Biscotti Natalizi

Biscotti Natalizi: clean Vs cheat

Auguri di Buone Feste con un regalino: biscotti natalizi, versione doppia!

Biscotti Natalizi Cheat

Biscotti Natalizi Cheat

Non c’è niente da fare: per me il Natale è racchiuso nell’odore del panpepato e dei biscottini natalizi che cuociono in forno! Non so da cosa mi derivi questa tradizione personale, è sicuramente legata al fatto che quand’ero piccolina (e meno piccolina!) con mia madre andavamo a una festa di Natale in cui la maggiore attrazione (cioè maggiore per me) era decorare la propria casetta di pan di zenzero con glassa e dolcetti. Per me il Natale è sempre stato questo: biscotti natalizi. 

Biscotti Natalizi Clean

Biscotti Natalizi Clean

Negli anni in cui ho avuto tempo e occasione ne ho sempre preparati un po’ da distribuire a amici e parenti come presente, confezionati in un bel sacchettino con nastro e biglietto, e, diciamocelo, i biscotti sono sempre un regalo apprezzato da tutti! 

Era già dall’anno scorso che meditavo di provare a fare una versione sana e leggera dei classici biscotti natalizi, ma qualche vago tentativo non era andato a buon fine e avevo lasciato perdere. Quest’anno invece sono riuscita a perfezionare una ricetta molto carina, senza burro, con pochi grassi e zuccheri e tante belle spezie, una ricetta insomma che possa far felice chi tiene alla linea al pancreas e magari ha già la dispensa piena di pandori e torroni.  Ma intendiamoci: a Natale non è necessario stare sempre sempre a regola, qualche peccato di gola è assolutamente concesso, anzi va incentivato! Quindi accanto alla versione clean ecco la versione cheat con… tutto quello che non c’era nell’altra! Quindi CON: zucchero, burro (quindi latticini), farina bianca normale (quindi glutine) etc! 

A voi scegliere quale versione preparare e regalare!

Biscotti Natalizi Clean

Biscotti Natalizi Clean

La versione “clean” è vaghissimamente ispirata a questi biscotti, ed è stata realizzata per un Calendario dell’Avvento fotografico a cui ho partecipato, ideato e realizzato dai fantastici admin di Workout Group, un gruppo su facebook dedicato al fitness (a casa come in palestra, in tutte le sue forme) a cui vi invito fortemente a iscrivervi se vi interessa il tema! (lo trovate qui). E’ anche un’idea molto molto carina da regalare “in barattolo” come preparato, con il bigliettino con le istruzioni: regali belli e buoni in pieno stile Mangio Quindi Sono! 

Biscotti Natalizi Cheat

Biscotti Natalizi Cheat

La versione “cheat” invece è praticamente la traduzione in italiano (con ben poche modifiche) di questa ricetta, se non consocete Ambitious Kitchen vi consiglio di rimediare immediatamente, perchè è uno dei miei blog di cucina preferiti in assoluto. 

Biscotti Natalizi versione clean

(senza latticini, senza glutine, low sugar)

Biscotti di Pan Pepato "fit"
Serves 35
Ingredients
  1. 75 gr farina di mandorle
  2. 110 gr farina di grano saraceno
  3. 20 gr fecola di patate
  4. 35 gr grano saraceno in chicchi
  5. 1 uovo
  6. 3 datteri di medjoul
  7. 30 gr di zucchero muscobado
  8. 40 gr di burro di cocco (o ghee, o burro normale)
  9. Spezie a piacimento: cannella, chiodi di garofano, zenzero (anche fresco), noce moscata Pizzico di sale
  10. Essenza di vaniglia o vaniglia in semi
  11. Mezzo cucchiaino di lievito per dolci
  12. 1 cucchiaino di cacao amaro
  13. NB questa versione è volutamente poco dolce, dipendevolmente dal vostro sweet tooth potreste voler aumentare la quantità di zucchero.
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Mettete tutti gli ingredienti in un mixer e frullate no ad ottenere un impasto a palla, con qualche eventuale pausa per non surriscaldare il motore.
  2. Compattate la palla di impasto e fatela riposare in frigo coperta dalla pellicola per 30 minuti o comunque no a che non si indurisca e risulti lavorabile
  3. Accendete il forno a 180°
  4. Stendete l’impasto tra due fogli di carta da forno leggermente cosparsi di fecola di patate per evitare che si attacchi
  5. Ritagliate i vostri biscotti con degli stampini e disponeteli distanziati su una teglia ricoperta da carta da forno
  6. Infornate per 10 minuti
  7. Lasciate raffreddare completamente
Per Il Barattolo Da Regalare
  1. Inserite tutti gli ingredienti tranne uovo e burro di cocco in un barattolo a strati.
  2. Aggiungete un cartellino con la ricetta, confezionate e avvisate che per via della presenza dei datteri il barattolo deve essere consumato a
  3. breve.
Print
Mangio quindi Sono http://www.mangioquindisono.it/

