletico che toglie il sonno a molti da anni: ma questo kale, come diavolo si chiama in Italiano?? •
•
•
•
•
#mangioquindisono #spaghettilover #pesto #kale #pestodicavolonero #getminimal #foodfluffer #munchiesitalia #IFPgallery #beautifulcuisine #goopmake #eatyourcolors #nourishingfood #imsomartha #hautecuisines #eatprettythings #mycommontable #fotointavola #naturallight #rincorrerelabellezza #foodtographyschool #eatforhealthy #eatyourveggie #5aday #italiansdoitbetter
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Vecchia ricetta ma foto nuova! La mia già amatissima torta di fichi quasi senza zucchero! Facilerrima da fare, arricchita da whey per aumentare la quota proteica (ma sono facoltative!) sofficissima e naturalmente dolce grazie ai fichi nell’impasto, nessuno potrebbe indovinare che è segretamente sana! Perfetta per la colazione o per farci merenda pucciandola nel tè! La ricetta l’ho rimessa nel link in bio! 🇺🇸 So, second theme for @thelittleplantation ig Autumn Challenge #EatCaptureShare, was “snake”. Luckily, we weren’t supposed to cook and shoot a real snake (sigh of relief) but it was again a composition issue. This almonds & figs high protein low sugar cake is an old, very popular, recipe on my blog that needed a photos makeover, so I decided to reshoot it. I’ve shoot a overhead version of this photo and I kinda liked it, but then I thought a 3/4 angle would have been more challenging for this specific composition theme so… I decided to give it a try! And I’m pretty happy of the result! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #mangiosano #figs #healthybreakfast #foodtographyschool #IFPgallery #munchiesitalia #vzcofood #foodartblog #foodfluffer #autumn #fall #eattheseason #foodblogfeed #lowsugar #imsomartha #bakersgonnabake #foodstyling #morningslikethese #wholesome #farmtotable #mynourish #healthyfoodie #bakedfromscratch #buzzfeedhealth #sweettoth

Seguimi!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano, dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario, tuttavia, capisce che alla classificazione delle mucopolisaccaridosi preferisce la preparazione di insalate e torte salate. Lascia così gli studi universitari per dedicarsi completamente alla cucina. Nel 2014 apre Mangio Quindi Sono, blog di ricette salutari e naturali e di trucchi per mangiare sano senza patire la fame. Il bagaglio di competenze acquisite durante i 6 anni di Medicina le consentono di approfondire da autodidatta i tanti e complessi aspetti della nutrizione, arrivando così a creare piatti non solo interessanti e deliziosi, ma anche salubri e bilanciati; in chiave onnivora (ma non solo!), ma adatti anche ad intolleranze varie. Imparare a fotografare i piatti realizzati, prima da autodidatta e poi seguendo svariati corsi, è stata la naturale evoluzione del corso degli eventi, nata dalla volontà di fissare nella memoria e condividere non solo l’immagine di ciò che esce dal forno, ma anche l’emozione che si prova assaggiandolo. Ora vive nella campagna Mantovana con suo marito, adora collezionare props, stilare liste di cose da fare e spiazzare i suoi fornitori locali chiedendo le verdure e gli ingredienti più improbabili da trasformare in piatti che coniugano la tradizione italiana a sapori più esotici o orientali. Nella sua dispensa non mancano mai la pasta di miso, la tahine e l’avocado.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Gnocchi di patate viola con verdure

I miei primi gnocchi, con asparagi croccanti, pisellini freschi e zucchine

Ovvero come esaltare un ingrediente particolare, le patate viola, con una ricetta semplice


 

25042014-DSC_0554

Gnocchi di patate viola con verdure primaverili

 

Sono una persona estremamente testarda. Quando mi metto in testa qualcosa è molto molto difficile farmi cambiare idea. Nonostante ammetta con facilità i miei errori di valutazione qualora mi si convinca con prove circostanziate e non sia certo una tradizionalista, quando ho in programma qualcosa difficilmente riesco ad accettare una modifica o un cambiamento di qualche dettaglio. Soprattutto in cucina. Se per una ricetta voglio il cosciotto di maiale, dover ripiegare su una spalla mi renderà estremamente nervosa. Sono una perfezionista (solo in cucina però!). Lo so è terribile, ma bisogna sopportarmi così. 

