ISCRIVITI E SEGUIMI!

Instagram

  • (ENG BELOW)🇮🇹 Stiamo lavorando per voi! Cioè sto, io, era solo un plurale maiestatis! Ho in cantiere diversi post sul blog belli densi e ricchi, che secondo me vi piaceranno molto, post che non sono una ricetta ma più una serie di consigli, di guide anzi! In particolare ne ho una che sto scrivendo da poco ma che voglio buttare fuori il prima possibile. Chi indovina di cosa si tratta? A tal proposito, chiedo un consiglio alle amiche blogger, ma voi come fate quando avete un post “senza foto”? Cioè in cui si parla di cibo, ma non c’è una ricetta vera e propria, che foto mettete? Una carrellata delle vostre preferite tra quelle che avete scattato? Nel frattempo vi lascio una foto per farvi capire la goduriosa sbriciolosità dell’interno dei settembrini, i biscotti ripieni di fichi in versione sana senza zucchero e burro, che avevo postato qualche tempo fa. Non sono meravigliosi? Il link è sempre in bio! 🇺🇸 I’m working on a few big post on the blog, they will be no-recipe posts, but more a sort of list of advices on specific themes (food related). Are you interested in reading them in English? Meanwhile I wanted to show you the crispy and melt-in-your-mouch consistency of my healthy sugar & butter free fig newtons! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #settembrini #getminimal #foodfluffer #foodtographyschool #chasingautumn #fallingforfall #aseasonalshift #dairyfree #senzalatticini #senzazucchero #sugarfree #thatsdarling #lifeandthyme #morningslikethese  #tastingtable #foodwriting #livewellcaptured #bakersofinstagram #realsimple #imsomartha #foodie_features #sofigs #sweettooth
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Quante volte ho chiesto al mio fruttivendolo il kale? Innumerevoli a dir poco. Pur non credendo nelle sue proprietà magiche curative millantate ovunque, il mio lato hipster mi impediva di arrendermi al fatto di non avere sul blog una ricetta di insalata di kale. E alla fine eccola! Quando ormai avevo perso le speranze! E per di più doppio miracolo perché in questa insalata di kale c’è anche il caco mela, che pensavo facesse super schifo come il suo cugino vaniglia (per me è un no 🙅‍♀️) e invece ho scoperto che l’adoro! Sul blog trovate la ricetta super semplice (veg, gluten free, dairy free) e il trucco per rendere meno difficile questo kale! Link in bio! 🇺🇸 So, about kale. Here in Italy kale isn’t a thing. I had to pray my grocery man for months to have a beautiful bunch of kale in my hands! But finally! Here is what I made with that kale: a super easy, vegan, dairy free & gluten free kale salad with persimmon apple, pomegranate seeds and crunchy almonds! Fall in a dish!! #mangioquindisono #eatcleanrecipes #eatcaptureshare #foodtographyschool #kalesalad #parlamidifoglie #fallingforfall #myseasonaltable #thenewhealthy #foodfluffer
#goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog  #infoodwetrust #naturallightonly #dairyfree #glutenfree #whatveganseat #thrivemags #senzaglutine #senzalatticini #plantbased #feedfeedglutenfree #eatrealfood #monimood
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Pere cotte o pere pochè! Sono bellissime e soprattutto facilissime da fare anche se non sembra! Io le avevo usate in una semi fallimentare torta di pere e cioccolato, ma sono buonissime anche così In pratica prendete delle pere che siano sode ma dolci e non dure - chiedete al vostro fruttivendolo specificando che le volete fare cotte - le sbucciate e le tagliate a metà togliendo la parte dei semi con il cucchiaino (se volete tenete il picciolo ma è solo di bellezza!) mettetele in un tegame capiente con 1 litro d’acqua, 2 cucchiai di rum, 2 cucchiai di zucchero scuro,  il succo e la scorza di un’arancia, una stecca di vaniglia aperta, qualche anice stellato e se li avete qualche grano di allspice o un pizzico di noce moscata. Fate cuocere per circa 20 minuti dal bollore a fiamma media. Spegnete, scolate le pere e fate raffreddare.Continuate invece a far cuocere la bagna a lungo, aggiungendo altro zucchero, se volete ottenere uno sciroppo d’accompagnamento! 🇺🇸 Poached pears! So delicious and beautiful, but so easy to make: chose some firm pears, peel them and cut them in half, scoop away the seeds and put them in a large saucepan. Add 1 lt of water, juice and jest of 1 orange, 2 tb brown sugar, 2 tb rum, 1 open vanilla pod, some star anises and a few allspice grains. Let it simmer at medium heat for 20 minutes from boiling, then remove the pears from the heat and let them cool while the sauce keep cooking. Add some sugar and continue to boil the leftover sauce until it reduce if you want the syrup to garnish. •
•
•
•
•
#mangioquindisono #poachedpears #sosimple #eatrealfood #eatsimple #fromfarmtotable #fromscratch #thisautumnlife #ricordamilautunno #myseasonaltable #foodfluffer #IFPgallery #getminimal #eatcaptureshare #munchiesitalia #foodtographyschool #goopmale #f52farmstand #infoodwetrust #thekitchn #thatsdarling #hautecuisines #spoonfeed #livewellcaptured #thenewhealthy #thrivemags #vegansofig #supersimple