Biscotti Natalizi versione cheat

(con uova, zucchero, burro, latticini, farina bianca, glutine)

Biscotti Speziati Al Cioccolato Bianco E Pistacchio
Serves 25
Ingredients
  1. 280 gr di farina bianca normale 100 gr di burro
  2. 130 gr di zucchero muscobado 70 gr di melassa
  3. 1 uovo
  4. 1/2 cucchiaino di all spice (spezie miste) 1 cucchiaino di cannella
  5. 1 cucchiaino di zenzero
  6. 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  7. un pizzico di sale
  8. Mezzo baccello di vaniglia
Per Glassare
  1. cioccolato bianco
  2. 1 cucchiaino di burro di cocco pistacchi tostati e salati
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Unite tutti gli ingredienti secchi in una ciotola (farina, bicarbonato, sale, spezie tranne la vaniglia)
  2. Fate fondere il burro a fuoco medio no a ottenere una sfumatura brunastra e no a sentire odore come di nocciola (otterrete in pratica il
  3. burro noisette)
  4. Lasciate riposare il burro per 5/10 minuti
  5. Unite lo zucchero e sbattete con una frusta elettrica per qualche minuto
  6. Aggiungete, sempre sbattendo, l'uovo, la vaniglia e la melassa.
  7. Unite gli ingredienti secchi e mescolate accuratamente no a ottenere una palla
  8. Lasciate riposare in frigo l'impasto coperto di pellicola per una mezzoretta
  9. Accendete il forno a 180°
  10. Prelevate con le mani una piccola quantità di impasto (20/25 gr) e formate una pallina, disponete poi le palline su una teglia ricoperta di carta da forno, ben distanziate
  11. Sciacciate leggermente le palline con il fondo di un bicchiere o con le mani
  12. Infornate peer 10/12 minuti massimo
  13. Sfornate i biscotti e lasciate raffreddare
  14. Sciogliete il cioccolato bianco a bagnomaria con l'olio di cocco, e tritate i pistacchi per averli pronti
  15. Immergete la parte superiore del biscotto nel cioccolato bianco, tenendolo capovolto verso il basso e ruotandolo su se stesso per far cadere l'eccesso
  16. Cospargete di pistacchi tritati e lasciate rapprendere in frigo
  17. Gustate magari con un tè alla cannella
Notes
  1. La melassa e lo zucchero muscobado li trovate nei negozi biologici spesso, la melassa può essere sostituita con un buon miele di castagno ma non è assolutamente la stessa cosa.
  2. L'all spice è formato da chiodi di garofano, cannella, noce moscata, pepe nero e zenzero di solito, potete sostituirlo con poca polvere di chiodi di garofano
Print
Mangio quindi Sono http://www.mangioquindisono.it/

Yogurt, frutta & biscotti al cardamomo

 Una colazione estiva fresca e nutriente: yogurt + fichi + albicocca +  deliziosi biscotti al cardamomo

Biscotti al cardamomo vegani, gluten free, adatti a tutti, poco dolci, croccanti, perfetti con lo yogurt


Coppa di yogurt con frutta e biscotti al cardamomo

 La colazione è sempre un momento tragico per me. Come, credo, tutte le persone al mondo all’inizio spesso la saltavo o bevevo solo il caffè, poi fomentata dalle frequenti invettive sull’importanza assoluta del primo pasto (“è il pasto più importante della giornata” quante volte l’abbiamo letto in sedicenti giornali femminili??) ho iniziato a obbligarmi a farla e ora non riesco assolutamente a saltarla perchè venendo da 12 ore di digiuno e aspettandomene altre 4 o mangio o svengo. 

