ISCRIVITI E SEGUIMI!

Instagram

  • (ENG in FIRST COMMENT, please read) 🇮🇹 Uno dei propositi per questo 2019 era mettere da parte un po’ il mio essere introversa e far vedere un po’ più di me qui sopra. Ecco oggi io e mio marito (@i.o.r.i.a )stiamo insieme da 10 anni. Un terzo della mia vita. E nonostante 10 anni insieme ci sembra sempre di passare troppo poco tempo insieme, ci cerchiamo sempre.  Sul blog ho scritto un post un po’ diverso dal solito parlato di come una coppia così male assortita su carta come noi, sia in realtà perfettamente funzionante e su cosa per me sia la vita insieme. Ma se tutto questo non dovesse interessarvi, sappiate che c’è anche una ricetta che è già tra le mie top 10, una pizza semi integrale senza impasto, a lunghissima lievitazione che - diciamocelo - è meglio di tante mangiate in tante pizzerie. Ed è facile in un maniera disarmante. 10 minuti di preparazione. Anche se siete alla prime armi è una ricetta perfetta perché vi farà passare la paura dei lievitati e di fare la pizza in casa. Cornicione alto croccante e soffice, impasto che si scioglie in bocca. Io ve l’ho detto. Tutto nel link in bio! (also my entry for @thelittleplantation #eatcaptureshare challenge) •
•
•
•
#mangioquindisono #pizzalover #10yearstogether #anniversary #thatauthenticfeeling #moodygram  #feliceadesso #rincorrerelabellezza #carbload #italiansdoitbetter #myseasonaltable #fellowmag #eatbeautifully #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #the_hub_food #theartofslowliving #ilmioritmolento #attraversounafotografia #bestillmyheart #vulnerabilityisstrength #thenewhealthy #foodandwine #bhgfood #livewellcaptured #seekthesemplicity
  • (ITA SOTTO) 🇺🇸 I’m a big fan of backlight but I never really managed to use it properly. Sometimes I just experiment with simple ingredients & a few props just to try to understand that backlight, and I often don’t post those photos. So for today @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare I decided to post this honeycomb breakfast backlight photo I shot a few months ago!
🇮🇹 Poco prima di Natale eravamo rimasti senza miele per un po’ poi è capitato che ce ne regalassero 3 vasetti a Natale (tra cui quello di @sara.saphira fatto dalle sue api) ora siamo pieni di miele! E non contenta, avevo comprato un vasetto con il fantomatico honeycomb al mercato contadino (alla modica cifra di due reni, ma vuoi essere l’unica a non avere honeycomb?). Il produttore insisteva a cercare di spiegarmi i benefici del prodotto e io gli ho detto che sapevo già tutto perché non avevo cuore di dirgli che la verità è che l’honeycomb è bellissimo quindi io volevo solo fotografarlo. Quindi ora è li in dispensa. Che mi guarda. Che ci faccio? Si mangia così? #mangioquindisono #honeycomb #backlight #foodstyling #healthybreakfast #honey #foodtographyschool #healthyfoodie  #thenewhealthy #gatheredstyle #hautecuisines #fellowmag #farmtotable #mycommontable #eatsimple #eatrealfood #ifpgallery #foodfluffer
  • (ITA SOTTO) 🇺🇸 How annoying is to be sick as an adult? You have to keep answering emails, emptying the dish washer and you feel totally useless and a crap in agony on the couch. Ok not agony, but I def feel horribile. And a little bit depressed. Why do I feel this way only for a little cold?? Do you feel depressed too, when you’re ill? Btw it’s the perfect night  to re-make my black beans and sweet potatoes cajun style soup! Very old recipe but newer photos, just in time for @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare! 🇮🇹 Quanto è brutto essere ammalati da adulti? Devi comunque rispondere alle mail, vuotare la lavastoviglie e fare tutte quelle cose necessarie alla vita, per poi cadere in semi trance sul divano in agonia, sentendoti inutile. Ok magari non in agonia, lo ammetto. Ma mi sento comunque uno schifo, e un po abbattuta anche nell’umore. Perché ci sentiamo così inutili e depressi quando stiamo male? Capita anche a voi? Ad ogni modo è la serata perfetta per rispolverare la mia zuppa di fagioli neri e patata dolce in stile cajun! Ricetta vecchia ma ve la rimetto nel link in bio, foto nuove!
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #blackbeans #sweetpotateos #comfortfood #eatseasonal #flatlaytoday #myseasonaltable #foodtographyschool #fromfarmtotable #mycommontable #fromscratch #IFPgallery #goopmake #storyofmytable #theartofslowliving #wholeFoodsFaves #ahealthynut  #mynourish  #alimentazionenaturale #tastingtable #foodandwine #foodforfuel  #carbload #eatyourcarbs #glutenfree #senzaglutine