Questi gnocchi sono il risultato di tutto ciò. Da tempo avevo una voglia matta di provare qualche ricetta con le famose patate viola, ma non ero mai riuscita a trovarle. Le patate viola sono una variante delle normali patate, non sono ogm né ovviamente colorate artificialmente (maggiori info le trovate qui) e in Italia la varietà più nobile è quella delle Vitelotte. Avevo chiesto a tutti i miei spacciatori di fiducia di vegetali di procurarmele, anzi avevo aumentato il raggio d’azione importunando anche qualche fruttivendolo – boutique di Milano, ottenendo solo rifiuti. Anzi per la verità uno dei fruttivendoli del mercato da cui vado di solito mi aveva guardato come una pazza alla richiesta e sono tutt’ora convinta che non mi abbia creduto e lo ritenesse uno scherzo. Dunque mi ero sostanzialmente rassegnata. E invece. La rivelazione, l’epifania! Ero a un tranquillo mercato di paese di un lunedì mattina qualunque (per la verità non proprio di passaggio casuale visto che ero alla caccia delle introvabili fave la cui stagione stava andando a esaurirsi, usate in questo piatto) e stavo scegliendo la frutta e la verdura nel banco più fornito e colorato quando ho scorto una cassetta in legno con effigi francesi che prometteva grandi cose. E in effetti quando mi sono avvicinata le ho viste! Patate viola! Non ci volevo credere, quasi mi aspettavo che le clienti prima di me (per lo più madri di famiglia e vecchiette che probabilmente ritenevano il kiwi e la banana frutti già troppo tropicali) me le portassero via. E invece, sono riuscita ad accaparrarmele. A un prezzo allucinante tanto da farmi valutare quanto potrebbe valere un mio rene al mercato nero, ma erano mie. Non ho idea se siano vere vitellotte o un’altra varietà ma poco importa

Tanto le ho bramate, che ero assolutamente impreparata a cucinarle, o meglio nella scelta della ricetta dove utilizzarle, che doveva essere all’altezza della situazione. Infatti sono rimaste accuratamente nascoste in frigorifero per una decina di giorni abbondante, finchè non mi sono decisa. Gnocchi. In particolare mi sono decisa dopo aver visto la bellissima acqua di cottura turchese che hanno rilasciato gli gnocchi di questa ricetta, alla quale mi sono barbaramente ispirata, soprattutto nella scelta degli ingredienti.

Però c’era un tenore di difficoltà non indifferente: non avevo mai fatto gli gnocchi prima, nemmeno con le patate normale. Ma amo le sfide e non ho mai fatto le prove dei piatti preventivamente a cene più o meno importanti (shame on me!) dunque mi sono messa a leggere un po’ su internet e ricordare i consigli che mi aveva dato la madre del mio fidanzato che invece gli gnocchi li fa e le vengono anche superbamente.

Ecco i segreti che ho racimolato un po’ dovunque per gli gnocchi perfetti (patate viola o meno).

Il problema degli gnocchi è la consistenza: o vengono troppo molli o troppo duri o collosi. Non buono, assolutamente no. Per evitare tutto ciò la regola è che meno farina aggiungete più saranno leggeri e ariosi ma compatti, e per poter risparmiare in farina sappiate che l’acqua è il vostro peggiore nemico, meno acquoso sarà il composto (quindi le patate) meno farina necessiterete