Però parliamo anche di un piccolo dettaglio: 3 fette biscottate con marmellata senza zucchero.

Ora volete prendermi in giro? Cioè il pasto più importante della giornata è questo?? Che senso ha? Solo zuccheri, solo carboidrati in pratica! Mi sono ribellata. O meglio, purtroppo le fatidiche tre fette biscottate le mangio ancora spesso, ma non sempre, insomma non è tassativo, anche perchè ho scoperto nel tempo che i carboidrati da soli non mi saziano a sufficienza e le colazioni migliori sono per me SEMPRE quelle proteiche.  E salate. 

Sì perchè quella della colazione dolce è in effetti un po’ una fissazione nostra italiana, altrove mangiano salato e diciamocelo è una questione culturale più che nutrizionale. Non fraintendetemi, se vi piace fare la colazione dolce continuate pure (magari non”troppo” dolce!) ma a me c’è poco da fare, piace di più salata, la fame di dolce mi viene al pomeriggio e alla sera – quando OVVIAMENTE  non si dovrebbe affatto mangiare dolci e grassi, altrimenti sarebbe troppo facile – mai alla mattina. E’ anche vero che va a finire che spesso anch’io declino al dolce per questioni di praticità

Per me la colazione perfetta infrasettimanale è il toast integrale, senza formaggio, con prosciutto di alta qualità. Proteine, grassi e carboidrati integrali. Oppure il pane integrale tostato con il miele. Ultimamente mi sto dedicando molto alle colazioni proteiche che ho scoperto sul bellissimo blog di Le Fit Chef, come i pancakes proteici o dolci al forno arricchiti di whey protein, che sono a bassissimo contenuto calorico e di carboidrati ma alto di proteine, sono gustosi ma soprattutto saziano a lungo

Il sabato e la domenica però, in cui ho più tempo da dedicare alla colazione, mi piace sperimentare di più: oltre ai classici pancakes (che già nella ricetta originale di per sè non sono un dolce molto impegnativo perchè hanno pochi grassi e pochi zuccheri) declinati nei modi più improbabili, anche muffin senza latticini, banana bread, crepes, insomma di tutto.

Proprio cercando una bella colazione originale ho trovato questa ricetta di biscotti al cardamomo, che mi ha colpito immediatamente per le divine fotografie che la presentavano e mi sono detta che doveva essere mia.  Ho cambiato diverse cose, un po’ per necessità (non tutte le indicazioni sono secondo me corrette) un po’ per gusti personali. Così le fragole sono diventate albicocche e fichi, lo yogurt di capra (?!?) è diventato yogurt greco a basso contenuto di grassi, ed ecco qui, una perfetta coppa di yogurt e frutta con biscotti al cardamomo.

Alcune indicazioni tecniche e precisazioni: se non vi piace il cardamomo, ecco non fa per voi. Lasciate perdere oppure cambiate spezia. Inoltre  questo non è un impasto facile, quello di questi biscotti al cardamomo, perchè si compatta poco, è sbricioloso, si sgretola insomma fa penare parecchio, ma è migliorato sensibilmente con l’aggiunta di altri ingredienti umidi rispetto alle proporzioni iniziali per cui nella ricetta troverete già le dosi aggiustate. 

Sappiate che tra tutti gli alimenti della colazione i biscotti sono in assoluto i più deleteri per salute e linea. Più delle brioche al cioccolato, sì: questo perchè di brioche di solito se ne ordina una, si mangia quella e via andare. Sazia poco? Forse sì ma difficilmente se ne ordina una seconda. I biscotti invece è tutta un’altra cosa, perchè uno tira l’altro e senza nemmeno accorgercene ne abbiamo mangiati una decina e non ci sembra nemmeno di aver esagerato, peccato che 10 biscotti tipo pan di stelle o gocciole ammontano tranquillamente a 550/650 kcal! Un terzo di quello che mangio io nell’arco dell’intera giornata, per non parlare di grassi e zuccheri.