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Per questo dolce ho barato spudoratamente. Sembra una cosa super lussuriosa, un dolce gourmet da ristorante, super porcello e invece… è invece è senza zucchero completamente, senza latticini (niente panna e burro!) e soprattutto è di una banalità disarmante. Come deve essere l’amore alla fine. Metti insieme la legger acidità della panna cotta vegana ai frutti rossi, la complessità dei brownies sbriciolati, e la passionalità della mousse al cioccolato e otterrai una coppa fragola e cioccolato che è come un matrimonio perfetto, fatto di cose semplici, che semplicemente insieme stanno benissimo, basta che si abbraccino. La ricetta è sul blog, e la trovate nel link in bio, ma per la mousse devo ringraziare quel genio di @_chiarabones_ perché è una versione ben poco modificata della sua silken tofu mousse postata poco tempo fa! 🇺🇸 Ok, I cheated on this dessert. It looks like a super luxurious sweet, a gourmet restaurant dessert, super unhealthy, but it’s not! Instead, it is completely sugar & dairy free! No butter and no cream, and - like all the best real love stories - t’s surprisingly simple! Put together the light sourness of vegan berries panna cotta, the complexity of crumbled brownies, the overwhelming passion of the chocolate mousse and you will have this perfect marriage: chocolate & berries healthy Valentine’s cups!  Because simple things, as well as simple people are perfect together, they only need to hug each other! BTW thank you so much @_chiarabones_ for the silken tofu mousse, it’s a bomb and you should check it out on her blog! (And my entry for #eatcaptureshare challenge by @thelittleplantation )•
•
•
•
•
#mangioquindisono #foodtographyschool #eatbeautifulthings #IFPgallery #dairyfree #healthyvalentine #sugarfree #senzalatticini #senzalattosio #foodartblog  #infoodwetrust #naturallightonly  #feliceadesso #rincorrerelabellezza
#twins #truelovestory #imsomartha #sweettooth #saveurmag #thekitchn #huffposttaste #vscofood #storyofmytable #theartofslowliving #thenewhealthy #goodfoodmood #sosimple #goodphotography #foodbloggerpro
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Ok la verità nuda e cruda è che questa foto non mi piace per niente. Non è questione di perfezionismo, è che l’avevo immaginata completamente diversa. Succede. E succede anche spesso per la verità, e di solito quello che faccio è cestinare tutto (cioè mangiarmi l’insalata e cestinare le foto), ricominciare dall’inizio dopo qualche giorno e rifare le foto da zero facendo tesoro degli errori. Ma questa volta ho pensato di fare diversamente. E l’ho pensato perché questa ricetta per questo salmone in salsa ponzu è dannatamente semplice ma superlativa, con quella crosticina di marinata caramellata, l’insalata di avocado arancia e mango e il cavolo cappuccio rosso sott’aceto. E volevo assolutamente postarla prima di San Valentino perchè, amici, questa delizia è perfetta per una cenetta a due senza troppi sforzi anche se siete a dieta perchè è low carb! Quindi il patto è questo: voi avete subito la ricetta in bio  e io rifaccio le foto quando riesco, che dite? 🇺🇸 Truth to be told, I hate this photo. It isn’t what I planned it to be, because I didn’t find the props I had in mind. Irritating, frustrating but well forgive and forget! And let me tell you this ponzu salmon bowl is terrific, I swear, so who cares about the photo (me, actually but well…)? I grilled for a few seconds the salmon sashimi fillet to caramelise the salmon fat and the sauce and… OMG! Some orange, avo and mango salad, a good portion of homemade quick picked purple cabbage and you have the perfect healthy, low carb, easy Valentine’s day dinner! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #sushibowl #ponzu #salmonsashimi #ponzusalmon #lowcarb #healthyvalentines #dairyfree #glutenfree #senzaglutine #easydinner #eatclean #thenewhealthy #senzalatticini #pescetarian #flexiblediet #macrotracking #eatyourcolors #myseasonaltable #salmonlover #f52farmstand #powerfoodie #foodforfuel #firstweeat #appetitejournal #flatlaytoday #gatheringslikethese #daysofsmallthings
  • (ENG+ RECIPE TO SAVE IN FIRST COMMENT) 🇮🇹 Vi avevo preannunciato sarebbe stata una settimana “ricca” di goduriositò in vista di San Valentino. Oggi una ricetta super super facile  per dei tortini al cioccolato low carb e low fat quindi insomma adatti a ogni dieta, mangiati caldi con la glassa a merenda o magari pucciati nel latte freddo a colazione. Le dosi sono per due tortini piccoli, ma belli tosti, saziano parecchio! Perfetti per condividerli con qualcuno di speciale. O se no ne fate uno solo e ve lo pappate da soli, perché no?
Macro a porzione: 230 kcal, 17 gr carbo (solo 3 zuccheri), 11 gr grassi, 22 gr pro
Qui la ricetta da salvare, per due tortini:
1 uovo + 50 ml di albume
25 gr di xilitolo
20 gr di farina di cocco disoleolata
30 gr di whey neutre o alla vaniglia o al cioccolato
10 gr di cacao amaro
10 gr di burro di cocco
1/2 cucchiaino di lievito
un pizzico di sale
Montate le uova e l’albume con lo xilitolo a lungo fino ad avere un composto chiaro e spumoso, mescolate tutti gli ingredienti tranne il burro di cocco e uniteli con delicatezza alle uova montate, unite anche il burro di cocco.
Infornate a 180° per circa 20 minuti. Come tutti i dolci proteici è meglio mangiato caldo appena fatto
Aggiunte possibili: gocce o pezzetti di cioccolato fondente, cuore di burro d’arachidi o salina sopra fatta con cacao, dolcificante, burro di cocco e acqua! (My entry for @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare… only child, recipe under!) •