  1. LA SCELTA delle PATATE: devono essere vecchiotte, farinose e non acquose. Non ho idea di dove si collochino nel panorama patatoso quelle viola, ma le mie erano adeguatamente stagionate. In ogni caso, ovviamente non scegliete le patate novelle o da insalata. Come sempre chiedete a chi ne sa, quindi al fruttivendolo, e non avrete sorprese.
  2. COTTURA DELLE PATATE: vanno cotte intere e con la buccia, mettendole nell’acqua ancora fredda e molto salata, lasciandole bollire finchè non sono cotte ma non oltre e soprattutto senza infilzarle con forchette o stuzzicadenti
  3. LA LAVORAZIONE: vanno spelate e schiacciate ancora calde (io ho usato dei guanti in lattice per sopravvivere al calore) e in generale lavorate il meno possibile, più le lavorate meno l’impasto sarà leggero. Non vi azzardate nemmeno per l’anticamera del cervello a frullare le patate! Pena ottenere un impasto colloso fino alla morte. Va’ usato lo schiacciapatate a manico, non quello verticale né il passaverdure. Se non lo avete fatevelo prestare, ma è assolutamente necessario alla riuscita.
  4. QUANTITA’ DELLA FARINA: meno è meglio è! Fate un mix tra fecola e 00 e aggiungetene quel poche che basta per ottenere un impasto compatto
  5. TUORLO SI’ o NO? Non ne ho idea, io l’ho messo e sono venuti perfetti, ma la tradizione li vorrebbe senza, se fate esperimenti al riguardo fatemi sapere il risultato!
  6. IL SALE. La regola è: tanto nell’acqua delle patate (per “estrarre l’acqua”) poco nell’impasto (per non farli imbibire in cottura) e il giusto nell’acqua di cottura degli gnocchi

Detto ciò io avevo qualche timore, ma si è rivelato infondato, ricetta e gnocchi promossi a pieni voti! Qui il condimento è un surplus, qualcosa per esaltare il colore e il sapore degli gnocchi, per cui ho scelto diverse primizie di stagione per contornare il viola delle patate di tanto bel verde e ottenere un piatto leggero ma saziante. La cosa fantastica di questa ricetta tra l’altro è che è per l’80% vegetale, gli amanti del genere la apprezzeranno tantissimo! Pochi grassi in cottura e solo qualche scaglia di parmigiano sul finire ed è fatta.


GALLERY

 

