Vellutata di asparagi e porri allo zafferano

Super basic, super simple: la vellutata di asparagi e porri aromatizzata allo zafferano

Cuoci, frulli e servi, niente più! 


Vellutata di asparagi e porri allo zafferano

Vellutata di asparagi e porri allo zafferano

 

Non che abbia smesso di cucinare in questo periodo, chiaramente, nè tanto meno ho interrotto lo stile di vita sano a base di palestra e alimentazione clean e controllata, semplicemente ho cucinato ricette pluricollaudate o molto basiche, e quando capitava di provare cose un po’ più interessanti banalmente non avevo il tempo materiale per scattare delle fotografie degne di essere pubblicate!

Ora però che siamo tornati alla normalità possiamo tornare anche a fotografare, quindi ecco la prima ricetta da donna non più nubile che vi propongo! Una cosa semplicissima, banale in pratica, però cavoli è sorprendentemente deliziosa e sana: una vellutata di asparagi e porro con quel quid in più dato dallo zafferano! 

Vellutata di asparagi e porri allo zafferano

L’idea non è propriamente mia, anzi non lo è del tutto! Stavo cercando ispirazioni per i pasti della settimana su Pinterest e ho trovato queste foto  e mi sono detta: la voglio! Detto fatto! Ho solo modificato leggermente la ricetta, omettendo le patate, usando latticini (perchè il latte di cocco che avevo era purtroppo andato a male!) e cambiando metodo di cottura per “alleggerirla” di grassi.

 

Vellutata di asparagi e porri allo zafferano

Mi è capitato diverse volte che qualche lettore si spaventasse degli ingredienti strani che trovava nelle ricette e, pur desiderando provare a cimentarsi, veniva scoraggiato da sumac, vitafiber o olio di cocco, ebbene questa ricetta è per voi amici! Niente paura, niente ingredienti strani, cuoci e frulla! Enjoy

Ho deciso di cuocere al forno il porro per estrapolarne il sapore caramellizzandone leggermente gli zuccheri, attenzione però a non esagerare! Deve rimanere colorato e tenero non scuro e secco! 

Vellutata di asparagi e porri allo zafferano

Questa tra l’altro è una ricetta molto versatile perchè (oltre a essere già GF) è facilmente rendibile vegana e senza latticini! Con queste dosi ne vengono tre bei piattoni da servire come primo settimanale abbinato  a un secondo proteico, oppure quattro piatti un po’ meno pieni, ottimi come entrè in una serata nel weekend tra amici!

Vellutata di asparagi e porri allo zafferano
Serves 3
Ingredients
  1. 2 porri
  2. 1 mazzo di asparagi
  3. 100 ml di latte
  4. 1 cucchiaio di fecola di patate
  5. zafferano qb
  6. olio evo
  7. timo secco o fresco
  8. brodo vegetale
Per guarnire (facoltativo)
  1. olio evo
  2. scaglie di parmigiano
  3. yogurt bianco
  4. pesto o basilico
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Accendete il forno a 150°
  2. Pulite i porri e tagliateli a tocchetti, disponeteli su una teglia con carta da forno.
  3. Spruzzateli con olio, sale, pepe e timo e infornateli per 20/25 min o finchè non risultano teneri
  4. Pulite gli asparagi e tagliateli a pezzetti tenendo da parte due terzi delle punte.
  5. Mettete a cuocere in un tegame coperti di brodo vegetale, a fuoco medio per 15 min.
  6. Fate cuocere le punte degli asparagi spennellate di olio e condite con sale e pepe fino a che siano croccanti e dorate (circa 10 min a 180°)
  7. Fate sciogliere lo zafferano in mezzo bicchiere di acqua calda.
  8. Aggiungete i porri agli asparagi nel tegame, unite lo zafferano e il latte, aggiungendo se necessario del brodo.
  9. Setacciate un cucchiaio di fecola nel brodo e fate cuocere per 5 minuti
  10. Frullate con un frullatore a immersione o in un frullatore a vaso fino a ottenere una crema dalla consistenza vellutata
  11. Regolate la consistenza a seconda dei vostri gusti: se la volete più liquida aggiungete brodo o latte, se la volete più compatta lasciatela sul fuoco per qualche ulteriore minuto
  12. Impiattate con un filo d'olio, una cucchiaiata di yogurt, le punte di asparago arrostite e qualche scaglia di parmigiano
Notes
  1. Per renderla veg e senza latticini usate latte vegetale (meglio se di cocco) e yogurt di cocco, omettete le scaglie di parmigiano.
  2. Per renderla paleo utilizzate il suggerimento sopra e sostituite la fecola con una patata che farete cuocere insieme agli asparagi, a tocchetti.
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/
Zuppa di fagioli neri e patate dolci