•
•
•
•
#mangioqundisono #foodfluffer #IFPgallery #chocoholic #healthyvalentinesday #lowsugar #lowfat #lowcarb #highprotein #diaryfree #senzalatticini #IIFYM #fitfam #girlswholift #flexiblediet #foodtographyschool #healthyfoodporn #bakersgonnabake #bakersofinstagram #instabake #thebakedfeed #eeeeeats #inmykitchen #shareyourtable #sweettooth #gloobyfood
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Dei segreti per fare i waffle perfetti. Del perchè io non festeggi San Valentino (e no non è per i soliti motivi, non ho niente contro San Valentino in realtà). [Anche se appoggio in toto il discorso che ha fatto @thebluebirdkitchen per il suo  invitantissimo menù di San Valentino proposto oggi sul suo profilo]. E soprattutto di questi bellissimi waffle rosa, super facili e semplici, ovviamente sani, con pochi grassi e dolcificante a scelta. Ricetta e chiacchere tutto sul blog nel link in bio! E rimanete sintonizzati perchè sarà una settimana ricca di prelibatezze romantiche anche se io romantica proprio non sono! 🇺🇸 We - me and my husband - never celebrate Valentine’s day. It isn’t a ethic or political thing, it’s just I hate pink and hearth shaped everything and my husband is a wonderful, brilliant, witty, hot and generous man, but he isn’t romatic type at all. Not romantic, like there is no reason n the world I can imagine him giving me a flower bouquet. No reason at all. But I forgive him because he buy me chocolate on normal weekends and who needs Valentine’s day and flowers when  you can have chocolate? Anyway, even if we don’t celebrate V day, we must have breakfast  on that day anyway, aren’t we? So why don’t take advantage of these super pretty, healthy and easy (casually) pink breakfast waffles with fresh fruit and yogurt? •
•
•
•
•
#mangioquindisono #pink #valentinesday #alternativevalentine #waffles #healthybreakfast #lowfat #fglatlaytoday #foodtographyschool #IFPgallery #eatcolorful #fellowmag #thekitchn #makesmewhole #shareyourtable #huffposttaste #healtrhyfoodporn #spoonfeed #foodstylist #thehub_food #f52grams #realsimple #winterstories #storyofmytable #buzzfeedhealth #foodfluffer
  • (ENG BELOW) 🇮🇹Possiamo tornare indietro a venerdì sera per favore? Il weekend è sempre troppo breve. Io nel mio essere super introversa sono decisamente un’amante dei weekend casalinghi: per il prossimo non abbiamo nessun impegno fissato e io già me lo sto pregustando! Netflix, lavoro al mio Mac e mio marito a casa tutto per me! Domani ricomincia il trantran e mi sa che mi rifaccio il frullato viola di verdura e frutta i cui ingredienti vedete in foto! 🇺🇸 Weekends are too short!!! Can we please go back to Friday evening? Being an introvert person means I’m a very loving couch person. Staying at home cuddling my husband on the couch with Netflix and a blanket is def my idea of perfect Saturday night! Unluckily tomorrow is Monday again 😩 to kick start the new week I think I’m gonna have my veggie & fruit purple smoothie!! #mangioquindisono #eatyourveggies #5aday #eathealthy #IFPgallery  #foodfluffer #thrivemag #hautecuisines #healthyfoodshare #foodstyling #fellowmag
#fromscratch #livewellcaptured  #moodygrams #seeingthepretty #gatheredstyle
  • (ITA SOTTO) 🇺🇸About blue. And bluefish. When I read that theme 6 of #eatcaptureshare challenge by @thelittleplantation would have been blue I just freaked out a bit. Blue? Blue food?? What? I often use blue props to make orange foods pop out (baking goods on blue napkins rock!) but had no ideas about blue foods. Then I though about blueberries of course, but I wanted to challenge me more, and since my photos are bright and light I didn’t want to use the wonderful, homemade  dark blue  backdrop I have. So I thought about using blue props to bring out the blue glare of… bluefish! I love blue fish (here we have some fresh sardine or anchovies - I never can spot the difference) and def want to incorporate more bluefish in my diet this year since it is so beneficial for health! 🇮🇹 Uno dei miei buoni propositi per il nuovo anno è incorporare più pesce azzurro nella mia dieta. Adoro il pesce azzurro in realtà ma mio marito non è un grande fan e obiettivamente richiede più lavoro in cucina che farsi un trancio di salmone, dei gamberi in padella o del merluzzo in bianco. Ma ne vale la pena considerando i benefici per la salute. L’altro giorno ho fatto due sgombri in crosta di sale che sono venuti una meraviglia, sfilettati e mangiati in insalata! Su alici e sardine invece trovo sia un pochino più difficile. Voi avete delle ricette super approvate da figli e mariti schizzinosi per il pesce azzurro? E no, fritto non vale! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatforhealth #bluefish #blue #bluefoods #foodphotography #foodstyling #naturallight #italiansdoitbetter #pescetarian #flatlaytoday #eatcolorful #italiaintavola #thatsdarling #beautifulcuisines #hautecuisines #feedfeed #cookmagazine #mindtheminimal #theartofslowliving #aquietstyle #madetonourish #eatwellbewell #eatrealfood  #omega3 #foodtographyschool #foodfluffer