Gnocchi Di Patate Viola Con Verdurine Primaverili
Serves 3
Ingredients
  1. Per Gli Gnocchi
  2. 450 gr di patate viola
  3. 30 gr di fecola di patate
  4. 30 gr di farina 00
  5. 1 tuorlo
  6. sale e noce moscata
Per Il Condimento
  1. 3 o 4 zucchine piccole
  2. un cipollotto
  3. un mazzetto di asparagi
  4. una manciata di baccelli di piselli freschi
  5. 2 cucchiai d'olio
  6. sale e pepe
  7. parmigiano reggiano a scaglie
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Per Gli Gnocchi
  1. Mettete le patate a cuocere in abbondante acqua fredda salata
  2. Una volta cotte le patate spellatele ancora bollenti e schiacciatele con un passapatate
  3. Aggiungete alla purea di patate la farina, la fecola, un tuorlo e poco sale e noce moscata e impastate no a formare una palla, maneggiandola il meno possibile
  4. Su una superficie infarinata formate con l'impasto dei cilindri di circa un cm di diametro e tagliateli a tocchetti di due cm circa
  5. Passate gli gnocchi sui rebbi di una forchetta o sull'apposito attrezzo in legno per ottenere i solchi caratteristici e lasciateli riposare per minimo 20 massimo 30 minuti
Per Il Condimento
  1. Pulite gli asparagi prima sciacquandoli sotto l'acqua, poi togliendo la parte esterna con un pelapatate e in ne tagliando via il fondo coriaceo
  2. Tagliate le punte e mettetele da parte, con i gambi invece ottenete dei piccoli tocchetti e metteteli a bollire in acqua salata o brodo
  3. Quando saranno teneri e cotti frullateli in un mixer con un poco di liquido di cottura, un cucchiaio d'olio e una spolverata di pepe no a ottenere una crema uniforme e vellutata
  4. Lavate le zucchine e tagliatele sottili, sgranate i piselli e uniteli alle zucchine e alle punte degli asparagi
  5. In una padella antiaderente fate soffriggere un cipollotto in un cucchiaio di olio e poi aggiungete le zucchine e spadellatele per qualche minuto, poi salate e continuate a cuocere aggiungendo nel caso poca acqua alla volta per stufare ma non bollire le verdure
Assemblate
  1. Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, sono cotti appena af orano in superficie
  2. Man mano che gli gnocchi cuociono scolateli con un mestolo forato e fateli saltare con molta delicatezza nella padella delle verdure
  3. Cospargete il fondo del piatto con la vellutata di gambi di asparagi e poi adagiatevi sopra gli gnocchi e le verdure
  4. Aggiungete qualche scaglia di parmigiano e poi servite immediatamente
Notes
  1. Gli gnocchi possono essere surgelati da crudi e poi cotti direttamente buttandoli nell'acqua bollente senza decongelarli
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/
Torta di fichi senza zucchero (quasi)
Serves 9
Ingredienti secchi
  1. 55 gr di farina di grano saraceno
  2. 55 gr di farina d'avena integrale
  3. 75 gr di farina di mandorle
  4. 60 gr di whey alla vaniglia o neutre
  5. 1 pizzico di sale
  6. mezzo cucchiaino di lievito
  7. mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio
Ingredienti Umidi
  1. 3 uova
  2. 150 gr di yogurt greco 0%
  3. 150 gr di applesauce
  4. 35 gr di miele
  5. succo e scorza di 1 limone
  6. un cucchiaio di brandy o rum
  7. essenza di vaniglia
  8. 10 fichi
  9. lamelle di mandorle e lamponi per decorare
  10. Eventuale burro di cocco per glassare
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Accendere il forno a 180°
  2. Montare le uova con il miele a lungo no ad ottenere un composto arioso e montato, quasi a nastro, spumoso, come per il pan di spagna
  3. Unire gli ingredienti secchi e mescolare
  4. Unire i rimanenti ingredienti umidi e mescolare
  5. Unire gli ingredienti secchi a quelli umidi e mescolare
  6. Unire le uova montate con delicatezza per non smontale
  7. Aggiungere i fichi tagliati a pezzi lasciandone qualcuno per la copertura
  8. Versate l'impasto in una tortiera con carta da forno, decorate con fichi a fette, i lamponi e le mandorle a lamelle
  9. Infornate per 35/40 min
  10. Lasciate raffreddare e gustate!
Notes
  1. Se usate farina di mandorle GF può essere considerato un dolce gluten free
  2. Viene sia con i fioroni estivi che con i fichi autunnali, ma con questi ultimi viene meglio Potete omettere le whey e sostituirle con un mix delle altre farine
  3. Il miele non può essere omesso perchè serve a far montare adeguatamente le uova
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/

Valori nutrizionali

MANGIO quindi SONO

 