  • (Eng below) 🇮🇹 Sì, ancora loro, i kanelbullar in versione sana senza burro e con poco zucchero! D’altra parte sono così morbidi e bellissimi che mi spiaceva non farvi vedere quest’altrq foto! Noi siamo ufficialmente in vacanza, abbiamo scelto l’Alto Adige quest’anno per fare il pieno di relax (e di ottimo cibo). Io ho portato una selezione di maschere per il viso che mi basterebbe per un mese. E l’occorrente per fare l’hammam. Così per dire. Meno male, perché ci voleva proprio! La ricetta del dolcetto la trovate nel link in bio se scorrete sotto 🇺🇸 Yes, cinnamon rolls again! They are sooooo cute I couldn’t resist!! By the way my husband and I just arrived in our vacation hotel in Alto Adige: a week just for us, chilling and eating good food! #mangioquindisono #cinnamonrolls #healthychoices #dairyfree #comfortfood #getminimal #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatcleanrecipes #nonmangiostranomangiosano #foodfluffer #bakersofinstagram #fromscratch #sweettooth #fallingforfall #feliceadesso
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Ieri è stata una giornata difficile. Per tutto il giorno ho avuto un mal di testa atroce, di quelli pulsanti che ti rendono difficile vivere. A nulla sono valsi gli antidolorifici (sì, al plurale) che ho preso. Sono riuscita a lavorare tutta la mattina, in atroci sofferenze, ma ovviamente la qualità del risultato ne ha risentito. Poi il pomeriggio e la serata sono stati un susseguirsi di letto e divano nel tentativo di resistere. Avevo così tanto mal di testa che non riuscivo ad addormentarmi. Mai successo. Oggi sto meglio e spero di portarmi avanti con il lavoro arretrato. Ma ieri niente palestra e nemmeno oggi perchè tra tre giorni partiamo per le meritatissime vacanze e non voglio rischiare.  Mi rode, lo ammetto, non mi piace saltare gli allenamenti prefissati, ma insomma va bene così.  Questo per dirvi che le foto di questi fantastici muffins alla zucca ripieni di cheesecake sono già pronte, ma la ricetta purtroppo no, quindi intanto ve li faccio vedere, tra qualche giorno invece ci rivediamo per la ricetta se vi interessa 🇺🇸 Yesterday has been a “ freaking NO” day. I had a terrible headache and even my got-to pain killers didn’t work. I tried to work in the morning but obv the shooting didn’t turn out  great: if you don’t feel well you won’t think well. I really had trouble even falling asleep for the pain. But today it’s a new day, I’m feeling better and trying to catch up!  What do you do when you don’t feel well? You force yourself to get moving or you stop to relax and recover? Meanwhile, I’m writing down the recipe for these amazing pumpkin cream cheese filled muffins! No butter or refined sugar obv! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #mangiosano #pumpkinmuffins #healthymuffins #bakersgonnabke #instabake #sweettooth #yuminthetum #bakedfromscratch #wholefoodsfaves #ahealthynut #myseasonaltable #madetonourish #eatrealfood #healthylifestyle #theartofslowliving #cookmagazine #foodtographyschool #getminimal #eatcaptureshare #thehub_food #f52grams
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Oggi sul blog una nuova ricetta super facile e veloce, per quando avete del petto di tacchino da mangiare ma vi viene voglia di piangere all’idea di farlo alla piastra: polpette teriyaki di tacchino, cotte nella tipica salsina giapponese che le rende morbide all’interno e glassate e caramellate all’esterno. Con contorno di bok Chou saltati e riso jasmine al vapore. Una cena sana e completa perfetta per svoltare una serata infrasettimanale! La ricetta è già nel link in bio! Però adesso io voglio sapere qual è la vostra opzione sana per una cena veloce per “svoltare la serata” raccontatemelo nei commenti!
🇺🇸 You know when you have to eat turkey breast for dinner (diet, medical condition, masochism, whatever) but you are tired of insipid and boring grilled white meat? What do you do to change you boring dinner? Make it meatballs! These teriyaki turkey meatballs are tender inside and caramelized outside thanks to this wonderful Japanese sauce. The perfect healthy dinner with some sauted bok choy and jasmine rice! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatclean #teriyakimeatballs #meatballs #piovonopolpette #teriyaki #healthydinnerideas #bokchoy #eattheworld #ifpgallery #eatcaptureshare #foodfluffer #foodtographyschool #thenewhealthy #eatrealfood #f52farmstand #flatlaytoday #onmytable #inmykitchen #turkey #healthychoices #lowfat #girlwholift #flexiblediet