Spesso poi si pensa che sia il cioccolato a far salire i conti, cosa senz’altro vera, ma non lasciatevi indurre in tentazione da altri biscotti pubblicizzati come dietetici, controllate sempre i valori per 100 gr e scoprirete che non si discostano di molto dalle amate gocciole. Questo un po’ perché se si toglie grasso si aggiunge zucchero e viceversa per farli risultare appetibili (quindi biscotti “senza zucchero” sono strapieni di grassi magari di origine poco chiara), un po’ perché spesso vengono pubblicizzati come “senza uova e senza latticini” (cioè vegani, il che non significa affatto dietetici e salutari) ma sono poi stracolmi di zucchero e farina bianca. Perché soprattutto il problema è la farina di grano. Sono solo carboidrati e sono tante, tante calorie. Ora, io non ho niente contro la farina di grano, anzi la uso spesso, però è chiaro che qualsiasi ricetta che richieda 400 gr di farina sia inevitabilmente ipercalorica, anche se senza grassi! Questo è il motivo per cui anche se farsi in casa biscotti sani (cioè con ingredienti genuini, con poco zucchero, e alimenti positivi per la salute, insomma le cose che piacciono a me) è relativamente facile, farli ipocalorici è pressoché impossibile. 

biscotti al cardamomo

Questi biscotti sono il meglio credo che si possa cercare di ottenere: pochi zuccheri, pochi grassi, (collateralmente al non avere uova e latticini anche vegan, ma non è il punto) e con la farina di avena, ricca di fibre e con un discreto apporto di proteine.  

Certo i biscotti al cardamomo non sono le gocciole, e al gusto si sente, mi pare scontato, ma come sempre è un compromesso. (Magari il giorno dopo vi mangiate un cornetto al cioccolato nella vostra pasticceria di fiducia, dai!)

Noticina a margine: i pavesini, noti biscotti pubblicizzati come leggeri per il loro basso contenuto calorico e strausati nei tiramisù per farne una versione “sana” e “light” contengono su 100 gr di prodotto, 50 gr di zuccheri. Significa che del tiramisù con la ricotta e le fragole che vi state pappando, circa la metà della parte biscottosa è saccarosio puro. Bel guadagno in salute eh?


GALLERY

Coppa Di Yogurt Con Albicocche, Fichi E Biscotti Al Cardamomo
Per 65 Biscotti Al Cardamomo
  1. 200 gr di fiocchi d'avena
  2. 40 ml di olio di cocco
  3. 50 gr di soft brown sugar
  4. 120 gr di applesauce
  5. 1 cucchiaino di lievito o bicarbonato
  6. 1 cucchiaino di semi di cardamomo pestati o tritati
  7. 1 cucchiano di vaniglia in essenza o in polvere
  8. le zeste di un limone
  9. mezzo cucchiaino di spezie miste per biscotti (cannella, chiodi di garofano, zenzero etc)
  10. un pizzico di sale
  11. Farina di riso per lavorare l'impasto
Per Una Coppa
  1. 150 gr di yogurt greco 2% di grassi
  2. 1 cucchiaio di miele, sciroppo d'acero o sciroppo d'agave
  3. 1 fico
  4. 1 albicocca
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Per I Biscotti
  1. Preriscaldate il forno a 180°
  2. In un tritatutto tritate i occhi d'avena fino ad avere una farina grossolana, poi aggiungete lo zucchero, il cardamomo, il lievito, le spezie, le zeste e il sale e date ancora una frullata per mescolare
  3. Unite gli ingredienti umidi in una ciotola e mescolateli, poi aggiungeteli al tritatutto e accendete nuovamente le lame fino ad ottenere un impasto compatto ma ancora rustico, nel caso aggiungete farina di riso o un altro cucchiaio di olio di cocco al bisogno
  4. Compattate l'impasto al meglio e dividetelo in quattro parti e su un piano spolverato di farina di riso integrale formate dei cilindri di 1 cm di diametro compattandoli pian pianino, poi tagliateli in tocchetti di 1 cm o 1,5 cm
  5. Disponete i tronchetti su una teglia ricoperta da carta da forno e infornate per 10/15 min, nchè non diventano leggermente dorati
  6. Lasciateli raffreddare e poi conservateli in un barattolo di latta
Per Assemblare La Coppa
  1. Tagliate il fico e albicocca a spicchi
  2. In un piatto fate un letto di yogurt greco, aggiungete la frutta e una decina di biscotti al cardamomo
  3. Irrorate con un cucchiaio abbondante di miele o il dolci cante scelto
  4. Gustatevi la vostra colazione
Notes
  1. Ovviamente potete cambiare frutta a piacimento e anche le spezie dei biscotti sono personalizzabili I biscotti si conservano per una decina di giorni in una scatola ermetica
Print
Mangio quindi Sono http://www.mangioquindisono.it/