Seguimi!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla cucina e alla fotografia di food, tramite il suo blog Mangio Quindi Sono, aperto nel 2014. Ora vive nella campagna mantovana con suo marito, adora collezionare props e stilare liste di cose da fare.Nella sua dispensa non mancano mai miso tahine e avocadoQui trovate ricette salutari, consigli e trucchi per mangiare sano con piatti bilanciati ma deliziosi e che appaghino anche la vista. Mangiare sano non è mai stato così bello, e la vita è troppo corta per mangiare cibo brutto. Mangio quindi Sono vuole essere un luogo inclusivo quindi trovate ricette onnivore così come vegan, gluten free così come dairy free. Ma niente detox e nessun dogma assoluto.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
Kanelbullar o Cinnamon roll senza sensi di colpa

EDIT: ho rifatto nel 2018 questi cinnamon roll in versione leggermente più piccola e con alcune modifiche, e sono questi quelli che vedete in foto, entrambe le versioni sono valide, leggete meglio al termine del post e dentro la ricetta per i dettagli

Questi cinnamon roll possiamo considerarli una sorta di miracolo di Natale. La mia totale avversione per la panificazione penso sia nota ormai a tutti. Anzi, più che avversione, potremmo semplicemente dire incapacità.  Quando la gente mi parla di quanto sia bello fare il pane in casa con la pasta madre io roteo gli occhi al cielo. Intendiamoci, non è perchè pensi che il pane in casa non sia incredibilmente più buono e sano di quello comprato al supermercato, perchè lo penso, è che semplicemente per me… non ne vale la pena. Noi mangiamo davvero pochissimo pane, non lo compriamo praticamente mai, ad eccezione del pane di segale ogni tanto, per non parlare dei lievitati in genere, che in casa mia entrano davvero poco.  Questo significa che se mi dovessi occupare della pasta madre (che va continuamente rinfrescata, e va costantemente usata) mi ritroverei ad avere chili e chili di pane che non potremmo mangiarci. E nessuno a cui darlo. Mettersi a panificare per fare una pagnotta ogni due mesi significa metterci due anni prima di ottenere un risultato discreto.  Decisamente una curva di apprendimento troppo lunga.  A onor del vero però, c’è da dire che ho il vago sospetto che se avessi un’impastatrice (e non dovessi quindi impastare a mano NDR) la mia avversione per la panificazione subirebbe una significativa diminuzione… Ma non abbiamo per ora lo spazio per tenerla in casa quindi se anche dovessi convincere Babbo Natale a regalarmene una non riuscirei a farci granchè! 

Teglia di cinnamon rolls senza sensi di colpa

Però. Però ultimamente c’è stata un’inversione di rotta devo dire! Intendiamoci non mi metterò mai a sfornare pagnotte su pagnotte ma da quando ho scoperto la ricetta dei panini per hambuger (qui)  li ho rifatti con soddisfazione diverse volte e ci ho preso gusto. Mi sta addirittura venendo voglia di provare a fare la pizza in casa! Scandalo! 

Cinnamon rolls senza sensi di colpa

Tutto questo per dire che ho fatto un lievitato. E’ venuto bene. Infatti ha nevicato il giorno dopo! Un mio sogno nascosto da anni era riuscire a fare i cinnamon bun in versione sana e dietetica. Cosa sono i cinnamon bun? Sono la versione anglosassone e natalizia di quella che da queste parti è la torta di rose; un impasto lievitato dolce, simile al pan brioche,  farcito di burro e zucchero (e cannella nel caso dei cinnamon bun), arrotolato e tagliato a rondelle. In USA viene servito con la classica glassa traboccante sopra.  E’ un dolce piuttosto consistente perchè contiene – tra impasto, ripieno e glassa – dosi di burro notevoli, e mi sono sempre chiesta se fosse possibile alleggerirlo. Mi sono imbattuta poi in questa ricetta e ho avuto la fulminazione: applesauce! Chiaramente! Ecco con cosa sostituire il burro per avere dei cinnamon roll light!  Si può fare! Per l’impasto però volevo usare l’uovo perchè non mi interessava di avere una ricetta vegana, quindi mi sono ispirata a quest’altra ricetta, il risultato è stato decisamente al di sopra delle aspettative! Nonostante la drastica riduzione di burro (e la mia incapacità a impastare) sono venuti soffici e leggeri, morbidissimi! La riduzione dello zucchero si sente, ma non è necessariamente un aspetto negativo: anzichè un dessert peccaminoso i cinnamon roll sono diventati una perfetta colazione sana, low sugar, con carboidrati integrali, dallo spirito natalizio ma dalle calorie contenute. Quindi a mio parere perfetta per iniziare queste giornate prenatalize entrando nel mood ma senza cedere alle lusinghe del buonissimo (ma impegnativo) panettone! 

Cinnamon rolls o kanebullar senza sensi di colpa

Per convincervi vi dico che questi cinnamon roll, paragonati a quelli di Starbucks hanno quasi la metà delle calorie! 250 contro contro 420! Senza contare che hanno la metà dei grassi (e senza dubbio più salutari!) e solo 4,7 gr di zuccheri (contro l’assurda cifra di 32gr in quelli originali!). Per di più a parità di proteine. Insomma per me sono un epic win nutrizionale! 