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Come avrete notato mi sto dedicando al restyling di molte foto sul blog, e questa fa parte di un post che avevo pubblicato nel 2014: un filetto di maiale ripieno di prugne, da accompagnare a patate arrosto e a questa deliziosa salsa alle prugne cotte. Nel cuocerla mi sono innamorata di nuovo del suo colore, così intenso e così lucido, e ho voluto fotografarla anche da sola, ma sul blog trovate anche le altre foto dell’arrosto, che pubblicherò a breve anche qui! Se vi dovesse servire la ricetta perchè avete ospiti domani a pranzo la trovate nel link in bio! 🇺🇸 While simmering these plum sauce for my stuffed pork tenderloin I fell in love with its colour, so shiny, deep and intense. And I thought it would have been the perfect subject for today @thelittelplantation challenge #eatcaptureshare!
The themfor today is purple and I kinda love the special shade of purple you can bring out in plums cooking them! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #foodfluffer #getmimal #foodtographyschool #shareyourtable #firstweeat #naturallightonly #livethelittlethings #embracingtheseason #vscofood #flatlay #theartofslowliving #thenewhealthy #wholesome #farmtotable #eatrealfood #plums #prugne #autumnishere
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Sto migliorando nei lievitati. Lo dico un po’ sottovoce perchè ho un impasto che sta lievitando sotto un canovaccio proprio ora e non vorrei che fallisse miseramente. Però sto migliorando. Sto migliorando perchè l’anno scorso poco prima di Natale avevo pubblicato la ricetta dei cinnamon rolls, ed era venuta bene, ma ammettiamolo, era stata una gran faticaccia. Ora invece che li ho rifatti… perfetti! Subito. Semplicemente seguendo la mia ricetta (sono stupita io stessa). Tutto questo per dire che ieri o oggi (non ho ben capito in realtà) in Svezia era la giornata nazionale  dei Kanelbullar - cioè loro hanno una giornata nazionale dedicata ai dolcetti alla cannella, ma che cosa meravigliosa non è? - e quindi ho pensato fosse l’occasione giusta per riproporli con un restyling! Stessa ricetta, quindi senza burro, poco zucchero e con l’ingrediente segreto nel ripieno per renderlo più leggero, ma…. forma nuova! E molto più facile di quanto pensassi! Vi ho rimesso il link in bio! 🇺🇸 Today (or yesterday I’m not very sure) is Swedish National Kanelbullar day! How not to fall in love with a nation that dedicates a day to cinnamon rolls??? You simply can’t.  I love cinnamon rolls and last year I developed a healthier kanelbullar recipe (no butter, low fat and low sugar)  that I decided needed a restyling, so here it is: old perfect recipe, new (better) photos! And I think I’m getting better in baking and yeast&kneading goods! It’s really true: practice makes perfection! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #foodforfuel #inmykitchen #firstweeat #epicurious #IFPgallery  #foodfluffer #foodtographyschool #munchiesitalia #kanelbullarday #cinnamonrolls #healthier #eattheworld #bakersgonnabake #instabake #bakedfromscratch #sweettooth #mycommontable #fromscratch #livewellcaptured #comfortfood #lowsugar #buzzfeedhealth #madetonourish #eatwellbewell #eatrealfood #cannella #dolcisani #nonmangiostranomangiosano
  • (ITA SOTTO) 🇺🇸 Do you like stews, casseroles and soups? I do LOVE  stews and soups. I love the comfort I feel watching them simmering on the stove, and  I love the fact they require so little effort to such a great result! Basically you mix (affordable) ingredients in a pot, turn on the heat, and so whatever you want while the magic happens! Like this middle eastern style lentil stew!  If you use gf pita bread and dairy free yogurt as topping it’s even #glutenfree and #vegan! And of course it’s my entry for today #eatcaptureshare challenge by @thelittleplantation: BROWN! 🇮🇹 A chi piacciono gli stufati?? Io li adoro: metti tutto in pentola, fai cuocere a lungo controllando una volta ogni tanto mentre (a scelta) leggi un libro, fai farei i compiti ai figli, ti bevi un bicchiere di vino con il marito, chatti con l’amica, ti metti sul divano con la copertina a vegetare dopo una giornata allucinante, insomma fai quello che ti senti di fare, e via dopo un’oretta ti ritrovi con una cenetta super comfort a impegno quasi zero, fatta con ingredienti sani (e spesso anche economici!) arricchita di sapore da spezie e aromi. Dai come si fa a non amarli?  Io oggi vi propongo uno stufato di lenticchie in stile mediorientale,  easy peasy, a prova di dummies in cucina, giuro! Pure veg e gluten free se si escludono guarnizioni! La ricetta è sul blog nel link in bio, ma adesso io voglio sapere la vostra classifica dei tre stufati/zuppe/etc preferiti per l’autunno! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #foodtographyschool #munchiesitalia #goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog #livethelittlethings #flashofdelight  #imsomartha #aseasonalshift #embracingtheseason  #copmfortfood #lentilstew #middleastern #saveurmag #thekitchn #huffposttaste #flatlaytoday #cuisinesworld  #mynourish  #alimentazionenaturale #healthyfoodie #plantstrong #cookingwithlove #getminimal