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Finalmente! Dopo anni e anni di tentativi! Eccoli, i brownie di patata dolce! Questa volta in versione bicolore perchè mi piaceva l’idea! Vengono veramente buonissimi, umidi e “densi”. morbidi. Qual è la cosa bella dell’usare le patate dolci? Che quella bellissima consistenza è stata ottenuta senza latticini senza glutine e senza cereali!  Sono venuti così buoni che mio marito ci è rimasto male quando gli ho detto che erano finiti! Il trucco è usare le patate dolci italiane e non quelle americane! bando alle ciance il link della ricetta è in bio, che tanto so che lo volete! 🇺🇸Finally! After, years, I swear years, of failed attempts, here we are: the perfect bicolor (italian) sweet potatoes brownies! Gluten free, dairy free even grain free! And the best part? They’re delicious! Super soft  and moist you would never imagine the secret ingredient! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatcleanrecipes #healthybrownies #sweetpotatoes #patatedolci #chocoholic #dairyfree #senzalatticini #grainfree #eatrealfood #wholefoods #feedfeedglutenfree #healthyfoodshare #beautifulcuisines #plantbased #mynourish #glutenfree #senzaglutine #bakersgonnabake #foodfluffer #IFPgallery #getminimal #foodtographyschool #firstweeat #eatcaptureshare #sweettooth #bakedfromscratch #spoonfeed #imsomartha
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Se vi dico settembrini cosa vi viene in mente? Gnomi a settembre? O i biscottini ai fichi della Mulino Bianco? Scommetto i secondi! Che poi sono tra i biscotti preferiti della mia amica @iaiaampollini! Se vi dicessi che li ho rifatti in versione sana? Senza zucchero né nell’impasto né nel ripieno, senza burro e senza glutine? Erano anni che alla mia amica promettevo di cercare di sviluppare una ricetta di biscottini ripieni ai fichi in versione più sana degli originali, e alla fine eccola qua finalmente! E’ un impasto un po’ difficile da gestire ma vale la pena avere pazienza perchè quando sforerete questi mega biscottoni la cucina profumerà meravigliosamente. Sono morbidi morbidi, profumatissimi e ovviamente buonissimi. Che aspettate a farli? Ah si la ricetta! Nel link in bio as usual. 🇺🇸 Fig newtons! Well, sort of. In Italy we have “settembrini” cookies, industrial pastry cookies with a figs filling, and a few years ago I got into my head to develop a healthier version of figs newton/settembrini. But I could’t make it before. Until now. The perfect healthy figs filled biscuits are here: super soft and wonderfully autumn scented, you wouldn’t believe these giants fig newtons are completely dairy (and butter!) free, gluten free, and sugar free! Who wants one of them with a cup of coffee or tea? •
•
•
•
•
#mangioquindisono #IFPgallery #foodfluffer #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatprettythings #thenewhealthy #settembrini #fignewton #senzaglutine #glutenfree #senzaburro #dairyfree #senzazucchero #sugarfree #theartofslowliving #thisautumnlife #ricordamilautunno #myseasonaltable #comfortfood #feedfeedglutenfree #fromscratch #sweettooth #foodstyling #healthychoices #livewellcaptured #healthyfoodie #eatrealfood #lifeandthyme
  • (ENG IN FIRST COMMENT)🇮🇹 Niente dolcetto di halloween. Piccola confessione, già anticipata nelle stories: a me Halloween annoia un sacco. Cioè non ho niente contro la festa in sé, non è perché è americana o altre cose simili, se avessi dei figli sicuramente li farei travestire, organizzerei dei giochi e una festa per gli amichetti e il trick or treat. Ma figli non ne ho e diciamocelo non ho il fisico da costume da infermiera sexy. Anche se un party in costume a tema Tarantino come in una vecchia puntata di Gilmore Girls potrebbe farmi cambiare idea!  Ad ogni modo, non amo molto le ricette di halloween perchè mi sembra che alla fin fine siano sempre le solite cose trite e ritrite. A volte cambia solo l’aspetto di quello che in realtà è un sandwich banalissimo. E a me piacciono le cose belle, le cose curate, fatte bene, ma che siano anche buone. Insomma la forma ma anche la sostanza. Quindi la roba “a forma di” solitamente non mi attira. Invece adoro il pane dei morti,  il dolce non troppo dolce tipico delle mie parti, anzi mi sa che domani me ne prendo qualche pezzo!  Poi oh a me l’horror fa una noia mortale. Senza sonoro i film horror farebbero addormentare il peggiore insonne. Insomma niente zuppa malefica di Halloween stasera. Sto preparando delle mezze maniche alla carbonara di bottarga e crodaiola di tonno al suo posto! Invece se volete sapere cosa c’è in foto, è la finta cioccolata calda bianca alla zucca di qualche post fa, non ve l’avevo ancora fatta vedere! Iperproteica senza glutine e senza zucchero! Vi rimetto il link in bio!
•
•
•
•
•
#mangioquindisono #notsohalloween #pumpkinlovers #pumpkinspicelatte #slowautumndays #comfortfood #myseasonaltable #foodfluffer #foodtographyschool #eatyourcolor #instayum #nothingisordinary #livewellcaptured #hautecuisines #makeitdelicious #glutenfree #senzaglutine #senzazucchero #sugarfree #highprotein #flexiblediet #wholeFoodsFaves #girlswholift #Still_life_gallery #THEHUB_FOOD #cioccolatobianco