 

NB ovviamente il tag  vegan si riferisce ai soli biscotti (nel caso abbinateli a uno yogurt di soia) e il gluten free ovviamente fa riferimento all’uso di avena certificata GF le cui marche sono sicura i celiaci conoscono molto meglio di me

MANGIO.quindi.SONO

Healthy brownies al cioccolato col trucco!

 Brownies per non sgarrare: diary free, gluten free, low carb, low fat 

Ma pieni di gusto! E attorno alle 100 kcal!

Come alleggerire la ricetta dei brownies mantenendola super golosa: togliamo il burro e la farina, riduciamo lo zucchero e aggiungiamo l’ingrediente segreto… i fagioli neri!


Brownies di fagioli neri

A volte capita di essere di cattivo umore, stanche scoraggiate, e senza voglia di essere produttive. In quei giorni, soprattutto se come qualche tempo fa, capita una giornata freddina e piovosa, si sente la necessità di una coccola, che rassereni un po’ gli animi. Quando sono di cattivo umore una delle poche cose che riesce a riportarmi non dico il sorriso ma almeno la serenità è cucinare, in particolare la cucina al forno, con quell’odorino che si sprigiona e il “miracolo” chimico della cottura che da una massa informe fa venir fuori una meraviglia. Certo preparare il pollo alla piastra e l’insalata mista non è come sfornare una teglia di cookies al cioccolato, con quell’aroma di zucchero e burro che si sprigiona nell’aria, ma non è che si possa mangiare cookies ogni volta che si è di cattivo umore. 

Poi a volte mangiare la macedonia come dolce non ci basta, abbiamo proprio la necessità quasi di un dolcino, però non vogliamo buttare alle ortiche un’intera settimana di alimentazione corretta e allenamenti da suicidio, quindi che fare? 

Ma un dolce light ovviamente!

Questi brownies li stavo guardando con cupidigia da un po’, la ricetta l’avevo vista qui, sul sito dell’Araba Felice che è sempre una garanzia di successo. Mi piaceva tanto che ho modificato poco o niente dell’originale.

Cosa c’è di bello in questi brownies? Innanzitutto è semplicissima e richiede ingredienti tutto sommato non astrusi o costosi.

Poi sono senza latticini (senza burro!), senza glutine (senza farina!) e senza  lievito e conseguentemente a tutto ciò sono anche a basso contenuto di grassi, tutto sommato anche di zuccheri anche se non completamente privi, e relativamente low carb. 

Il tutto per poco più di 100 kcal l’uno. Ok, lo so, sono piccini, 40 gr l’uno, però almeno vi togliete la voglia, no? L’importante, ovviamente, è non mangiare tutta la teglia!

brownies di fagioli neri

C’è un ingrediente segreto, perché a forza di togliere togliere qualcosa dovevamo pur mettere: i fagioli neri! No, non siate scettici, non fate una faccia disgustata! Sono proteine e carboidrati, e servono a dare i giusti valori nutrizionali e insieme la giusta consistenza. E no, ovviamente non si sentono! Basta non rivelare il vostro trucchetto e nessuno scoprirà il segreto. Perché questa è una ricetta di quelle che pur essendo sane e dietetiche potete proporre anche ai bambini più affezionati alle merendine, agli uomini più rudi che mangiano di tutto, alle nonne più affezionate alla tradizione e tutti ne saranno estasiati! 