  • (ENG BELOW) 🇮🇹Nel lontano 2015 avevo disseminato il web di una mia versione di banana bread super salutista e senza zucchero, negli anni però l'ho modificata notevolmente per migliorare la consistenza (che era un po' "mappazzonosa" in effetti) e finalmente è sul blog! Un banana bread quasi senza zucchero e quasi senza olio, soffice, profumato, e perfetto per la colazione! Lo preparate la domenica sera in 5 minuti e poi avete una super colazione già pronta per tutta la settimana! Poi scaldato nel tostapane è una meraviglia Link in bio!
🇺🇸A few weeks ago I saw a few stories on @bealubas profile, where she talked about blue color in food photography and... what an epiphany!  I've always loved "cooler" photos rather than "warmer" ones but I've never used blue props or anything blue in my photos because I was afraid it would have looked too detached but Bea in her stories said something I obv already knew but I hadn't really realized before: since blue is complementary color to orange, it’s the perfect color when shooting baked goods! OMG so brilliant, so genius! So, when I read today’s theme for @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare was “orange” I decided I would have tried bea’s blue & baked goods advice with this (almost) sugar free & (almost) oil/butter free banana bread! Since my photography  style is light and a little moody, instead of using a blue background, I chose some blue props! I kinda like the result, what do you think? (you can find these suggestions in Bea’s highlights stories!) •
•
•
•
•
#mangioquindisono #IFPgallery  #foodfluffer #foodtographyschool #munchiesitalia #f52farmstand  #mycommontable  #bananabread #healthybreakfastideas #embracingtheseason #livethelittlethings #flashofdelight  #imsomartha #eatprettythings #foodstylingadvice # beautifulcuisines #morningslikethese #eatrealfood  #getinmybelly #eatbetternotless #bakersgonnabake  #thebakedfeed #bakedfromscratch #lowsugar
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Io non mi fido di chi non mangia il gelato col freddo!! Anche perché come si fa a resistere a un gelato alla zucca come questo? Senza zucchero (esclusi i toppings facoltativi), senza glutine, senza latticini, vegano, e senza gelatiera! Soltanto 3 ingredienti! Penso sia la ricetta più facile che abbia mai postato. E la trovate sul blog nel link in bio! 🇺🇸 Yes, this it’s  pumpkin ice cream. Don’t look at me like that, it’s not THAT cold you can’t eat ice cream, c’mon! Besides that, I must tell you a secret: I don’t trust people who don’t eat ice cream during winter.  Ice cream doesn’t have a season to me! What do you think? I challenge you not to drool over this pumpkin spiced ice cream. And it’s even gluten free, sugar free, dairy free and vegan! What else? Oh yeah this is also my entry for today @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare !
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #healthish #icecream #pumpkinlover #veganicecream #pumpkinicecream #pumpkinseason #glutenfree #senzaglutine #dairyfree #senzalatticini #senzazucchero #sugarfree #IFPgallery #foodfluffer #munchiesitalia #foodtographyschool #aseasonalshift #flatlaytoday #imsomartha #eatrealfood #eatsimple #thrivemag #naturalcuisine  #plantbased #sweettooth
  • (ITA BELOW) 🇺🇸 About dirty hands and attempts. I’ve never been a fan of preserved foods, or pickled veggies. But at some point I decided to buy “the Art of fermentation” by Sandor Ellix Kats, and I fell in love in his writing. I was suspicious about home fermentation, but I was also determined to learn, because of the healthy benefits of fermented foods. And, suddenly,  I realised that even if I hated most acid and bitter foods, I loved sauerkraut! “Maybe I could try to make them before kimchi or kobucha!” So here we are. With my  purple cabbage dirt hands, while I’m closing my very first attempt to make homemade sauerkraut.  