Seguimi!

About Me

Chiara Gavioli nasce e cresce a Milano, dove frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Verso la fine del suo percorso universitario, tuttavia, capisce che alla classificazione delle mucopolisaccaridosi preferisce la preparazione di insalate e torte salate. Lascia così gli studi universitari per dedicarsi completamente alla cucina. Nel 2014 apre Mangio Quindi Sono, blog di ricette salutari e naturali e di trucchi per mangiare sano senza patire la fame. Il bagaglio di competenze acquisite durante i 6 anni di Medicina le consentono di approfondire da autodidatta i tanti e complessi aspetti della nutrizione, arrivando così a creare piatti non solo interessanti e deliziosi, ma anche salubri e bilanciati; in chiave onnivora (ma non solo!), ma adatti anche ad intolleranze varie. Imparare a fotografare i piatti realizzati, prima da autodidatta e poi seguendo svariati corsi, è stata la naturale evoluzione del corso degli eventi, nata dalla volontà di fissare nella memoria e condividere non solo l’immagine di ciò che esce dal forno, ma anche l’emozione che si prova assaggiandolo. Ora vive nella campagna Mantovana con suo marito, adora collezionare props, stilare liste di cose da fare e spiazzare i suoi fornitori locali chiedendo le verdure e gli ingredienti più improbabili da trasformare in piatti che coniugano la tradizione italiana a sapori più esotici o orientali. Nella sua dispensa non mancano mai la pasta di miso, la tahine e l’avocado.

La mia gallery su Healthy Aperture

my healthy aperture gallery

La mia gallery su Foodgawker

my foodgawker gallery
5 a day : vi sfido!

Volete imparare a mangiare sano? Partiamo dalle basi: 5 a day! 

La prima sfida alimentare by MangioQuindiSono: #5aDay

#5aDay Challenge

#5aDay Challenge

Negli ultimi tempi in campo alimentare ho l’impressione si stiano perdendo di vista le priorità.

E’ una cosa che dico spesso: niente, ripeto niente, nella vostra alimentazione conta quanto assumere le giuste quantità di frutta e verdura. E’ inutile stare a sindacare su gr di proteine, superfoods, dolcificanti alternativi e integrale, se poi in tutta la giornata gli unici vegetali che vi mangiate sono le foglie dell’insalata nel panino.

Possiamo stare a discutere della cancerogenicità (presunta o meno) della carne rossa o del beneficio (presunto o meno) di limitare i latticini, ma la verità è che l’unica VERA cosa che potete fare per proteggervi contro i tumori è mangiare frutta e verdura.

E’ una cosa impopolare da dire mi rendo conto perché consumare frutta e verdura in quantità è molto più impegnativo che comprarsi che ne so le bacche di goji e aggiungerle di tanto in tanto allo spuntino. E’ impegnativo per vari motivi:

  • costa tanto (è inutile negarlo, io spendo 40 euro a settimana in frutta e verdura, vero è che potrei comprarla in posti più economici, ma sicuramente costa di più che comprare patatine fritte al discount)
  • richiede tempo per la preparazione
  • richiede impegno “psicologico” perché spesso va abituato il palato a certi sapori, e ci si deve impegnare maggiormente di fantasia in cucina per renderla appetibile.

11049556_848795748535278_1396102663032305213_n

Ma d’altra parte i benefici di assumere dosi adeguate di frutta e verdura sono incontrovertibili, è pressochè l’unica cosa su cui tutti sono d’accordo, da vegani a paleo, passando per dieta del supermetabolismo e crudariani. Da una parte abbiamo l’apporto di acqua, vitamine e sali minerali, dall’altra invece il contributo di fibre, uno dei fattori più importanti per la regolarità intestinale e per la salute del tratto digerente in genere. 

Detto ciò ho pensato di lanciarvi una sfida per invogliarvi a curare la vostra salute. La sfida si chiamerà #5aDay e la proporrò su facebook a partire dal giorno 8 febbraio 2016, per 7 giorni (giusto in tempo per assimilare tutti i micronutrienti per avere capelli e pelle perfetta per San Valentino!)

Perché 5 a day?

Il termine “5 a day” indica una serie di campagne in ambito di salute pubblica messe in atto negli ultimi anni da varie Nazioni, in particolare Canada, Australi, UK, Francia e Germania ma anche altri, per sensibilizzare la popolazione al problema frutta e verdura, che invita tutti a consumare almeno 5 porzioni di vegetali al giorno per preservare la salute.

Jamie Oliver è un grande sostenitore di questa filosofia e non ne fa mistero nel suo blog. In Italia si parla spesso di 5 porzioni di frutta e verdura al giorno (la fondazione Veronesi parla di “5 porzioni 5 colori”) senza però che ne sia uscita fuori una vera campagna mediatica in stile 5 a day, quindi la importiamo noi!

#5aDay Challenge

#5aDay Challenge

In cosa consiste la sfida 5 a day?