EDIT: nella versione nuova, essendo molto più piccoli i nuovi valori nutrizionali sono quelli inseriti nella ricetta: 125 kcal e solo 2 gr di zuccheri! 

Cinnamon roll o kanelbulle senza burro e con poco zucchero, con latte

Non hanno la bellissima e golosissima glassa che siamo abituati a vedere, è vero. Trovare una ricetta di glassa senza zucchero (e possibilmente senza 2 etti di burro) è pressochè impossibile… anzi se avete link da suggerirmi sono ben accetti! Ne avevo trovata una vegan, gluten free e “LOW SUGAR”, o almeno così reclamava il titolo ma ehi, poi negli ingredienti c’erano 2 tazze di zucchero a velo. Proprio low sugar, sì sì.  Ho fatto un tentativo inventandomi una ricetta utilizzando lo xilitolo ma necessita dei miglioramenti, quindi per quella dovrete aimè aspettare! Intanto quella simil glassa che vedete in alcune foto è semplice burro di cocco fatto colare sopra! Ricordatevi che se fa freddo dovrete scaldarlo leggermente per renderlo più sciolto.

Se non capite come usare il filo interdentale per tagliare le fette (è più facile farlo che spiegarlo!) andate a guardare questo video

EDIT:  La nuova versione di questa ricetta prevede una forma diversa come potete vedere, non il classico rotolo dei Cinnamon roll, ma la quella arrotolata tipica dei kanelbullar svedesi, che poi sono la versione originale a cui quella statiunitense si ispira. Nella ricetta ho mantenuto entrambe le versioni, se avete bisogno di supporto visivo per fare la forma corretta – è moooolto più semplice di quanto non possa sembrare – io ho guardato (più volte) questo video e quest’altro. 

Dettaglio kanelbulle con glassa

Kanelbulle o Cinnamon roll senza sensi di colpa
Serves 9
Per l'impasto
  1. 170 ml di latte di mandorle senza zucchero fatto scaldare
  2. 5 gr di malto d'orzo in polvere
  3. 5 gr di lievito di birra istantaneo
  4. 160 gr di farina integrale (per me Almaverde Bio)
  5. 140 gr di farina di farro (per me Molino Rossetto)
  6. 140 gr di farina di forza W300 (per me Molino Rossetto)
  7. 1 uovo grande
  8. 20 gr di zucchero di cocco
  9. 10 gr di olio di cocco
  10. 1 gr di sale marino integrale
  11. 45 gr di applesauce
  12. 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  13. la scorza di mezza arancia grattuggiata
Per il ripieno
  1. 130 gr di applesauce
  2. 30 gr di zucchero di cocco
  3. 30 gr di olio di cocco liquido
  4. due cucchiaini di cannella rasi
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Setacciate le farine insieme al sale
  2. Sciogliete nel latte intiepidito il malto e il lievito
  3. Aggiungete l'uovo, lo zucchero, l'olio, la vaniglia e l'applesauce e sbattete con una forchetta
  4. Versate il composto sopra le farine poco a poco incominciando a impastare con un cucchiaio
  5. Regolate eventualmente di liquidi o di farina e incominciate a impastare come il pane o la pizza per almeno 10 minuti, fino a ottenere un impasto liscio e morbido
  6. Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per circa un'ora e mezza o fino al raddoppio
  7. Nel frattempo preparate il ripieno mescolando tutti gli ingredienti
Per la versione a "roll" classica USA
  1. Riprendete l'impasto e stendetelo con un mattarello in un rettangolo alto circa mezzo cm utilizzando un foglio di carta da forno come base e uno sopra eventualmente per aiutarvi se l'impasto dovesse essere troppo appiccicoso
  2. Spalmate il ripieno sull'impasto nella maniera più uniforme possibile, poi arrotolate con cautela a partire dal lato più lungo aiutandovi con la carta da forno
  3. Utilizzando un pezzo di filo interdentale pulito e non aromatizzato tagliate il rotolo in 9 fette: fate passare il filo interdentale sotto il rotolo e poi stringete incrociando i due lati di filo sopra il rotolo (link al video esplicativo nel testo sopra)
  4. Spennellate di burro di cocco (o utilizzate uno spray antiaderente) una teglia di vetro o ceramica e adagiatevi sopra le fette di rotolo, avendo cura di posizionare le due estremità con il taglio rivolto verso l'alto.
Per la versione "intrecciata" svedese
  1. Riprendete l'impasto e stendetelo in un rettangolo alto circa mezzo cm
  2. Stendete il ripieno su tutto il rettangolo di impasto poi piegate lungo il lato maggiore a libro: prendete un terzo dell'impasto e piegatelo sul ripieno, poi prendete l'altro terzo e piegatelo sul primo (vedere i video citati nel testo)
  3. Aggiungete un po' di farina e con il mattarello stendete l'impasto piegato lavorando nello stesso senso del lato più lungo dell'impasto piegato (in modo che l'apertura delle pieghe rimanga ai lati)
  4. Uscirà un po' di ripieno ma non preoccupatevi
  5. Utilizzando una rotella per pizza tagliate delle strscioline di impasto con ripieno, parallele al lato più corto
  6. Prendete una strisciolina e arrotolatela su sè stessa
  7. Tenendola su una mano e tenendo fermo un estremo con l'altra arrotolatela poi fate passare l'altro estremo prima sopra e poi sotto il bun.
  8. Posizionate i bun man mano che li formate su una placca ricoperta da carta da forno.
Per entrambe le versioni
  1. Lasciate lievitare una seconda volta coperto da un canovaccio per circa 30/40 min in un luogo caldo
  2. Nel frattempo preriscaldate il forno a 180°
  3. Spennellate i roll con del latte e infornate per 20 min o fino a doratura
  4. Servite tiepidi
Notes
  1. NOTA BENE: nella versione svedese a incrocio essendo più piccoli vengono 18 kanelbullar, con i valori nutrizionali segnati qui sotto, nella versione invece statiunitense a cinnamon roll ne vengono solo 9 quindi i valori nutrizionali sono ovviamente raddoppiati.
  2. GUARDATE BENE I VIDEO linkati nel testo sopra perchè sono molto molto più chiari della spiegazione scritta.
  3. Se avete l'impastatrice (vi odio e vi invidio molto) potete mettere tutti gli ingredienti liquidi nello stesso ordine in cui li ho descritti nella macchina e poi aggiungere la farina direttamente.
  4. Se la stanza in cui lavorate è molto fredda potreste avere dei problemi con la lievitazione, in quel caso provate a mettere l'impasto vicino a un calorifero
  5. Con queste dosi vengono leggermente dolcini, ma se avete un gusto del dolce molto forte dovrete aumentare lo zucchero
  6. Se dovessero avanzare conservateli in un contenitore ermetico fino a qualche giorno, se prima di mangiarli li riscaldate in forno saranno ancora perfetti!
Calories
125 cal
Fat
4 g
Protein
4 g
Carbs
20 g
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