See you in a week or two, baby sauerkraut! And of course this is my entry for @thelittleplantation #EatCaptureShare challenge: “cabbage patch kids” 🇮🇹 Di mani sporche e tentativi. Non sono mai stata una grande fan dei cibi acidi, fermentati, aspri. Insomma quella roba li. Però tutti parlano dei benefici per la salute dei cibi fermentati, e alla fine non so come mi sono ritrovata a comprare “il grande libro della fermentazione” di Sandor Ellix Kats. Che tra le altre cose scrive da Dio quindi leggerlo è un piacere, sembra più una dissertazione filosofica sulla fermentazione che un ricettario. E mentre lo leggevo, ho avuto l’illuminazione: odio lo yogurt, il kefir e l’aceto, ma ADORO i crauti! Perchè non partire da quelli prima di cimentarmi in kobucha e kimchi? E quindi niente eccoci qui. Ho chiuso i miei primi vasetti di pseudo - crauti casalinghi di cavolo bianco e rosso (chiuso tra virgolette perchè devo far fuoriuscire l’aria che si forma). Ora vedremo nelle prossime settimana. Voi avete mai provato a fermentare qualcosa? Come è andata a finire? Se non siete morti e potete raccontarlo e avete consigli da darmi vi sarei grata! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #crauti #sauerkraut #fermentation #imtryng #cabbage #seasonalfoods #mycommontable #bareaders #saveurmag #foodartblog #spoonfeed #foodfluffer #foodtographyschool #shareyourtable #foodwritings #storytelling #eatyourcolors #epicurious #theartofslowliving #thenewhealhy #veganfoodspot #foods4thought #eatwelllivewell #homemade #glutenfree #senzaglutine #embracingtheseason #aseasonalshift
  • (ITA BELOW) 🇺🇸 Apple cake! Not pie, cake! Super moist and creamy, with just a little of flour, just a little of sugar, just a little of butter but many apple, it’s the perfect autumn confort food. And with some hot vanilla sauce it’s even better. And it’s my entry for today’s theme of  #EatCaptureShare challenge by @thelittleplantation: imperfect apples. I’m not very good at dealing with imperfections, long talk, you know, but I decided to post this cake because the recipe itself isn’t perfect: it’s not vegan or gluten free or low carb or low fat.  It’s not the perfect, super skinny and super healthy recipe, it’s only “healhier”. And sometimes this is just enough. Have a good day people! 🇮🇹 Torta di mele. La più facile, la più buona, è una versione alleggerita di una ricetta svedese, ed è “imperfettamente perfetta”. Non è senza zucchero, però ne ha poco, non è senza burro, però ne ha poco, non è senza glutine però ha poca farina insomma non è la solita ricetta del “senza” ma è una ricetta del con. Con parsimonia. E alla fine ogni tanto va bene anche così. La ricetta è sul blog! Link in bio come al solito (ahhhh quanto sarebbe più bella la vita se i link nelle didascalie instagram fossero cliccabili) •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatseasonal #farmtotable #imperfectapples #healthier #foodfluffer #foodtographyschool #mycommontable #saaveurmmag #foodandwine #livethelittlethings #eatprettythings #styletheseason #morningslikethese #healthish #bakersgonnabake #bakersofinstagram #bakedfromscratch #sweettooth  #swedishapplecake #tortadimele #aseasonalshift #embracingtheseason  #munchiesitalia #hautecuisines
  • (ITA BELOW) 🇺🇸 Toady’s theme for @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare is one of my fav. Minimalist. Just food. As beautiful as it can be, the main character and the star of the photo. Love it. I’ve been thinking a lot about this theme and I asked my self what should I shoot. I didn’t want to choose a dessert because desserts of course are SO beautiful! Once again I want to challenge my self, so here they are  my (outrageously good) black cabbage pesto spaghetti!  So easy, 5 minute to make, just one or two props in the photo and yet so beautiful! 🇮🇹 Questa foto minimalista per la sfida di Kimberly per dirvi che ho pubblicato sul blog un pesto di cavolo nero e riccio super semplice, ottimo per condirci spaghetti o farci dei crostini (cosa che farò per i miei ospiti a cena stasera!) è la ricetta perfetta per iniziare l’autunno nel modo giusto! Ah sì e nel post (link in bio) c’è anche una discussione su un dubbio amletico che toglie il sonno a molti da anni: ma questo kale, come diavolo si chiama in Italiano?? •
•
•
•
•
#mangioquindisono #spaghettilover #pesto #kale #pestodicavolonero #getminimal #foodfluffer #munchiesitalia #IFPgallery #beautifulcuisine #goopmake #eatyourcolors #nourishingfood #imsomartha #hautecuisines #eatprettythings #mycommontable #fotointavola #naturallight #rincorrerelabellezza #foodtographyschool #eatforhealthy #eatyourveggie #5aday #italiansdoitbetter

Seguimi!