Ogni giorno per la prossima settimana, dovete impegnarvi ad assumere ALMENO 5 porzioni di vegetali nella vostra dieta, farò un post ogni giorno con l’hastag #5aDay e il numero del giorno corrispondente e elencherò le mie scelte personali, cioè quali vegetali ho assunto (o programmato di assumere), in quella giornata. Sotto il post anche voi dovrete elencare le vostre personali scelte di 5 a day per la giornata! Le foto delle squisitezze vegetali che avrete portato in tavola sono chiaramente ben accette, ma sono altrettanto chiaramente non richieste, ci fidiamo! Io cercherò di postare almeno una foto al giorno dei miei 5 a day anche per darvi spunti e suggerimenti, ma probabilmente non sempre mi sarà possibile purtroppo.  Cercherò di essere regolare nei post, voi cercate di essere clementi se non faccio in tempo a postare subito! Se postate su instagram, facebook o altri social foto e idee riguardo la sfida taggatemi (@MangioQuindiSono) e usate gli hashtag #5aDay #5aDayChallenge e quello del giorno corrispondente (#day1, #day2 etc)

Quindi ATTENZIONE: perchè la vostra entry giornaliera sia valide dovrete (indipendentemente da foto o hashtag) postare le vostre scelte sotto forma di commento su fb (o qui sul blog) sul post relativo al giorno considerato. Chi riuscirà a essere costante e partecipare tutti i 7 giorni riceverà un encomio speciale nel post finale e una medaglia virtuale! 

Cosa conta come 1 dei 5 a day?

Uno dei problemi di queste campagne, a mio avviso, è la difficoltà comunicativa nell’informare in COSA specificatamente consistono quei 5 a day. Le patate contano come verdure? E l’avocado come frutta? Ogni paese ha un po’ stilato le sue linee guida, in Italia la questione è farraginosa ma noi dobbiamo ricordare lo scopo per il quale facciamo questa sfida: rendere più variegata la nostra dieta e essere spronati ad aggiungere vitamine e fibre al nostro piatto, oltre che provare cibi sani nuovi che magari senza la sfida non avremmo mai provato! 

In quest’ottica ho pensato di modificare leggermente le classiche regole italiane delle 5 porzioni di frutta e verdura. Quindi, 5 porzioni di cui: 

2 porzioni di frutta

2 porzioni di verdura

1 porzione “jolly”: può essere di frutta e verdura, ma può essere composta da una dei seguenti alimenti jolly, a) patate dolci (non patate normali!) b) legumi (di qualsiesi tipo) c) avocado d) frutta secca ed essiccata e) (edit) spremuta di arancia o agrumi misti

Se volete potete anche mangiare 5 porzioni di frutta/verdura + 1 porzione jolly (o il numero che volete) ma ai fini della sfida il risultato è raggiunto per 2 porzioni di frutta + 2 di verdura + 1 jolly!

La scelta dell’alimento jolly è per spronarvi a utilizzare ingredienti di origine vegetale che, pur non essendo propriamente frutta e verdura, solitamente scarseggiano sulla tavola dell’italiano medio ma che invece per apporto di nutrienti sono preziosissimi per la nostra salute (d’altra parte non è una mia invenzione! La Germania indica come un possibile 5 a day la frutta secca, e la Gran Bretagna i legumi!)

#5aDay Challenge

#5aDay Challenge

Una porzione a cosa corrisponde?

Anche qui la confusione regna sovrana, alcune linee guida parlano di quantità volumetriche, altre parlano di 75 gr, ma non si comprende bene se si riferisca allora a 5x75gr di verdura + 5x 75 gr di frutta o complessivamente (e in questo ultimo caso sembra assolutamente un quantitativo sottostimato!). In generale usate il buon senso, diciamo tra i 150/250 gr a porzione, oppure, più utile vi propongo una porzionatura “visiva”:

Insalata e insalata mista = 1 ciotola abbondante

Verdure verdi (spinaci, zucchine, broccoli etc) = il corrispettivo da cotto di un terzo o un mezzo del vostro piatto (piatto piano grande, non da antipasto)

Minestre, passati di verdura, minestroni etc = 1 ciotola grande piena

Frutti molto piccoli (frutti di bosco, uva etc): 1 ciotola

Frutti piccoli (kiwi, mandarini, albicocche) : 2 o 3 frutti

Frutti medi (banana, mela, pera): 1 frutto

Frutti grandi (mango, papaia etc): mezzo frutto

Avocado: mezzo avocado

Legumi: 70 gr secchi, 150 gr in scatola

Patate dolci: 250 gr

Frutta secca: 25 gr

Valgono chiaramente le porzioni miste (insalate miste, macedonie, mezza porzione di broccoli e mezza di zucchine insieme), e valgono chiaramente le porzioni frazionate, cioè se mangiate una porzione e mezza a colazione e mezza come spuntino le contiamo come due.

NB questo non vuol dire che non possiate mangiarne di più (o di meno)! Vuol dire che per contare come una porzione nella sfida dovrete mangiare queste porzioni!

#5aDay Challenge

#5aDay Challenge

QUINDI RICAPITOLANDO: REGOLE Sfida #5aday

  • 5 porzioni di vegetali
  • 2 di verdura + 2 di frutta + 1 jolly
  • Le porzioni valgono solo se raggiungete la quota indicata
  • Valgono sia verdure crude che cotte, importante però alternarle
  • NON VALE mangiare più porzioni dello stesso vegetale  nella stessa giornata (perché lo stimolo deve essere a una dieta varia: quindi 3 porzioni di zucchine, NON sono valide, ve le potete mangiare ma vale 1 volta sola)
  • NON VALGONO come 1 dei #5aday: patate normali e marmellate
  • Valgono i frullati misti purchè fatti al momento, non valgono succhi o centrifugati (perché assumete le vitamine e lo zucchero della frutta, ma non le fibre)

Pronte a partire l’8 febbraio?  Per i dubbi o le domande scrivete sotto il post di fb o qui sotto! 