  • (ENG in FIRST COMMENT, please read) 🇮🇹 Uno dei propositi per questo 2019 era mettere da parte un po’ il mio essere introversa e far vedere un po’ più di me qui sopra. Ecco oggi io e mio marito (@i.o.r.i.a )stiamo insieme da 10 anni. Un terzo della mia vita. E nonostante 10 anni insieme ci sembra sempre di passare troppo poco tempo insieme, ci cerchiamo sempre.  Sul blog ho scritto un post un po’ diverso dal solito parlato di come una coppia così male assortita su carta come noi, sia in realtà perfettamente funzionante e su cosa per me sia la vita insieme. Ma se tutto questo non dovesse interessarvi, sappiate che c’è anche una ricetta che è già tra le mie top 10, una pizza semi integrale senza impasto, a lunghissima lievitazione che - diciamocelo - è meglio di tante mangiate in tante pizzerie. Ed è facile in un maniera disarmante. 10 minuti di preparazione. Anche se siete alla prime armi è una ricetta perfetta perché vi farà passare la paura dei lievitati e di fare la pizza in casa. Cornicione alto croccante e soffice, impasto che si scioglie in bocca. Io ve l’ho detto. Tutto nel link in bio! (also my entry for @thelittleplantation #eatcaptureshare challenge) •
•
•
•
#mangioquindisono #pizzalover #10yearstogether #anniversary #thatauthenticfeeling #moodygram  #feliceadesso #rincorrerelabellezza #carbload #italiansdoitbetter #myseasonaltable #fellowmag #eatbeautifully #IFPgallery #foodtographyschool #foodfluffer #the_hub_food #theartofslowliving #ilmioritmolento #attraversounafotografia #bestillmyheart #vulnerabilityisstrength #thenewhealthy #foodandwine #bhgfood #livewellcaptured #seekthesemplicity
  • (ITA SOTTO) 🇺🇸 I’m a big fan of backlight but I never really managed to use it properly. Sometimes I just experiment with simple ingredients & a few props just to try to understand that backlight, and I often don’t post those photos. So for today @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare I decided to post this honeycomb breakfast backlight photo I shot a few months ago!
🇮🇹 Poco prima di Natale eravamo rimasti senza miele per un po’ poi è capitato che ce ne regalassero 3 vasetti a Natale (tra cui quello di @sara.saphira fatto dalle sue api) ora siamo pieni di miele! E non contenta, avevo comprato un vasetto con il fantomatico honeycomb al mercato contadino (alla modica cifra di due reni, ma vuoi essere l’unica a non avere honeycomb?). Il produttore insisteva a cercare di spiegarmi i benefici del prodotto e io gli ho detto che sapevo già tutto perché non avevo cuore di dirgli che la verità è che l’honeycomb è bellissimo quindi io volevo solo fotografarlo. Quindi ora è li in dispensa. Che mi guarda. Che ci faccio? Si mangia così? #mangioquindisono #honeycomb #backlight #foodstyling #healthybreakfast #honey #foodtographyschool #healthyfoodie  #thenewhealthy #gatheredstyle #hautecuisines #fellowmag #farmtotable #mycommontable #eatsimple #eatrealfood #ifpgallery #foodfluffer
  • (ITA SOTTO) 🇺🇸 How annoying is to be sick as an adult? You have to keep answering emails, emptying the dish washer and you feel totally useless and a crap in agony on the couch. Ok not agony, but I def feel horribile. And a little bit depressed. Why do I feel this way only for a little cold?? Do you feel depressed too, when you’re ill? Btw it’s the perfect night  to re-make my black beans and sweet potatoes cajun style soup! Very old recipe but newer photos, just in time for @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare! 🇮🇹 Quanto è brutto essere ammalati da adulti? Devi comunque rispondere alle mail, vuotare la lavastoviglie e fare tutte quelle cose necessarie alla vita, per poi cadere in semi trance sul divano in agonia, sentendoti inutile. Ok magari non in agonia, lo ammetto. Ma mi sento comunque uno schifo, e un po abbattuta anche nell’umore. Perché ci sentiamo così inutili e depressi quando stiamo male? Capita anche a voi? Ad ogni modo è la serata perfetta per rispolverare la mia zuppa di fagioli neri e patata dolce in stile cajun! Ricetta vecchia ma ve la rimetto nel link in bio, foto nuove!
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #blackbeans #sweetpotateos #comfortfood #eatseasonal #flatlaytoday #myseasonaltable #foodtographyschool #fromfarmtotable #mycommontable #fromscratch #IFPgallery #goopmake #storyofmytable #theartofslowliving #wholeFoodsFaves #ahealthynut  #mynourish  #alimentazionenaturale #tastingtable #foodandwine #foodforfuel  #carbload #eatyourcarbs #glutenfree #senzaglutine