Zuppa di fagioli neri e patate dolci

Una zuppa di fagioli neri dai sapori dell’America Centrale con l’aggiunta delle patate dolci, per scaldare le sere autunnali

Pochi ingredienti, una cottura lenta e amorevole per fare un piatto (quasi) vegano completo di ogni macronutriente


Zuppa di fagioli neri e patate dolci

Zuppa di fagioli neri e patate dolci

 E’ ufficialmente iniziata la stagione delle zuppe. Oddio, qui fa ancora calduccio per la verità e pare quasi che l’autunno stenti ad arrivare,  ma io non rinuncio al comfort food tipico delle serate invernali e ho già incominciato a scodellare zuppe e vellutate al posto delle insalate miste estive. Magari le mangiamo tiepide e non bollenti dai!

Questa è una zuppa molto presente nei foodblog americani perchè utilizza due ingredienti, i fagioli neri e le patate dolci, molto presenti sulle loro tavole, anche se io l’ho reinterpretata un po’ in chiave tex mex / caraibico per dargli una sferzata di sapore.

Dei fagioli neri avevamo già parlato qui, ma come avevo annunciato per la zuppa ci vogliono tassativamente secchi da far rinvenire e cuocere a lungo perchè una zuppa di fagioli neri e patate dolci diventa una coccola solo se preparata con lentezza e lasciata sobbollire a lungo. Se non trovate o non volete usare le patate dolci potete ometterle o usare patate normali adeguando i tempi di cottura. 

Zuppa di fagioli neri e patate dolci

Zuppa di fagioli neri e patate dolci

La base di questa deliziosa zuppa di fagioli neri è una variante di quella che a New Orleans chiamano la “The Holy Trinity”, un soffritto di cipolla, peperone verde e sedano (da me sostituito con aglio) da lasciare imbrunire mentre la cucina si riempie di odori, e che, lasciatemelo dire fa davvero la differenza! Porta un tocco di cucina Cajun, una cucina passionale e piena di sapori, sulle vostre tavole.

E’ un piatto quasi vegano nel senso che io l’ho presentato con una cucchiaiata di yogurt greco (al posto della tradizionale ma ipercalorica panna acida) ma può essere tranquillamente omesso, quello che invece non è opzionale è il lime perchè rende i sapori ben distinguibili, come distaccati l’uno dall’altro e toglie l’eccessiva corposità data da fagioli e patate.

Io ho cucinato la zuppa di fagioli neri e patate dolci come unica portata infreasettimanale perchè da sola comprende proteine, grassi e carboidrati, e non è necessario aggiungere altro per rendere completo il pasto, ma voi potete offrirla anche come primo alternativo alla pasta prima di un secondo e contorno a una cena in famiglia o con amici.


 

GALLERY

Zuppa Di Fagioli Neri E Patate Dolci
Serves 2
Ingredients
  1. 100 gr di fagioli neri secchi
  2. 300/400 gr di patate dolci americane (quelle arancioni dentro)
  3. 2 cucchiai d'olio evo
  4. mezzo peperone verde
  5. mezza cipolla bianca
  6. uno spicchio d'aglio
  7. 1 cucchiaino di cumino raso
  8. 1 cucchiaino di paprika rasa
  9. timo fresco
  10. brodo vegetale
  11. lime
  12. yogurt greco (opzionale)
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Sciacquate più volte i fagioli neri e metteteli in ammollo per 4 o 5 ore
  2. Tritate nemente cipolla, aglio e peperone verde
  3. Soffriggeteli a fuoco medio nell'olio in un tegame largo e con i bordi alti
  4. Aggiungete le spezie e lasciate tostare e imbiondire
  5. Versate poi i fagioli neri, mescolateli un po' per far loro assorbire i sapori e bagnateli con due tazze di brodo vegetale
  6. Proseguite la cottura per 20/30 minuti a fuoco medio con la pentola semicoperta e nel caso aggiungete brodo
  7. Sbucciate le patate dolci e tagliatele a tocchetti poi aggiungetele alla zuppa
  8. Aggiungete ancora una o due tazze di brodo e portate a cottura, ci vorranno circa 15 minuti o più a seconda della consistenza desiderata
  9. Aggiustate di sale e pepe
  10. Scodellate la zuppa e spruzzatevi sopra un po' di succo di lime
  11. Decorate con una cucchiaiata di yogurt greco e una fetta di lime
Notes
  1. Lo yogurt greco è opzionale, mentre il lime no perchè serve all'equilibrio dei sapori Se preferite potete provare anche la versione senza patate dolci
Print
Mangio quindi Sono https://www.mangioquindisono.it/

MANGIO.quindi.SONO