IMPORTANTE EDIT!!!! Non l’ho specificato perchè lo davo per scontato, ma visto che in molte l’avete chiesto su facebook: NO NON SI DEVE MANGIARE SOLO FRUTTA E VERDURA! La sfida consiste nel tenere tracciate le porzioni di frutta e verdura che assumete, e condividere con noi le vostre scelte, in modo da essere più consapevoli di ciò che si mangia, ed essere spronati a sperimentare di più. Proporre una sfida che obbliga a mangiare SOLO frutta e verdura per 7 giorni sarebbe antietico e sicuramente non in stile con il mio modo di vedere alimentazione e cibo. Quindi, sì a tanta frutta e verdura ma anche sì a carboidrati complessi, proteine, grassi buoni, esattamente come siete abituati a mangiare. Anzi vi dirò di più, questa sfida fa per voi anche se ora mangiare in maniera completamente disorganizzata e ricca di cibi malsani proprio perchè pur mantenendo tutte queste cattive abitudini vedrete come l’aggiunta di una sola buona abitudine possa fare la differenza!

Ho anche organizzato, sotto suggerimento di una lettrice, un evento su facebook (lo trovate qui) per poterci riunire e rispondere a eventuali domande o scambiarci idee!

#5aDay Challenge

#5aDay Challenge

Se siete interessati a ulteriori chiarimenti vi metto una serie di link utili:

La faq (in italiano!) della campagna tedesca 5amtag http://www.5amtag.ch/it/prodotti/faq-i/

L’opuscolo del Ministero della Sanità al riguardo http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_245_allegato.pdf

L’opuscolo di Jamie Oliver al riguardo

http://www.jamieshomecookingskills.com/pdfs/fact-sheets/Getting%20your%205%20a%20day.pdf 