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Per questo dolce ho barato spudoratamente. Sembra una cosa super lussuriosa, un dolce gourmet da ristorante, super porcello e invece… è invece è senza zucchero completamente, senza latticini (niente panna e burro!) e soprattutto è di una banalità disarmante. Come deve essere l’amore alla fine. Metti insieme la legger acidità della panna cotta vegana ai frutti rossi, la complessità dei brownies sbriciolati, e la passionalità della mousse al cioccolato e otterrai una coppa fragola e cioccolato che è come un matrimonio perfetto, fatto di cose semplici, che semplicemente insieme stanno benissimo, basta che si abbraccino. La ricetta è sul blog, e la trovate nel link in bio, ma per la mousse devo ringraziare quel genio di @_chiarabones_ perché è una versione ben poco modificata della sua silken tofu mousse postata poco tempo fa! 🇺🇸 Ok, I cheated on this dessert. It looks like a super luxurious sweet, a gourmet restaurant dessert, super unhealthy, but it’s not! Instead, it is completely sugar & dairy free! No butter and no cream, and - like all the best real love stories - t’s surprisingly simple! Put together the light sourness of vegan berries panna cotta, the complexity of crumbled brownies, the overwhelming passion of the chocolate mousse and you will have this perfect marriage: chocolate & berries healthy Valentine’s cups!  Because simple things, as well as simple people are perfect together, they only need to hug each other! BTW thank you so much @_chiarabones_ for the silken tofu mousse, it’s a bomb and you should check it out on her blog! (And my entry for #eatcaptureshare challenge by @thelittleplantation )•
•
•
•
•
#mangioquindisono #foodtographyschool #eatbeautifulthings #IFPgallery #dairyfree #healthyvalentine #sugarfree #senzalatticini #senzalattosio #foodartblog  #infoodwetrust #naturallightonly  #feliceadesso #rincorrerelabellezza
#twins #truelovestory #imsomartha #sweettooth #saveurmag #thekitchn #huffposttaste #vscofood #storyofmytable #theartofslowliving #thenewhealthy #goodfoodmood #sosimple #goodphotography #foodbloggerpro
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Ok la verità nuda e cruda è che questa foto non mi piace per niente. Non è questione di perfezionismo, è che l’avevo immaginata completamente diversa. Succede. E succede anche spesso per la verità, e di solito quello che faccio è cestinare tutto (cioè mangiarmi l’insalata e cestinare le foto), ricominciare dall’inizio dopo qualche giorno e rifare le foto da zero facendo tesoro degli errori. Ma questa volta ho pensato di fare diversamente. E l’ho pensato perché questa ricetta per questo salmone in salsa ponzu è dannatamente semplice ma superlativa, con quella crosticina di marinata caramellata, l’insalata di avocado arancia e mango e il cavolo cappuccio rosso sott’aceto. E volevo assolutamente postarla prima di San Valentino perchè, amici, questa delizia è perfetta per una cenetta a due senza troppi sforzi anche se siete a dieta perchè è low carb! Quindi il patto è questo: voi avete subito la ricetta in bio  e io rifaccio le foto quando riesco, che dite? 🇺🇸 Truth to be told, I hate this photo. It isn’t what I planned it to be, because I didn’t find the props I had in mind. Irritating, frustrating but well forgive and forget! And let me tell you this ponzu salmon bowl is terrific, I swear, so who cares about the photo (me, actually but well…)? I grilled for a few seconds the salmon sashimi fillet to caramelise the salmon fat and the sauce and… OMG! Some orange, avo and mango salad, a good portion of homemade quick picked purple cabbage and you have the perfect healthy, low carb, easy Valentine’s day dinner! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #sushibowl #ponzu #salmonsashimi #ponzusalmon #lowcarb #healthyvalentines #dairyfree #glutenfree #senzaglutine #easydinner #eatclean #thenewhealthy #senzalatticini #pescetarian #flexiblediet #macrotracking #eatyourcolors #myseasonaltable #salmonlover #f52farmstand #powerfoodie #foodforfuel #firstweeat #appetitejournal #flatlaytoday #gatheringslikethese #daysofsmallthings