La consistenza è molto diversa dai brownies classici, umida, simile al castagnaccio forse, ma per me ancora più buona, l’unico problema è una leggera difficoltà nel sollevarli dalla teglia ma questa è stata colpa mia: nella ricetta vi era chiaramente scritto di spennellare la carta da forno di olio e io invece l’ho omesso. Male. Fate come c’è scritto, ma soprattutto tenete i brownies in frigo prima di tagliarli e servirli e non avrete nessun problema

Piccola postilla sui fagioli neri. In linea di massima si deve preferire sempre i legumi secchi a quelli in scatola, e per farne una zuppa invernale avrei sicuramente comprato quelli secchi, li avrei ammollati e cucinati amorevolmente, ma onestamente per un dolce in cui devono essere bolliti (senza niente!) e poi ridotti a purea credo sia uno spreco di tempo prezioso nelle nostre vite. Il mio personale compromesso è comprarli biologici di una marca con cui mi trovo molto bene e che costa una cifra tutto sommato alta per del cibo in scatola ma abbordabile (mi pare 90 centesimi a scatoletta). Li ho inseriti nelle foto se a qualcuno dovesse interessare il nome. Se invece preferite cuocerli voi: tutta la mia stima e continuate così!

UPDATE IMPORTANTE

Ho riformulato questa ricetta in chiave ulteriormente “fit” e “light”.  Le modifiche effettuabili sono:

  • utilizzare 1 uovo solo + 70 ml di albume al posto di 2 uova e un albume
  • togliere lo sciroppo d’acero e utilizzare dolcificante a scelta senza calorie (10/15 gocce di tic o stevia)
  • diminuire il cioccolato in gocce da 80gr  a 60 gr
  • utilizzare una teglia quadrata più piccola anziché rettangolare e tagliando in 9 (QUINDI ottenendo porzioni più grandi)

In questo modo ogni porzione contiene 98 kcal, con 5 gr grassi – 5 gr pro – 9 gr carbs (di cui 2gr fibre e 1gr zucchero)

 


GALLERY  

Healthy Brownies Di Fagioli Neri
Serves 12
Ingredients
  1. 1 lattina di fagioli neri scolati o 240 gr circa cotti da voi
  2. 100 gr di applesauce
  3. 2 uova intere + 1 albume
  4. 100 ml di sciroppo d'acero o miele
  5. 30 gr di cacao amaro di ottima qualità un pizzico di sale
  6. un cucchiaino di essenza di vaniglia pura un cucchiaio di caffè istantaneo
  7. 80 gr di cioccolato fondente in gocce
Add ingredients to shopping list
If you don’t have Buy Me a Pie! app installed you’ll see the list with ingredients right after downloading it
Instructions
  1. Preriscaldate il forno a 180°
  2. Scolate i fagioli, sciacquateli sotto l'acqua corrente e asciugateli con carta da cucina
  3. Mettete tutti gli ingredienti tranne le gocce di cioccolato in un mixer e frullate no ad ottenere un composto omogeneo: sarà piuttosto liquido, ma non dif date!
  4. Foderate una teglia di 20x30 di carta da forno e spruzzatela o spennellatela leggermente di un olio delicato di sapore
  5. Versatevi sopra l'impasto e distribuite le gocce di cioccolato
  6. Infornate per 20/25 min e lasciate i brownies nel forno caldo a riposare
  7. Sfornate i brownies e lasciateli raffreddare completamente, poi lasciateli in frigo per un paio d'ore e solo allora tagliateli e gustateli
Notes
  1. L'applesauce sembra un ingrediente bizzarro ma si trova sotto forma di vaschetta di alluminio in moltissimi supermercati, comunque si può facilmente fare in casa, seguendo queste istruzioni http://arabafeliceincucina.blogspot.it/2013/10/salsa-di-mele-o-applesauce.html
  2. Ne avevo parlato anche qui: http://www.esteticaedonna.it/banana-bread-integrale-senza-burro/
  3. Si conservano per qualche giorno, massimo cinque (se ci arrivano), meglio in frigorifero però, magari avvolti nella carta stagnola
Print
Mangio quindi Sono http://www.mangioquindisono.it/

 

 Mangio.quindi.sono