Il sito (super completo) del Ministero della Sanita Britannico al riguardo

http://www.nhs.uk/livewell/5aday/Pages/5ADAYhome.aspx

Print Friendly, PDF & Email

Instagram

  • (ENG BELOW)🇮🇹 Stiamo lavorando per voi! Cioè sto, io, era solo un plurale maiestatis! Ho in cantiere diversi post sul blog belli densi e ricchi, che secondo me vi piaceranno molto, post che non sono una ricetta ma più una serie di consigli, di guide anzi! In particolare ne ho una che sto scrivendo da poco ma che voglio buttare fuori il prima possibile. Chi indovina di cosa si tratta? A tal proposito, chiedo un consiglio alle amiche blogger, ma voi come fate quando avete un post “senza foto”? Cioè in cui si parla di cibo, ma non c’è una ricetta vera e propria, che foto mettete? Una carrellata delle vostre preferite tra quelle che avete scattato? Nel frattempo vi lascio una foto per farvi capire la goduriosa sbriciolosità dell’interno dei settembrini, i biscotti ripieni di fichi in versione sana senza zucchero e burro, che avevo postato qualche tempo fa. Non sono meravigliosi? Il link è sempre in bio! 🇺🇸 I’m working on a few big post on the blog, they will be no-recipe posts, but more a sort of list of advices on specific themes (food related). Are you interested in reading them in English? Meanwhile I wanted to show you the crispy and melt-in-your-mouch consistency of my healthy sugar & butter free fig newtons! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #settembrini #getminimal #foodfluffer #foodtographyschool #chasingautumn #fallingforfall #aseasonalshift #dairyfree #senzalatticini #senzazucchero #sugarfree #thatsdarling #lifeandthyme #morningslikethese  #tastingtable #foodwriting #livewellcaptured #bakersofinstagram #realsimple #imsomartha #foodie_features #sofigs #sweettooth
  • (ENG BELOW) 🇮🇹 Quante volte ho chiesto al mio fruttivendolo il kale? Innumerevoli a dir poco. Pur non credendo nelle sue proprietà magiche curative millantate ovunque, il mio lato hipster mi impediva di arrendermi al fatto di non avere sul blog una ricetta di insalata di kale. E alla fine eccola! Quando ormai avevo perso le speranze! E per di più doppio miracolo perché in questa insalata di kale c’è anche il caco mela, che pensavo facesse super schifo come il suo cugino vaniglia (per me è un no 🙅‍♀️) e invece ho scoperto che l’adoro! Sul blog trovate la ricetta super semplice (veg, gluten free, dairy free) e il trucco per rendere meno difficile questo kale! Link in bio! 🇺🇸 So, about kale. Here in Italy kale isn’t a thing. I had to pray my grocery man for months to have a beautiful bunch of kale in my hands! But finally! Here is what I made with that kale: a super easy, vegan, dairy free & gluten free kale salad with persimmon apple, pomegranate seeds and crunchy almonds! Fall in a dish!! #mangioquindisono #eatcleanrecipes #eatcaptureshare #foodtographyschool #kalesalad #parlamidifoglie #fallingforfall #myseasonaltable #thenewhealthy #foodfluffer
#goopmake  #f52farmstand  #mycommontable  #bareaders #foodartblog  #infoodwetrust #naturallightonly #dairyfree #glutenfree #whatveganseat #thrivemags #senzaglutine #senzalatticini #plantbased #feedfeedglutenfree #eatrealfood #monimood
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Pere cotte o pere pochè! Sono bellissime e soprattutto facilissime da fare anche se non sembra! Io le avevo usate in una semi fallimentare torta di pere e cioccolato, ma sono buonissime anche così In pratica prendete delle pere che siano sode ma dolci e non dure - chiedete al vostro fruttivendolo specificando che le volete fare cotte - le sbucciate e le tagliate a metà togliendo la parte dei semi con il cucchiaino (se volete tenete il picciolo ma è solo di bellezza!) mettetele in un tegame capiente con 1 litro d’acqua, 2 cucchiai di rum, 2 cucchiai di zucchero scuro,  il succo e la scorza di un’arancia, una stecca di vaniglia aperta, qualche anice stellato e se li avete qualche grano di allspice o un pizzico di noce moscata. Fate cuocere per circa 20 minuti dal bollore a fiamma media. Spegnete, scolate le pere e fate raffreddare.Continuate invece a far cuocere la bagna a lungo, aggiungendo altro zucchero, se volete ottenere uno sciroppo d’accompagnamento! 🇺🇸 Poached pears! So delicious and beautiful, but so easy to make: chose some firm pears, peel them and cut them in half, scoop away the seeds and put them in a large saucepan. Add 1 lt of water, juice and jest of 1 orange, 2 tb brown sugar, 2 tb rum, 1 open vanilla pod, some star anises and a few allspice grains. Let it simmer at medium heat for 20 minutes from boiling, then remove the pears from the heat and let them cool while the sauce keep cooking. Add some sugar and continue to boil the leftover sauce until it reduce if you want the syrup to garnish. •
•
•
•
•
#mangioquindisono #poachedpears #sosimple #eatrealfood #eatsimple #fromfarmtotable #fromscratch #thisautumnlife #ricordamilautunno #myseasonaltable #foodfluffer #IFPgallery #getminimal #eatcaptureshare #munchiesitalia #foodtographyschool #goopmale #f52farmstand #infoodwetrust #thekitchn #thatsdarling #hautecuisines #spoonfeed #livewellcaptured #thenewhealthy #thrivemags #vegansofig #supersimple
  • (Eng below) 🇮🇹 Sì, ancora loro, i kanelbullar in versione sana senza burro e con poco zucchero! D’altra parte sono così morbidi e bellissimi che mi spiaceva non farvi vedere quest’altrq foto! Noi siamo ufficialmente in vacanza, abbiamo scelto l’Alto Adige quest’anno per fare il pieno di relax (e di ottimo cibo). Io ho portato una selezione di maschere per il viso che mi basterebbe per un mese. E l’occorrente per fare l’hammam. Così per dire. Meno male, perché ci voleva proprio! La ricetta del dolcetto la trovate nel link in bio se scorrete sotto 🇺🇸 Yes, cinnamon rolls again! They are sooooo cute I couldn’t resist!! By the way my husband and I just arrived in our vacation hotel in Alto Adige: a week just for us, chilling and eating good food! #mangioquindisono #cinnamonrolls #healthychoices #dairyfree #comfortfood #getminimal #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatcleanrecipes #nonmangiostranomangiosano #foodfluffer #bakersofinstagram #fromscratch #sweettooth #fallingforfall #feliceadesso