  • (ENG+ RECIPE TO SAVE IN FIRST COMMENT) 🇮🇹 Vi avevo preannunciato sarebbe stata una settimana “ricca” di goduriositò in vista di San Valentino. Oggi una ricetta super super facile  per dei tortini al cioccolato low carb e low fat quindi insomma adatti a ogni dieta, mangiati caldi con la glassa a merenda o magari pucciati nel latte freddo a colazione. Le dosi sono per due tortini piccoli, ma belli tosti, saziano parecchio! Perfetti per condividerli con qualcuno di speciale. O se no ne fate uno solo e ve lo pappate da soli, perché no?
Macro a porzione: 230 kcal, 17 gr carbo (solo 3 zuccheri), 11 gr grassi, 22 gr pro
Qui la ricetta da salvare, per due tortini:
1 uovo + 50 ml di albume
25 gr di xilitolo
20 gr di farina di cocco disoleolata
30 gr di whey neutre o alla vaniglia o al cioccolato
10 gr di cacao amaro
10 gr di burro di cocco
1/2 cucchiaino di lievito
un pizzico di sale
Montate le uova e l’albume con lo xilitolo a lungo fino ad avere un composto chiaro e spumoso, mescolate tutti gli ingredienti tranne il burro di cocco e uniteli con delicatezza alle uova montate, unite anche il burro di cocco.
Infornate a 180° per circa 20 minuti. Come tutti i dolci proteici è meglio mangiato caldo appena fatto
Aggiunte possibili: gocce o pezzetti di cioccolato fondente, cuore di burro d’arachidi o salina sopra fatta con cacao, dolcificante, burro di cocco e acqua! (My entry for @thelittleplantation ig challenge #eatcaptureshare… only child, recipe under!) •
•
•
•
•
#mangioqundisono #foodfluffer #IFPgallery #chocoholic #healthyvalentinesday #lowsugar #lowfat #lowcarb #highprotein #diaryfree #senzalatticini #IIFYM #fitfam #girlswholift #flexiblediet #foodtographyschool #healthyfoodporn #bakersgonnabake #bakersofinstagram #instabake #thebakedfeed #eeeeeats #inmykitchen #shareyourtable #sweettooth #gloobyfood
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Dei segreti per fare i waffle perfetti. Del perchè io non festeggi San Valentino (e no non è per i soliti motivi, non ho niente contro San Valentino in realtà). [Anche se appoggio in toto il discorso che ha fatto @thebluebirdkitchen per il suo  invitantissimo menù di San Valentino proposto oggi sul suo profilo]. E soprattutto di questi bellissimi waffle rosa, super facili e semplici, ovviamente sani, con pochi grassi e dolcificante a scelta. Ricetta e chiacchere tutto sul blog nel link in bio! E rimanete sintonizzati perchè sarà una settimana ricca di prelibatezze romantiche anche se io romantica proprio non sono! 🇺🇸 We - me and my husband - never celebrate Valentine’s day. It isn’t a ethic or political thing, it’s just I hate pink and hearth shaped everything and my husband is a wonderful, brilliant, witty, hot and generous man, but he isn’t romatic type at all. Not romantic, like there is no reason n the world I can imagine him giving me a flower bouquet. No reason at all. But I forgive him because he buy me chocolate on normal weekends and who needs Valentine’s day and flowers when  you can have chocolate? Anyway, even if we don’t celebrate V day, we must have breakfast  on that day anyway, aren’t we? So why don’t take advantage of these super pretty, healthy and easy (casually) pink breakfast waffles with fresh fruit and yogurt? •
•
•
•
•
#mangioquindisono #pink #valentinesday #alternativevalentine #waffles #healthybreakfast #lowfat #fglatlaytoday #foodtographyschool #IFPgallery #eatcolorful #fellowmag #thekitchn #makesmewhole #shareyourtable #huffposttaste #healtrhyfoodporn #spoonfeed #foodstylist #thehub_food #f52grams #realsimple #winterstories #storyofmytable #buzzfeedhealth #foodfluffer
  • (ENG BELOW) 🇮🇹Possiamo tornare indietro a venerdì sera per favore? Il weekend è sempre troppo breve. Io nel mio essere super introversa sono decisamente un’amante dei weekend casalinghi: per il prossimo non abbiamo nessun impegno fissato e io già me lo sto pregustando! Netflix, lavoro al mio Mac e mio marito a casa tutto per me! Domani ricomincia il trantran e mi sa che mi rifaccio il frullato viola di verdura e frutta i cui ingredienti vedete in foto! 🇺🇸 Weekends are too short!!! Can we please go back to Friday evening? Being an introvert person means I’m a very loving couch person. Staying at home cuddling my husband on the couch with Netflix and a blanket is def my idea of perfect Saturday night! Unluckily tomorrow is Monday again 😩 to kick start the new week I think I’m gonna have my veggie & fruit purple smoothie!! #mangioquindisono #eatyourveggies #5aday #eathealthy #IFPgallery  #foodfluffer #thrivemag #hautecuisines #healthyfoodshare #foodstyling #fellowmag
#fromscratch #livewellcaptured  #moodygrams #seeingthepretty #gatheredstyle

Seguimi!