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Ieri è stata una giornata difficile. Per tutto il giorno ho avuto un mal di testa atroce, di quelli pulsanti che ti rendono difficile vivere. A nulla sono valsi gli antidolorifici (sì, al plurale) che ho preso. Sono riuscita a lavorare tutta la mattina, in atroci sofferenze, ma ovviamente la qualità del risultato ne ha risentito. Poi il pomeriggio e la serata sono stati un susseguirsi di letto e divano nel tentativo di resistere. Avevo così tanto mal di testa che non riuscivo ad addormentarmi. Mai successo. Oggi sto meglio e spero di portarmi avanti con il lavoro arretrato. Ma ieri niente palestra e nemmeno oggi perchè tra tre giorni partiamo per le meritatissime vacanze e non voglio rischiare.  Mi rode, lo ammetto, non mi piace saltare gli allenamenti prefissati, ma insomma va bene così.  Questo per dirvi che le foto di questi fantastici muffins alla zucca ripieni di cheesecake sono già pronte, ma la ricetta purtroppo no, quindi intanto ve li faccio vedere, tra qualche giorno invece ci rivediamo per la ricetta se vi interessa 🇺🇸 Yesterday has been a “ freaking NO” day. I had a terrible headache and even my got-to pain killers didn’t work. I tried to work in the morning but obv the shooting didn’t turn out  great: if you don’t feel well you won’t think well. I really had trouble even falling asleep for the pain. But today it’s a new day, I’m feeling better and trying to catch up!  What do you do when you don’t feel well? You force yourself to get moving or you stop to relax and recover? Meanwhile, I’m writing down the recipe for these amazing pumpkin cream cheese filled muffins! No butter or refined sugar obv! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #mangiosano #pumpkinmuffins #healthymuffins #bakersgonnabke #instabake #sweettooth #yuminthetum #bakedfromscratch #wholefoodsfaves #ahealthynut #myseasonaltable #madetonourish #eatrealfood #healthylifestyle #theartofslowliving #cookmagazine #foodtographyschool #getminimal #eatcaptureshare #thehub_food #f52grams
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Oggi sul blog una nuova ricetta super facile e veloce, per quando avete del petto di tacchino da mangiare ma vi viene voglia di piangere all’idea di farlo alla piastra: polpette teriyaki di tacchino, cotte nella tipica salsina giapponese che le rende morbide all’interno e glassate e caramellate all’esterno. Con contorno di bok Chou saltati e riso jasmine al vapore. Una cena sana e completa perfetta per svoltare una serata infrasettimanale! La ricetta è già nel link in bio! Però adesso io voglio sapere qual è la vostra opzione sana per una cena veloce per “svoltare la serata” raccontatemelo nei commenti!
🇺🇸 You know when you have to eat turkey breast for dinner (diet, medical condition, masochism, whatever) but you are tired of insipid and boring grilled white meat? What do you do to change you boring dinner? Make it meatballs! These teriyaki turkey meatballs are tender inside and caramelized outside thanks to this wonderful Japanese sauce. The perfect healthy dinner with some sauted bok choy and jasmine rice! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatclean #teriyakimeatballs #meatballs #piovonopolpette #teriyaki #healthydinnerideas #bokchoy #eattheworld #ifpgallery #eatcaptureshare #foodfluffer #foodtographyschool #thenewhealthy #eatrealfood #f52farmstand #flatlaytoday #onmytable #inmykitchen #turkey #healthychoices #lowfat #girlwholift #flexiblediet
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Finalmente! Dopo anni e anni di tentativi! Eccoli, i brownie di patata dolce! Questa volta in versione bicolore perchè mi piaceva l’idea! Vengono veramente buonissimi, umidi e “densi”. morbidi. Qual è la cosa bella dell’usare le patate dolci? Che quella bellissima consistenza è stata ottenuta senza latticini senza glutine e senza cereali!  Sono venuti così buoni che mio marito ci è rimasto male quando gli ho detto che erano finiti! Il trucco è usare le patate dolci italiane e non quelle americane! bando alle ciance il link della ricetta è in bio, che tanto so che lo volete! 🇺🇸Finally! After, years, I swear years, of failed attempts, here we are: the perfect bicolor (italian) sweet potatoes brownies! Gluten free, dairy free even grain free! And the best part? They’re delicious! Super soft  and moist you would never imagine the secret ingredient! •
•
•
•
•
#mangioquindisono #eatcleanrecipes #healthybrownies #sweetpotatoes #patatedolci #chocoholic #dairyfree #senzalatticini #grainfree #eatrealfood #wholefoods #feedfeedglutenfree #healthyfoodshare #beautifulcuisines #plantbased #mynourish #glutenfree #senzaglutine #bakersgonnabake #foodfluffer #IFPgallery #getminimal #foodtographyschool #firstweeat #eatcaptureshare #sweettooth #bakedfromscratch #spoonfeed #imsomartha
  • (ENG BELOW)🇮🇹 Se vi dico settembrini cosa vi viene in mente? Gnomi a settembre? O i biscottini ai fichi della Mulino Bianco? Scommetto i secondi! Che poi sono tra i biscotti preferiti della mia amica @iaiaampollini! Se vi dicessi che li ho rifatti in versione sana? Senza zucchero né nell’impasto né nel ripieno, senza burro e senza glutine? Erano anni che alla mia amica promettevo di cercare di sviluppare una ricetta di biscottini ripieni ai fichi in versione più sana degli originali, e alla fine eccola qua finalmente! E’ un impasto un po’ difficile da gestire ma vale la pena avere pazienza perchè quando sforerete questi mega biscottoni la cucina profumerà meravigliosamente. Sono morbidi morbidi, profumatissimi e ovviamente buonissimi. Che aspettate a farli? Ah si la ricetta! Nel link in bio as usual. 🇺🇸 Fig newtons! Well, sort of. In Italy we have “settembrini” cookies, industrial pastry cookies with a figs filling, and a few years ago I got into my head to develop a healthier version of figs newton/settembrini. But I could’t make it before. Until now. The perfect healthy figs filled biscuits are here: super soft and wonderfully autumn scented, you wouldn’t believe these giants fig newtons are completely dairy (and butter!) free, gluten free, and sugar free! Who wants one of them with a cup of coffee or tea? •
•
•
•
•
#mangioquindisono #IFPgallery #foodfluffer #foodtographyschool #eatcaptureshare #eatprettythings #thenewhealthy #settembrini #fignewton #senzaglutine #glutenfree #senzaburro #dairyfree #senzazucchero #sugarfree #theartofslowliving #thisautumnlife #ricordamilautunno #myseasonaltable #comfortfood #feedfeedglutenfree #fromscratch #sweettooth #foodstyling #healthychoices #livewellcaptured #healthyfoodie #eatrealfood #lifeandthyme

Seguimi!